Libreria cattolica

Ebook - Parole Di Vita



Titolo: "La fede che vince il mondo (1Gv 5,1-13)"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Dioniso Candido
Pagine:
Ean: 2484300016899
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Con un piccolo sforzo di fantasia, oggi si può immaginare lo stupore che deve aver colto quanti nell’antichità hanno ascoltato le parole della prima lettera di Giovanni. Sin dalle battute iniziali, infatti, viene presentato il più alto mistero della fede: Cristo «che era sin dal principio», «il Verbo della vita» (1Gv 1,1). Eppure, la prospettiva scelta dall’autore non è astratta, né il suo è linguaggio rarefatto o esoterico: tutto è invece estremamente concreto, perché il Verbo di Dio si è fatto udire, vedere, contemplare e toccare (1Gv 1,1-4).La 1Giovanni chiede al lettore di porsi, dunque, in questa prospettiva dal basso, per potersi infine elevare fino a godere della gioia della comunione con il Figlio e il Padre (1Gv 1,3.5-7). La fede si configura come una condizione esistenziale: non a caso, l’autore predilige il verbo pistéuein, «credere» (1Gv 3,23; 4,1.16; 5,1.510.13), al sostantivo pístis, «fede» (1Gv 5,4), sottolineando l’aspetto dinamico dell’esperienza di fede.Questa dinamica ha nella concretezza il suo tratto specifico: attiene alla vita ordinaria, personale e comunitaria, dei cristiani. Così l’autore incoraggerà ad astenersi dal peccato (1Gv 1,8-10; 3,3-23), ad affrancarsi dalla mentalità e dalle personalità mondane (1Gv 2,18-29; 4,1-6), e a osservare il comandamento dell’amore (1Gv 2,3-11; 4,7-21).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il sigillo dell'alleanza. Studio esegetico di 1Gv 3,11-5,1"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Cesare Mariano
Pagine:
Ean: 2484300016882
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

«Dio è amore». La celebre affermazione dell’autore della 1Giovanni è rivelazione del mistero di Dio e gioioso annunzio degli orizzonti di luce che in Cristo sono offerti a ogni uomo e che si rendono visibili e sperimentabili nell’amore fraterno.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Prima lettera di Giovanni. Introduzione"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Claudio Doglio
Pagine:
Ean: 2484300016844
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Lo scritto presenta i caratteri di una lettera con stile omiletico ed esortativo: tuttavia non si può definire propriamente una lettera, perché manca l’indirizzo iniziale con il nome del mittente e dei destinatari, è assente il tipico esordio epistolare come pure l’analogo congedo finale. Destinataria non è una sola comunità, bensì una molteplicità di Chiese che vivono nello stesso ambiente, devono affrontare problemi analoghi e sono tutte legate all’autorità dell’apostolo.Non va bene neppure la definizione di omelia, perché ci sono troppi riferimenti al fatto che l’autore ha scritto, né quella di trattato teologico, perché la trattazione dottrinale non ha natura autonoma, ma è inserita in un serrato dibattito con i destinatari. Pertanto, precisarne il genere letterario è un’impresa davvero difficile.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il rilievo dello sfondo storico per l'interpretazione delle lettere di Giovanni"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Maurizio Marcheselli
Pagine:
Ean: 2484300016837
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

La Costituzione conciliare Dei Verbum al n. 12 ci ricorda che tutti i testi biblici sono stati prodotti in circostanze precisamente determinate. Anche se in alcuni casi non siamo in grado di ricostruire esattamente queste precise circostanze, è tuttavia necessario arrivare fin dove è possibile, perché questo aiuta a interpretare le Scritture secondo l’intenzione dell’autore.A una serie di questioni storiche di carattere introduttivo è consacrato questo primo articolo; i contributi che seguono sono piuttosto volti allo studio del contenuto delle tre lettere.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scritti apostolici"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300016622
Prezzo: € 4.50

Descrizione:

Editoriale

Caro salutis est cardo», che tradotto in italiano significa: «La carne è il cardine della salvezza». Queste parole di un autore cristiano del terzo secolo, Tertulliano, ci aiutano a sintetizzare le tre lettere di Giovanni, a cui è dedicato il nostro fascicolo di Parole di Vita.Ad essere precisi, noi ci soffermeremo praticamente solo sulla prima lettera; le altre due sono così brevi… Pur essendoci differenze fra loro, si può affermare – senza dover dare troppe spiegazioni – che insieme al Vangelo secondo Giovanni compongano un corpus letterario, cioè un gruppo di scritti che fanno riferimento allo stesso ambiente di origine: quelle comunità dell’Asia minore, nella zona di Efeso, che si rifanno alla testimonianza del «discepolo che Gesù amava». Siamo alla fine del primo secolo e la situazione non è delle più serene; un conflitto pesante sta dilaniando le comunità dall’interno: c’è chi sottolinea così tanto la divinità di Gesù (tratto tipico del Vangelo secondo Giovanni), da negare la sua vera umanità. C’è chi non professa «Gesù Cristo venuto nella carne», per dirla con il linguaggio della prima lettera (Maurizio Marcheselli). Come rispondere a una situazione così complicata e a rischio di rottura?Partiamo dal prologo della 1Giovanni, che si può leggere in parallelo a quello del Vangelo. «Il quarto evangelista, con il suo prologo poetico, aveva sentito il bisogno di raccontare un principio della buona novella che non fosse né per le strade della Galilea di Marco, né nelle grotte della natività di Matteo o Luca […]. Il “noi” di 1Giovanni, invece, deve in un certo senso rifare il percorso inverso, ritornare al presente, alla storia immediatamente trascorsa, alla concretezza del vissuto, perché nessuno neghi l’unità e la continuità tra quel principio eterno e questo principio storico della salvezza, toccato, vissuto, guardato, annusato» (Annalisa Guida). Giovanni risponde a chi nega la carne di Gesù, cioè la sua umanità, non solo con una riflessione cristologica, ma anche con inviti di tipo etico; perché il problema di chi negava l’incarnazione di Gesù era che si riteneva superiore e non tenuto a una vita morale (Claudio Doglio).Non dobbiamo comunque intendere la prima lettera di Giovanni come uno scritto unicamente polemico, in risposta a chi si stava allontanando dalla fede comune. Approfittando di questa situazione, l’autore della lettera ci presenta una luminosa trattazione del messaggio cristiano: Dio è luce e noi siamo invitati a camminare nella luce (Matteo Fossati). Dio è luce, ma la vittoria sulle tenebre non è ancora completa; i cristiani vivono tra amore del Padre e desideri del mondo, invitati a fare la scelta giusta affinché la luce vinca definitivamente (Davide Arcangeli). Dio è amore, ma è nell’amore fraterno (tutto da vivere!) che si può sperimentare la verità di una tale affermazione; in un amore fraterno che è il DNA della comunità cristiana (Cesare Mariano). Dio è amore: lo sappiamo perché ci ha amati per primo; e ci chiede, in cambio, di amare i nostri fratelli. C’è un solo comandamento: quello di amare (Dionisio Candido).A questi articoli più strettamente esegetici, cioè di riflessione sul testo biblico, si aggiunge quello maggiormente teologico di Serena Noceti, che mostra come la “dottrina” della 1Giovanni offra spunti interessanti per il cammino ecumenico, che sta vivendo un periodo di transizione. Il «laboratorio biblico» rimane in scia invitandoci ad approfondire il «noi della comunità» (Valentino Bulgarelli). Insomma, la prima lettera di Giovanni è breve, ma non povera di suggerimenti!Continuando con le rubriche, «Bibbia on the web» di Annalisa Guida offre questa volta suggerimenti su Bibbia e didattica; perché «la Bibbia è almeno una letteratura e il Dio d’Israele è se non altro il più grande personaggio letterario di tutti i tempi», come scrisse Erri De Luca. L’«apostolato biblico» di Dionisio Candido continua con la lettura del documento della Pontificia commissione biblica, soffermandosi sull’uso della Bibbia nella pastorale. La «bibliografia ragionata» sulle lettere di Giovanni (a cura di Claudio Doglio) presenta titoli utili per l'approfondimento.Infine, «Bibbia e arte» che, ad essere precisi, ci accompagna fin dalla copertina del nostro fascicolo, con l’Ecce homo di Antonio Ciseri: la passione di Gesù è una specie di “promemoria” del suo amore per noi.Carlo Broccardo



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un cristiano sapiente (Gc 3,1-18; 4,13-17)"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Tiziano Lorenzin
Pagine:
Ean: 2484300016110
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- Giacomo presenta la sapienza partendo da una domanda: come un cristiano si manifesta sapiente e intelligente? La sapienza per lui non è una visione del mondo e delle cose, ma uno stile di vita mansueto, coerente con la fede in Dio.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'attesa di Cristo in 2Pt 3,1-16: prospettive escatologiche"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Giuseppe De Virgilio
Pagine:
Ean: 2484300016073
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- L’esortazione sulla fine del mondo in 2Pietro è caratterizzata da toni apocalittici. L’autore propone un’efficace serie d’immagini per esprimere la certezza della parusía di Cristo e aiutare i credenti a leggervi il compimento della storia della salvezza.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Enigmatica o troppo chiara? Introduzione alla lettera di Giacomo"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Carlo Broccardo
Pagine:
Ean: 2484300016080
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- Mai troppo amata nei secoli passati, la lettera di Giacomo riscuote oggi una maggiore popolarità. Vuoi per gli insegnamenti in difesa dei poveri; vuoi per la scelta coraggiosa di proporre riflessioni in gran parte accettabili anche da non credenti.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ricordare la Parola in ogni tempo (2Pt 1,16-2,22)"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Francesco Bargellini
Pagine:
Ean: 2484300016066
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- Una «lettera testamento». Prossimo alla morte e fedele al mandato ricevuto un giorno da Gesù, Pietro «conferma» i fratelli per un’ultima volta, ravvivando in loro la vera fede e smascherando l’insidia dei falsi maestri e della la loro falsa dottrina.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lettera di Giuda e seconda Lettera di Pietro"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Claudio Doglio
Pagine:
Ean: 2484300016059
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- La Lettera di Giuda è un “volantino antieretico”, scritto con la preoccupazione di difendere la comunità da pericolosi miscredenti. Il medesimo tema è ripreso al centro della 2Pietro, che si presenta come un testamento spirituale di Pietro in forma epistolare.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una fede che pratica (Gc 1,19-27)"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Donatella Scaiola
Pagine:
Ean: 2484300016097
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- Questo testo, spesso ingiustamente sottovalutato, si rivela ricco di riferimenti biblici e teologici significativi, validi in se stessi, ma ancora più interessanti se si allarga il discorso al resto della lettera e alle sue riletture patristiche.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La fede e le opere (Gc 2,14-26): Giacomo e Paolo a confronto"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Valdo Bertalot
Pagine:
Ean: 2484300016103
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- «Una lettera di paglia». Così Lutero definì Giacomo, perché apparentemente contrapposta alle lettere di Paolo circa il tema fede-opere. Il dibattito che ne è seguito ha portato a un risultato chiaro: tra i due c’è diversità, ma non opposizione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scritti apostolici"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300016035
Prezzo: € 4.50

Descrizione:

Editoriale

Con il quarto fascicolo di questa nostra annata abbiamo decisamente preso velocità. Per la lettera agli Ebrei, infatti, ci sono stati necessari due fascicoli interi; per la prima lettera di Pietro, invece, ne è stato sufficiente uno; e ora un solo fascicolo basta e avanza per la seconda lettera di Pietro, la lettera di Giuda e la lettera di Giacomo. Tre in un colpo solo. Non è che ci siamo stancati e abbiamo iniziato a correre via veloci; è solo che sono tre scritti molto brevi. Basta che pensiamo alla lettera di Giuda, che è composta appena da 25 versetti! 2Pietro, Giuda e Giacomo sono tre lettere brevissime e praticamente sconosciute a molti dei nostri lettori (senza offesa!), per cui vogliamo esortarvi con forza: provate a leggerle, almeno una volta! Troverete uno stile particolare e alcune novità interessanti. Troverete tre scritti tutt’altro che banali e – questa è la nostra speranza – concorderete con noi che valeva la pena spenderci un po’ di tempo.La lettera di Giuda è una specie di “volantino antieretico”, uno scritto breve ma intenso che ha come scopo principale quello di difendere la comunità da un gruppo di miscredenti. I toni sono molto accesi e le immagini dure, perché qui si tratta di arginare ed emarginare alcuni che hanno preso tangenti pericolose e inculcano idee sgangherate; vivono senza una morale, sono licenziosi e presuntuosi, come animali senza ragione, affamati di guadagno, sobillatori, adulatori…La seconda lettera di Pietro, nel suo nucleo centrale, ha temi molto simili; si presenta come il testamento spirituale di Pietro (o come un discorso di addio dell’apostolo) e con l’annuncio tremendo della fine del mondo vuole mettere in guardia i fedeli perché non si lascino ingannare dagli empi (Claudio Doglio). Leggendo il capitolo secondo della 2Pietro ci soffermeremo in particolare su un testo significativo per la dottrina dell’ispirazione della sacra Scrittura e sul rapporto di tale lettera con gli apocrifi del Nuovo Testamento (Francesco Bargellini); il capitolo terzo invece ci porterà a riflettere sulla parusía, cioè sul ritorno glorioso di Cristo alla fine dei tempi. Se il Signore ritarda non è perché si è dimenticato di noi o – peggio ancora – perché non ci sarà nessuna parusía; ma perché è paziente e ci lascia tutto il tempo necessario alla conversione (Giuseppe De Virgilio).La lettera di Giuda e la seconda lettera di Pietro sono così simili che gli studiosi si interrogano su quale delle due abbia “copiato” l’altra; invece la lettera di Giacomo fa corpo a sé, distinguendosi da entrambe. Nel corso della storia è stata spesso maltrattata, perché presenta una teologia apparentemente in contrasto con le lettere di Paolo ai Galati e ai Romani; in realtà non c’è nessuna contrapposizione, ma solo due punti di vista ugualmente validi (Valdo Bertalot). Talora è stata emarginata perché apparentemente troppo semplice, di poco spessore; ma si tratta anche in questo caso di un’apparenza che inganna (Carlo Broccardo). Leggeremo, per accorgercene, la riflessione sul rapporto con la ricchezza, in cui Giacomo si mostra ricco di riferimenti biblici e teologici che non a caso hanno dato origine a molteplici interpretazioni nell’epoca dei Padri (Donatella Scaiola). Concluderemo il nostro percorso di lettura con quanto Giacomo scrive a proposito della sapienza, dimostrando di non essere un cattedratico ma un credente intelligente e concreto al tempo stesso: la sapienza per lui non è una visione del mondo e delle cose, ma uno stile di vita mansueto, coerente con la fede in Dio (Tiziano Lorenzin).A questi articoli di introduzione e approfondimento del testo biblico si affiancheranno come d’abitudine le nostre rubriche: l’«inserto» staccabile sul tema della speranza (Serena Noceti e Stefano Dommi); il «laboratorio biblico» sul rapporto tra fede e opere (Valentino Bulgarelli); «Bibbia on the web» con alcuni suggerimenti su Bibbia e arte (Annalisa Guida); l’«apostolato biblico» sulla lectio divina (Dionisio Candido) e, infine, ricordandoci la concretezza di Giacomo, «Bibbia e arte» su Le sette opere di misericordia di Pieter Brueghel il giovane (Marcello Panzanini).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Come pietre vive"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Claudio Doglio
Pagine:
Ean: 2484300015205
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- Chi è il cristiano? La 1Pietro ne dà un ritratto intenso: il cristiano spera nel Risorto e crede nell’opera vivificante del Padre. Non si conforma alle passioni di un tempo ma, rigenerato dalla Parola, ama i fratelli nell’attesa della salvezza finale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La ragione e la speranza (1Pt 3,13-22)"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Sebastiano Pinto
Pagine:
Ean: 2484300015229
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- In un ambiente ostile ai credenti si offrono degli spunti di consolazione, invitando a non tirarsi indietro nel rendere ragione della speranza cristiana e sottolineando lo stile con cui compiere tale operazione: dolcezza, rispetto e retta coscienza.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Seguite le orme di Cristo, imitandone l'esempio (1Pt 2,11-25)"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Carlo Broccardo
Pagine:
Ean: 2484300015212
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- Come reagire a un mondo ostile, che non perde occasione per calunniarci e maltrattarci? Non rispondete al male con il male, dice Pietro; ma continuate a fare il bene: questa è una grazia, un dono che ha la capacità di cambiare il mondo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rigenerati a una speranza viva"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Francesco Bargellini
Pagine:
Ean: 2484300015199
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- Chi è il cristiano? La 1Pietro ne dà un ritratto intenso: il cristiano spera nel Risorto e crede nell’opera vivificante del Padre. Non si conforma alle passioni di un tempo ma, rigenerato dalla Parola, ama i fratelli nell’attesa della salvezza finale



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nel vivo della comunità ecclesiale (1Pt 5,1-5)"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Elena Bosetti
Pagine:
Ean: 2484300015250
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- Nell’ultima parte della lettera si nota un cambio di prospettiva, da “fuori” a “dentro”, dall’ambito della società pagana a quello della comunità cristiana guidata dai presbiteri. Tutti sono invitati a rivestirsi di umiltà, abito indispensabile per il servizio reciproco.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La fine è vicina: vivete nella carità (1Pt 4,7-11)"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Giuseppe De Virgilio
Pagine:
Ean: 2484300015243
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- In 1Pt 4,7-11 si riassumono i fondamentali dell’agire cristiano. La comunità è chiamata a testimoniare, in un ambiente ostile, il primato della carità vicendevole, la pratica dell’ospitalità, la generosità del servizio a gloria di Dio e di Gesù Cristo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'identikit della Prima lettera di Pietro"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Francesco Bargellini
Pagine:
Ean: 2484300015182
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- Nota come la «lettera della speranza», 1Pietro si rivolge a tutti i cristiani per consolare e incoraggiare a stare saldi nelle avversità. Lo sguardo del pastore e la sapienza del teologo si fondono in una sintesi sorprendente. Chi è dunque il suo autore?



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Parole di Vita"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300014796
Prezzo: € 4.50

Descrizione:

Editoriale

La Prima lettera di Pietro ha solo un difetto: non è stata scritta da san Paolo!». Con queste parole un biblista abbastanza famoso (ma non possiamo citarlo, perché si tratta di una riflessione fatta a tavola), qualche tempo fa, metteva in luce una verità profonda: ci sono alcuni scritti del Nuovo Testamento, e tra questi la 1Pietro, che soffrono l’esuberanza teologica dell’apostolo Paolo. Un po’ come i musicisti contemporanei di Mozart: per quanto bravi, non potevano raggiungere le vette del compositore di Salisburgo, e così rischiavano di finire nel dimenticatoio e di restarci a lungo. Quello che vogliamo mostrarvi, come redazione di Parole di Vita, è che invece la 1Pietro è una lettera molto ricca teologicamente e profonda nei suggerimenti pratici che offre. Certo, non ha lo stile di Paolo; e allora?Cominciamo con la copertina di questo nostro fascicolo: Gesù risale dagli inferi portando con sé l’umanità che vi era rinchiusa, in attesa, da millenni; per noi è una certezza: «La mia quaresima, il mio venerdì santo, che mi sprofondano nella tomba, possono sembrare lunghi, eterni, ma la mattina della domenica di Pasqua arriva e le porte, dalla tomba del mio cuore, vengono spalancate e divelte e io vengo riportato alla vita» (Marcello Panzanini, nella rubrica dedicata all’«arte»). Questo messaggio di speranza si fonda sul testo di 1Pt 3 e sulla teologia della discesa agli inferi di Gesù, che vi si ispira (Jean Paul Lieggi).I concetti e le immagini che Pietro usa per i suoi affondi teologici non sono così diffusi nel resto del Nuovo Testamento, ma non per questo di poco conto; anzi, denotano una certa originalità. Pensiamo a quando invita i suoi ascoltatori a non conformarsi alle passioni di un tempo; l’esortazione viene motivata così: voi non siete come i pagani, voi siete stati rigenerati dalla parola di Dio (Francesco Bargellini)! Oppure guardiamo a quando descrive la Chiesa come un edificio: Dio è il costruttore, Cristo risorto la pietra di fondamento, ogni credente una pietra viva (Claudio Doglio). Parlando della situazione socio-politica in cui i suoi lettori vivevano, Pietro ricorda che in questo mondo sono come stranieri e pellegrini; non è solo una bella immagine, ma anche una dura realtà: vi tratteranno male, ma voi non ripagateli con la stessa moneta; voi seguite le orme di Cristo, imitandone l’esempio (Carlo Broccardo). Voi sforzatevi – continua Pietro – di rendere ragione della speranza che è in voi; non vergognatevi di essere credenti, ma annunciate il vostro credo con dolcezza, rispetto e retta coscienza (Sebastiano Pinto). È da questo che si vede che i credenti sono edificati su Cristo: perché vivono la carità vicendevole, praticano l’ospitalità, sono generosi nel servizio (Giuseppe De Virgilio). È da questo che si vede che la Chiesa è una comunità di pietre vive: perché, guidati dai presbiteri, tutti si rivestono di umiltà, nell’attesa che il pastore supremo, Gesù risorto, ritorni glorioso. E allora tutti coloro che ora partecipano alle sofferenze di Cristo riceveranno la corona di gloria (Elena Bosetti).Come si può intuire da questo panorama, la lettura della 1Pietro sarà interessante e stimolante. Prima di augurarvi dunque una buona lettura, vi ricordiamo solo che l’«inserto staccabile» (a cura di Serena Noceti e Stefano Dommi) e il «laboratorio biblico» (Valentino Bulgarelli) offrono percorsi di catechesi, riflessione e preghiera a partire dal testo della lettera. Inoltre, continuano puntualmente le nostre rubriche: «Bibbia on the web» di Annalisa Guida ci offre qualche utile indirizzo per siti e applicazioni che contengono i testi biblici nelle lingue originali; l’«apostolato biblico» (Dionisio Candido) continua a leggere il testo della Pontificia commissione biblica, questa volta circa l’uso della Bibbia nella liturgia; infine, la «vetrina biblica» ci orienta sul settore acquisti, se volessimo approfondire qualche argomento.

Carlo Broccardo



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il luogo teologico della risurrezione"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Jean Paul Lieggi
Pagine:
Ean: 2484300015236
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- La discesa di Cristo agli inferi è un articolo di fede spesso trascurato dalla coscienza credente e dalla stessa riflessione teologica. Tuttavia porta con sé una chance ineguagliabile per una corretta comprensione del mistero pasquale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tre buoni motivi per non arrendersi (Eb 12,1-29)"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Carlo Broccardo
Pagine:
Ean: 2484300014505
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il vero culto cristiano (Eb 13)"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Giacomo Violi
Pagine:
Ean: 2484300014512
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- In battuta finale, ecco il vero culto cristiano, quello gradito a Dio, inaugurato da Cristo sommo sacerdote: amore del prossimo, amore dello straniero, disaffezione per il denaro, perseveranza nella professione di fede; in una parola, seguire il Cristo fuori dall’accampamento.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Alleanza mai revocata? Alcune considerazioni a partire da Eb 8,7-13"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Donatella Scaiola
Pagine:
Ean: 2484300014529
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

- Il tema dell’alleanza, centrale nell’intera Scrittura, viene affrontato in Eb 8,13, un testo oggetto di letture divergenti. Dopo aver presentato la questione, vengono offerte alcune riflessioni di natura teologica per fare luce su un testo difficile, ma importante.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU