Articoli religiosi

Ebook - Edizioni Messaggero Padova



Titolo: "Opera omnia [vol_2] / Vittorio Veneto, 1959 - 1962. Discorsi, scritti, articoli"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Giovanni Paolo I (Albino Luciani)
Pagine:
Ean: 9788825028836
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

In anteprima assoluta è da oggi, domenica 8 maggio 2011, disponibile l'Opera Omnia di Albino Luciani in formato digitale. L'Opera consta di 9 volumi. Il prezzo di ogni singolo volume ammonta ad Euro 25,00.
A chi acquisterà tutti i 9 volumi verrà applicato uno sconto del 15 % e pagherà Euro 190,00 anziché Euro 225,00.
Lo sconto per l'acquisto del pacchetto completo dei 9 volumi verrà applicato dopo che l'ordine sarà stato concluso. Lo sconto, pertanto, non comparirà nel carrello e il totale da pagare non comparirà scontato. Lo sconto verrà manualmente inserito dallo staff di LibreriadelSanto.it una volta ricevuto l'ordine.
Sono compresi nel prezzo di acquisto di ciascun volume sia il formato ePub che il formato PDF.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Opera omnia [vol_9] / Roma 1978. Discorsi, scritti, articoli"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Giovanni Paolo I (Albino Luciani)
Pagine:
Ean: 9788825028973
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

In anteprima assoluta è da oggi, domenica 8 maggio 2011, disponibile l'Opera Omnia di Albino Luciani in formato digitale. L'Opera consta di 9 volumi. Il prezzo di ogni singolo volume ammonta ad Euro 25,00.
A chi acquisterà tutti i 9 volumi verrà applicato uno sconto del 15 % e pagherà Euro 190,00 anziché Euro 225,00.
Lo sconto per l'acquisto del pacchetto completo dei 9 volumi verrà applicato dopo che l'ordine sarà stato concluso. Lo sconto, pertanto, non comparirà nel carrello e il totale da pagare non comparirà scontato. Lo sconto verrà manualmente inserito dallo staff di LibreriadelSanto.it una volta ricevuto l'ordine.
Sono compresi nel prezzo di acquisto di ciascun volume sia il formato ePub che il formato PDF.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il dolore possibile"
Editore: Messaggero Distribuzione
Autore: Gian Antonio Dei Tos
Pagine:
Ean: 9788825030259
Prezzo: € 20.30

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ernesto Olivero racconta la sua amicizia con papa Wojtyla"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Lazzarin Piero
Pagine:
Ean: 9788825030808
Prezzo: € 6.30

Descrizione:

La storia dell'incredibile e inusuale amicizia tra Giovanni Paolo II e un semplice laico, Ernesto Olivero, raccontata in questo libro da Piero Lazzarin.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La «normatività» del libro liturgico"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Agostino Montan
Pagine:
Ean: 2484300002816
Prezzo: € 3.00

Descrizione:

Sommario - 

Definita la nozione di libro liturgico, l’A. ne studia la rilevanza inrapporto alla liturgia. Dei contenuti molteplici del libro liturgico, vieneapprofondita la normatività dei Praenotanda e delle rubriche. Viene esaminatala formulazione delle rubriche presenti nei libri liturgici (a volte esortativa, altre prescrittiva, altre volte ancora descrittiva o narrativa).L’esame di una norma consente di mostrare come vanno lette le normee le rubriche liturgiche la cui osservanza è richiesta nelle celebrazioniliturgiche.

After having defined the notion of the liturgical book, the A. studies itsrelevance with reference to the liturgy. Among the manifold contents of theliturgical book, it is here researched the normativity of the Praenotanda andof the rubrics. It is also examined the formulation of rubrics to be found inthe liturgical books (sometimes it is exhortative, sometimes prescriptive, othertimes descriptive or narrative). Examining a norm gives the opportunity toshow how are to be read the norms and rubrics, whose observance is requiredin the liturgical celebrations.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'impianto delle indicazioni nazionali per lInsegnamento della Religione Cattolica"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Bruno Bordignon
Pagine:
Ean: 2484300003264
Prezzo: € 3.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Amare ancora"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Massimo Camisasca
Pagine:
Ean: 9788825030617
Prezzo: € 9.80

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ripartire da Cristo"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Cravero Domenico
Pagine:
Ean: 9788825030594
Prezzo: € 23.10

Descrizione:

Una proposta concreta e innovativa per la catechesi di adulti e ragazzi. Una riflessione che coglie le sfide della società attuale, propone percorsi e applicazioni concrete e note di metodo.

INTRODUZIONE

«Ripartire da Gesù Cristo»: è stata questa la consegna affidata da Giovanni Paolo II alla chiesa del nuovo millennio (Novo millennio ineunte 2001). Al medesimo programma alludono anche i due volumi Gesù di Nazaret di Benedetto XVI. L’indicazione del magistero da anni è chiara e coerente: «La Chiesa deve fare oggi un grande passo in avanti nella sua evangelizzazione, deve entrare in una nuova tappa storica del suo dinamismo missionario» (CL 35).

«Ripartire da Cristo» è anche il proposito delle parrocchie che vogliono rinnovarsi in senso missionario. Esse cercano di affermare il primato della parola di Dio e della vita spirituale, di ribadire in ogni modo la loro finalità esclusivamente religiosa, dunque di evangelizzazione e di formazione alla vita cristiana. Queste parrocchie cercano, spesso con immane fatica, di resistere a quanti si vogliono servire della chiesa per altri scopi: per bisogni aggregativi, per la loro gratificazione affettiva, per le scadenze e le pressioni della «religione civile». Esse insegnano ai fedeli a reagire al disorientamento provocato dallo scoprirsi minoranza, non attraverso l’ostentazione di identità forti di fronte al mondo e di regole rigide al proprio interno, ma insistendo sulla testimonianza della vita e sullo stile umile e attento della loro presenza sul territorio in dialogo con i non praticanti, gli indifferenti e i contrari.

Il linguaggio della fede s’impara (non si finisce mai d’imparare) attraverso il primo annuncio e la catechesi con cui la chiesa evangelizza, nel suo modo di vivere, di organizzarsi, di relazionarsi all’interno e all’esterno dei suoi confini. Lo fa attraverso le catechiste e i catechisti, gli animatori della comunità e gli operatori missionari, i ruoli e i ministeri, che tuttavia sono secondari rispetto all’insieme del popolo di Dio.

Le grandi parole del Vaticano II (GS 4,11 e 34): «assumere» (il discernimento dei segni dei tempi), «purificare» (la comunione che si realizza nello stare insieme e nel comunicare tra cristiani), «elevare» (la missione della chiesa che guarda al di là di se stessa) mobilitano tutti i cristiani.

In questo testo racconto la fatica, il limite (ma anche la passione) di un parroco nel pensare il percorso catechistico della comunità. La catechesi è un cantiere sempre aperto, costantemente ha bisogno di revisione, di confronto, di completamento. La rapida e imprevedibile evoluzione della società complessa rende in poco tempo obsoleti i linguaggi, inefficaci gli strumenti pedagogici, indifferenti le ritualità liturgiche, su cui si costruiscono gli itinerari di generazione alla fede.

Le sfide della catechesi sono soprattutto due: l’iniziazione cristiana (IC) dal battesimo fino alla mistagogia postsacramentale (adolescenza) e la catechesi permanente degli adulti.

Le parrocchia missionaria non s’arrende ma cerca di far crescere figure di cristiani capaci di assumere in modo attivo il primato dell’evangelizzazione da parte di tutti.

[I laici] diffondano anche la fede di Cristo tra coloro, ai quali sono legati da vincoli di vita e di professione; questo obbligo è reso più urgente dal fatto che moltissimi uomini non possono né ascoltare l’evangelo né conoscere Cristo se non per mezzo di laici, che sono loro vicini (AG 21).

La parrocchia è il luogo di tutti: tutti inviati, tutti accolti. Attraverso le sue persone e i suoi gruppi, le sue strutture e le sue azioni, essa accompagna l’accesso alla fede cristiana. La comunità parrocchiale dà visibilità al cristianesimo perché coloro che la frequentano o l’avvicinano possano incontrare e celebrare l’invisibile presenza del Signore.

La pluralità delle analisi e dei discorsi sulla parrocchia di oggi impedisce ogni discorso definitivo. La parrocchia è un mondo vasto, proviene da una memoria antica e gloriosa, riportabile alla storia delle comunità cristiane delle origini, ma oggi vive una crisi istituzionale profonda di presenza e di rappresentanza. Il radicamento nella vita della gente ha permesso finora alla parrocchia di svolgere una pluralità di funzioni in una molteplicità di ruoli. Questa sua capacità, unica per ampiezza e flessibilità, riconosciuta e amata dal popolo cristiano, è stata definita il principio parrocchiale del cattolicesimo. Costituisce ancora oggi un immenso terreno da esplorare e da considerare come spazio sociale per l’annuncio del vangelo. La maturazione conciliare l’ha arricchita di nuovi valori considerandola innanzitutto una comunità di persone che si riconoscono nella memoria cristiana vissuta e trasmessa in un luogo o come «comunità eucaristica» chiamata a farsi carico della totalità dei cristiani che abitano un territorio.

Le parrocchie sono luoghi in cui il cristianesimo istituisce relazioni, inizia ad abitare le culture in cui si sta inserendo, crea riti ed istituzioni (o ne modifica di esistenti), perché la trasmissione della memoria cristiana non venga meno, grazie alla capacità di trasformare legami e di far nascere nuove figure sociali.

Nella frammentazione della società complessa postmoderna, però, la parrocchia non riesce più a rappresentare una scala di valori e un’autorità di riferimento per tutti e non costituisce più un orizzonte religioso condiviso; spesso non è più percepita come un soggetto sociale attivo e riconosciuto. Numerose famiglie non educano più i figli alla fede e affermano di non avere più bisogno di una pratica religiosa. Le persone sembrano spesso scegliere in modo libero e autonomo forme e modi di espressione religiosa, comunità religiosa di riferimento, contenuti del credo e regole etiche di vita.

Il primato della fede, cioè l’intelligenza della Scrittura, la conoscenza sacramentale del mistero di Cristo e il discernimento spirituale della vita, possono plasmare l’identità della coscienza del cristiano e rigenerare di conseguenza la comunità, facendo della parrocchia un’«eterotopia in azione»4, cioè un «luogo che parla da sé», un simbolo che non solo rappresenta ma che opera. Il ripiegamento della parrocchia sulla «religione civile», invece, rende inafferrabile la sua testimonianza evangelica, svilisce la sua capacità profetica.

«Ripartire da Cristo» cambia quindi lo stile della parrocchia. Stile e contenuto di un messaggio sono, infatti, inseparabili.

«Le nostre comunità devono diventare una comunità attraente, accogliente ed educante» sintetizzava il documento dei vescovi in occasione dei quarant’anni del documento base.

Il cristiano può vivere la fede solo immergendosi nella storia, attraversando le sue contraddizioni. La storia, infatti, resta l’ambito del manifestarsi dell’azione di Dio.

La missione è il contrario dell’autosufficienza e del ripiegamento su se stessi, della mentalità dello status quo e di una concezione pastorale che ritiene sufficiente continuare a fare come si è sempre fatto.

La fede cristiana può diventare un punto di riferimento della ricerca religiosa nella società postmoderna entrando nei processi culturali e simbolici della vita della gente e ricuperando coraggiosamente lo strappo che si è consumato nelle rappresentazioni fondamentali del cristianesimo di oggi.

Propone questo percorso il programma ecclesiale del convegno di Verona (2006) quando addita l’obiettivo di «una testimonianza dell’unità inscindibile tra una fede amica dell’intelligenza e un amore a servizio».

La complessità sociale dei mondi postmoderni è una difficile sfida per la catechesi. Oggi non è dato nulla di semplice e lineare: la domanda religiosa persiste ma è di difficile interpretazione ed esige accoglienza e discernimento. Le relazioni tra religione civile e fede cattolica sono anch’esse complesse e richiedono valutazioni articolate. Alla proposta di una fede amica dell’intelligenza corrisponde un amore che si pone al servizio, testimoniato nella comunicazione tra cristiani e nella conduzione collegiale della comunità parrocchiale.

Il discernimento comunitario […] edifica la Chiesa come comunità di fratelli e di sorelle, di pari dignità, ma con doni e compiti diversi, plasmandone una figura, che senza deviare in impropri democraticismi e sociologismi, risulta credibile nell’odierna società democratica.

Ripartire da Cristo, l’«uomo Dio», comporta l’esercizio della doppia fedeltà alla sua umanità e alla sua divinità. La vita bella, buona e felice di Gesù è stata la rivelazione di Dio al mondo (Gv 1,18). L’evento di salvezza, l’incarnazione, è un invito ad amare la terra come l’ha amata Gesù, anche nelle sue tradizioni e nei suoi riti (religiosi e civili). Fedeltà a Dio è credere, però, fermamente che la vita non può ridursi all’orizzonte mondano. La trascendenza escatologica inaugura quel «relativismo cristiano» che fa del cristiano un cittadino del cielo (Fil 3,20).

Il rinnovamento della parrocchia parte così dalla testimonianza dei cristiani maturi nella fede, frutto e criterio di verifica dei percorsi formativi e mistagogici della IC e della catechesi degli adulti.

Per l’evangelizzazione è essenziale la comunicazione della fede da credente a credente, da persona a persona. Ricordare a ogni cristiano questo compito e prepararlo ad esso è oggi un dovere primario della parrocchia, in particolare educando all’ascolto della parola di Dio, con l’assidua lettura della Bibbia nella fede della Chiesa.

La cosa più povera e semplice, la comunicazione a tu per tu, è anche la più efficace e preziosa, praticabile da tutti.


ESTRATTO DAL PRIMO CAPITOLO

1. Fede e religione civile

La chiesa continua a ritenere la parrocchia come una formula ancora valida, oggi, per l’attività religiosa di base. Le affida la cura della fede dei cristiani che abitano un territorio, in una società complessa e secolarizzata, e la considera come un’esperienza di riferimento per tutte le età e le condizioni.

Una parte maggioritaria di cristiani non ha una pratica regolare, ma non per questo rinnega esplicitamente la fede. La religione, normalmente, è intesa da questi cristiani in senso tradizionale: i vissuti e le immagini sono per lo più legati alla socializzazione religiosa infantile, alle pratiche tradizionali, a esperienze marginali o sporadiche, rimaste nella coscienza quali indicatori di una fede possibile ma sempre rimandata.

Soprattutto il rito oggi fa problema. La maggioranza degli italiani si dichiara cattolica ma non praticante: è divenuta «normale» la figura di una fede senza pratica rituale. Lo sforzo profuso dalle comunità parrocchiali per recepire il rinnovamento liturgico voluto dal concilio non è riuscito a correggere la disaffezione ai riti della fede cattolica.

Il vangelo è ancora apprezzato, non tanto come chiamata alla conversione personale o come rinnovamento del vivere collettivo, ma per l’opportunità che lascia intravedere di immaginare un possibile senso da dare alla vita.

La fede è quindi distorta da un pregiudizio: è cercata come esperienza individuale e affettiva più che come adesione al significato che assume la morte e risurrezione del Signore Gesù. La fede è, così, stravolta nel suo significato e diventa «religione invisibile», dove i simboli e i riti del cristianesimo non si traducono nella vita quotidiana o «religione civile» quando i riti sono ricercati solo in alcuni momenti evolutivi (nascita, crescita, matrimonio, morte) quando la domanda di senso appare più avvertita ed evidente. In alcuni casi si assiste a una certa ripresa dei riti religiosi tradizionali, ma in un’ottica che rimane soggettiva («quando me la sento») ed emozionale («se mi piace»).

La comunità cristiana viene in questo modo considerata prevalentemente da un punto di vista umano e sociale («la frequento se mi trovo bene», «vado quando mi è utile»).

Una parrocchia piena di iniziative è molto apprezzata oggi ma come risorsa per la socializzazione, molto meno come luogo della celebrazione della fede.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La «buona» educazione."
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Paola Milani
Pagine:
Ean: 2484300002052
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Sommario - 

Il concetto di «buona» educazione varia nel tempo, per cui in ogni epoca è necessario ridefinire nel concreto i contenuti di una realtà complessa come quella educativa,in cui entrano in gioco molti fattori: la famiglia è sicuramente una protagonista del processo educativo, ma è anche condizionata per altri versi dalla situazione sociale del momento. Tenendo conto che l’educazione si trasforma continuamente, vengono presentati tre «modelli» che tentano di definire quali siano le competenze, quindi il sapere e soprattutto il saper fare, necessarie ai genitori d’oggi, così fragili e incerti, per far fronte al compito educativo. Il primo modello è commisurato alle domande che i bambini pongono ai genitori in ordine al loro bisogno affettivo e allo sviluppo cognitivo, sociale ed etico. Il secondo modello mira a garantire il benessere del bambino in tutte le dimensioni, mentre il terzo modello riassume in otto principi le linee-guida di una educazione «forte». In conclusione si auspica che diventi convinzione comune il fatto che l’educazione è «un affare di tutti».

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La prima notte di nozze (Tb 8)"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Luca Mazzinghi
Pagine:
Ean: 2484300002540
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

Il racconto della prima notte di nozze tra il giovane Tobia e la disgraziata Sara – che proprio in questo momento, durante il primo agognato incontro sessuale, aveva già visto morire sette mariti! – costituisce uno dei vertici del libro di Tobia. Sappiamo già che l’angelo Raffaele, nelle sue vesti umane di Azaria (cf. Tb 6), ha rassicurato Tobia sul fatto che tutto andrà bene in questa notte. Eppure questi versetti continuano a sorprenderci per la forza e la bellezza del messaggio che ancora essi ci trasmettono.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Messale Benev. 29 della Biblioteca Capitolare di Benevento (già Egerton 3511 della British Library di Londra)"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Mario Iadanza
Pagine:
Ean: 2484300002854
Prezzo: € 3.00

Descrizione:

Sommario - 

La restituzione del Messale Benev. 29 alla Biblioteca Capitolaredi Benevento, avvenuta nel 2010 durante il VI Convegno del Comitatointernazionale per il medioevo latino sul tema Auctor et auctoritasin Latinis Medii Aevi Litteris, ha avuto una notevole eco sugli organidi stampa. Nell’articolo vengono presentate brevi note storiche sullaBiblioteca Capitolare di Benevento, sull’analisi codicologica e paleografica del codice, sulla sua fattura e sulla destinazione liturgica. Vieneripercorsa, da ultimo, la lunga vicenda della sottrazione durante la IIguerra mondiale, l’acquisto in Inghilterra da parte del British Museum,i passi salienti della controversia giuridica sulla proprietà e la positivaconclusione.

The return of Missal Benev. 29 to the Capitulary Library of Benevento,that happened in 2010, during the VI Meeting of the International MiddleAges Committee on the issue Auctor et auctoritas in Latinis Medii Aevi Litterishas got a noticeable interest on newspapers. In this article short historicalnotes are presented about the Capitulary Library, on the code’s paleographicalanalysis, on its making and liturgical destination. Finally, it is described thelong history of its theft during the II World War, the purchase in Great Britainby the British Museum, the most important steps of the juridical litigationand its positive conclusion.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vangelo a colazione. Commento al Vangelo di ogni giorno in famiglia. Festivo. Anno A-B-C"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Rossi Anna M., Castaldi Pierluigi
Pagine:
Ean: 9788825030006
Prezzo: € 10.50

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La forza simbolizzante della liturgia"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Giorgio Bonaccorso
Pagine:
Ean: 2484300002625
Prezzo: € 3.00

Descrizione:

Sommario - 

La liturgia non è semplicemente fatta di simboli né si limita a conteneredei simboli: non è cioè un contenitore di elementi preziosi chepotrebbero essere contenuti anche altrove. La liturgia è simbolica nelsuo complesso, ossia tende a tenere insieme ciò che altrove è disperso ocontrapposto. Per questo motivo essa deve essere presa nel suo insieme e non sezionata nelle sue parti. La forza simbolizzante della liturgia ètutta nella capacità di creare quell’unità che ha la sua massima espressionenell’assemblea e che costituisce il contesto vitale della preghiera.

Liturgy is not simply made by symbols nor is limited to containing symbols:it is not a container of precious elements which could also be containedelsewhere. Liturgy is symbolic in its whole, i.e. it aims to keep together whatis scattered or opposed elsewhere. For this reason liturgy must be taken as awhole and not sectioned in its parts. The symbolizing power of liturgy is allabout its capacity of creating such a unity, which has its greatest expression ina celebrating community and establishes the vital context of prayer.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dialoghi nel cortile dei gentili"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Lorenzo Fazzini
Pagine:
Ean: 9788825027631
Prezzo: € 7.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vangelo a colazione / Anno A"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Pierluigi Castaldi, Anna Maria Rossi
Pagine:
Ean: 9788825027112
Prezzo: € 18.20

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nuovi vizi"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine:
Ean: 9788825027853
Prezzo: € 6.30

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scritti cattolici"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Aldo Maria Valli
Pagine:
Ean: 9788825027952
Prezzo: € 10.50

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Penultime notizie circa Ieshu/Gesù"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Erri De Luca
Pagine:
Ean: 9788825027914
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Noi e l'Islam"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Branca Paolo
Pagine:
Ean: 9788825029543
Prezzo: € 9.45

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Signore mi chiama a seguirlo. Le storie di San Matteo nell'interpretazione di Caravaggio"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Carlo Prezzolini
Pagine:
Ean: 2484300000874
Prezzo: € 3.00

Descrizione:

Sommario - 

Le chiese e i musei d’arte sacra formano un’enorme miniera di memoria e di storia delle comunità che le hanno costruiti e abbelliti di opere; questa arte può essere utilizzata anche oggi, nella civiltà delle immagini, per narrare, raccontare, far comprendere la vita di Gesù e dei suoi amici, per annunciare il Vangelo. L’articolo propone una riflessione sulla vocazione di san Matteo apostolo ed evangelista, seguendo i Vangeli e analizzando il ciclo che al Santo dedica Caravaggio nella Cappella Contarelli in San Luigi dei Francesi a Roma. Il pittore dipinse, fra il Cinquecento e il Seicento, tre tele: La chiamata di san Matteo, San Matteo e l’angelo e Il martirio di san Matteo. La chiamata è uno dei quadri più belli e affascinanti di Caravaggio e presenta un intenso dialogo fra i protagonisti, fatto di gesti e di sguardi.

Churches and sacred art museums are a mine of memory and history of the christian communities. This artwork can be used even today’s culture of images, to narrate, to describe, and to make one understand the life of Jesus in the preaching of the Gospel. The article offers a reflection on the vocation of St. Matthew the evangelist, according to the Gospels, and by analyzing the works dedicated to Caravaggio found in the Contarelli Chapel in the San Luigi dei Francesi Church in Rome. The three canvases were completed between the 16th and 17th centuries: The call of St. Matthew, St. Matthew and the Angel and The martyrdom of St. Matthew. The call is one of the most fascinating paintings of Caravaggio and depicts an intense dialogue between the protagonists, vivified by gestures and glances.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Messale Romano di Paolo VI e Giovanni Paolo II. Sviluppo nella continuità"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Matias Augé
Pagine:
Ean: 2484300000812
Prezzo: € 3.00

Descrizione:

Sommario - 

Vengono illustrati alcuni aspetti della teologia dell’Eucaristia che il Messale 1970-2002 esprime in continuità con la sana tradizione e tuttavia in doverosa apertura a un legittimo progresso (cf. Sacrosanctum concilium, n. 23). Nel far ciò il Messale viene accostato alle edizioni del Missale Romanum anteriori al Vaticano II, valutandone e confrontandone i contenuti. L’ampiezza dell’argomento costringe a fare delle scelte che pongono dei grossi limiti al discorso. Nel caso specifico, ci si limita a esaminare alcuni aspetti delle dimensioni sacrificali e conviviali dell’Eucaristia nonché di quella pneumato logica e, per finire, si dà uno sguardo alla teologia eucaristica dell’offertorio o preparazione dei doni. Viene riservata un’attenzione particolare ai testi eucologici, con speciale attenzione alla loro terminologia e, quando occorre, alla forma e gestualità della celebrazione.

It outlines aspects of the theology of the Eucharist that the Missal 1970- 2002 expresses in continuity with tradition yet being duly open to legitimate progress. In this endeavour the contents of the Missal are examined, compared and contrasted with versions prior to Vatican II. Due to the magnitude of the theme one is forced to make certain choices that set limits to the discussion. Specifically, we shall examine the sacrificial and convivial dimension of the Eucharist as well as its pneumatological dimension, with a glance at the eucharistic theology of the offertory or preparation of the gifts. Special attention is paid to the euchological texts, in particular to their terminology and, when necessary, to the form and gestuality of the celebration.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'Europa: un caso anomalo di secolarizzazione"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Aldo Natale Terrin
Pagine:
Ean: 2484300000232
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Sommario -

L’articolo affronta i risvolti più recenti della cosiddetta «secolarizzazione», facendo vedere come l’Europa nel grande contesto mondiale del dibattito su secolarizzazione, desecolarizzazione, nuovi fondamentalismi, nuove forme di religiosità ha una sua configurazione anomala. Mentre il resto del mondo ha cambiato il modo di percepire la realtà religiosa, l’Europa avrebbe mantenuto una sua apatia e indifferenza inspiegabile per il senso religioso. In particolare nel confronto con gli Stati Uniti si possono intravedere le diverse direzioni prese dal mondo europeo. Non è la modernità che ostacola la religione, non è la razionalità che fa problema, ma una diversa concezione ereditata dall’illuminismo e soprattutto un individualismo senza ritorno che caratterizza l’Occidente. Questi sono i veri fattori che possono spiegare l’anomalia dell’Europa.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I sentieri inesplorati"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Giovanna Negrotto Cambiaso
Pagine:
Ean: 9788825030433
Prezzo: € 9.10

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU