Libreria cattolica

Ebook - Parole Di Vita



Titolo: "La conclusione del viaggio verso Gerusalemme"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Matteo Crimella
Pagine:
Ean: 2484300001079
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

Il «grande viaggio» verso Gerusalemme assume nel Vangelo di Luca una notevole importanza. Non si tratta solo dell’itinerario verso la città santa, ma più in profondità del cammino verso la morte e dell’ascesa al Padre. Si succedono tre sezioni, segnalate da brevi sommari (9,51; 13,22; 17,11; 19,28). La prima sezione (9,51-13,21) mette a tema l’esistenza credente: come vivere la sequela? Vi sono istruzioni ai discepoli, discussioni con gli avversari, appelli alla conversione. La seconda sezione (13,22-17,10) insiste sull’invito a entrare nel regno ed è caratterizzata da numerose parabole. I discepoli vengono messi in guardia dalla falsa sicurezza delle ricchezze e dalle preoccupazioni mondane. La terza sezione (17,11-19,27) si concentra sulla prospettiva della fine dei tempi, insistendo sul giusto atteggiamento nei confronti della venuta del regno di Dio. A conclusione vi è un’ampia descrizione dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme (19,28-44). In particolare i cc. 14-16 sono caratterizzati da sequenze molto unitarie sia dal punto di vista formale come dal punto di vista contenutistico. Il c. 14 (cf. il fascicolo precedente)1 è dominato dal “simposio” in giorno di sabato presso un capo dei farisei e mette a tema l’attenzione ai poveri e agli ultimi. Il c. 15 è interamente dedicato alle tre parabole della misericordia, mentre le parabole del c. 16 (l’amministratore infedele e il ricco e Lazzaro) sviluppano l’insegnamento a proposito dell’utilizzo delle ricchezze. I due capitoli sono caratterizzati da un’interessante progressione2.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La pesca miracolosa"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Michelangelo Priotto
Pagine:
Ean: 2484300000720
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Sommario -

Allargandosi l’uditorio – ed è quanto illustra l’articolo di M. Priotto – Gesù sceglie i primi collaboratori, in particolare quelli che formeranno il nucleo fondamentale della Chiesa, cioè gli apostoli. L’episodio della pesca miracolosa (5,1-11) rivela nella chiamata di Pietro e dei suoi compagni come ci si avvicina a Gesù, colmando le distanze che separano da lui; si tratta anzitutto di ascoltare la sua Parola, a cui segue l’esigenza di un’adesione esistenziale radicale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La missione dei discepoli secondo Luca"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Luca Moscatelli
Pagine:
Ean: 2484300000164
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Sommario - 

Luca Moscatelli, partendo dal brano della missione affidata ai 72 discepoli, allarga l’orizzonte ad altri passi affini e chiarisce il paradigma missionario di Luca.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Marta e Maria"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Maurizio Marcheselli
Pagine:
Ean: 2484300000157
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Sommario - 

Maurizio Marcheselli studia l’episodio di Marta e Maria (Lc 10,38-42), evidenziando come il fare derivi dall’ascoltare, giacché solo dall’ascolto autentico può scaturire un vero amore per il prossimo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il figlio della vedova di Nain"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Matteo Crimella
Pagine:
Ean: 2484300001000
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Sommario -

Nell’episodio della guarigione del figlio della vedova di Nain (7,11-17), scopriremo che Gesù è l’autore della vita, un grande profeta che ha visitato il suo popolo (M. Crimella). Gesù infrange qui le barriere della purità che impedivano di toccare un morto, distrugge il limite stesso tra vita e morte (cf. anche il racconto della risurrezione della figlia di Giairo in 8,49-56) e vince così la paura che attanaglia gli uomini.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Luca narratore"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Annalisa Guida
Pagine:
Ean: 2484300001130
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

Parlando nello scorso numero della rivista a proposito della donna curva di Lc 131, avevamo riflettuto sulla capacità tipica di Gesù (e delle strategie di caratterizzazione del terzo evangelista) di accorgersi di un “piccolo”, di riconoscere tra tanti e individuare chi nessun altro avrebbe interesse a notare. Il lettore ha fatto esperienza del fatto che a simili sguardi spesso segue una convocazione che non resterà senza esito, ma andrà a incidere profondamente nella vita dell’incontrato. Questo è quanto avviene a Zaccheo (Lc 19,1-10), uno dei personaggi più celebri, forse, del terzo Vangelo e della narrativa neotestamentaria nel suo insieme. 1 Entrò nella città di Gerico e la stava attraversando, 2 quand’ecco un uomo, di nome Zaccheo, capo dei pubblicani e ricco, 3 cercava di vedere chi era Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, perché era piccolo di statura. 4 Allora corse avanti e, per riuscire a vederlo, salì su un sicomòro, perché doveva passare di là. 5 Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zaccheo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua». 6 Scese in fretta e lo accolse pieno di gioia. 7 Vedendo ciò, tutti mormoravano: «È entrato in casa di un peccatore!». 8 Ma Zaccheo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, restituisco quattro volte tanto». 9 Gesù gli rispose: «Oggi per questa casa è venuta la salvezza, perché anch’egli è figlio di Abramo. 10 Il Figlio dell’uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto».



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le esigenze della sequela"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Carlo Broccardo
Pagine:
Ean: 2484300000171
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Sommario - 

Carlo Broccardo presenta le esigenze della sequela, analizzando le tre occasioni in cui Gesù si ferma a chiarire quali conseguenze comporti la decisione di camminare dietro di lui.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'inizio del viaggio verso Gerusalemme"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Matteo Crimella
Pagine:
Ean: 2484300000133
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Sommario - 

L'articolo di Matteo Crimella, serve per inquadrare l’intera sezione che segna l’inizio del cammino di Gesù verso Gerusalemme, che significa insieme salita al Padre, e invita il lettore a entrare nelle paradossali vie da lui proposte, prendendo parte a questo nuovo esodo verso la terra della salvezza, che coincide con il mistero pasquale. In particolare la prima sottosezione (9,51-13,21) mette a tema l’esistenza credente e cerca di spiegare che cosa significhi diventare discepoli.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La trasfigurazione"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Giuseppe De Virgilio
Pagine:
Ean: 2484300001031
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Sommario -

L’articolo di G. De Virgilio ci aiuta a comprendere gli aspetti peculiari messi in luce da Luca in questo racconto, nel quale Gesù si rivela come il Figlio che il Padre ha inviato agli uomini.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La parabola del buon samaritano"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Claudio Doglio
Pagine:
Ean: 2484300000140
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Sommario - 

Claudio Doglio esamina la parabola del «buon samaritano» (Lc 10,25-37) che illustra, in stretta relazione con l'episodio contiguo di Marta e Maria (Lc 10,38-42) trattato da M. Marcheselli nello stesso numero di "Parole di Vita", il tema dell’amore del prossimo e la figura paradigmatica dell’ascolto.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologia lucana"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Francesco Mosetto
Pagine:
Ean: 2484300000188
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Sommario - 

Francesco Mosetto, a proposito della teologia di Luca, sviluppa la tematica «economica» che mette in risalto l’ambigua condizione delle ricchezze e la sconcertante richiesta di povertà.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il tempo come decisione tra l'essere con Dio o lontano da lui"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Marco D'Agostino
Pagine:
Ean: 2484300001093
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

All’inizio del c. 15 l’evangelista Luca dipinge Gesù impegnato a rispondere a scribi e farisei che mormorano perché alcuni peccatori si avvicinano a lui e riscoprono la voglia di ascoltarlo. Un desiderio subito colmato con il racconto di tre parabole: il pastore, la moneta, i due figli da ritrovare. Nel prosieguo della narrazione un economo infedele (16,1-8a) e il ricco cattivo col povero Lazzaro (16,19-31) completano il quadro. Un intermezzo legale (16,8b-18) separa le due parabole. Analizziamole distintamente.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologia lucana"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Francesco Mosetto
Pagine:
Ean: 2484300001123
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Introduzione

Rendete grazie al Signore perché è buono, perché il suo amore è per sempre (quoniam in aeternum misericordia eius). Nel Sal 136 (135 della LXX: il «grande Hallel») la divina misericordia attraversa, come una sciabolata di luce, l’intera storia della salvezza, dalla creazione del mondo agli interventi di Dio per la salvezza del suo popolo. Questo è il nome, con il quale egli un giorno si rivelò a Mosè: «Il Signore, il Signore, Dio misericordioso e pietoso, lento all’ira e ricco di amore e di fedeltà (h· ésed we’emet)» (Es 34,6). La misericordia divina riassume l’essenza della storia sacra: i profeti rivelano al popolo eletto un Dio misericordioso che lo salverà, e gli predicano l’esercizio della misericordia […]. Il Nuovo Testamento prolunga questa dottrina.1 La misericordia è uno dei temi caratteristici del Vangelo di Luca. Liricamente annunciato nei capitoli iniziali, viene poi sviluppato in una triplice modulazione: la misericordia di Dio Padre, la misericordia di Gesù, la misericordia che deve ispirare il comportamento dei suoi discepoli.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologia lucana"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Francesco Mosetto
Pagine:
Ean: 2484300001048
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Sommario -

Il c. 8 si apre con un piccolo brano relativo alle donne che seguono Gesù (8,1-3); è questa l’occasione per parlare del rapporto molto speciale che nella prospettiva offertaci da Luca lega Gesù alle donne (F. Mosetto), protagoniste, nella loro ritrovata dignità, di un rapporto personale e profondo con il Salvatore.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La donna che tutti dicevano "peccatrice""
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Guido Benzi
Pagine:
Ean: 2484300001017
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Sommario -

G. Benzi mette in luce un celebre testo lucano: la peccatrice perdonata (7,36-50); da questo straordinario racconto nasce una domanda provocante: viene prima l’amore o il perdono? Questo episodio ci aiuta a scoprire come l’atteggiamento di Gesù nei confronti del peccato degli uomini crei scandalo, specialmente in quei personaggi troppo legati agli schemi di una tradizione religiosa ritenuta infallibile, come avviene per il fariseo Simone.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un Salvatore da capire"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Carlo Broccardo
Pagine:
Ean: 2484300000997
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Sommario -

Chi è mai Gesù? È la domanda di fondo che emerge da questa sezione del vangelo, come ci spiega C. Broccardo nell’articolo introduttivo nel quale egli riassume e presenta l’intera sezione. Si tratta, del resto, proprio di ciò che Gesù stesso chiede ai suoi discepoli in 9,20: «E voi, chi dite che io sia?». Scopriamo così, attraverso il racconto dell’evangelista, che Gesù è veramente colui che salva l’uomo, un Messia ancora più grande di quello che si aspettava il Battista (cf. 7,22).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Parole di Vita"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine:
Ean: 9788825028133
Prezzo: € 4.50

Descrizione:

Editoriale -

Questo secondo numero dell’annata dedicata al Vangelo di Luca vuole accompagnare il lettore sui primi passi del ministero di Gesù in Galilea. Si tratta di un tema importante e anche molto attuale, per capire che cosa significhi oggi annunciare il vangelo e costruire una comunità cristiana. C. Broccardo, illustrando la prima tappa di questa sezione galilaica (4,14-6,49), la «guarda come dall’alto, per notare gli schemi e apprezzare la tattica messa in campo da Luca» per delineare l’attività di Gesù; è davvero «una primavera galilaica», dove però già si annida, sebbene ancora in modo limitato, la prima contestazione. Con uno stile sapienziale e accattivante Gesù interpella la gente sul suo comportamento verso gli altri, invitandola a rinunciare ai propri diritti e a evitare giudizi e accuse. L’articolo di M. Mani illustra il discorso di Gesù nella sinagoga di Nàzaret (4,16- 30), vero “manifesto” programmatico del ministero di Gesù. È qui che Gesù, alla luce della profezia isaiana proclama e compie il suo «vangelo»; è un vangelo di liberazione annunciato a tutti, anche ai pagani; saranno proprio costoro a beneficiarne per primi. Alcune note di cristologia concludono l’articolo. C. Cravero nel suo articolo, analizzando una serie di episodi di liberazione e di guarigioni, delinea il profilo del ministero di Gesù caratterizzato dai tratti del profeta liberatore; egli non è soltanto un taumaturgo, ma un guaritore integrale dell’uomo; alla potenza e all’autorità della sua Parola segue l’efficacia dei suoi gesti! Allargandosi l’uditorio – ed è quanto illustra l’articolo di M. Priotto – Gesù sceglie i primi collaboratori, in particolare quelli che formeranno il nucleo fondamentale della Chiesa, cioè gli apostoli. L’episodio della pesca miracolosa (5,1-11) rivela nella chiamata di Pietro e dei suoi compagni come ci si avvicina a Gesù, colmando le distanze che separano da lui; si tratta anzitutto di ascoltare la sua Parola, a cui segue l’esigenza di un’adesione esistenziale radicale. M. Meruzzi commenta il discorso del piano (6,17-49), evidenziando gli elementi fondamentali della legge del cristiano e dell’umanità: l’amore al Cristo è indissolubilmente congiunto all’amore per il prossimo, in particolare all’amore per i nemici, vero segno distintivo dei credenti. La Chiesa si presenta così come società alternativa, dove la povertà, intesa come rinuncia al potere, fonda un nuovo tipo di relazione tra i fratelli. Alcuni contributi finali abbracciano tutto il Vangelo, seguendo uno schema che si ripete in ogni fascicolo dell’annata. A proposito di teologia lucana, F. Mosetto illustra il tema della preghiera, uno degli argomenti più cari a Luca, il quale insiste nel mostrare Gesù che prega e insegna a pregare. A. Guida, poi, descrive dal punto di vista narrativo quelli che nel Vangelo lucano sono i nemici per eccellenza di Gesù, cioè i farisei; essi costituiscono nella loro interrelazione con Gesù uno dei meccanismi fondamentali dell’intreccio lucano, spingendo l’azione verso l’apice drammatico della passione. Inoltre, M. Crimella presenta in questo fascicolo una bibliografia ragionata che può aiutare i lettori a continuare lo studio del terzo evangelista, offrendo la presentazione di introduzioni e commentari, nonché alcuni studi di approfondimento. La «Scheda biblica» affronta l’episodio inaugurale della sinagoga di Nàzaret, mentre alcune interessanti rubriche attirano l’attenzione su aspetti particolari del Vangelo di Luca, quali il rapporto col tema anticotestamentario della sapienza («Dall’uno all’altro Testamento»), le caratteristiche letterarie della narrazione “storica” («Profumo di antico») e le riletture patristiche delle tentazioni di Gesù in Origene e Ambrogio («Riletture lucane»). Come di consueto, concludono il numero l’intervento sull’«Apostolato biblico», la «Vetrina» di suggerimenti bibliografici e il commento di un’opera d’arte ispirata al racconto di Luca. Michelangelo Priotto



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Parole di Vita"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine:
Ean: 9788825028195
Prezzo: € 4.50

Descrizione:

EDITORIALE - Anche in questo quinto numero dell’annata dedicata al Vangelo di Luca assume una notevole importanza il «grande viaggio» verso Gerusalemme, il quale in realtà è il cammino di Gesù verso la morte e l’ascesa al Padre. Di questo viaggio sono segnalati tre momenti. Nel primo (Lc 9,51-13,21) si mette a tema l’esistenza del credente: sequela, istruzioni ai discepoli, discussioni con avversari, appelli alla conversione. Nel secondo (Lc 13,22-17,10), caratterizzato da numerose parabole, si insiste sull’invito a entrare nel regno. Nel terzo (Lc 17,11-19,27) Luca si concentra sulla prospettiva della fine dei tempi, proponendo il giusto atteggiamento nei confronti della venuta del regno di Dio. Segue la descrizione dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme (Lc 19,28-44). I contributi del fascicolo approfondiranno alcune parabole, che rappresentano un tratto del tutto originale della predicazione di Gesù. Non sono un gioco esteticoletterario, ma tendono a coinvolgere l’interlocutore, e noi lettori, non solo in un convincimento di carattere intellettuale, ma nel dono di uno sguardo diverso sulla realtà di Dio e dell’uomo. Esse provocano un cambiamento di posizione nell’uditore, lo coinvolgono e lo aiutano scegliere. Pongono una domanda: chi è per te Gesù? Forse nel leggere alcuni titoli degli interventi che richiamano parabole molto famose come la pecora e la moneta perdute, il figlio perduto e ritrovato, l’amministratore furbo, il ricco epulone e Lazzaro, il giudice e la vedova insistente, il fariseo e il pubblicano, potremmo dire: sono testi che conosco già. In realtà non è così, perché possiamo oggi trovarci come Davide di fronte a Natan quando gli racconta la parabola di un uomo ricco che, pur avendo molti beni, va a rubare l’unica pecorella di un suo vicino povero per offrirla a un ospite: ascoltare ancora una volta una parabola significa lasciarci interrogare nella nostra libertà, operare una scelta e farla dal di dentro della nostra vita. I collaboratori di questo fascicolo ci aiuteranno a dare questa risposta, perché sono riusciti a cogliere nell’intreccio di questi racconti alcuni particolari che ci sorprenderanno. Nei loro contributi essi valorizzano dei dettagli narrativi sia all’interno della parabola, sia in collegamento con altre parabole, che avvincono il lettore. Ricordo solo un esempio. Nella parabola del padre misericordioso si fa notare che sia il figlio prodigo come il maggiore sono figli persi e ritrovati: il minore si perde lontano dalla casa, mentre il maggiore si perde in casa. I due figli ripropongono la stessa dinamica delle prime due parabole della pecora e della dracma perdute narrate nello stesso capitolo 15: la pecora si perde fuori, nel deserto, dove la raggiunge il pastore, la dracma invece si perde in casa e la donna la ritrova dopo un’attenta ricerca. Sicché il discorso di Gesù si rivolge sia ai peccatori come ai «giusti», ai lontani e ai cosiddetti «vicini». Tutti si smarriscono, ma sono cercati e ritrovati da Dio. A proposito della teologia lucana viene approfondito il tema della misericordia, mentre la caratterizzazione dei personaggi prende in considerazione la simpatica figura di Zaccheo. Come di consueto, poi, alcune rubriche formano la seconda parte del fascicolo, a partire dalla scheda biblica, per rimarcare alcuni interessanti aspetti del Vangelo di Luca: la rivelazione della volontà di Dio che mira a salvare e a punire, il tentativo di trasformare la violenza della tragedia greca classica in buona notizia, alcune riletture del figlio prodigo dai Padri della Chiesa al romanziere francese André Gide. Infine, il contributo dell’Apostolato biblico e i suggerimenti bibliografici della Vetrina biblica chiudono questo numero, con il commento artistico al quadro del Guercino relativo al ritorno del figlio prodigo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Parole di Vita"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine:
Ean: 9788825028157
Prezzo: € 4.50

Descrizione:

Editoriale - In questo numero ci occuperemo dei capitoli 7-9 del Vangelo di Luca (più esattamente di Lc 7,1-9,50). Chi è mai Gesù? È la domanda di fondo che emerge da questa sezione del vangelo, come ci spiega C. Broccardo nell’articolo introduttivo nel quale egli riassume e presenta l’intera sezione. Si tratta, del resto, proprio di ciò che Gesù stesso chiede ai suoi discepoli in 9,20: «E voi, chi dite che io sia?». Scopriamo così, attraverso il racconto dell’evangelista, che Gesù è veramente colui che salva l’uomo, un Messia ancora più grande di quello che si aspettava il Battista (cf. 7,22). Come sempre, ci fermeremo più in dettaglio soltanto su alcuni episodi emblematici di questa sezione del terzo Vangelo. Il primo di questi episodi è la guarigione del servo del centurione a Cafarnao (7,1-10); qui scopriamo con stupore la grande fede di un pagano (cf. la presentazione del personaggio del centurione proposta da A. Guida). Nell’episodio che segue, quello della guarigione del figlio della vedova di Nain (7,11-17), scopriremo ancora che Gesù è l’autore della vita, un grande profeta che ha visitato il suo popolo (M. Crimella). Gesù infrange qui le barriere della purità che impedivano di toccare un morto, distrugge il limite stesso tra vita e morte (cf. anche il racconto della risurrezione della figlia di Giairo in 8,49-56) e vince così la paura che attanaglia gli uomini. Lasciando da parte l’episodio relativo a Giovanni il Battista (Lc 7,18-35), G. Benzi metterà poi in luce un celebre testo lucano: la peccatrice perdonata (7,36-50); da questo straordinario racconto nasce una domanda provocante: viene prima l’amore o il perdono? Questo episodio ci aiuta a scoprire come l’atteggiamento di Gesù nei confronti del peccato degli uomini crei scandalo, specialmente in quei personaggi troppo legati agli schemi di una tradizione religiosa ritenuta infallibile, come avviene per il fariseo Simone. Il c. 8 si apre con un piccolo brano relativo alle donne che seguono Gesù (8,1-3); è questa l’occasione per parlare del rapporto molto speciale che nella prospettiva offertaci da Luca lega Gesù alle donne (F. Mosetto), protagoniste, nella loro ritrovata dignità, di un rapporto personale e profondo con il Salvatore. Lasciando, poi, da parte gli altri episodi dei cc. 8 e 9 ci concentreremo su un testo particolarmente significativo, non solo nell’economia del Vangelo di Luca, ma dell’intera esperienza cristiana: la trasfigurazione (9,28-36). L’articolo di G. De Virgilio ci aiuterà a comprendere gli aspetti peculiari messi in luce da Luca in questo racconto, nel quale Gesù si rivela come il Figlio che il Padre ha inviato agli uomini. L’apparizione, accanto a Gesù, di Mosè ed Elia ci fornisce, infine, l’occasione per occuparci, in questo numero, del rapporto che Luca mostra di avere con la Bibbia d’Israele in tutto il suo Vangelo e approfondire così il tema del legame tra i due Testamenti (P. Tremolada). Nella seconda parte del fascicolo la scheda biblica affronta l’episodio della vedova di Nain (S. Noceti), mentre le rubriche mettono a fuoco alcuni aspetti rilevanti del Vangelo di Luca: l’interessante ruolo delle figure femminili nella letteratura sapienziale (S. Pinto), le possibili somiglianze della narrazione lucana con i romanzi ellenistici (M. D’Agostino) e l’opera significativa di Conzelmann che ha inaugurato lo studio della redazione del terzo Vangelo (M. Crimella). Come di consueto il numero termina con l’intervento dedicato all’Apostolato biblico (S. Bulgarelli) e la Vetrina dei suggerimenti bibliografici (C. Doglio). Particolarmente suggestiva, infine, è l’interpretazione della trasfigurazione di Gesù nel catino absidale di Sant’Apollinare in Classe a Ravenna (M. Panzanini).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Parole di Vita"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine:
Ean: 9788825028171
Prezzo: € 4.50

Descrizione:

Editoriale - 

Al centro del Vangelo secondo Luca sta una lunga sezione, comunemente denominata del «grande viaggio», perché è segnata dal tema della salita di Gesù verso Gerusalemme, che significa insieme salita al Padre. Tale sezione inizia in 9,51 con una indicazione precisa dell’evangelista e termina in modo più sfumato in 19,44. Data la grande estensione di questa parte, evidenti motivi redazionali ci hanno indotto ad affrontarne la trattazione in due fascicoli: dedichiamo dunque l’attenzione al testo di Lc 9,51-14,35 e rimandiamo al prossimo fascicolo la trattazione di Lc 15,1-19,44. Secondo il nostro consueto modo di procedere, il primo articolo, questa volta affidato a Matteo Crimella, serve per inquadrare l’intera sezione che segna l’inizio del cammino di Gesù e invita il lettore a entrare nelle paradossali vie da lui proposte, prendendo parte a questo nuovo esodo verso la terra della salvezza, che coincide con il mistero pasquale. In particolare la prima sottosezione (9,51-13,21) mette a tema l’esistenza credente e cerca di spiegare che cosa significhi diventare discepoli. Gli interventi successivi sviluppano l’esegesi di due episodi contigui e molto significativi che illustrano in stretta relazione fra di loro il tema dell’amore del prossimo e la figura paradigmatica dell’ascolto: il sottoscritto esamina la parabola del «buon samaritano» (Lc 10,25-37), mentre Maurizio Marcheselli studia l’episodio di Marta e Maria (Lc 10,38-42), evidenziando come il fare derivi dall’ascoltare, giacché solo dall’ascolto autentico può scaturire un vero amore per il prossimo. Gli altri due articoli sono, invece, tematici, con l’intento di raccogliere da testi differenti una sintesi teologica: Luca Moscatelli, partendo dal brano della missione affidata ai 72 discepoli, allarga l’orizzonte ad altri passi affini e chiarisce il paradigma missionario lucano; quindi Carlo Broccardo presenta le esigenze della sequela, analizzando le tre occasioni in cui Gesù si ferma a chiarire quali conseguenze comporti la decisione di camminare dietro di lui. Infine, troviamo i due interventi che accompagnano l’intera annata: Francesco Mosetto, a proposito della teologia di Luca, sviluppa la tematica «economica» che mette in risalto l’ambigua condizione delle ricchezze e la sconcertante richiesta di povertà; a sua volta Annalisa Guida dedica il saggio di analisi narrativa a un episodio (Lc 13,1-10) che vede protagonista una donna curva, malata da lungo tempo, la quale riceve per iniziativa di Gesù una grande e inaspettata guarigione, che ha tutta l’aria di una liberazione. La seconda parte del fascicolo si apre, come di norma, con la scheda biblica, curata da Serena Noceti, che propone di riflettere sulla «parola dislocante» di Gesù (Lc 9,57-62) e sulle implicazioni che ne conseguono per il nostro stile di vita volendo camminare dietro al Messia. Proseguono, quindi, le rubriche dedicate ad alcuni aspetti rilevanti del Vangelo secondo Luca: Sebastiano Pinto evidenzia il substrato sapienziale del terzo evangelista, il quale denuncia come stoltezza fondare la propria vita su false sicurezze, mentre riconosce nel Cristo la vera ricchezza offerta all’uomo; in «Profumo d'antico» Marco D’Agostino si impegna a chiarire come la drammaturgia antica possa avere influenzato Luca, insegnandogli a veicolare al suo pubblico un messaggio attraverso scene, personaggi e dialoghi; Matteo Crimella, poi, considera le riletture dell’episodio di Marta e Maria fatte da Origene, dai Padri del deserto e dalla moderna esegesi femminista. Il fascicolo si conclude con un articolo di Apostolato biblico, in cui Valentino Bulgarelli ribadisce la necessità di mostrare come la Bibbia riguardi concretamente la vita umana; seguono alcuni suggerimenti bibliografici della Vetrina biblica e l’intervento di Marcello Panzanini, che commenta il famoso quadro di Jan Vermeer, in cui è raffigurato il Cristo in casa di Marta e Maria. Claudio Doglio



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU