Articoli religiosi

Ebook - Concilium



Titolo: "Concilium"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 9788839968401
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

A cura di Gianluca Montaldi

pp. xii + 823

 

Con il presente lavoro si offre al pubblico italiano uno strumento utile per poter conoscere ed approfondire il lavoro che in questi 50 anni la rivista Concilium ha portato avanti. Si divide in tre parti: la prima parte elenca tutti i fascicoli della rivista; la seconda riporta l’indice degli autori che hanno contribuito a vario titolo ai fascicoli; nella terza, gli articoli sono presentati in unità tematiche.

 

Un’opera che offre la possibilità di analizzare tutte le idee, i passi, le provocazioni dei teologi di Concilium dal 1965 al 2014: gli autori, i titoli, i temi trattati, raccolti in un unico strumento per la ricerca, l’approfondimento e la curiosità.

 

Uno strumento che racchiude il lavoro svolto da Concilium nei suoi primi 50 anni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Affrontare una corruzione onnipresente"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Daniel K. Finn
Pagine:
Ean: 2484300017186
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

La corruzione è l’abuso di potere fiduciario per un guadagno privato e la sua essenza morale è la rottura di una relazione di fiducia. Ha luogo sia nell’amministrazione pubblica che tra le imprese, con costi globali annui di più di 2.600.000 milioni di dollari. Questo breve articolo esamina il carattere morale della corruzione, distinguendola dai doni che in un rapporto di reciprocità sono moralmente adeguati, identificando la necessità per gli agenti economici di farsi carico della moralità delle organizzazioni alle quali non appartengono. I tentativi istituzionali di ridurre la corruzione rappresentano un progresso. Anche azioni recenti da parte della chiesa cattolica delineano una buona prospettiva. Tuttavia, la piaga della corruzione rimane reale in ogni nazione del mondo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Corruzione nella Chiesa: esiste un'età costantiniana?"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Paolo Prodi
Pagine:
Ean: 2484300017193
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

L’articolo mette in questione l’affermazione che il male della chiesa venga semplicemente dal di fuori, da una influenza esteriore, dalla quale basterebbe liberarsi per tornare alla purezza evangelica. Prima e dopo Costantino c’è stata una progressiva osmosi interna, soprattutto giuridica, tra cristianesimo e impero. Originale, tuttavia, fu la tensione creata dal crescente dualismo istituzionale che ha segnato la cristianità fino ai nostri giorni. Sebbene la secolarizzazione svuoti il dualismo tradizionale, adesso si apre una nuova tensione tra una chiesa intesa come testimone profetico ed escatologico trascendente al mondo e una chiesa intesa come presenza anche istituzionale nel mondo, soggetta perciò a corruzioni e riforme.

 

Keywords: Corruzione, chiesa, riforma



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dio si lascia forse comprare? Una ricerca delle tracce"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Norbert Reck
Pagine:
Ean: 2484300017209
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Dio si lascia forse corrompere? Lo si può indurre ad agire con doni e prestazioni? L’arcaica prassi di offrire sacrifici è forse l’esercitarsi in un rapporto con Dio secondo il principio del do ut des? Il presente saggio mostra, sulla base di alcuni testi-chiave biblici, che Israele ha sviluppato la sua teologia del sacrificio proprio in contrapposizione a tali idee e perciò già presto ha rotto con la logica dello scambio e della prestazione. Nella tradizione cristiana queste idee hanno avuto radici poco profonde, ma sarebbero di grande importanza per una spiritualità più autoconsapevole e più libera.

 

Keywords: corruzione, concetto di Dio, sacrificio



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Corruzione dilagante"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300017179
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Titolo: «Rompere una relazione di fiducia»: la corruzione dilagante

Autore: Regina Ammicht Quin, Lisa Sowle Cahill, Luiz Carlos Susin 

Abstract: La corruzione ha moltissimi volti differenti: si può presentare come corruzione vera e propria, appropriazione indebita, furto, frode, estorsione, abuso di discrezionalità, favoritismo, nepotismo, ecc.  In tutte queste diverse forme e pratiche, la corruzione ha un effetto devastante. La corruzione è un argomento che interpella le teologie. Sebbene sia vecchia come la storia umana, nondimeno la corruzione è un segno dei nostri tempi. Essa pone innanzi le rimostranze e le ansie di individui, gruppi e società. Le teologie hanno l’obbligo di fornire risposte ed esempi per contrastare la corruzione.

 

Keywords: Corruzione, Chiesa, Violenza



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il buddhismo di fronte al mercato: via di liberazione o di adattamento?"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: T. -M. Courau
Pagine:
Ean: 2484300016608
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Valutando l’esistere di un individuo solo sulla base di ciò che possiede, la società consumista contemporanea, quella del cosiddetto Global Urban Market, si presenta come una caricatura delle descrizioni offerte dalle differenti correnti buddhiste. Il cuore storico della coerenza dottrinale buddhista parte da una constatazione sull’avidità che contraddistingue gli atti delle persone ordinarie. I frutti mentali che ne derivano creano mondi insoddisfacenti. Il progetto buddhista è di liberare definitivamente gli esseri da questa bramosia nefasta. Il che richiede di entrare nella pratica dell’allenamento dello spirito per imparare a vedere le cose così come sono, vale a dire vuote di natura propria. Questo cammino, lungo e arduo, trova la sua base nella pratica della generosità, che si comprende in modi diversi a seconda delle tappe della vita. Avendo come progetto pastorale di accompagnare i fedeli in funzione delle loro capacità, numerose guide buddhiste tengono dei discorsi e promuovono delle attività che, riguardo alla prospettiva della rinuncia ad ogni appetito di possesso, appaiono ambigui. Altri pensatori si collocano nel quadro del buddhismo “impegnato”. Per gli uni e per gli altri, questi non dovrebbero essere altro che tappe o mezzi da maneggiare con abilità per condurre i praticanti a entrare nella liberazione definitiva.

 

Parole chiave: buddhismo, capitalismo, liberazione



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perché il problema non è il consumismo. Quando religione e lavoro rimodellano il desiderio a partire dal basso"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: J. Rieger
Pagine:
Ean: 2484300016585
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Il “consumismo” è spesso accusato di disastri economici ed ecologici, assieme a quanto viene con disinvoltura chiamato “materialismo”. Questo ragionamento non tocca le radici del problema, perché tende a indurre negli individui sensi di colpa ed è incapace di produrre alternative reali, quando tenta di rimpiazzare quanto è chiamato “materialismo” con atteggiamenti non materialistici, che alcuni confondono con la spiritualità. In questo articolo consumismo e desiderio sono affrontati ai livelli più profondi per sviluppare alternative ispirate dalle tradizioni centrali delle religioni abramitiche.

 

Parole chiave: consumismo, religione, spiritualità



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«Che cosa voglio?». Antropologia teologica e ideologia consumistica"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: William T. Cavanaugh
Pagine:
Ean: 2484300016578
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

L’ideologia del consumismo è basata sull’idea che sappiamo cosa vogliamo, che i desideri delle persone siano trasparenti a loro stesse. In questo articolo l’autore mette in dubbio questa convinzione e mostra che si tratta di una visione distorta di come è realmente la gente. Esamina alcune ricerche di psicologia empirica e segnala che l’antropologia teologica di Agostino ha anticipato questa ricerca di molti secoli. Infine, sostiene che alcuni aspetti della teologia di Agostino sono necessari per completare una descrizione adeguata del desiderio umano.

Parole chiave: desiderio, Aurelio Agostino, consumismo



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Dio della prosperità. Decostruire immagini"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: F. Teixeira
Pagine:
Ean: 2484300016592
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

La prima sezione di questo contributo mostra come le categorie economiche influiscono sulle istituzioni religiose e sulle idee su Dio; non si parla della religione nel mercato, ma di come Dio è presentato nella società contemporanea. La seconda sezione esamina in modo positivo l’esperienza pentecostale, specie l’esistenza del popolo che si sente redento dal male e che sopravvive ai margini. Ciò è approfondito nella terza sezione (con esempi concreti tratti dal Brasile, come il caso di un operaio edile) nel senso della dignità personale e di un rinvigorimento simbolico. La quarta sezione fa un confronto tra il dio della prosperità e il Dio della vita (che implica una donazione liberatrice e umanizzatrice).

 

Parole chiave: prosperità, Brasile, pentecostalismo

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Religione, consumismo e mercato"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300016561
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Editors: S. Ross – D. Irrarázaval – S. Nadar

L’incarnazione è centrale nel cristianesimo: gli esseri umani sono stati creati in un mondo che Dio ha dichiarato “buono”. Dio stesso si è fatto uomo per la salvezza del mondo ed è con noi nella forma totalmente fisica di pane e vino. Perciò abbiamo bisogno di mangiare, di vestirci e di ripararci, e, andando oltre le necessità fisiche immediate, cerchiamo il senso del nostro lavoro e delle nostre relazioni. Ma pilotare le nostre esigenze materiali e spirituali in mezzo ad un mondo nel quale gli aspetti economici esercitano così tante pretese sulla vita umana è una sfida ardua. Oltretutto, il contesto economico mondiale, sempre più globale, mostra che le vite umane sono inestricabilmente connesse le une con le altre. I vestiti che compriamo possono certo essere stati confezionati da un operaio dall’altra parte del mondo che riceve una paga ai limiti della sopravvivenza. Il nostro consumo sempre più crescente sta causando effetti disastrosi sul mondo, e i più poveri ne sperimentano i lati peggiori. Quali sono le nostre responsabilità verso quel nostro prossimo che sono i lavoratori del’industria agricola o dell’abbigliamento che provvedono alle nostre necessità? A quale Dio rendiamo il nostro culto? In che modo siamo salvati? Come aiutano le nostre chiese a strutturare le nostre risposte alla grazia di Dio e al peccato nel mondo? Come abbiamo il coraggio di vivere le nostre credenze?

 

Parole chiave: consumismo, religione, cristianesimo



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Non si può andare avanti sempre così"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Jürgen Ebach
Pagine:
Ean: 2484300015786
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

Apocalisse significa “scoperta, disvelamento”. Mentre oggi si dicono “apocalittiche”catastrofi imponenti, i libri apocalittici della Bibbia contengono una certezza che invita alla speranza. Le situazioni negative non avranno l’ultima parola: non si va sempre avanti così. Verrà un tempo nuovo, nel quale le potenze ora dominanti saranno vinte. Presente e futuro appaiono qui spesso in cifre e immagini che, nella storia dell’interpretazione, sono state attualizzate di volta in volta mediante letture che riflettevano interessi diversi. L’apocalittica, però, non è una tabella di marcia della storia mondiale, bensì espressione dell’aspettativa radicale che ciò che è non è il tutto.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sulle tracce di un ordine solido"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Veronika Bachmann
Pagine:
Ean: 2484300015793
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

Il contributo presenta tre antichi testi giudaici che hanno origine tra il III secolo a.C. e il I secolo d.C., e che di norma vengono annoverati tra gli scritti della letteratura apocalittica: il Libro dei Vigilanti, l’Apocalisse degli animali e il Quarto libro di Esdra. L’autrice mostra che i testi, nonostante differenze, manifestano una realtà comune a cui ci si può collegare. Per nessuno di quegli scritti il presente è la realtà definitiva. Perciò sussiste l’esigenza di interrogarsi coerentemente sull’ordine realmente solido e di impegnarsi nel qui e ora per modificarlo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Solo i veri atei sono davvero teologi? Sul pensiero continentale contemporaneo e il suo tono perpetuamente apocalittico"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Colby Dickinson
Pagine:
Ean: 2484300015809
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

La filosofia continentale contemporanea ruota attorno a particolari temi apocalittici, offrendo nuovi spunti e proposte suggestive affinché la teologia rifletta sulle implicazioni di questi aspetti spesso alquanto difficili delle materie di carattere religioso. In quanto tali filosofie si muovono nel quadro della definizione dell’apocalittica attraverso il ritorno alle questioni di pensiero antinomico, all’interruzione di immagini religiose normative e alla negazione delle nostre rappresentazioni teologiche più care, ritroviamo continuamente questi filosofi impegnati con i fondamenti più elementari della storia religiosa occidentale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Apocalittica e crisi globale"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Joaquín García Roca
Pagine:
Ean: 2484300015823
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

La devastazione sociale provocata dal liberismo economico nell’attuale crisi globale si unisce al discorso apocalittico per bloccare ogni possibile alternativa, per legittimare l’impotenza e per paralizzare l’esercizio attivo della cittadinanza. L’autorità del capitalismo avanzato ha trovato nell’universo apocalittico una fonte di legittimazione. La svolta epocale, la fine del sistema e la crisi globale creano condizioni favorevoli per concepire e prospettare il futuro come minaccioso. In che modo questi discorsi – insieme con le pratiche ad essi connesse – svelano, minano e occultano la speranza cristiana? Può la tradizione apocalittica essere stimolo di emancipazione per le vittime del nostro tempo, così come lo è stato nelle comunità cristiane primitive? L’irruzione della visione apocalittica promuove nuovi attori sociali e culturali, rende obsoleti antichi concetti e rende possibile un altro modo di progettare il futuro e di vivere il tempo penultimo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Escatologia e apocalisse in tempi postmoderni. Uno sguardo dalla prospettiva delle vittime e dei giusti della storia"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Carlos Mendoza-Álvarez
Pagine:
Ean: 2484300015816
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

Questo articolo propone gli elementi costitutivi di una ermeneutica dell’idea di escatologia e apocalisse in un contesto postmoderno, esplorando nuove chiavi di lettura odierne della fine dei tempi. L’analisi si articola in tre fasi: 1) il concetto di violenza sistemica proposto dal pensiero antisistemico; 2) l’intelligenza della fede teologale che deriva dalla vulnerabilità accolta; e 3) la teologia del tempo messianico interpretata in chiave di cambio di temporalità nella logica della donazione. Da questa prospettiva si tratta di recuperare la storia «dal basso e dal rovescio», a partire dalla vita teologale che dà coraggio ai giusti della storia così come alle vittime che, sapendo perdonare, spezzano il circolo vizioso della rivalità.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ritorno della coscienza apocalittica?"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300015779
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Sommario

Quale ruolo gioca la teologia nel “ritorno della coscienza apocalittica” da noi diagnosticato? La sua tradizione è una fonte per le immagini che corrispondono allo spirito del tempo oppure la tradizione ebraico-cristiana racchiude anche altre letture, che probabilmente sono rimaste sepolte? La “fine” di un mondo e di un tempo rimanda all’inizio di un nuovo mondo e di un nuovo tempo? Oppure questa idea rappresenta soltanto una fuga dal presente, il quale altrimenti risulterebbe insopportabile? Questo numero di Concilium approfondisce la questione di che cosa voglia dire “apocalittica” nella tradizione biblica, di come questa tradizione biblica continui a vivere o sia ripresa nell’odierna teologia cristiana – e di quali conseguenze ne derivino.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il sorgere dell' "eresia" nel giudaismo del secondo Tempio e nel cristianesimo primitivo"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Robert M. Royalty
Pagine:
Ean: 2484300015137
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

La nozione cristiana di “eresia”, l’idea cioè che qualcuno in possesso di idee teologiche diverse debba essere condannato come satanico ed escluso dalla comunione ecclesiale, e il genere stesso dell’eresiologia, ossia la retorica della differenza demonizzata, sono aspetti centrali nella formazione del cristianesimo ortodosso. Mentre gli studiosi collocano solitamente lo sviluppo di questa nozione e il discorso sull’eresiologia nel II secolo d.C., il concetto di eresia precede l’uso tecnico del termine nei testi cristiani del I secolo e negli scritti settari di Qumrn. Il concetto di eresia è centrale in molti testi che divennero parte del Nuovo Testamento.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ortodossia e ideologia"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Werner G. Jeanrond
Pagine:
Ean: 2484300015144
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

L’ortodossia, che ha rappresentato una preoccupazione centrale nel corso della storia cristiana, si configura secondo una criteriologia che è stata indicata da autori come Ireneo di Lione e Vincenzo di Lérins. La loro comprensione dell’ortodossia cristiana si basa su ciò che Paul Ricoeur chiamerebbe identità-idem, l’identità intesa come medesimezza. Agostino d’Ippona, però, conduce a una nuova comprensione della fede cristiana e dell’ortodossia che Paul Ricoeur definirebbe identità-ipse, ipseità, in cui è coinvolto l’intervento del soggetto. L’articolo sostiene, alla luce di Agostino, che l’ortodossia non dovrebbe essere definita come una questione di garanzia delle frontiere, operando per escludere, ma dovrebbe piuttosto essere identificata nel cuore della fede cristiana, che è l’amore. Le rivendicazioni di ortodossia, in breve, devono essere derivate dall’interpretazione dell’amore e dalla sua messa in pratica.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dall'«Anathema sit» al «Chi sono io per giudicare?»"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300015120
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Sommario

Questo numero di Concilium esamina come il dramma dell’ortodossia-eterodossia si svolga anche nel cristianesimo. L’ortodossia cristiana ha bisogno di essere liberata dalla sua storia fatta anche di violenza e va ripensata alla luce del nucleo centrale della fede in Cristo. Il presente fascicolo della rivista rappresenta uno sforzo in questa direzione. In primo luogo, occorre che la tendenza a equiparare la fede cristiana all’ortodossia dia luogo a una relativizzazione di questo concetto e a una sua subordinazione alla sfida più importante per la vita cristiana: la retta prassi alla luce del vangelo e sulle orme di Gesù. In secondo luogo, l’ortodossia cristiana può essere riletta in una nuova luce nella prospettiva di una rinnovata comprensione della natura della fede cristiana e della rivelazione. In terzo luogo, il ripensamento dell’ortodossia cristiana è richiesto anche alla luce dei numerosi sviluppi positivi verificatisi nel mondo, delle nuove realizzazioni da parte dell’umanità, così come dei nuovi approcci e interpretazioni della realtà.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ortodossia nel contesto postmoderno"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Lieven Boeve
Pagine:
Ean: 2484300015168
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

Come comprendere adeguatamente la pretesa cristiana di verità e il suo rapporto con il nostro contesto attuale? Rispondere a questa domanda implica immediatamente entrare nella discussione sui diversi modi in cui questa rivendicazione di tipo veritativo è intesa in relazione alle diverse modalità in cui viene analizzato il contesto. Nel contesto postmoderno la verità di fede che spesso si pretende autoevidente è interrotta dal punto di vista socioculturale e filosofico. In modo conciso, vengono discusse tre modalità di affrontare la sfida posta da questa interruzione: una ortodossia di difesa contro l’interruzione subita; un’altra che si associa a questa interruzione, facendola sua; e una terza che acconsente al fatto di essere messa in discussione da questa interruzione, per riscoprire a sua volta la propria natura di interruzione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un'ermeneutica dell'ortodossia"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: David Tracy
Pagine:
Ean: 2484300015151
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

La prima e più importante prova del cristianesimo tradizionale è quella di un autentico stile di vita cristiano. Dal punto di vista ermeneutico, l’esatto significato di tutte le proposizioni dottrinali è determinato dal loro utilizzo in un preciso contesto storico. I concetti permangono, ma hanno sempre bisogno di nuove formulazioni culturali e linguistiche nel crescente dialogo interculturale della chiesa mondiale. Non vi sono culture, tradizioni o ortodossie “innocenti”. La teologia contemporanea farà bene a utilizzare la moderna ermeneutica occidentale di base: recupero, critica, sospetto, seguito da un recupero più consapevole. Nell’articolo viene allora proposta una quadruplice visione che pluralizza un precedente centro dell’attenzione spirituale, politico e teologico.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ortodossia radicale: un'indagine critica"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Georges De Schrijver
Pagine:
Ean: 2484300015175
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

Nel suo Theology and Social Theory. Beyond Secular Reason, del 1990, il teologo anglicano John Milbank ha respinto l’idea di ammettere qualsiasi tipo di mediazione secolare nella riflessione teologica, per timore che ciò possa alterare la fede ortodossa. Ha optato, invece, per una versione postmoderna di agostinismo, in cui la comunità ecclesiale, nella sua diversità, è vista nella partecipazione alla coesistenza pacifica del Dio triuno (in netto contrasto con la violenza diffusa nella città secolare). Per Milbank il tema della partecipazione è diventato così centrale, che in seguito egli lo ha arricchito di una dimensione sofiologica, panenteistica – il culto della comunità ecclesiale rivitalizza la vita intima della Trinità. Questo punto di vista non è più agostiniano. Quindi la domanda può essere modificata in questi termini: l’ortodossia di Milbank non è forse eccessivamente radicale?



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Solidarietà e giustizia riconsiderate"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: HILLE HAKER
Pagine:
Ean: 2484300014338
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

A partire dalla spiacevole mancanza di spazio per la solidarietà nell’interpretazione data nel corso del XXI secolo alla cosiddetta “giustizia di mercato”, l’Autrice esplicita il percorso alternativo, ossia mette a tema la dialettica tra giustizia e solidarietà. Mentre la giustizia enfatizza l’“uguaglianza” di tutti, la solidarietà pone l’accento sulla “differenza” e la “diversità”. Il collegamento tra i due concetti può essere rinvenuto nelle recenti reinterpretazioni della teoria del riconoscimento, che abbraccia la sfera personale, sociale e politica. L’articolo insiste, tuttavia, su un approccio critico che prende come punto di partenza il disconoscimento, invece del riconoscimento. L’etica, in generale, e l’etica cristiana in particolare, necessita di assistere alle esperienze e ai racconti di coloro che restano invisibili e inascoltati negli approcci alla giustizia basati sul merito e sul risultato, in modo da riuscire a identificare le violazioni ai loro diritti, così come le pratiche di stigmatizzazione. Partendo da delle esperienze di ingiustizia piuttosto che dalla teoria normativa della giustizia, la relazione dialettica tra giustizia e solidarietà diventa chiara: la solidarietà non rivela soltanto il divario fra la teoria e la pratica, o l’immancabile punto debole della giustizia, ma prende anche una posizione decisa in favore di coloro che soffrono delle ingiustizie. La solidarietà è orientata all’azione, poiché cerca di costringere le istituzioni a divenire giuste, richiedendo un cambiamento per coloro che soffrono di più a causa dell’ingiustizia. Dall’altro lato, la solidarietà critica, ma anche faziosa, necessita della prospettiva imparziale e ugualitaria della giustizia, in quanto critica all’ideologia potenziale che è collegata a ogni concetto e politica identitaria.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Etica di integrazione"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: REGINA AMMICHT-QUINN
Pagine:
Ean: 2484300014345
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

Come mai l’integrazione – vale a dire: la vita in svariate società, principalmente in Occidente – fallisce così di frequente? Il testo esplora due linee di pensiero. Una si occupa di una sottostruttura di cecità e sordità nelle politiche occidentali: cecità nei confronti del dibattito postcoloniale, e sordità rispetto alle storie che vanno a costituire la “Storia”. L’altra linea indaga il concetto di “cultura” e il reinquadramento della “cultura” come “razza”. Il pensiero dell’illuminismo europeo preparò il terreno per le nozioni e le pratiche sociali dell’universalismo e della giustizia e dà tuttora forma ai nostri strumenti morali. Al contempo, l’illuminismo europeo diede origine al concetto di razza. Oggi dobbiamo affrontare questa base ambivalente del pensiero (morale): ci affidiamo a un concetto di ragione (occidentale) che autorizza la scienza e la società a classificare e dividere ordinatamente, quindi a riordinare. Quali sono le competenze per le responsabilità affidate ai diversi “attori”: politica, società, scienze e religioni?



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Diversità, riconoscimento e coesistenza"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: FELIX WILFRED
Pagine:
Ean: 2484300014352
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Sommario

Questo contributo dimostra come il progetto di modernità occidentale, con l’affermazione dell’autonomia e della libertà degli individui, il sistema dei diritti delle persone e l’ideologia del liberalismo politico, abbia delle serie limitazioni e potrebbe non essere in grado di trovare una composizione con la questione critica della diversità, del riconoscimento e della coesistenza, così cruciali per il mondo globalizzato di oggi. L’Autore prosegue il ragionamento mostrando come gli esperimenti asiatici, in particolare dell’Asia meridionale, con la pluralità e la tolleranza esibiscano degli elementi teoretici e pratici che forniscono uno schema plausibile per incontrare e scendere a patti con il diverso. Il contributo termina con l’osservazione che, nel contesto dell’esperienza della diversità affrontato dall’Europa nell’attuale situazione migratoria e xenofoba, non ci si può limitare all’eredità dell’illuminismo, bensì bisogna attingere al proprio retaggio cristiano se si vuole essere in grado di incontrare l’altro con solidarietà e compassione. L’Autore propone un dialogo proficuo tra il pensiero cristiano, postmoderno e asiatico, che può essere d’aiuto per accogliere la sfida globale della diversità e del pluralismo, tipici della nostra epoca.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU