Articoli religiosi

Ebook



Titolo: "Rassegna di Teologia n. 1/2020"
Editore: Collegium Professorum Sectionis Sancti Aloisii
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025693
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

FOCUS

Gabriele Fadini, La giustizia che libera la verità. Su alcuni

temi filosofico-teologici desunti dal martirio dei gesuiti

dell’UCA

Attualità/possibilità - Ellacuría - Gesuiti dell’UCA - Oggettività

- Realtà storica

STUDI

Laura Dalfollo, Vita consacrata e missione: nuova evangelizzazione

e sfide nella società di oggi

Formazione - Media - Nuova evangelizzazione - Pastorale -

Vita consacrata

Simone Duchi, O res mirabilis: quel pane è il corpo di

Cristo. Invito a un duplice realismo

Consustanziale - Cristologia - Eucaristia - Presenza reale -

Transustanziazione

Vincenzo Serpe, L’oltre-necessità di Dio nella proposta teologica

di Jüngel: l’eredità della filosofia moderna nella disciplina

teologica

Croce - Filosofia e teologia - Mistero dell’abbandono di Gesù

- Morte di Dio - Parola di Dio

Diego Gracia, Il potere del reale: tra X. Zubiri e I. Ellacuría

Crisi della rag ione - Intelligenza senziente - Liberazione - Realtà

- Religa zione

Giuseppe Guglielmi, Il lato notturno della realtà:

Certeau interprete di Foucault

Epistemologia - Mistica - Realtà - Storia – Tradizione


NOTE E DISCUSSIONI

Evangelos Venizelos, Bible and Constitution: Thoughts

on the political theology

Constitution - Democracy - Modernity - Political Theology -

Social ethics

Alessio Lembo, Realtà, povertà, martirio.

Note a partire da Xavier Zubiri e Ignacio Ellacuría

Filosofia della storia - Liberazione - Martirio - Realtà -

Povertà

PROVOCAZIONI

José Manuel Pereira de Almeida, Il dolore degli altri

Coesistenza - Con-passione - Dolore - Relazioni terapeutiche -

Responsabilità personale

RUBRICHE

Presentiamo un libro

Agostino Porreca, La Chiesa del Regno. Su un recente

saggio di ecclesiologia di N. Salato

Carlo Lorenzo Rossetti, La metamorfosi dei diritti

dell’uomo



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rassegna di Teologia n. 2/2020"
Editore: Collegium Professorum Sectionis Sancti Aloisii
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025709
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

FOCUS

Rocco Pititto, Per una teologia dell’accoglienza

nel contesto del Mediterraneo ai tempi del coronavirus.

La via alla santità di don Francesco Mottola

Accoglienza - Mediterraneo - Misticismo - Santità - Teologia

STUDI

Armando Nugnes, Metamorfosi dell’umano…

e della teologia? Per uno sviluppo dei percorsi

del Congresso Nazionale dell’ATI 2019

Crisi - Escatologia - Metamorfosi - Teologia - Umano

Mario Imperatori SJ, La struttura nuziale della persona

umana. Tra Scrittura, Tradizione e contesto postmoderno

Figlio/Sposo - Nuzialità - Persona - Relazione - Tradizione

Vincenzo Anselmo SJ, I racconti delle origini: Vangelo

della creazione. Una lettura di Genesi 1–2 nella prospettiva

dell’ecologia integrale

Adam - Creazione - Ecologia integrale - Genesi - Laudato si

Matteo Prodi, Tre lettere dei Vescovi sul Mezzogiorno italiano

Chiesa - Giustizia - Mezzogiorno - Storia - Sviluppo

Carmelo Torcivia, Le forme della fede popolare

alla luce della nuova inculturazione occidentale

Comunicazione della fede - Fede popolare - Inculturazione della

fede - Pastorale - Post-modernità
NOTE E DISCUSSIONI

Giuseppe Lorizio, «Beati gli operatori di pace» (Mt 5,9).

Il contributo della Teologia alle Scienze della Pace

Antagonismo - Conflitto - Congettura - Pace - Teodicea

Presentiamo un libro

Nicola Salato OFMcap, La Chiesa nell’ontologia relazionale

e trinitaria

Marianna Esposito, Una pratica vivente generativa di

legami. Sul saggio di Emanuele Iula Nous, les fils de la

deconstruction. Essai d’éthique générative

In memoriam

Anna Carfora - Cloe Taddei ferretti, La presenza

femminile nella Sezione San Luigi: storia e riflessione



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Chi è che rompe?"
Editore:
Autore: Diego Goso
Pagine:
Ean: 9788869296789
Prezzo: € 12.99

Descrizione:

Quando si risponde al telefono, il gesto tipico dell'italiano al cellulare è quello di guardare il display con un’espressione tra il disgustato e lo scocciato: «Chi mi disturba?».
Per arginare il fiume di notifiche che ci arrivano spendiamo tempo per le contromisure: due numeri di telefono, profili personali e profili di lavoro, modi per silenziare quell’app o quel dispositivo.
A tavola si comunica con persone distanti, si vede cosa fanno altri a chilometri di lontananza e non ci si occupa di parlare con il vicino di piatto. In uno scompartimento sul treno urlare al telefono i propri risultati di esami medici non è decoroso, per noi e per gli altri.
Queste e altre simili situazioni sono dovute al fatto che non esiste una ancora ben definita educazione digitale: sempre più necessaria poi nella situazione che stiamo vivendo e che ci impegna tutti sulla Rete molto più di prima. Con ironia, semplicità e senza presunzione, in questo libro l’autore ci propone allora un galateo per Internet e questi tempi digitali.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La novità di Dio"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Pino Stancari
Pagine:
Ean: 9788810976500
Prezzo: € 13.99

Descrizione:Il volume ripropone un itinerario di lettura continua del Vangelo secondo Marco, svolto oralmente a più riprese dall’autore, gesuita, e qui trascritto. Non si tratta propriamente di un commento, ma di una flebile eco della novità che Gesù affida ai discepoli e che si prolunga attraverso le testimonianze e i "ritardi" delle prime comunità cristiane. «L’Evangelo non è solo un discorso che contiene un messaggio prezioso, ma è un impulso vivo: è il rivelarsi di Dio stesso, l’affiorare dell’Onnipotente, che vuole ricondurre a sé le sue creature». Per questo esso si presenta a noi carico «di un’urgenza che attraversa tutto lo spessore della nostra condizione umana, scandaglia tutte le profondità della nostra miseria, prende contatto con tutte le ostilità e ribellioni che la nostra realtà di creature abbia contrapposto all’originaria volontà di Dio». Attraverso lo strumento fragilissimo di un testo scritto «l’Evangelo è la novità di Dio, che si impone a noi come protagonista della nostra storia e della nostra vita, assumendola in tutte le sue dimensioni».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«Lo pose in una mangiatoia»"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Ermenegildo Manicardi
Pagine:
Ean: 9788810976111
Prezzo: € 16.99

Descrizione:Il racconto lucano dell’infanzia di Gesù si articola in tre sequenze: il concepimento, la nascita e l’arrivo del dodicenne alla sua prima maturità. Con questa successione di fatti, Luca mette in scena il progressivo ingresso di Gesù nella storia; egli esiste «secondo carne» e «secondo Spirito», mentre la risurrezione costituisce lo snodo decisivo tra queste due dimensioni. Vedendo già nell’origine verginale di Gesù una realtà operata dall’azione dello Spirito, Luca organizza la narrazione dell’infanzia proprio a partire dal concepimento, facendone il perno non solo del suo racconto iniziale, ma anche del suo impianto cristologico generale. In questo modo, la prospettiva che vede lo Spirito all’opera già nel Gesù terreno, trova il suo fondamento più solido nei fatti della nascita e nell’identità della sua persona. Il rapporto della comunità cristiana con lo Spirito Santo, descritto con tanta incisività negli Atti degli apostoli, si presenta perciò come il pieno sviluppo di quanto adombrato nel vangelo lucano dell’infanzia di Gesù.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Asprenas n. 3/2020"
Editore:
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025723
Prezzo: € 7.50

Descrizione:

INDICE

Presentazione

GAETANO DI PALMA

Girolamo traduttore e interprete della Bibbia

MARIO IADANZA

Girolamo agiografo

GIUSEPPE CARUSO

Girolamo polemista

RICCARDO MAISANO

Il “senso spirituale” dell’uomo di studio

MARIAFRANCESCA BERRETTI

San Girolamo nell’iconografia dal VI al XVII secolo

 

Presentazione

1. Il 30 settembre del 420, come gran parte degli storici sostiene, a

Betlemme concluse la sua vicenda terrena un uomo che ha apportato

uno dei più grandi e cospicui lasciti culturali e spirituali alla Chiesa latina:

Girolamo. Il suo è un nome di derivazione greca, hierós ónyma, ossia

“nome sacro”. Talvolta gli si aggiunge Eusebio, “pio”, che era il nome

di suo padre, e anche Sofronio, in greco “saggio”, “prudente”. Sembra,

però, che quest’ultimo provenga dalla confusione fatta in alcuni

manoscritti con il nome di un suo amico, un monaco che ha tradotto alcune

opere geronimiane in greco. Egli morì lontano dalla sua patria,

dov’era nato circa settantatré anni prima da una famiglia benestante,

nella quale, come scrive nella Lettera 82, 2, era stato nutrito nella culla

dai genitori con latte cattolico. Lasciò questo mondo dopo aver visto

morire le persone più care che lo avevano accompagnato e sostenuto

nel suo progetto di stabilirsi a Betlemme e di fondarvi monasteri: la matrona

Paola, defunta nel 406, e la figlia di costei, Eustochio, un anno prima

di lui, entrambe ricordate nel Martirologio romano.

Di colui che ha lasciato scritti importanti ai posteri, commentari,

lettere, opere polemiche e agiografiche, e al quale si deve la traduzione

in latino della Bibbia, chiamata Vulgata, non poteva passare inosservato

il sedicesimo centenario della morte. Nessuna meraviglia, dunque, se

papa Francesco abbia pubblicato il 30 settembre la lettera apostolica

Scripturae Sacrae affectus. Il papa ha più volte, durante questi anni, invitano

i cristiani ad abbeverarsi alle fonti della Parola di Dio. Infatti,

l’anno anniversario della morte di san Girolamo era stato da lui inaugurato

con un’altra lettera apostolica, Aperuit illis, con la quale viene istituita

la “Domenica della Parola di Dio”, da celebrarsi nella terza domenica

del tempo ordinario, in concomitanza con la Settimana di preghiera

per l’unità dei cristiani. Inoltre, all’annuncio del Vangelo, fonte della

gioia e ispirazione dell’agire dei cristiani, papa Francesco ha dedicato

l’esortazione apostolica Evangelii gaudium, tra i primi frutti del suo intenso

pontificato.

Il primo papa a promulgare un documento sul dotto eremita di Betlemme

è stato Benedetto XV. Parliamo della famosa lettera enciclica

Spiritus Paraclitus, emanata il 15 settembre 1920, in occasione del quindicesimo

centenario della morte del santo, nella quale il papa, che aveva

gridato nel deserto dell’incomprensione a favore della pace in occasione

del primo conflitto mondiale, affermò: «È universalmente riconosciuto

l’eccelso posto tenuto da san Girolamo nel quale la Chiesa cattolica riconosce

e venera il più grande dottore di cui il Cielo le abbia fatto dono

per l’interpretazione delle Sacre Scritture» (Enchiridion Biblicum 440).

A tale scopo, Benedetto XV offre una sintesi della vita, dell’insegnamento

sulla Scrittura, sia teorico sia pratico e spirituale, dello Stridonense,

citando spesso i suoi scritti, da cui emerge la forte personalità di

quest’uomo che divenne già ai suoi tempi un punto di riferimento per

tanti desiderosi di approfondire la Bibbia e di capirne il significato. In

continuità con quanto illustrato nella Spiritus Paraclitus, papa Francesco

esorta così i lettori della Scripturae Sacrae affectus: «Per una piena comprensione

della personalità di san Girolamo è necessario coniugare due

dimensioni caratteristiche della sua esistenza di credente: da un lato, l’assoluta

e rigorosa consacrazione a Dio, con la rinuncia a qualsiasi umana

soddisfazione, per amore di Cristo crocifisso (cf. 1Cor 2,2; Fil 3,8.10);

dall’altro, l’impegno di studio assiduo, volto esclusivamente a una sempre

più piena comprensione del mistero del Signore. È proprio questa duplice

testimonianza, mirabilmente offerta da san Girolamo, che viene

proposta come modello: per i monaci, innanzitutto, perché chi vive di

ascesi e di preghiera venga sollecitato a dedicarsi all’assiduo travaglio

della ricerca e del pensiero; per gli studiosi, poi, che devono ricordare che

il sapere è valido religiosamente solo se fondato sull’amore esclusivo

per Dio, sulla spoliazione di ogni umana ambizione e di ogni mondana

aspirazione» (Paragrafo La chiave sapienziale del suo ritratto).

2. Ci sono, pertanto, validissimi motivi per i quali la nostra Rivista

di teologia dedicasse un numero speciale a san Girolamo, con il proposito

di offrire ai lettori, in particolare agli studenti, un suo profilo, perché,

come diremo, egli sembra essere stato dimenticato. Infatti, il progredire

degli studi biblici e le traduzioni della Bibbia nelle lingue nazionali

ha oscurato l’opera di questo “padre”, il quale ha avuto il merito di […]



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Miscellanea Francescana n. III-IV/2020"
Editore: Miscellanea Francescana
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025730
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

Editoriale

Studi teologici

Daniela Del Gaudio, SFI, La cristologia di Gal 4,4 e la concretezza

storica dell’incarnazione del Verbo in prospettiva redentiva

Francesco Celestino, OFMConv, Vocazione e missione dei laici.

Un paradigma generativo per le comunità

Tomasz Szymczak, OFMConv, La misericordia divina nel dialogo

di Efrem il Siro con un suo discepolo. De misericordia divina

tractatus primus et secundus

Studi francescani

Luciano Bertazzo, OFMConv, Gli studi francescani: percorsi storici

e riflessione storiografi ca. Tra frate Francesco e frate Antonio

Raffaele Di Muro, OFMConv, Il cammino missionario di san Massimiliano

Kolbe in Giappone

Orlando Todisco, OFMConv, Tra la volontà di potenza e la volontà

di libertà. Lo spazio del pensare francescano

Valentín Redondo, OFMConv, El hermano guardián. Consideraciones

desde el carisma franciscano y las Constituciones franciscanas

de los siglos XIII y XIV

Evento

Emanuele Rimoli, OFMConv, Prefazione

Kathleen Warren, SFO, Cinque pilastri per la pace e la fratellanza umana

Yahya Pallavicini, La bontà secondo la dottrina islamica

 Gianfranco Ravasi, Bellezza, via del dialogo e dell’incontro

Paola Francesca, PSG, La fratellanza umana. Incontrarsi, riconoscersi, accogliersi

 

EDITORIALE

Carissimi lettori, dopo la pubblicazione di un numero celebrativo di Miscellanea Francescana, dedicato interamente alla fi gura di Giovanni Paolo II nel centenario della sua nascita, la nostra rivista torna al suo “solito” stile, caratterizzato dall’approfondimento di tematiche teologiche e francescane di rilievo e di attualità, ben studiate ed esposte da ottimi studiosi che ci onoriamo di ospitare.

La sezione teologica viene aperta da un contributo di Daniela Del Gaudio, la quale espone la pericope paolina di Gal 4,4-5 nella prospettiva mariologica nonché in relazione al mistero dell’incarnazione del Verbo. L’autrice presenta detto suo approfondimento al fine di evidenziare che il brano di san Paolo di cui tratta, esprime una mariologia in germe inquadrata sotto i profili trinitario, cristologico, soteriologico, ecclesiologico ed antropologico. Il ruolo della Vergine Maria è indubbiamente fondamentale nella storia della salvezza e coinvolge “dall’interno” la natura umana. Come è avvenuto nei recenti numeri, Francesco Celestino si produce in un lavoro in cui appaiono sempre forti ed interessanti le “tonalità” catechetiche e pastorali dell’oggi della Chiesa. Egli colloca il suo studio nell’attualità teologica legata al contributo dei laici nella comunità ecclesiale, alla luce dei contenuti del Concilio Vaticano II, del magistero di Papa Francesco, di quanto prodotto dal dicastero che un tempo rispondeva al nome di Pontificio Consiglio per i Laici e delle elaborazioni della contemporanea riflessione teologica. Lo studioso dona al lettore “il polso” della trattazione scientifica circa questa nevralgica tematica post conciliare. Tomasz Szymczak tratterà un tema di grande attualità teologica: la misericordia. Questo argomento è stato affrontato da un personaggio del calibro di Efrem il Siro e, in modo specifi co, in un “Dialogo” con un suo discepolo intitolato Misericordia divina tractatus primus et secundus. Questo studioso, non nuovo a pubblicazioni su Miscellanea Francescana, off re al lettore un primo tentativo di traduzione in lingua italiana del summenzionato Dialogo, tentativo che va certamente ad arricchire la presente edizione della nostra rivista, dal momento che si tratta di un intervento assolutamente originale. Un contributo di Luciano Bertazzo inaugura la sezione degli studi francescani. Questo suo intervento, nel quale fa il punto circa la situazione
dei percorsi storici e della riflessione storiografi ca degli studi sulle fi gure di Francesco di Assisi e Antonio di Padova, ha inaugurato ufficialmente l’anno accademico della Pontificia Facoltà Teologica “San Bonaventura”, rendendo omaggio al santo taumaturgo nel ricordo dell’ottavo centenario nel suo ingresso nella famiglia serafi ca. La sua disamina è puntuale, ricca di contenuti ed esaustiva. Detto articolo conferisce al lettore la possibilità di un valido aggiornamento sul procedere degli approfondimenti su fi gure basilari della famiglia serafi ca. Il 2020 è l’anno nel quale si ricorda il novantesimo anniversario dell’inizio della missione giapponese di san Massimiliano Kolbe. Raffaele Di Muro ha inteso offrire al lettore l’opportunità di apprezzare la strategia missionaria del santo in terra nipponica, a partire dalle lettere da lui scritte ai suoi superiori. Detto articolo rivela la ricchezza e la pregnanza del messaggio e della spiritualità dell’indimenticato francescano polacco con particolare riferimento al suo modus operandi in campo apostolico. Orlando Todisco ci consegna, come di consueto, una chiave di lettura di tratti importanti della filosofia francescana. Il suo contributo ci svela in che modo il pensiero degli esponenti della famiglia serafi ca tratta realtà contrapposte quali la prospettiva del dominio e la quella del servizio, ovvero l’essere come autoaffermazione e l’essere come donazione. Detto pensare, come ampiamente provato dal nostro autore, afferma il passaggio dall’autoaffermazione all’autodonazione dell’essere. La sezione dedicata al francescanesimo si conclude con la prima parte di un lungo articolo di Valentín Redondo, il quale tratta della fi gura del guardiano, secondo gli scritti di Francesco e nella successiva tradizione legislativa caratterizzata dalle costituzioni dell’Ordine. Il volume presenta gli atti simposio, svoltosi il 31 ottobre 2019, intitolato “La fratellanza umana sui passi di frate Francesco e del Sultano Al-Kamil (Damietta 1219 – Abu Dhabi 2019)”. Emanuele Rimoli, organizzatore di questa assise, ne ha qui curato la pubblicazione degli atti. Infine, questa edizione di Miscellanea Francescana presenta un numero molto elevato di recensioni e la cosa è indubbiamente normale dal momento che, nel numero celebrativo precedente, non erano presenti. Questa sezione è molto abbondante e rende onore alla notevole mole di pubblicazioni scientifiche prodotte nell’ultimo anno. Buona lettura!

Il Direttore



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Puoi costruire per me una scuola gentile?"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Helga Dentale
Pagine:
Ean: 9788833535890
Prezzo: € 11.99

Descrizione:L’infanzia sembra godere di attenzione e rispetto, eppure assistiamo quotidianamente all’«adultizzazione» dei bambini, alla proiezione del «bambino ideale» su quello reale e all’uso di un modello educativo ancora autoritario. In questo volume Helga Dentale prova a dar voce a tutti quei bambini che vorrebbero più ascolto e più felicità a scuola e a casa. Ascoltarla ci aiuterà a individuare il giusto percorso all'interno di quello che lei chiama il «labirinto dell’educare»: un sistema complesso, fatto di bivi e strade diverse in cui non sempre è facile compiere le scelte giuste, quelle che conducono al benessere, all’autonomia e allo sviluppo del senso etico. Basandosi sulla propria esperienza personale, l'autrice di Puoi costruire per me una scuola gentile? ci propone laboratori espressivi da sviluppare a scuola, dal nido a quella primaria. Percorsi incentrati sulle emozioni e sulla gentilezza, ricchi di storie, giochi teatrali e attività tratte dal Metodo Teatro in Gioco®, da lei stessa ideato. Al centro di tutto c'è la «rivoluzione gentile», il pensiero pedagogico che anima questo libro. Una rivoluzione da compiere innanzitutto con noi stessi, per costruire un nuovo lessico dell’educare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Puoi costruire per me una scuola gentile?"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Helga Dentale
Pagine:
Ean: 9788833535906
Prezzo: € 11.99

Descrizione:L’infanzia sembra godere di attenzione e rispetto, eppure assistiamo quotidianamente all’«adultizzazione» dei bambini, alla proiezione del «bambino ideale» su quello reale e all’uso di un modello educativo ancora autoritario. In questo volume Helga Dentale prova a dar voce a tutti quei bambini che vorrebbero più ascolto e più felicità a scuola e a casa. Ascoltarla ci aiuterà a individuare il giusto percorso all'interno di quello che lei chiama il «labirinto dell’educare»: un sistema complesso, fatto di bivi e strade diverse in cui non sempre è facile compiere le scelte giuste, quelle che conducono al benessere, all’autonomia e allo sviluppo del senso etico. Basandosi sulla propria esperienza personale, l'autrice di Puoi costruire per me una scuola gentile? ci propone laboratori espressivi da sviluppare a scuola, dal nido a quella primaria. Percorsi incentrati sulle emozioni e sulla gentilezza, ricchi di storie, giochi teatrali e attività tratte dal Metodo Teatro in Gioco®, da lei stessa ideato. Al centro di tutto c'è la «rivoluzione gentile», il pensiero pedagogico che anima questo libro. Una rivoluzione da compiere innanzitutto con noi stessi, per costruire un nuovo lessico dell’educare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mishima monogatari"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: AA. VV.
Pagine:
Ean: 9788833535838
Prezzo: € 24.99

Descrizione:Mishima Yukio (1925-1970) è stato il più prolifico e brillante scrittore giapponese del dopoguerra e un personaggio imbarazzante per più di una ragione. In Giappone, hanno fatto discutere alcuni temi della sua narrativa e soprattutto la scelta di una morte teatrale legata a un passato ritenuto ormai lontano (lo scrittore si tolse la vita facendo seppuku), mentre all’estero il suo pensiero politico – spesso incompreso anche in patria – lo ha reso erroneamente un idolo del neofascismo. Più volte candidato al Nobel per la letteratura, assegnato invece al suo mentore Kawabata Yasunari, ha ottenuto numerosi riconoscimenti in tutti gli ambiti in cui si è cimentato: artista poliedrico come pochi altri, ha scritto romanzi, racconti e testi per il teatro, sia moderno che ispirato alla tradizione classica, n? in particolare (i suoi n? moderni sono stati rappresentati con successo pressoché in tutto il mondo); interprete di teatro kabuki come di pellicole cinematografiche, si è cimentato anche nel varietà; è stato giornalista, ad esempio per le Olimpiadi di Tokyo del 1964, e ha praticato con successo vari sport (nel kendo ha raggiunto il livello di 5° dan). A cinquant’anni dalla sua morte, Mishima monogatari, «racconti su Mishima», propone saggi di studiosi italiani e di vari paesi del mondo su alcuni aspetti della sua produzione, e cerca soprattutto di fare il punto sulla conoscenza di lui e della sua opera da parte del pubblico contemporaneo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mishima monogatari"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: AA. VV.
Pagine:
Ean: 9788833535845
Prezzo: € 24.99

Descrizione:Mishima Yukio (1925-1970) è stato il più prolifico e brillante scrittore giapponese del dopoguerra e un personaggio imbarazzante per più di una ragione. In Giappone, hanno fatto discutere alcuni temi della sua narrativa e soprattutto la scelta di una morte teatrale legata a un passato ritenuto ormai lontano (lo scrittore si tolse la vita facendo seppuku), mentre all’estero il suo pensiero politico – spesso incompreso anche in patria – lo ha reso erroneamente un idolo del neofascismo. Più volte candidato al Nobel per la letteratura, assegnato invece al suo mentore Kawabata Yasunari, ha ottenuto numerosi riconoscimenti in tutti gli ambiti in cui si è cimentato: artista poliedrico come pochi altri, ha scritto romanzi, racconti e testi per il teatro, sia moderno che ispirato alla tradizione classica, n? in particolare (i suoi n? moderni sono stati rappresentati con successo pressoché in tutto il mondo); interprete di teatro kabuki come di pellicole cinematografiche, si è cimentato anche nel varietà; è stato giornalista, ad esempio per le Olimpiadi di Tokyo del 1964, e ha praticato con successo vari sport (nel kendo ha raggiunto il livello di 5° dan). A cinquant’anni dalla sua morte, Mishima monogatari, «racconti su Mishima», propone saggi di studiosi italiani e di vari paesi del mondo su alcuni aspetti della sua produzione, e cerca soprattutto di fare il punto sulla conoscenza di lui e della sua opera da parte del pubblico contemporaneo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Concilium - 2020/5"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025556
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

INDCE

Margareta Gruber – Po-Ho Huang

Gianluca Montaldi, Editoriale 

Abstracts 

I. Diversamente abile: per una chiesa cui tutti possano appartenere 

1. Introduzione

Johannes S. Reinders, Teologia e studi sulla disabilità: una dolente rivalutazione

I/ Introduzione – II/ Il lavoro pionieristico di Eiesland – III/ Alla

larga dalla “religione” – IV/ La subordinazione della teologia –

V/ Un approccio teologico non apologetico – VI/ In conclusione

2. Leggere criticamente le nostre tradizioni

2.1 Veronica Donatello, Catechesi per persone con disabilità. Uno sguardo al cammino della Chiesa cattolica in Italia 

I/ Il contesto: la discussione sulle disabilità – II/ L’attenzione

della catechesi alle persone con disabilità – III/ Una catechesi

inclusiva
2.2 Markus Schiefer Ferrari, Una lettura storpiata: approcci per una interpretazione critica dei racconti biblici di guarigione dal punto di vista della dis/abilità. L’esempio di Mc 7,31-37

I/ Pensare in modo nuovo la dis/abilità: conseguenze ermeneutiche

dei Dis/ability Studies – II/ Idee normalizzanti: prospettiva

medico-antropologica – III/ Possibilità di riconoscimento: prospettiva

spirituale-cristologica – IV/ Visioni di pienezza: prospettiva

escatologico-soteriologica – V/ Offerte esclusive: prospettiva

inclusiva, dalla critica della dis/abilità

2.3 Luca Badetti, Affrontare la disabilità.

La storia della prassi pastorale

analizzata attraverso i modelli di Chiesa

I/ Introduzione – II/ Quadro generale della costruzione e dell’identità

della disabilità nel corso del tempo – III/ La chiesa come

diakonía e la disabilità: prendersi cura della disabilità – IV/ La

chiesa sacramentale e istituzionale: rappresentare e affrontare la

disabilità – V/ La chiesa come araldo: annunciare la disabilità –

VI/ La chiesa come comunità di discepoli: un cammino inclusivo

di appartenenza

2.4 Huang, Po-ho, Ricostruire la missione cristiana

dalla prospettiva dei “diversamente abili discriminati” 

I/ Introduzione – II/ Disabili e manipolazione del potere – III/

Rivisitare il concetto cristiano di imago Dei – IV/ Ripensare la

natura della missione a partire dall’attenzione per le “persone

diversamente abili discriminate” – V/ Re-immaginare il regno

di Dio trasformando chiese e comunità in chiese e comunità

inclusive – VI/ Chiesa inclusiva e missione cristiana inclusiva

3. Ripensare l’umano

3.1 Anne Masters, Ripensare la carità 

I/ Le riserve rispetto alla carità – II/ Diritti vs carità – III/ Ripensare

la carità – IV/ La dignità umana rivendica la carità

3.2 Stephen Arulampalam, Vivere insieme

nella famiglia di Dio. Dalla prospettiva

delle persone con disabilità
I/ Introduzione – II/ Quale ecumenismo? – III/ Quale disabile?

– IV/ Disabilità e religione – V/ Disabilità e chiesa – VI/ La

comprensione biblica della disabilità – VII/ I disabili e l’eucaristia

– VIII/ La teologia a partire dalla prospettiva della disabilità

– IX/ Politica del corpo – X/ Immagine di Dio e disabilità – XI/

Conclusione

3.3 Naeimeh Pourmohammadi, Verso una teologia

della disabilità nel cristianesimo e nell’islam 

I/ Teologia cristiana della disabilità – II/ La disabilità nelle fonti

islamiche primarie – III/ La disabilità nella vita e nell’insegnamento

(al-sra) del Profeta e degli imm – IV/ La disabilità nelle

scienze islamiche, e in particolare nella giurisprudenza islamica

– V/ La disabilità nella cultura e nella civiltà islamica – VI/ La

disabilità nel governo islamico: l’ayatollah Khomeini

3.4 Bernhard Nitsche, Disabilità e compimento 

I/ Vivere nelle disabilità – II/ La bontà della propria vita – III/

Antropologia biblica: la persona integra – IV/ Fenomenologia

filosofica: il concetto di corpo – V/ Risurrezione e trasformazione

nella morte – VI/ Il messaggio biblico della trasformazione

4. Riformare la chiesa

4.1 Samuel George, Storia e considerazioni

sull’Ecumenical Disability Advocates Network

del Consiglio ecumenico delle Chiese

Introduzione – I/ Breve storia dell’EDAN – II/ Disabilità, teologia

e missione della chiesa – Conclusione

4.2 Talitha Cooreman-Guittin, «Trovare qualcosa

da far fare a Benedetta». Quale posto per donne

con diversità intellettiva nella liturgia eucaristica? 

Introduzione – I/ Applicare le regole: l’istruzione Redemptionis

sacramentum – II/ Sacerdote, profeta e re… – III/ Il sacerdozio

comune dei fedeli – IV/ L’irruzione di Dio nelle nostre vite e la

dimensione estetica della liturgia – Conclusione
4.3 Miriam Spies, Immaginazione liturgica

a tutto campo. Possibilità di ruoli di leadership

per persone con disabilità

I/ Perfezione e leadership – II/ Un tempo liturgico “storpiato” –

III/ Presiedere alla comunione

4.4 Martin M. Lintner, Relazioni solidali

come eterotopie di salvezza per persone

con (e senza) disabilità 

I/ Osservazioni terminologiche preliminari come introduzione

– II/ Invalidità, vulnerabilità e relazionalità – III/ L’aspirazione

a una vita realizzata – IV/ Una società solidale come eterotopia

salutare

II. Forum teologico 

Margareta Gruber, Sacramento

per un mondo malato. Riflessioni

sul lockdown sacramentale durante la pandemia

I/ Due voci profetiche – II/ Una nuova comprensione della sacramentalità

e del ministero ordinato? – III/ Rilevanza delle donne

per una chiesa diaconale

III. Rassegna bibliografica internazionale 

IV. Indice dell’annata 2020 

 

Editoriale

Non appena ci si domanda cosa sia la disabilità, e ancor più quando cerchiamo di definire una persona disabile, insorgono molte difficoltà: prescindendo dalla distinzione tra “fisico” e “mentale”, quand’è che un impedimento o una disfunzione si trasforma in una disabilità che caratterizza l’esistenza di una persona? È qui determinante una funzione (assente o insufficiente) del corpo? Poiché il “mio” corpo è essenzialmente finito, cos’è che davvero limita la mia esistenza e il mio corpo? La disabilità, se vogliamo continuare a utilizzare questa parola, dipende dall’età, dalla situazione, dalla famiglia, e tocca tutti i livelli dell’esistenza umana: corpo, mente, apprendimento, comportamento… e religione. La base di questa riflessione è pertanto l’antropologia: anzi, l’antropologia delle religioni potrebbe aiutare o negare l’identità delle persone. Dal punto di vista della teologia critica, è innanzitutto importante analizzare cosa, nella storia del pensiero, ha differenziato il “diverso” o, più direttamente, quali sono state e seguitano ad essere le condizioni che escludono dal bene comune le persone che non vogliono o non possono essere assimilate o “normalizzate”. Tra questi presupposti, vi sono anche le posizioni di svariate religioni e, in particolare, la percezione che il cristianesimo ha avuto e tutt’ora ha delle malattie e delle limitazioni quali conseguenze di una storia di peccato. Atteggiamenti come questi e altri simili pongono una sanzione concreta e concorrono a configurare la paura pre-religiosa della diversità: a partire da qui, contribuiscono a creare la figura del “mostro”, della “strega”, del “disgraziato” (letteralmente, privo di grazia) che devono essere nascosti, fatti sparire. Soprattutto, nella società moderna liberale e consumista, una certa spiritualità e una certa teologia portano con sé anche il rischio di approvare con la propria benedizione l’ideale di un corpo e di un’esistenza secondo i canoni di una perfezione (an)e- stetizzante, destinata a generare soltanto ulteriore sofferenza. Al contrario, riformare la chiesa equivale a costruire una chiesa nel segno dell’ospitalità. Su questo punto, si tratta di dar voce alle esperienze positive che si dimostrano resistenti a qualunque forma di normalizzazione del diverso. Riteniamo, tuttavia, che sia importante dar voce anche alle famiglie e alle persone che vivono le proprie vite in compagnia di un’invalidità permanente. Troppo spesso le persone non disabili pregiudicano questo discorso. Lasciare la parola agli altri potrebbe rivelarsi probabilmente istruttivo e di certo meno paternalistico; può aiutare la teologia a ripensare in profondità la sua antropologia e la sua visione della chiesa. Dopotutto, peccare significa ribellarsi al fatto che il limite costituisce il centro del giardino (D. Bonhoeffer), che diversità e identità contribuiscono assieme al pieno sviluppo umano, che il valore di una persona è la capacità di condividere la fragilità del nostro essere creati, che è grazia. Quando pensiamo a delle capacità diverse stiamo di fatto pensando a delle questioni di potere e stiamo chiedendo la possibilità di migliorare (empower) le persone. Gli articoli del presente fascicolo sono divisi in quattro parti. La sezione introduttiva contiene soltanto il testo di Hans S. Reinders, a cui abbiamo chiesto di presentare la teologia della disabilità in quanto tale; e il suo saggio evidenzia la tensione creata dagli studi sulla disabilità in campo teologico. La seconda parte offre una lettura critica delle nostre tradizioni: dal punto di vista della catechesi e della formazione (Veronica A. Donatello), dell’ermeneutica biblica (Markus Schiefer Ferrari), della teologia sistematica (Luca Badetti) e della comprensione ecclesiale (Po-Ho Huang). Partire dalla prospettiva delle persone disabili dona nuove occasioni di riflessione. Un ripensamento dell’umanità è il compito che si prefigge la terza parte.
Si tratta di rivedere le nostre idee di cosa significhi essere umani e quale sia la funzione della sua storia (Bernhard Nitsche). Per esempio, ripensare il modello della carità può anche contribuire a migliorare il percorso per la difesa dei diritti delle persone con disabilità a partire dalla nostra comune dignità (Anne Masters) e dal nostro vivere in solidarietà e compassione in una casa comune (Stephen Arulampalam). Da questo punto di vista, la teologia cristiana può offrire un modello anche al di fuori della propria tradizione (Naeimeh Pourmohammadi). La quarta parte propone alcune provocazioni per continuare la riflessione teologica. Un breve commento del lavoro svolto in questi anni dal Consiglio ecumenico delle chiese (Samuel George) aiuta a mettere in luce quanto già viene fatto a livello mondiale. Due contributi prendono come punto di partenza la posizione delle persone disabili nella liturgia (Talitha Cooreman- Guittin) e nel ministero (Miriam Spies), due aree sensibili che si rivelano non di rado dei momenti in cui vari discorsi possono risultare falsificati. Il progetto di questo fascicolo termina con uno sguardo sull’eterotopia dei luoghi in cui il volto buono della solidarietà può essere mostrato e nei quali siamo confortati dalla speranza di essere guariti nelle nostre ferite (Martin M. Lintner). Mentre stavamo ideando e costruendo questo fascicolo di Concilium siamo stati toccati da due avvenimenti in particolare. Il primo riguarda la notizia degli abusi commessi da Jean Vanier. Sebbene questi crimini li abbia commessi contro donne adulte e non disabili, la sua figura certamente ne rimane segnata e i suoi scritti e il suo pensiero ne ricevono una luce del tutto spiacevole: come testimoniato dal presente numero, non possiamo agire in compartimenti stagni, ma l’intersezionalità dei problemi ci costringe ad avere uno sguardo critico che punta alla trasformazione strutturale del problema. Dobbiamo riconoscere i meriti dell’Arca per aver avuto il coraggio di svolgere un’indagine indipendente e trasparente sull’accaduto1. La seconda pietra d’inciampo è stata la pandemia che ha colpito tanto duramente il mondo intero recandogli danno nel suo insieme. Ci siamo sentiti fiaccati nelle nostre possibilità: non solo noi, sapendo che gran parte dell’umanità si trova ancora in questa situazione. Abbiamo vissuto confinati, tagliati fuori dalle decisioni, impediti negli spostamenti e guardati a vista. La normalità si è fatta anormale, o forse abbiamo soltanto visto più chiaramente che mai quelle barriere e quelle divisioni che la cosiddetta normalità è in grado di innalzare. L’egoismo del mondo ricco ha sperimentato la violenza delle sue società volgersi contro di sé. Ciò non ci consente di relativizzare la questione della disabilità, ma di affermare che essa è un’espressione della violenza della società moderna: lo stato di eccezione (G. Agamben) ha svelato il proprio potere globalizzante. La chiesa non ne è immune. Margareta Gruber Po-Ho Huang Gianluca Montaldi Vallendar (Germania) Tainan (Taiwan) Brescia (Italia) (traduzione dall’inglese di Chiara Benedetti)



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rassegna di Teologia n. 1/2019"
Editore: Collegium Professorum Sectionis Sancti Aloisii
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025655
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

FOCUS

Lorenzo Gasparro Cssr, Tentazione o prova? Considerazioni

alla luce di una riformulazione del Padre Nostro

Ambiguità - Padre Nostro - Prova - Tentazione - Traduzione

STUDI

Simone Duchi, Verita di Dio e liberta di Gesu: la logica

d’un rapporto, il senso d’una storia di salvezza

Cristologia - Incarnazione - Libertà di Gesù - Paradosso - Rivelazione

Vincenzo Anselmo SJ, Non e caduta in terra nessuna

delle parole di Yhwh (2Re 10,10). La rivoluzione di Ieu:

violenza degli uomini o compimento della Parola divina?

Compimento - Ieu - Parola - Profeti - Violenza

Edward G. Farrugia SJ, Chiese autocefale e modelli di autocefalia:

il caso dell’Ucraina

Autocefalia - Autonomia - Chiesa madre - Territorio canonico

Secondo Bongiovanni SJ, Uomo e linguaggio. La singolarita

del linguaggio umano tra cooperazione e manifestazione

Cooperazione - Evoluzione - Linguaggio - Logos - Singolarità

(umana)

Philippe Capelle-Dumont, Rivelazione e alleanza. Prospettive

fenomenologiche e implicazioni teologiche

Alleanza - Evento - Fenomeno - Libertà – Rivelazione

NOTE E DISCUSSIONI

Claudio Tarditi, La religione come fenomeno: confronti

Autoaffezione - Fenomenologia - Henry - Intenzionalità - Vita

PROVOCAZIONI

Giorgio Jossa, Storia e teologia nella ricerca del Gesu storico

Gesù - Ratzinger - Storia - Teologia - Vangeli

RUBRICHE

Presentiamo un libro

Angelo Biscardi, Il corpo sessuato di Gesu e di Maria.

Tra sessualita liquida e sfide del gender

Carlo Lorenzo Rossetti, Pensare la nascita tra filosofia

e teologia



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Peccati d'origine"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Francesco Rossi de Gasperis
Pagine:
Ean: 9788810976128
Prezzo: € 5.99

Descrizione:Una rilettura della protostoria biblica, narrata nei primi undici capitoli del libro della Genesi, offre una visione del «peccato d’origine» oltre la tradizionale riduzione dogmatica e catechistica del «peccato di Eva». Due peccati originari, dell’adam maschile e di quello femminile, segnano in realtà l’intero dramma della storia umana come mancata relazione dialogica, personale e paritaria del maschile e del femminile. L’opera del Creatore, che destina la coppia umana a impersonare il reciproco dono di amore, viene mal recepita e mortificata, segnalando «la necessità avvertita di una radicale redenzione finale della specie umana». La svolta radicale della pedagogia di Dio – che ricomincia con Abramo il suo dialogo personale, perenne e affettuoso con l’umanità – viene illustrata attraverso una riflessione sulla seconda delle Dieci parole quale promessa nuziale del Signore destinata a tutta l’umanità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Testimoni e influencer"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Dario Edoardo Viganò
Pagine:
Ean: 9788810976593
Prezzo: € 6.99

Descrizione:La prima comunità cristiana riconobbe inizialmente alla forma sinodale degli anziani e successivamente all'apostolo Paolo un'autorevolezza che va configurandosi come autorità, nel senso di “riferimento certo” per la custodia della comunione ecclesiale. Questa virtù viene in seguito attribuita a singoli personaggi, in genere fortemente carismatici, mentre il suo esercizio viene sempre più centralizzato e istituzionalizzato attraverso la stampa e la censura ecclesiastiche. Proprio la dimensione normativa e regolativa dell’autorità viene oggi messa in discussione dai social media, che per loro natura non sono gerarchici, ma aggregano e attivano appartenenze sui criteri dell’omologazione. Le community si organizzano sulla base di interessi e visioni comuni, espellono le dissonanze e seguono gli influencer, a cui conferiscono autorità in un determinato ambito e in un tempo circoscritto. In questo contesto, l’unica autorità che la Chiesa può legittimamente coltivare è quella della testimonianza di coloro che, in forza del battesimo, vivono manifestando il dono della vita di Dio in noi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Maestro nascente"
Editore: Gribaudo
Autore: Stefano Semeraro
Pagine:
Ean: 9788858035641
Prezzo: € 12.99

Descrizione:Sport definiti “minori” sono spesso fonte di imprese straordinarie. La collana “L’impresa e come farla” si propone di raccontare grandi storie di sportivi che si sono distinti nelle loro discipline, attività ad alto contenuto narrativo ed estetico come il surf, lo skyrunning, il tennis o lo snowboard. Gli sportivi si raccontano a un autore di volta in volta diverso, dando al lettore l’idea dell’impresa ma anche una serie di suggerimenti pratici su come avvicinarsi allo sport e raggiungere grandi traguardi. Il protagonista di questo volume è Jannik Sinner, astro nascente del tennis italiano, il più giovane tennista classificato tra i primi 100 della classifica mondiale ATP e il più forte under 21 al mondo grazie alla vittoria della Next Generation Atp. Secondo molti addetti ai lavori, fra i quali Adriano Panatta, Sinner è la “giovane promessa” più talentuosa di sempre nel tennis italiano. Il libro racconta la sua impresa, ma dà anche suggerimenti e consigli su come iniziare a praticare il tennis, sull’equipaggiamento necessario, sulla dieta e sulla filosofia che sorregge questo popolarissimo sport. Una collana perfetta per chi ama lo sport raccontato in modo sempre evocativo, poetico, ispirazionale ma anche in chiave pratica. 

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La cucina di campagna"
Editore: Gribaudo
Autore: Monica Sommacampagna
Pagine:
Ean: 9788858035696
Prezzo: € 7.99

Descrizione:Al di là degli aspetti nostalgici, sono sempre di più i giovani e i meno giovani che oggi scelgono un ritorno alla terra, magari semplicemente coltivando un orto o un piccolo appezzamento. Inoltre, si parla sempre più di chilometro zero e genuinità: tornare ai sapori “di una volta” è più di una semplice moda e diventa stile di vita. Ecco, dunque, un ricettario che propone piatti antichi e una sapienza moderna, una cucina di campagna che non è solo ritorno al passato e ai suoi valori più autentici, ma significa anche benessere e consapevolezza. Oltre a tante ricette, tradizionali e creative, il libro offre curiosità e aneddoti da un passato contadino che si rivela, oggi, incredibilmente attuale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Verdure in pentola"
Editore: Gribaudo
Autore: AA.VV.
Pagine:
Ean: 9788858035856
Prezzo: € 5.99

Descrizione:Il meglio della cucina vegetariana: tante delizie a base di verdure, cereali, legumi, uova e formaggi per gustare tutto il sapore di uno stile di vita sano, che fa bene all’uomo e all’ambiente. Scegliete i vostri piatti preferiti tra ricette genuine ed equilibrate, che spaziano dai grandi classici alle nuove tendenze, senza mai rinunciare al gusto. Ricette genuine ed equilibrate, suddivise secondo le stagioni: Plumcake salato con zucchine e cipollotti, Polpette di avena e piselli alla curcuma, Vellutata di carote al profumo di curry e zenzero, Ratatouille a strati, Spiedini di verdure grigliate con salsa alle erbe aromatiche, Crema di zucca e ceci con chips di topinambur e patata dolce, Casarecce al radicchio e scarola, Gnocchi verdi di patate e spinaci con salvia e semi di papavero, Farro al pesto di verza e pomodori secchi, Zuppa di miso alle verdure…

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Instant tedesco Nuova edizione ampliata"
Editore: Gribaudo
Autore: Christian Catalano, Alessandra Stucchi
Pagine:
Ean: 9788858035917
Prezzo: € 15.99

Descrizione:La nuova edizione di un manuale che, nel consueto “stile Instant”, insegna la lingua in modo divertente e ricco, offrendo la soluzione ideale per chiunque voglia apprendere il tedesco. La lingua è spiegata in modo semplice, diretto e moderno, e permette di iniziare a parlare fin da subito. “Simpatico” non vuol dire, però, meno rigoroso. Il libro contiene tanta grammatica: pronomi, verbi, coniugazioni, articoli, congiunzioni, preposizioni, numeri, sostantivi, aggettivi e lessico, con tutte le regole e le eccezioni. Un focus particolare è dedicato alle cose più importanti da ricordare, con inoltre trucchi e suggerimenti, approfondimenti e curiosità sulla Germania, la sua cultura e la sua gente. Alla fine di ogni lezione il lettore troverà un glossario con sostantivi, verbi, aggettivi e frasi utili. Questa edizione aggiornata contiene ancora più esercizi e testi da tradurre, giochi, parole crociate ed enigmi da risolvere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fisica in 5 minuti"
Editore: Gribaudo
Autore: Sergio Rossi
Pagine:
Ean: 9788858035887
Prezzo: € 7.99

Descrizione:Un punto di vista originalissimo per imparare la fisica… cinque minuti alla volta. Il libro contiene i ritratti dei personaggi più celebri: Einstein, il fisico più famoso al mondo, Galileo, il padre della fisica, Tesla e la corrente alternata, ma anche Marie Curie ed Emma Noether, e poi Hedy Lamarr... attrice e scienziata madrina del wifi. Tante domande (con relative risposte) ma anche punti di vista per capire la fisica grazie agli esempi di tutti i giorni: perché usiamo la carriola? Come frena l’automobile, provocando dunque l’attrito? E, al contrario, come fa il pattinatore a vincerlo? Ma anche: com’è fatta una pila? Perché usiamo il petrolio? Come funzionano una centrale elettrica o uno scaldabagno? E come mai la Luna non cade sulla Terra? Questo e molto altro in un titolo pensato per tutti gli appassionati e i curiosi, ma anche per chi voglia avvicinarsi in modo pratico e immediato a un tema sempre popolare. 

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Impossibile"
Editore: Feltrinelli
Autore: Erri De Luca
Pagine:
Ean: 9788858842317
Prezzo: € 7.99

Descrizione:Si va in montagna da soli per starsene da minuscoli dentro le immensità di natura. Molte le variabili in salita, dall’incontro con una cerva all’attraversamento di una foresta sradicata dal vento. Unico il caso di due che si ritrovano in un passaggio esposto a decenni di lontananza dalla fine della loro amicizia. Qui c’è il verbale del loro avvenimento. Il loro impossibile non avviene come fulmine a cielo sgombro, ma come crollo di valanga per lento accumulo di tempo sopra un pendio. Se ne occupa un magistrato che deve ricostruire, insieme al presente, anche un passato sconosciuto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La preghiera nella vita del prete"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Juan María Uriarte
Pagine:
Ean: 9788810976159
Prezzo: € 6.99

Descrizione:La preghiera è fondamentale per il cristiano, ma la preghiera del prete ha qualcosa di diverso, di proprio. A partire dalla propria esperienza di vescovo con competenza sui seminari e le università, Juan María Uriarte riflette sull’importanza della vita orante e propone ai sacerdoti e ai seminaristi spunti per approfondire la preghiera e per comprendere la spiritualità specifica del prete diocesano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Effetti farfalla"
Editore: Chiarelettere
Autore: Grammenos Mastrojeni
Pagine:
Ean: 9788832964431
Prezzo: € 16.99

Descrizione:Come mangio? Come mi vesto?
Come mi muovo? Cosa butto?
Come spendo?
 
Cinque scelte individuali
che se più meditate e consapevoli
possono rendere il sistema in cui viviamo
più sostenibile, più equo e più felice.
 
Per fermare il riscaldamento globale
non servono nuove tecnologie,
basta migliorare i nostri stili di vita.
Non abbiamo nulla da perdere,
solo tutto da guadagnare.
 
Un libro che parla di noi, di ciò che mangiamo, dei vestiti che compriamo, del modo in cui ci muoviamo e di quello che buttiamo, dei soldi che investiamo e di quello che produciamo: le sorprendenti concatenazioni delle azioni che ogni giorno ciascuno di noi compie. L’effetto farfalla è diventato un suggestivo luogo comune (il battito delle ali di una farfalla può essere il primo di una serie di eventi che arrivano a provocare un uragano dall’altra parte del mondo), in realtà è un caposaldo di una branca della matematica nota come teoria del caos. I nostri comportamenti, i gesti più semplici che
facciamo ogni giorno, non sono solo gocce nell’oceano ma eventi decisivi per noi, per il nostro benessere e la nostra felicità, e per l’equilibrio dell’intero pianeta.
Questo libro, con competenza ma anche in maniera semplice, mostra come tutto ciò che avviene, come il cambiamento, può essere innescato da noi stessi e avere una ricaduta in tutto il mondo. No, non servono sacrifici e rinunce eroiche. In capitoli chiari
e convincenti – Siamo ciò che mangiamo, L’abito fa il monaco, Dimmi come vai e ti dirò chi sei, La natura non butta via niente, L’economia del giardino dell’Eden – l’autore ci fa capire che quel poco che facciamo ogni giorno può avere gli stessi effetti di una manovra economica e fiscale, essendo parte di un’equazione più generale in cui benessere è uguale a sostenibilità e giustizia per tutti. Se ce la giochiamo bene, il prodotto di questi fattori è la pace.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Effetti farfalla"
Editore: Chiarelettere
Autore: Grammenos Mastrojeni
Pagine:
Ean: 9788832964448
Prezzo: € 16.99

Descrizione:Come mangio? Come mi vesto?
Come mi muovo? Cosa butto?
Come spendo?
 
Cinque scelte individuali
che se più meditate e consapevoli
possono rendere il sistema in cui viviamo
più sostenibile, più equo e più felice.
 
Per fermare il riscaldamento globale
non servono nuove tecnologie,
basta migliorare i nostri stili di vita.
Non abbiamo nulla da perdere,
solo tutto da guadagnare.
 
Un libro che parla di noi, di ciò che mangiamo, dei vestiti che compriamo, del modo in cui ci muoviamo e di quello che buttiamo, dei soldi che investiamo e di quello che produciamo: le sorprendenti concatenazioni delle azioni che ogni giorno ciascuno di noi compie. L’effetto farfalla è diventato un suggestivo luogo comune (il battito delle ali di una farfalla può essere il primo di una serie di eventi che arrivano a provocare un uragano dall’altra parte del mondo), in realtà è un caposaldo di una branca della matematica nota come teoria del caos. I nostri comportamenti, i gesti più semplici che
facciamo ogni giorno, non sono solo gocce nell’oceano ma eventi decisivi per noi, per il nostro benessere e la nostra felicità, e per l’equilibrio dell’intero pianeta.
Questo libro, con competenza ma anche in maniera semplice, mostra come tutto ciò che avviene, come il cambiamento, può essere innescato da noi stessi e avere una ricaduta in tutto il mondo. No, non servono sacrifici e rinunce eroiche. In capitoli chiari
e convincenti – Siamo ciò che mangiamo, L’abito fa il monaco, Dimmi come vai e ti dirò chi sei, La natura non butta via niente, L’economia del giardino dell’Eden – l’autore ci fa capire che quel poco che facciamo ogni giorno può avere gli stessi effetti di una manovra economica e fiscale, essendo parte di un’equazione più generale in cui benessere è uguale a sostenibilità e giustizia per tutti. Se ce la giochiamo bene, il prodotto di questi fattori è la pace.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Instant greco antico"
Editore: Gribaudo
Autore: Roberta Meneghel
Pagine:
Ean: 9788858035900
Prezzo: € 15.99

Descrizione:Dopo il successo di Instant latino arriva un altro titolo focalizzato sullo studio delle lingue classiche. Instant greco, come il suo predecessore, è un titolo che risponde all’esigenza di migliaia di studenti, appassionati e semplici curiosi, desiderosi di apprendere una lingua utilizzando uno strumento dai contenuti rigorosi, ma dal taglio non accademico. Fedele alla “filosofia” degli “Instant”, anche questo testo dimostra che è possibile apprendere le lingue, antiche o moderne, in modo serio, ma non serioso. Fonetica, morfologia, sintassi e molto altro… dopo la lettura di questo testo, il greco antico non avrà più segreti!

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU