Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Ebook - Lateranum



Titolo: "Le christ devant la raison"
Editore: Lateran University Press
Autore: Holzer Vincent
Pagine:
Ean: 2484300005381
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Summary

If we accept the hypothesis that an “a priori construction of the Incarnation” (H. U. von Balthasar) is the result of the ‘absorption’ of Christology in the philosophical doctrine of the Absolute (Schelling, Hegel), we can maintain that between philosophy and theology there is a misunderstanding concerning the use of the term ‘revelation’ (Offenbarung). The term occurs repeatedly in M. Henry’s Phénoménologie de la Vie, which could be seen as an unexpected extension of what has been called, in the words of Ch. Theobald, the “transcendental age” of Christology – symbolically represented by the Christology of K. Rahner. It is especially in terms of this theme that theology can assert the specificity of its principles in a critical manner.

Articolo scritto in francese



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il pellegrinaggio nella storia del cristianesimo e nella vita della chiesa"
Editore: Lateran University Press
Autore: Sensi Mario
Pagine:
Ean: 2484300005374
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Summary

The sacredness of a pilgrimage to the Holy Land derives not from the place, but from the memory connected to it. After Helena, the mother of Constantine, discovered the Holy Cross, pilgrimage to Jerusalem and to the holy sites became the highest aspiration of Christians from East and West. However, following the Arab conquest of Palestine, pilgrimage to Jerusalem became problematic as a result of a lack of security along the various pilgrim routes. In the West, this is verified by an increase in pilgrimages to the tombs of the martyrs, in particular, Peter and Paul. Following the First Crusade (1099) there was an increase of pilgrims to the Holy Land, both from the East and from Christian Europe. However, the institution of a Latin hierarchy, of Latin monasteries and even of the Latin Patriarchate of Jerusalem deepened the division with the Patriarchate of Constantinople, which was in force beginning in 1054. When, in 1187, Saladin ended the rule of the Crusaders, the West felt it could do without pilgrimages to the holy sites because of the multiplication of sanctuaries – some of which were connected to the Holy Land – thanks to a translation of sacred objects, consisting of both relics and imitations of a prototype. Pilgrimage also, therefore, passed from one predominant cultural model to a plurality of models, connected to the cultural-religious psychology specific to each nation.

Articolo scritto in italiano



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quale teologia se deus caritas est?"
Editore: Lateran University Press
Autore: Zak Lubomir
Pagine:
Ean: 2484300005398
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Summary

Written as a conference for the instructors and students of the Institute for Catholic Theology in St Petersburg (Russia) on the occasion of the opening of the academic year, this article sets out to evaluate the intuitions and recommendations of the recent Magisterium concerning theological epistemology, in particular, the invitation of Benedict XVI to widen reason to embrace caritas. The author shows that this prudent invitation corresponds to the necessity to ground theology and its epistemological instruments in the horizon of the proprium of the Christian faith, viz., the truth that “God is love”. This truth determines not only the central theme of theology, but also provides a perspectival category capable of directing the course of theological reflection on the truths of faith, thereby permitting us to understand and express the unitary sense and the ‘logic’ of the history of salvation: the revelationis intelligentia of Trinitarian love.

Articolo scritto in italiano 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La fontalità sacramentale della morale: legge e grazia."
Editore: Lateran University Press
Autore: Massimo Regini, José Manuel Tercero Simón
Pagine:
Ean: 2484300002908
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Anteprima

1. Una morale mistagogica? L’antica novità dell’insegnare la prassi

a) L’idea che muove queste riflessioni è che nel passaggio dall’ordo credendi all’ordo agendi non può mancare l’ordo celebrandi, per un rinnovamento dell’insegnare teologia oggi che sappia riscoprire l’originalità della catechesi morale dei Padri. «È noto come, in epoca patristica, la riflessione morale nascesse e si sviluppasse in un contesto liturgico-sacramentale. Il mistero celebrato rifluiva così direttamente nel mistero vissuto e, a sua volta, la celebrazione si arricchiva di elementi vitali desunti dall’esistenza quotidiana. Le omelie e le catechesi mistagogiche dei Padri rappresentavano un modello insuperabile di messa in atto di questa circolarità». Occorre riconoscere, infatti, nei Padri la presenza di un fondamento misterico-sacramentale che motiva e anima la vita nuova del cristiano, per cui l’imperativo morale viene attinto direttamente all’evento sacramentale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lo statuto epistemologico della bioetica e il suo insegnamento in teologia"
Editore: Lateran University Press
Autore: Salvino Leone, Sebastiano Serafini
Pagine:
Ean: 2484300002922
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Anteprima

Nel trattare il tema che mi è stato assegnato cercherò di seguire un percorso in quattro tappe. Innanzitutto vorrei evidenziare quali sono le radici epistemologiche della bioetica e come queste, fin dalle loro origini, si confrontino col pensiero cristiano. In secondo luogo cercherò di mettere il luce una dialettica, oggi divenuta per certi versi “di moda”, tra una presunta o una possibile bioetica laica e una cattolica, agganciando a questa la sintesi costruttiva e prospettica di come si possa e si debba insegnare bioetica, oggi, in teologia. Infine cercherò di evidenziare, in questo processo, alcune possibili criticità. 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Esperienze di insegnamento."
Editore: Lateran University Press
Autore: Szabolcs Orbán, Gábor Németh, Cristinel Fodor, Lambert Hendriks, José Carmen Toriz Renteria, Gaetano Tortorella
Pagine:
Ean: 2484300002991
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Anteprima

L’Istituto Teologico di Gyulafehérvár [Alba Iulia] – dove insegnoteologia morale da sei anni – si trova nella parte occidentale della Romania,nella Transilvania, dove vive la maggior parte dei cattolici del paese: è l’Istitutocomune a quattro diocesi, e qui studiano anche gli studenti francescani. Poichéla maggioranza dei cattolici in questa regione è di lingua ungherese, anche lalingua d’insegnamento è quella ungherese (ma nell’Istituto sono presenti alcuniseminaristi di lingua romena, tedesca, croata, bulgara…). Essendo un istituto perseminaristi, la finalità degli studi è – prima di tutto – la preparazione dei futurisacerdoti.Gli studi hanno la durata sei anni (però, tra il quarto e il quinto anno, glistudi sono interrotti per un anno “pratico”). La teologia morale si studia nel terzoe quarto anno, per quattro semestri, quattro ore per settimana (per un totale di24 crediti ECTS).Nel passato la divisione di questi corsi era la seguente: due semestri perla teologia morale fondamentale (concetti fondamentali come la norma, lacoscienza, il peccato, le virtù), e due semestri per la teologia morale speciale (levirtù teologali, le virtù cardinali). 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Padri e pastori per una nuova umanità"
Editore: Lateran University Press
Autore: Lorenzo Dattrino
Pagine:
Ean: 2484300002120
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Summary

The Fathers of the Church are our teachers and privileged witnesses of Tradition. Just as the thelogy of the Fathers formed a true and authentic interpretation of the Bible in a climate culturally different from the Jewish context of first-century Christianity, and gradually enabled an inculturation of the New Testament kerygma, so also today it constitutes a milieu for the pastoral choices of the Church, which is called to present the Faith to the contemporary world

Articolo scritto in italiano 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "San Bernardo de Claraval: memoria y olvido en el itinerario espiritual"
Editore: Lateran University Press
Autore: Eva Carlota Rava
Pagine:
Ean: 2484300002137
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Summary

Memory is at the heart of Saint Bernard’s thought. It is not just apower of the soul, but the very soul itself in its ability to make experiences and the mysteries of Christ present. Remembering the Lord’s promises, memory has a relationship with the future, and it is bound to hope. In the spiritual life, memory and forget fulness are intertwined: the farther from God man finds himself, the more he forgets God and himself. Thus, conversion means re-entering into his own heart, remembering his sins and the love of God the Creator and Redeemer. The remembrance of divine mercy stirs up devotion, which is nourished by the sacred mysteries, the sacraments, and the assimilation of the soul to Christ. Progressively conforming itself to Christ, the soul is visited by the Lord, and forgetting itself, it delights in Him. The memory of these visits is promise of the future glory of Heaven. The presence of God is the reward of glory and its remembrance an interim for those who continue to journey toward Heaven.

Articolo scritto in spagnolo



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Preghiera nell'Islam"
Editore: Lateran University Press
Autore: Bartolomeo Pirone
Pagine:
Ean: 2484300002076
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Summary 

Prayer is a reality that permeates the consciences and attitudes of the majority of Muslims. Without the slightest variation or change, five ritual prayers daily call the soul to unite itself to God with full awareness of his unity and oneness, and with recognition of the Prophet’s election as his messenger and prophet. Carried out in a state of ritual purity and identification with the dictates of revelation and the words of tradition, these canonical prayers give witness to God’s universal lordship, most especially through the act of prostration. These prayers are accompanied by a rich resource of supererogatory prayers, which find their maximum expression in the practice of dhikr, or remembrance of the most beautiful names of Allh, the pure exaltation of his supreme Name. Widespread among Muslims, this practice, among others, characterizes the experience of the various ascetic and mystic groups that constitute the kaleidoscope of Islamic spirituality of every age and place.

Articolo scritto in italiano 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lateranum n. 2/2011"
Editore: Lateran University Press
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300002069
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

INDICE

Articoli

Bartolomeo Pirone, La preghiera nell’Islam   355

Vincent Holzer, Le Christ devant la raison. Possibilités et limites de la christologie comme « théologie rationnelle » (première partie)   391

Lubomir ak, La questione dello Spirito e la sua soluzione ontologico-trinitaria. Pneumatologia di Pavel A. Florenskij   439

Lorenzo Dattrino, Padri e pastori per una nuova umanità   467

Eva Carlota Rava, San Bernardo de Claraval: memoria y olvido en el itinerario espiritual   483

Recensioni        495
Segnalazioni      541
Libri nostri         549
Libri ricevuti      563
Indice                569



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le Christ devant la raison"
Editore: Lateran University Press
Autore: Vincent Holzer
Pagine:
Ean: 2484300002090
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Summary

Can Christology, as a theological and doctrinal expression of the mystery of the Incarnation and of the paschal mystery of Christ, help to illuminate basic principles of a philosophy of knowledge? Although this question can be startling, Christological historiography allows overall fora positive response to it, provided that it is referred to representative philosophicaland theological works of the modern and contemporary period, such as in the case of the works of N. Malebranche or the profound, speculative, and sometimes obscure words of M. Blondel. Both authors sought to integrate, as much as possible, the event of the Incarnation and its doctrinal integrity with the autonomous principles of reason, making these thinkers the founders of Christology’s “transcendental age”. The study we are presenting here seeks to engage what H.U. von Balthasar called, “the a priori construction of the Incarnation”, and to develop the origins of this construction, both in theology (the doctrine of predestination) and in philosophy (the German philosophy of Revelation).

Articolo scritto in francese 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'insegnamento della teologia spirituale nella formazione teologica (dopo il cap. V della Lumen gentium)."
Editore: Lateran University Press
Autore: Maurizio Costa, Gianfranco Ferrarese
Pagine:
Ean: 2484300002946
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Anteprima

Nell’orizzonte dell’argomento generale di questo seminario di studio Dall’ordo credendi all’ordo agendi. Insegnare la prassi la teologia spirituale si colloca proprio nel punto di passaggio dal piano della fede accolta e professata al piano della fede testimoniata nella vita e nella prassi concreta dell’uomo, teso verso la pienezza di vita e verso la sua piena realizzazione di discepolo del Signore. In modo speciale, però, ha uno stretto legame con l’insegnamento della morale, soprattutto se inteso e attuato secondo le linee che sempre più oggi affiorano alla coscienza degli studiosi, come del resto sono state confermate da altre relazioni di questo seminario. Già la Ratio fundamentalis institutionis sacerdotalis del 1985, nel riprendere ad litteram il testo del 1970 apparso pochi anni dopo la chiusura del Concilio Vaticano II, nell’elencazione delle diverse discipline teologiche, collocava il discorso sulla teologia spirituale all’interno del paragrafo dedicato alla teologia morale, a conclusione di esso e in intima relazione con l’insegnamento della morale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "in prospettiva di spiritualità"
Editore: Lateran University Press
Autore: Sabatino Majorano, Carlo Baldini
Pagine:
Ean: 2484300002939
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Anteprima

L’apertura alla prospettiva spirituale è indubbiamente uno dei tratti che hanno caratterizzato il cammino della teologia morale in questi ultimi decenni, pur tra incertezze e tensioni non sempre affrontate e risolte in maniera costruttiva. Si trattava, infatti, di mettere in dialogo impostazioni diverse; sviluppare le indicazioni del Concilio Vaticano II, evitando i rischi della “ermeneutica della discontinuità e della rottura”; comporre le istanze dell’annunzio con quelle del dialogo con un mondo in rapida evoluzione; affrontare problematiche nuove, che mettono in gioco il futuro e la stessa sopravvivenza dell’umanità. Approfondire in maniera adeguata questo complesso cammino mi è apparso subito esigere molto più spazio di quello concessomi qui.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lo statuto epistemologico della dottrina sociale della Chiesa e il suo insegnamento."
Editore: Lateran University Press
Autore: Gianni Manzone, Roberta Vinerba, Paolo Boni
Pagine:
Ean: 2484300002960
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Anteprima

La questione dello statuto epistemologico della dottrina sociale della Chiesa (= DSC) ci spinge a riflettere su un modo di procedere teologico riguardo ai fatti sociali che sappia, secondo l’oggetto in questione, elaborare un sapere che, nella sua specificità e peculiarità, possa esprimere giudizi etici, valenze pastorali, competenze tecniche1. È chiaro che ciò richiederebbe, ulteriormente, interrogarsi sul senso stesso dell’insegnamento della DSC, che non può essere ricondotto a semplice comunicazione, sia pur criticamente riflessa, di contenuti, ma dovrebbe proporsi, a nostro avviso, l’obiettivo di educare a interpretare veritativamente il sociale dal punto di vista operativo, vale a dire relativamente alle forme dell’agire da esso richieste, entro la complessa trama delle situazioni che ad esso si riferiscono. L’insegnamento della DSC potrebbe allora procedere in due diverse direzioni, che corrispondono ad altrettanti compiti; una, quella fondamentale, che dovrebbe muoversi nel senso dell’esplicitazione del rapporto sintetico tra fede e società declinato sotto il profilo morale e pastorale; l’altra, quella riferita ai contenuti della DSC, che potrebbe perlomeno spostarsi da un interesse prevalentemente nozionistico, atto cioè ad attingere dalle fonti studiate il da farsi nelle diverse situazioni, ad uno paradigmatico, attento cioè a recepire non tanto soluzioni di pronto o addirittura universale utilizzo, ma modelli di giudizio, di interpretazione e di azione, come tali sempre e comunque da riscrivere, o meglio da far rivivere entro una realtà mai sufficientemente comprensibile a priori, ma sempre e solo nelle singolarità delle situazioni incontrate. Allo scopo di chiarificare le diverse direzioni dell’insegnamento della DSC analizzeremo, attraverso l’indagine epistemologica, il passaggio della DSC dalla filosofia alla teologia, focalizzando poi la sua figura teorica cioè il principium quod e il principium quo , e la forma conseguente di giudizio pratico. A questo punto del nostro percorso possiamo far emergere alcune sfide e opportunità dell’insegnamento della DSC.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lateranum n. 1/2011"
Editore: Lateran University Press
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300002885
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

Atti del IV Seminario di Studio per Responsabilie Docenti degli Istituti collegati alla Facoltà di S. Teologia della Pontificia Università Lateranense Roma, 15-17 settembre 2010



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La dimensione pastorale della teologia e l'insegnamento della pastorale in teologia"
Editore: Lateran University Press
Autore: Paolo Asolan, Primo Angelo Carlesso, Viktoras Aas
Pagine:
Ean: 2484300002953
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Anteprima

Possiamo iniziare da un chiarimento che servirà a distinguere tra pastorale e teologia pastorale: intenderemo per “pastorale” l’agire che ha come soggetto la Chiesa (non solamente i pastori della Chiesa)1 e “teologia pastorale” la scienza che studia e progetta quell’azione. In senso analogo vale la distinzione tra pedagogia e educazione: quest’ultima è un processo, la prima invece studia quel processo (e cioè i criteri che lo rendono congruo alla situazione e al destinatario, i modelli praticabili, gli obiettivi, ecc.).

Quindi, stando al titolo che ci è stato assegnato, dovremmo qui chiederci due cose: 1. in che cosa consista la dimensione pastorale della teologia, cioè quale sia e in che cosa consista il coefficiente pratico-ecclesiale del sapere teologico; 2. come l’agire, che ha per soggetto la Chiesa, possa essere insegnato. Dovremmo osservare subito come il titolo assegnato presti il fianco a un’ambiguità, che cercheremo di sciogliere nel corso dell’esposizione, e cioè che la dimensione pastorale della teologia consista soltanto nel suo (= della teologia, intesa soltanto come teologia speculativa) utilizzo pratico nella vita della Chiesa, con la difficoltà implicita a comprendere di che cosa si occupi allora una disciplina come la teologia pastorale (nel titolo si parla, infatti, di “insegnare la pastorale” e non di “insegnare la teologia pastorale”).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La questione dello spirito e la sua soluzione ontologico-trinitaria"
Editore: Lateran University Press
Autore: Lubomir ak
Pagine:
Ean: 2484300002113
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Summary

The Holy Spirit was a frequent topic of study in Russian Orthodoxtheology of the nineteenth and early twentieth centuries, one that was particularly stimulated by discussions surrounding the Filioque. In this environment, the well-known philosopher and theologian, Pavel A. Florensky, also ofered a pneumatological reflection, although he was motivated by a different concern than the Filioque. He wanted to countermisleading ideas about the Holy Spirit and about spiritual experience that had been spread throughout Russia and Europe by supporters of theosophic and anthroposophic currents of spiritualism. The article presents the key ideas of his proposal, framed in a Trinitarian-ontological perspective.The originality of Flrensky’s pneumatology lies in its capacity to grasp the relational identity of the person of the Holy Spirit within the Trinity, and to recognize this identity as the foundation and ideal form of every genuine spiritual experience.

Articolo scritto in italiano 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le pubblicazioni di teologia pastorale negli ultimi 25 anni"
Editore: Lateran University Press
Autore: Giovanni Tangorra
Pagine:
Ean: 2484300002984
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Anteprima

1. Introduzione
a) C’era un tempo in cui si distinguevano i teologi in “alti” e “bassi”,i primi occupati in questioni speculative e gli altri nei problemi di questomondo, come l’etica o la pastorale. Si potrebbe cominciare così la storiadi una disciplina nata circa due secoli fa e che ha bruciato le tappe, ottenendoparità nell’universo teologico.Le sue pubblicazioni stanno a dimostrarlo, anche se tracciarne ilquadro non è semplice, per motivi comuni a tutte le indagini bibliografichee per una serie di ragioni specifiche. Il limite cronologico degliultimi venticinque anni agevola il lavoro e tuttavia lo complica, perchélo spazio è comunque ampio e perché costringe a trascurare una produzioneche, per rifarsi solo ai due decenni precedenti, è stata fecondadi intuizioni (è sufficiente citare l’Handbuch der Pastoraltheologie). Nontutte quelle ricerche hanno ricevuto adesione o hanno retto all’usuradi un tempo accelerato, insieme hanno però dato un volto alla teologiapastorale contemporanea. Nello stesso tempo si compiva l’evento conciliaree, sotto la sua spinta, nelle altre scienze teologiche avveniva il fenomenoinusuale di porre in evidenza la dimensione pastorale di questo oquell’argomento. 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: ""Bene della persona" e "beni per la persona""
Editore: Lateran University Press
Autore: Livio Melina, Giovanni Cappelli
Pagine:
Ean: 2484300002915
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Anteprima

La riscoperta delle virtù nella teoria morale, che ha dominato l’etica anglosassone degli ultimi trent’anni, non è andata esente da gravi lacune e da unilateralità, tali da comprometterne la plausibilità sia filosofica che teologica. Per contrapporsi al tanto deprecato razionalismo dell’etica moderna della norma, talvolta si è definita la virtù semplicemente come un “tratto di carattere”, una disposizione che rispecchia solo interessi e desideri dell’individuo. Mancando il riferimento ad un fine oggettivamente buono, diventa però impossibile distinguere con sicurezza tra virtù e vizio e si può facilmente cadere nell’irrazionalismo dei gusti soggettivi. Altri autori, nella ricerca di maggior oggettività, hanno riconosciuto l’importanza per la formazione del carattere delle comunità particolari e delle loro narrazioni costitutive. Di conseguenza, hanno ricondotto il discorso delle virtù alla particolarità di un determinato contesto storico sociale, nel quale è offerta, con una certa visione del mondo, anche l’interpretazione codificata circa il senso dell’agire umano. In tal modo però il discorso sulle virtù non va esente dal rischio di conformismo tradizionalista e addirittura di relativismo. 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le pubblicazioni di teologia morale negli ultimi 25 anni"
Editore: Lateran University Press
Autore: Luigi Lorenzetti
Pagine:
Ean: 2484300002977
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Introduzione: un duplice periodo

Negli ultimi 25 anni (1985-2010), l’anno 1993 è particolarmente significativo: viene pubblicata la Veritatis splendor, la prima e, finora, unica enciclica dedicata alla morale cristiana. Si insegna che, per rispondere alla domanda morale – che è «domanda di pienezza di significato per la vita» – è necessario che la teologia morale si collochi nella prospettiva del Concilio Vaticano II che «ha invitato a perfezionare la teologia morale in modo che la sua esposizione illustri l’altissima vocazione che i fedeli hanno ricevuto in Cristo, unica risposta che appaga pienamente il cuore umano»1. L’anno 1993 funge, pertanto, da spartiacque per esaminare il cammino percorso e per orientare il cammino da compiere. Così, nel ripensare gli ultimi 25 anni2, si può distinguere, da un lato, il periodo che va dal 1985 al 1993 e, dall’altro, quello dal 1993 al 2010. Questa indagine dà la preferenza alle pubblicazioni italiane non per spirito localista, ma per verificare la consistenza della teologia morale italiana che, fino al Concilio Vaticano II e anche qualche anno dopo, era considerata una teologia morale di importazione e di dipendenza dall’estero, soprattutto francese e tedesco. L’esposizione comprende tre parti: la prima esamina il periodo dal 1985 al 1993, in cui si conclude la stagione dei nuovi manuali, iniziata negli anni ’80; la seconda parte considera il periodo dal 1993-2010 che, a differenza del precedente, non pubblica nuovi manuali, tranne lodevoli eccezioni, ma si qualifica per opere di morale fondamentale e generale, e di morale applicata; infine nella terza parte vengono presentate alcune questioni aperte.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Metodologia del conoscere teologico-morale"
Editore: Lateran University Press
Autore: Mauro Cozzoli, Paolo Benanti
Pagine:
Ean: 2484300002892
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Anteprima

Le questioni di metodo sono non meno importanti di quelle di contenuto, anzi risultano prioritarie e nodali rispetto a queste. Per un approccio epistemologicamente corretto ai temi e ai problemi di un sapere, occorre una metodologia scientificamente appropriata, in grado di dare ragione dei propri asserti e di entrare in dialogo critico con gli altri saperi. Questo vale per ogni scienza. Vale anche per la teologia in quanto ratio fidei. Ed in essa per quella ratio tipica che riflette sul volere e l’operare suscitato dal vangelo: la teologia morale. È quanto ci accingiamo a compiere in questa riflessione: delineare la metodologia che sorregge, dirige e legittima il conoscere teologico-morale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU