Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Ebook



Titolo: "Dubai"
Editore: Il Mulino
Autore: Emanuele Felice
Pagine:
Ean: 9788815354884
Prezzo: € 10.99

Descrizione:
La frontiera più avanzata del benessere materiale, intravista dall’animale Sapiens in tutta la sua storia. La più strabiliante vittoria dell’ingegnosità umana sulle asprezze della natura. La città più felice del mondo, recita il cartello di benvenuto all’aeroporto. Possiamo immaginare che Dubai sarà il nostro futuro? Dovremmo forse sperarlo?
Un giardino incantato nel deserto, un precipitato di modernità pulsante là dove c’erano rocce e sabbia. Creata pressoché dal nulla da emiri abili e visionari, Dubai ha conosciuto solo il capitalismo e ha dato forma all'utopia consumistica: la felicità fondata sull'abbondanza. Ma senza diritti. Senza libertà politiche e civili. Guardiamola allora «la città più felice del mondo», gli altissimi grattacieli, i quartieri costruiti su isole artificiali, gli smisurati centri commerciali. Dietro la patina dei suoi splendori, troveremo la realtà di uno dei regimi più oppressivi, iniqui ed eco-distruttivi del mondo intero. Qui utopia e distopia si palesano per quello che sono: la stessa cosa. Come accade quando si pretende di lasciare il capitalismo senza i vincoli della politica democratica e dei diritti dell’uomo.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La fabbrica del ricordo"
Editore: Il Mulino
Autore: Felice Cimatti
Pagine:
Ean: 9788815355102
Prezzo: € 9.99

Descrizione:
È possibile una vita senza ricordi? Perché abbiamo così paura di dimenticare? Che succede quando alla nostra mente si forma un ricordo? Nonostante l’analogia con la "memoria" del computer porti a pensare il contrario, la memoria ci sfugge completamente. Forse per questo temiamo l’oblio, perché sappiamo che è l’oblio la verità della memoria. È tra questi due estremi del ricordo e dell’oblio che oscilliamo continuamente: fra un tenace attaccamento ai ricordi e il desiderio inconfessato di liberarci del loro peso. Con l’aiuto della filosofia, delle neuroscienze e dell’etologia, il libro delinea una mappa del campo mnemonico, un campo attraversato dalle due linee di forza del dimenticare e del ricordare, lungo le quali si costruisce il nostro difficile rapporto con il tempo.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Non tutto fa brodo"
Editore: Il Mulino
Autore: Marino Niola
Pagine:
Ean: 9788815354921
Prezzo: € 8.49

Descrizione:
"Sono pagine gustosissime quelle scritte da Niola, vero divertissement di antropologia tra il culinario e il letterario."
Il Gambero rosso
"Divertente e intrigante ricco di spunti per una riflessione sulle consuetudini, il nostro modo di essere, sui cambiamenti epocali che viviamo senza nemmeno esserne consapevoli."
Corriere del Ticino
Se tutti gli uomini mangiano, ogni cultura mangia a modo suo. E fa della cucina la sua carta didentità. Passioni, ossessioni, emozioni, tradizioni, trasformazioni, repulsioni, contraddizioni, contaminazioni. Tutto si dice attraverso il cibo. Dalla scoperta del fuoco allinvenzione della piastra a induzione, gli uomini si distinguono in base alle loro grammatiche alimentari. Cosa mangiare, cosa non mangiare, quanto, quando, come, perché, con chi. Tipi di cottura, successione delle portate, galatei culinari, tabù religiosi, digiuni e astinenze. Il libro esplora le regioni note e meno note di un pianeta gastronomico che cambia alla velocità della luce. E che oggi appare sempre più diviso tra piacere e dovere, estetica e dietetica.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scelte alimentari"
Editore: Il Mulino
Autore: Nicoletta Cavazza, Margherita Guidetti
Pagine:
Ean: 9788815354945
Prezzo: € 6.49

Descrizione:
Loretta segue la dieta dell’ananas, Guido deve controllare il colesterolo, Martina è diventata vegana, Francesco è celiaco, Rakid rispetta le usanze della sua religione, Cinzia mangia solo cibo biologico con la garanzia che i lavoratori siano stati pagati equamente. In questa frammentazione, che tutti noi sperimentiamo nel quotidiano, diventa arduo condividere lo stesso pasto. Fruttariani, vegani, crudisti, macrobiotici… Com’è diventato il nostro rapporto con il cibo? E che cosa raccontano di noi le nostre scelte alimentari?


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cenerentola libera tutti"
Editore: Salani
Autore: Rebecca Solnit
Pagine:
Ean: 9788831005739
Prezzo: € 6.99

Descrizione:«Tutti noi abbiamo diverse ‘madri’ – intellettuali, ispiratrici, politiche – Rebecca Solnit è una delle mie»
Emma Watson

«Scegliere di essere una principessa va assolutamente bene. È quando non si può scegliere che non va bene. Questa Cenerentola è libera di scegliere di esprimere i propri desideri e darsi da fare per realizzarli. Questo è il dono di Rebecca Solnit ai bambini e ai ragazzi di oggi»
School Library Journal

«Rebecca Solnit è la voce della resistenza»
New York Times Magazine

UNA DELLE FIABE PIÙ AMATE DI SEMPRE RISCRITTA DALLA PALADINA DEL FEMMINISMO CONTEMPORANEO

C’era una volta una bambina di nome Cenerentola, costretta a servire una crudele matrigna e due indifferenti sorellastre. Finché un bel giorno incontra la sua fata madrina, va a un ballo e conosce il principe. È la fiaba che tutti conosciamo, ma è solo l’inizio di questa storia. Qui Cenerentola vuole farsi degli amici, imparare a non rinnegare il suo passato, a migliorare il presente e a realizzare i suoi sogni senza aver timore di chiedere aiuto agli altri. In sella al suo cavallo pomellato e con una fetta di torta sempre pronta da offrire, insegna a tutti la libertà di scegliere. Un classico con finale a sorpresa in cui tutti hanno diritto a una seconda possibilità.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Primavera"
Editore: Il Mulino
Autore: Alessandro Vanoli
Pagine:
Ean: 9788815354860
Prezzo: € 11.99

Descrizione:
Flora, Demetra, Proserpina, qualunque sia il tuo nome, ti appelli a forze antiche: rinascita, vita, desiderio.
In bilico tra il gelo dellinverno e il caldo dellestate, periodo di profumi, di piogge e di vento, di sconforto e di speranza, la primavera è per sua natura inquieta. Raccontarla significa narrare di feste dedicate alla vita che rinasce e di luce che ritorna: dai greci agli ebrei, sino alla Pasqua dei cristiani. Ma anche di eserciti e di mercanti che per secoli hanno atteso che i mari si facessero calmi per ripartire , di rivoluzioni, di diritti e conquiste. La primavera è però prima di tutto ciclo terrestre, equinozio, risvegliarsi di sensi e di corpi, di fiori, erbe, insetti, uccelli, in unansia di desiderio dove tutto sembra rimandare in realtà a qualcosa di più antico e profondo: forse alle origini del mondo, a quella natura primordiale alla quale ci lega la nostra stessa biologia. La primavera racconta una sorta di struggente nostalgia, di quando, alle origini, noi e il mondo eravamo una cosa sola, legati dallo stesso ritmo e dallo stesso ordine delle cose.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cenerentola libera tutti"
Editore: Salani
Autore: Rebecca Solnit
Pagine:
Ean: 9788831005722
Prezzo: € 6.99

Descrizione:«Tutti noi abbiamo diverse ‘madri’ – intellettuali, ispiratrici, politiche – Rebecca Solnit è una delle mie»
Emma Watson

«Scegliere di essere una principessa va assolutamente bene. È quando non si può scegliere che non va bene. Questa Cenerentola è libera di scegliere di esprimere i propri desideri e darsi da fare per realizzarli. Questo è il dono di Rebecca Solnit ai bambini e ai ragazzi di oggi»
School Library Journal

«Rebecca Solnit è la voce della resistenza»
New York Times Magazine

UNA DELLE FIABE PIÙ AMATE DI SEMPRE RISCRITTA DALLA PALADINA DEL FEMMINISMO CONTEMPORANEO

C’era una volta una bambina di nome Cenerentola, costretta a servire una crudele matrigna e due indifferenti sorellastre. Finché un bel giorno incontra la sua fata madrina, va a un ballo e conosce il principe. È la fiaba che tutti conosciamo, ma è solo l’inizio di questa storia. Qui Cenerentola vuole farsi degli amici, imparare a non rinnegare il suo passato, a migliorare il presente e a realizzare i suoi sogni senza aver timore di chiedere aiuto agli altri. In sella al suo cavallo pomellato e con una fetta di torta sempre pronta da offrire, insegna a tutti la libertà di scegliere. Un classico con finale a sorpresa in cui tutti hanno diritto a una seconda possibilità.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Saper decidere"
Editore: Il Mulino
Autore: Rino Rumiati
Pagine:
Ean: 9788815354983
Prezzo: € 6.49

Descrizione:
Scegliere fra più alternative è qualcosa che facciamo tutti e per tutta la vita, fin da quando, bambini, decidiamo se dividere o meno la merenda con il compagno di banco. Decidere è un processo incerto, difficile, anche logorante. Ma si può imparare a gestirlo? Quali strategie adotta la mente per non essere condizionata dai tanti potenziali inciampi cognitivi ed emozionali cui è esposta? Una guida per orientarsi tra la fatica di decidere, le false credenze, le paure in gioco e la tentazione di affidarci al caso o, magari, agli algoritmi.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'amore, sempre"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Attilio Stajano
Pagine:
Ean: 9788833533780
Prezzo: € 11.99

Descrizione:L'esperienza della malattia terminale rappresenta una sfida gravida di significato non solo per i malati, ma per tutta la società, che su di essa può e deve misurare la propria capacità di accogliere e aiutare le persone, anche quando la loro vita è ormai priva di prospettive. Ma che cosa accade nei luoghi dove i malati trascorrono gli ultimi giorni o le ultime settimane della loro esistenza? Quali emozioni si intrecciano, quali dialoghi nascono, quali sentimenti maturano? Le storie raccolte da Attilio Stajano – qui presentate in una nuova edizione, arricchita da un'appendice sulle prassi e le norme sul fine vita adottate nei principali paesi europei – riflettono vicende e sensibilità molto diverse, ma presentano un tratto comune: alla fine, quando i gesti e le parole fatalmente si rarefanno, resta solo l'amore. Mettersi in paziente e sensibile ascolto di chi ci sta per lasciare può insegnarci molto riguardo al significato profondo della vita e della morte. Soprattutto ci insegna a vivere meglio, fino alla fine.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Felicità"
Editore: Il Mulino
Autore: Paolo Legrenzi
Pagine:
Ean: 9788815355003
Prezzo: € 6.49

Descrizione:
Per quali vie la mente ostacola o favorisce la ricerca della felicità? L’espansione del proprio io, la prospettiva temporale soggettiva, l’individuazione delle cause dei nostri successi e guai, l’illusione di poter controllare tutto quello che ci capita sono processi psichici alla base del nostro abituale modo di agire e di pensare. Capirli può aiutarci a non cadere in inganno, perché ciò che ci impedisce di essere felici è nella nostra mente, non nel mondo.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'amore, sempre"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Attilio Stajano
Pagine:
Ean: 9788833533797
Prezzo: € 11.99

Descrizione:L'esperienza della malattia terminale rappresenta una sfida gravida di significato non solo per i malati, ma per tutta la società, che su di essa può e deve misurare la propria capacità di accogliere e aiutare le persone, anche quando la loro vita è ormai priva di prospettive. Ma che cosa accade nei luoghi dove i malati trascorrono gli ultimi giorni o le ultime settimane della loro esistenza? Quali emozioni si intrecciano, quali dialoghi nascono, quali sentimenti maturano? Le storie raccolte da Attilio Stajano – qui presentate in una nuova edizione, arricchita da un'appendice sulle prassi e le norme sul fine vita adottate nei principali paesi europei – riflettono vicende e sensibilità molto diverse, ma presentano un tratto comune: alla fine, quando i gesti e le parole fatalmente si rarefanno, resta solo l'amore. Mettersi in paziente e sensibile ascolto di chi ci sta per lasciare può insegnarci molto riguardo al significato profondo della vita e della morte. Soprattutto ci insegna a vivere meglio, fino alla fine.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le grandi storie horror. Sullisola di Jurassic Park"
Editore: Gallucci
Autore: Ionit Zilberman
Pagine:
Ean: 9788893489577
Prezzo: € 3.99

Descrizione:Adam apre il libro delle Grandi storie horror e si ritrova su unisola popolata da dinosauri in carne e ossa. Tra velociraptor affamati, dilofosauri che sputano veleno e un T-Rex alto sei metri, riuscirà a sopravvivere nello spaventoso mondo di Jurassic Park?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Valerio e la scomparsa del professor Boatigre"
Editore: Gallucci
Autore: Luca Poldelmengo
Pagine:
Ean: 9788893489706
Prezzo: € 4.99

Descrizione:Una mattina non si trovano più cani, gatti, furetti, cavie, tartarughe La maestra dice di stare tranquilli, che unonda gravitazionale ha investito la Terra ma gli animali domestici torneranno. I ragazzi della quinta B sono invece convinti che siano stati rapiti. Come se non bastasse, pure il professor Boatigre è sparito. Bisogna subito fare qualcosa. Valerio si butta nelle indagini con laiuto di Carlotta e di un cannocchiale dai poteri straordinari. Insieme scopriranno la chiave del mistero. Ma i grandi saranno in grado di reggere la verità? «Il professor Boatigre è introvabile. Prima che lo rapissero stava studiando una razza molto particolare di pitone. E indovina? È sparito anche lui!»

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Conosci la natura. la VOLPE"
Editore: Gallucci
Autore: Renée Rahir
Pagine:
Ean: 9788893489683
Prezzo: € 6.99

Descrizione:Scopri tutto sulle volpi! Esplora il territorio di questa astutissima amica, impara cosa mangia, vedi come convive con gli altri animali e cosa fa tutto il giorno. Apri il libro ed entra nel mondo incontaminato della natura! Il terzo titolo di una nuova serie che ti porta a conoscere in tutta sicurezza gli abitanti del mondo selvatico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Parole di Vita"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025181
Prezzo: € 4.50

Descrizione:

Sommario


Editoriale

Annalisa Guida

SENTIERI DI PAROLE

Sebastiano Pinto

IN PRINCIPIO ERA IL FRAMMENTO

Annalisa Guida

«PRENDI IL LIBRO E DIVORALO»

Laura Invernizzi

LA SCRITTURA DELL’ALLEANZA

Ombretta Pettigiani

LA TORÀ: VIA DI DIO

Guido Benzi

LA «COSCIENZA CANONICA»

DELLA TORÀ

Sebastiano Pinto

BIBLIOGRAFIA RAGIONATA

Furio Biagini

INTERPRETAZIONE EBRAICA

DELLE SCRITTURE

Luca Mazzinghi

IL PENTATEUCO E I CRISTIANI:

UN RAPPORTO DA RICOSTRUIRE

Marco Tibaldi

IL PENTATEUCO NELLA SCUOLA:

LA CREAZIONE

PER SAPERNE DI PIÙ

Marcello Panzanini

Dai monaci editori agli scrittori professionisti

MEN AT WORK

Valeria Poletti

«Per capire la storia, rifarsi ad un tempo remoto»

APOSTOLATO BIBLICO

Alessandro Zavattini

Esperienze narrative e attive con la Bibbia

VETRINA BIBLICA

ARTE

Marcello Panzanini

Fotogrammi ricchi di teologia:

Mosè sul Monte Sinai, di Bartolo di Freddi

 

_____________________________________________

Editoriale 

Negli ultimi cinque anni la nostra rivista si e occupata di temi biblici trasversali: la costituzione conciliare Dei Verbum sulla divina rivelazione; dodici personaggi (sei dell’Antico e sei del Nuovo Testamento); sentimenti, affetti ed emozioni. Al momento di compiere sessantacinque anni, torniamo a introdurre e accompagnare la lettura di libri della Bibbia. Cominciamo dall’inizio, in senso non solo spaziale (i primi di una serie), ma anche qualitativo (i libri fondanti). Essi infatti rappresentano, nel loro insieme, il punto di partenza di fili tematici che testi successivi riprenderanno come propria trama o che utilizzeranno come spunto per variazioni originali. Il consiglio di redazione ha individuato dodici temi. Quest’anno si approfondiranno: dalla parola al libro; alleanze; famiglie e generazioni; memoria; cibo; legislazione. Il prossimo: terra; servizio; storia e senso della storia; leader, istituzioni e poteri; popolo di Dio; corpo. Si tratta insomma di indicare e aprire varchi d’accesso per entrare con consapevolezza nel Pentateuco. La loro successione non presuppone una scala discendente di importanza, perche tutti attraversano i cinque libri e concorrono in egual misura alla ricchezza del tutto. Forse si puo escludere il primo, quello del presente fascicolo, di chiara natura introduttiva. Sebastiano Pinto lo apre con un articolo che illustra a grandi linee la storia delle ipotesi circa la formazione del Pentateuco, dal Settecento ad oggi, senza sorvolare sulle questioni che rimangono aperte (la rivelazione tra storia e fede, il rapporto tra lettera e Spirito). Complementare ad esso e la bibliografia ragionata, in cui il medesimo autore presenta le introduzioni piu significative e i manuali piu diffusi sul Pentateuco, pubblicati in italiano negli ultimi vent’anni. Annalisa Guida e Marcello Panzanini si concentrano sul supporto fisico, materiale, che ha permesso alla memoria e alla scrittura di Israele di attraversare i secoli e giungere fino a noi. La prima tratteggia la storia del passaggio dal rotolo di papiro al codice in pergamena al libro di carta, soffermandosi sui rotoli del Mar Morto e sugli Exsultet. Il secondo invece contestualizza l’attività degli amanuensi medievali in ambito, soprattutto, monastico, con un accenno ai miniaturisti. Di taglio più biblico i contributi di Laura Invernizzi, Ombretta Pettigiani e Guido Benzi. La prima approfondisce la portata della messa per iscritto della legge dettata da Dio nel libro dell’alleanza da parte di Mosè. Ricorrendo alle categorie della narratologia, evidenzia la contiguità che si crea tra popolo e lettore, così che l’impegno etico, con cui il popolo risponde allo scritto dell’alleanza impegnandosi, diventa per il lettore appello a una ricezione altrettanto entusiasta dello scritto che ha in mano, disponibile a mettere in pratica quanto vi trova, prima ancora di capirlo. Tale contiguità sta all’origine di quello che Guido Benzi chiama «coscienza canonica», cioè il sorgere, nelle comunità in cui nasce la Bibbia, di una convinzione secondo la quale determinati scritti sono normativi per la fede e la vita della comunità stessa. Ombretta Pettigiani, infine, mostra come non sia corretto ridurre il Pentateuco al materiale legislativo in esso contenuto. La legge ha sì un significato profondo e un ruolo importante, ma in quanto pensata dentro qualcosa di più ampio (l’alleanza) e posta a servizio della reciproca appartenenza tra Dio e il suo popolo. Non stupisce dunque che la tradizione ebraica denomini i primi cinque libri come Torà (insegnamento, istruzione), e neppure che sia letta in sinagoga tutta nel corso di un anno. La centralità, che essa occupa nella visione religiosa ebraica, insieme alla torà orale (ovvero il Talmùd), è evidenziata da Furio Biagini, che nel corso dei due anni, apporterà la sua prospettiva di ebreo credente. Ogni numero sarà arricchito anche da rubriche fisse come, per esempio, «Il Pentateuco nella scuola» (Marco Tibaldi) e «Men at work» (Valeria Poletti) sulle riletture che l’arte ha offerto di testi e personaggi del Pentateuco. Dunque, buona lettura.

Marco Zappella



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Glocalism. Five years of culture, politics and innovation"
Editore: Giappichelli
Autore:
Pagine:
Ean: 9788892183223
Prezzo: € 16.99

Descrizione:Glocalism: Journal of Culture, Politics and Innovation is a peer-reviewed, open access and cross-disciplinary journal that aims at stimulating increasing awareness and knowledge around the new dynamics that characterize glocal reality. A journal on glocalism that corresponds with the very concept of being glocal and that wants to be recognized in a cultural-academic context, can only be available on-line. This availability refers to the ease with which it can be consulted and used by a potentially broad base of users on a global scale, the simplified editorial management and the possibility it affords to generate debate and discussion far more easily on the questions that will be dealt with in each issue of the journal. After five years of life, though, the editors have decided to select, collect and publish on paper some articles that are more representative than others, in order to summarize and show the richness and the depth which distinguished the activity of Glocalism until now and which will hopefully mark its future issues online at https://glocalismjournal.org

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ai tempi del Bœuf sur le toit"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Maurice Sachs
Pagine:
Ean: 9788833533995
Prezzo: € 16.99

Descrizione:Che cosa fosse il Bœuf sur le toit e perché rappresenti un certo mondo e un'epoca è presto detto: in questo celebre cabaret parigino, fondato nel 1921, si ritrova tutto l'ambiente artistico d'avanguardia nel periodo tra le due guerre. I «tempi» di cui Maurice Sachs racconta in questa sorta di journal intime (dal taglio romanzesco, ma in realtà reportage esatto di un'epoca) sono i cosiddetti anni «folli», quelli compresi tra la fine della prima guerra mondiale e il crollo di Wall Street (1929), quando Parigi era al centro della scena mondiale della cultura e dell'arte. Nelle brillanti e divertenti pagine di questo «diario» si alternano notazioni futili (la moda, le acconciature, le stravaganze di un mondo spesso fatuo), saporosi aneddoti (che hanno magari come protagonisti scrittori, artisti e musicisti, come Gide, Cocteau, Picasso, Picabia, Satie, Djagilev…), e la cronaca di una vita intellettuale ardita e intensa, che ha lasciato il suo segno nel '900. Un libro tutto da godere, tradotto per la prima volta in italiano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ai tempi del Bœuf sur le toit"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Maurice Sachs
Pagine:
Ean: 9788833534008
Prezzo: € 16.99

Descrizione:Che cosa fosse il Bœuf sur le toit e perché rappresenti un certo mondo e un'epoca è presto detto: in questo celebre cabaret parigino, fondato nel 1921, si ritrova tutto l'ambiente artistico d'avanguardia nel periodo tra le due guerre. I «tempi» di cui Maurice Sachs racconta in questa sorta di journal intime (dal taglio romanzesco, ma in realtà reportage esatto di un'epoca) sono i cosiddetti anni «folli», quelli compresi tra la fine della prima guerra mondiale e il crollo di Wall Street (1929), quando Parigi era al centro della scena mondiale della cultura e dell'arte. Nelle brillanti e divertenti pagine di questo «diario» si alternano notazioni futili (la moda, le acconciature, le stravaganze di un mondo spesso fatuo), saporosi aneddoti (che hanno magari come protagonisti scrittori, artisti e musicisti, come Gide, Cocteau, Picasso, Picabia, Satie, Djagilev…), e la cronaca di una vita intellettuale ardita e intensa, che ha lasciato il suo segno nel '900. Un libro tutto da godere, tradotto per la prima volta in italiano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Post-Genocide Redress in Rwanda"
Editore: Giappichelli
Autore: Simona Pinton
Pagine:
Ean: 9788892184411
Prezzo: € 36.99

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una donna quasi perfetta"
Editore: Garzanti Libri
Autore: Madeleine St John
Pagine:
Ean: 9788811815822
Prezzo: € 9.99

Descrizione:

Londra. Attraverso le grandi finestre si scorgono i sontuosi salotti. Sui tavolini con le tovaglie ricamate non manca mai un servizio da tè in fine porcellana. Lì, con una tazza in mano, le donne si confidano le une con le altre, si danno manforte, si studiano tra un sorriso e l’altro. Nei loro pomeriggi con le amiche è così anche per Flora, Gillian e Lydia.

Tutte e tre sono convinte di avere una vita quasi perfetta. La prima ha un marito che ama e due splendidi bambini. Gillian ha una relazione con un uomo sposato che però spera possa trasformarsi in qualcosa di più. E infine Lydia è sicura di poter vincere la medaglia di amica dell’anno. Ma quando le loro vite si incrociano all'improvviso capiscono che non sempre le cose vanno come si desidera.

Ed è allora che devono scegliere che persona vogliono essere. Che tipologia di donna vogliono diventare. Al di là di quello che la società chiede loro. Al di là di quello che gli uomini vogliono da loro. Perché è più semplice avere qualcuno che consiglia cosa dire e cosa fare. Prendere decisioni non convenzionali può fare paura. Ma Flora, Gillian e Lydia stanno per scoprire che è la sola strada verso la libertà.

Madeleine St. John con le Signore in nero è stata la sorpresa editoriale del 2019. Per mesi in vetta alle classifiche grazie ad un passaparola che non so è mai fermato, ha convinto la stampa più autorevole. Un’autrice di cui la letteratura aveva bisogno che ora torna con un altro gioiello. Una storia in cui tre donne vengono a patti con quello che vogliono dalle loro vite rispetto a quello che il mondo si aspetta da loro. Cosa che per le donne non è mai scontata, in qualunque epoca e a qualunque età.    



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una donna quasi perfetta"
Editore: Garzanti Libri
Autore: Madeleine St John
Pagine:
Ean: 9788811815839
Prezzo: € 9.99

Descrizione:

Londra. Attraverso le grandi finestre si scorgono i sontuosi salotti. Sui tavolini con le tovaglie ricamate non manca mai un servizio da tè in fine porcellana. Lì, con una tazza in mano, le donne si confidano le une con le altre, si danno manforte, si studiano tra un sorriso e l’altro. Nei loro pomeriggi con le amiche è così anche per Flora, Gillian e Lydia.

Tutte e tre sono convinte di avere una vita quasi perfetta. La prima ha un marito che ama e due splendidi bambini. Gillian ha una relazione con un uomo sposato che però spera possa trasformarsi in qualcosa di più. E infine Lydia è sicura di poter vincere la medaglia di amica dell’anno. Ma quando le loro vite si incrociano all'improvviso capiscono che non sempre le cose vanno come si desidera.

Ed è allora che devono scegliere che persona vogliono essere. Che tipologia di donna vogliono diventare. Al di là di quello che la società chiede loro. Al di là di quello che gli uomini vogliono da loro. Perché è più semplice avere qualcuno che consiglia cosa dire e cosa fare. Prendere decisioni non convenzionali può fare paura. Ma Flora, Gillian e Lydia stanno per scoprire che è la sola strada verso la libertà.

Madeleine St. John con le Signore in nero è stata la sorpresa editoriale del 2019. Per mesi in vetta alle classifiche grazie ad un passaparola che non so è mai fermato, ha convinto la stampa più autorevole. Un’autrice di cui la letteratura aveva bisogno che ora torna con un altro gioiello. Una storia in cui tre donne vengono a patti con quello che vogliono dalle loro vite rispetto a quello che il mondo si aspetta da loro. Cosa che per le donne non è mai scontata, in qualunque epoca e a qualunque età.    



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una sfida culturale"
Editore: Giappichelli
Autore: Alberto Piazza, Gianfranco Ravasi
Pagine:
Ean: 9788892184428
Prezzo: € 4.99

Descrizione:Davvero tale, profonda e benissimo argomentata, quella su Fede e Ragione, tra il Cardinale Gianfranco Ravasi, biblista ed ebraista, teologo e umanista nel senso più pieno, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, e il prof. Alberto Piazza, biologo e genetista di valore internazionale, Presidente della Accademia delle Scienze di Torino. Se ne leggono le approfondite, vivaci valutazioni e le accattivanti esemplificazioni in pagine di sempre trasparente chiarezza e di robusta sostanza, espressione di una cultura esemplare, ricca e raffinata.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Concilium - 2020/1"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025204
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Indice

Carlos Mendoza-Álvarez – Thierry-Marie Courau, Editoriale

Abstracts 

I. Violenze, resistenze e spiritualità

1. Violenze

1.1 Raúl Zibechi, Accumulazione per furto e violenza sistemica 

Introduzione

I/ Estrattivismo o società estrattiva?

II/ Accumulazione per espropriazione o guerra contro i popoli?

III/ Democrazia o campo di concentramento?

1.2 Gina Marcela Arias Rodríguez – Luis Adolfo Martínez Herrera,

Transizioni, resistenze e movimento delle donne.

Una prospettiva a partire dal caso colombiano 

I/ Scenario di transizione: decalogo di promesse su sfondi instabili

II/ Elementi generali di contesto alla luce delle esperienze di transizione nel caso colombiano

III/ Movimento sociale di donne e resistenze di fronte alla guerra

IV/ A mo’ di chiusura

2. Resistenze

2.1 Gustavo Esteva Figueroa, Prendersi cura della casa comune 

I/ Introduzione

II/ Il modo Greta

III/ Imparare dall’esperienza

IV/ L’insurrezione in corso

1/ Il sentimento antipatriarcale

2/ Il senso delle proporzioni

3/ Buon senso

4/ Sussistenza autonoma

5/ Recupero del suolo e della virtù

V/ Lo spiraglio è aperto

2.2 Susan Abraham, Le donne nelle loro varie lotte: l’attivismo spirituale come conoscenza “altra”

3. Spiritualità

3.1 Sofía Chipana Quispe, Saperi e spiritualità relazionali in Abya Yala

I/ Parola che vive

II/ Sapienze ancestrali in resistenza

1/ Cinque secoli di resistenza

2/ Cosa saremmo stati, se avessimo potuto esserlo?

III/ La sapienza della crescita amorevole della vita

1/ Sapienze reciproche nella crescita della vita

2/ Princìpi e valori eterni

IV/ Il tessuto delle spiritualità relazionali in Abya Yala

1/ Intrecciare le nostre spiritualità

2/ Le fonti delle spiritualità relazionali

V/ Ricercando la reciprocità della guarigione


3.2 Cleusa Caldeira, Teo-quilombismo: resistenze spirituali afro-brasiliane 

Introduzione

I/ Il razzismo come processo di (auto)annientamento

II/ Quilombismo come decolonizzazione radicale

III/ Il “divenire nero” come esperienza ontologica

IV/ Resistenze spirituali: Muquifu e chiesa delle Sante Nere

Considerazioni finali

3.3 José de Jesús Legorreta Zepeda,

Comunità diverse inabitate dalla Rua divina 

I/ Il “sintomo comunitario” come denuncia e costruzione del futuro

II/ E la “comunità ”cristiana?

III/ Comunità di fede, resistenza e “futuri degni” abitati dallo Spirito

3.4 Juan Carlos La Puente Tapia, Resistenze, forza messianica dell’an-archia divina

I/ Evocazioni e provocazioni

II/ Cambiamento epistemico: l’ascolto, l’amicizia e la comunione con le ferite aperte che ci uniscono

III/ Cambiamento antropologico: amicizia nella Vita

IV/ Cambio di temporalità: azioni creatrici, trasgressive e simboliche

V/ Vocazione

VI/ Convocazione

II. Forum teologico 113

1. Alfredo Ferro Medina, Dal Vaticano II al sinodo sull’Amazzonia: verso una Chiesa sinodale

I/ Introduzione

II/ Sinodo come processo

III/ Invito a una conversione ecclesiale e sinodale

IV/ Chiesa in uscita, samaritana e profetica, che difende la vita e se ne prende cura


2. Agenor Brighenti, La riforma della curia romana

I/ Introduzione

II/ Riformare la curia: una rivendicazione che viene da lontano

III/ La riforma della curia: un’attesa di rinnovamento del Vaticano II

IV/ La riforma di Francesco: il primato della sinodalità ecclesiale

V/ A mo’ di conclusione

3. Francis Schüssler Fiorenza, Johann Baptist Metz (1928-2019). In memoriam

III. Rassegna bibliografica internazionale



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rivista di Pastorale Liturgica"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025211
Prezzo: € 6.00

Descrizione:

Editoriale

2 D. Cravero

Media e liturgia:

vigilanza e intelligenza

Studi

4 G. Riva

La logica del digitale

9 P. Benanti

Digitale, presenza, partecipazione

14 N. Valli

Liturgia e tecnica:

storia di amore e diffidenza

19 A. Grillo

Spazio e tempo 3.0

24 M. Belli

Ma la messa in TV «vale»?

29 G. Tornambè

Uso e abuso dei media nella liturgia

34 D. Cravero

Simbolico rituale, simbolico digitale

Formazione

39 M. Rondonotti

Schede

1. Riti e preghiere in digitale

44 V. Scarfia

Liturgia e disabilità: percorsi

1. Riti, media e disabilità

48 A. Giardina

Pietà popolare e liturgia

1. Quaresima e Settimana santa

Sussidi e Testi

53 D. Locatelli

Preparare l’omelia

navigando in rete

57 C. Paniccia

Formarsi on line

62 L. Peyron

Una App per pregare

Segnalazioni

 

Domenico Cravero

Media e liturgia: vigilanza e intelligenza

A suo modo l’era digitale è un segno dei tempi. Costituisce un punto di vista da cui osservare il mutamento delle forme simboliche e il loro diffondersi e consolidarsi. Invenzione tecnica e comportamenti di massa si influenzano reciprocamente. Non sono solo i media che condizionano il costume, è anche la cultura postmoderna che domanda tecnologie nuove. Media e società evolvono indipendentemente ma contemporaneamente. È evidente la direzione: tutto può essere messo a confronto, tutto è possibile diversamente, si può discutere ogni cosa, i giochi sono sempre aperti. La società si presenta senza centro e senza direzioni. Ognuno deve scegliere, a proprio rischio, tra possibilità sempre plurali. La circolarità delle reti si radica nella società aperta. La narrazione diventa pratica di massa, in un’inedita collaborazione tra professionisti e amatori. Si attiva un processo d’inclusione incessante, il cui principio non è gerarchico ma funzionale, non dice che cosa sia vero o giusto ma che cosa piaccia o serva. Nel progressivo indebolimento delle comunità fisiche, cambia anche il concetto e l’esperienza dei legami: il loro numero si misura con i like, la loro intensità con i followers. L’autorevolezza dipende dalla capacità dell’influencer. Cambia anche il processo psicologico dell’identità, che diventa l’arte di rendersi compatibili, cantiere sempre aperto a ogni possibilità. L’individuo contemporaneo è fondamentalmente uno spettatore: le persone si comportano come se fossero guardate, perché sono costantemente connesse. Nella quarta rivoluzione industriale, presenza, partecipazione, mediazione acquistano significati diversi. La tecnologia cambia il modo di intendere la realtà (non più solo fisica, ma anche virtuale e aumentata) dove s’intrecciano in coevoluzione comunicazione e socializzazione, riflessività e partecipazione, pubblico e privato. Nei social, le persone si riducono a profili. Le comunicazioni sono veloci e poco adatte per concentrarsi sulla complessità dei sentimenti. È sempre meno frequente iniziare la conversazione con un: «Come stai?». Viene spontaneo chiedere innanzitutto: «Dove sei?» o «Cosa fai?». Nel progressivo indebolimento delle comunità, gli amici digitali servono per posizionarsi all’interno dei social e capire di chi sono ‘meno’ e di chi sono ‘più’. I flaneur digitali inventano i modi di dire che ci sono, in un orizzonte di possibilità, gestito comunicativamente attraverso la circolarità delle reti, che rendono possibili strati sempre più complessi di reciprocità, anche attraverso la crescita esponenziale di contenuti (testi, audio, foto, video). Si apre una nuova relazione tra comunicazione interpersonale e di massa. L’individuo vive il sociale sempre più come evento. È ovvio domandarsi che cosa diventi l’opera d’arte, nell’epoca della riproducibilità. La liquidità ha però il suo fascino: l’Io si sente più libero, espandibile alla virtualità. Ne fa lo strumento di osservazione del mondo. Si scopre però più solitario. La circolarità delle reti e il mondo liquido che ne consegue, comportano infatti una fatica mentale sovrumana, sempre alla ricerca di oasi di pace. La frammentazione dei rapporti e il politeismo dei valori disincantano il mondo, i riti lo re-incantano perché sono forme dell’affezione. Più le reti dissolvono, più i naufraghi cercano riparo nei riti. Pregare e celebrare nell’era del digitale non è però la stessa cosa di prima. Spazio e tempo nella esperienza del digitale non coincidono con le esigenze dei riti. Le forme espressive della creatività e della libertà dei mondi virtuali si sganciano dai corpi. Ma non c’è rito senza carne. I dispositivi digitali svincolano la comunicazione dalla presenza fisica, frammentano l’esperienza somatica nel virtuale, liberano dalla necessità di sincronizzare i corpi. Le ritualità invece ristabiliscono il corpo intero. Riscattano dalla quotidianità, attraverso performance vere. Realizzano ciò che i media promettono ma compiono solo virtualmente. La liturgia è un atto che chiede partecipazione attiva, non si riduce a orecchi e occhi. Il Dio, fatto carne, tocca il credente nella sua propria carne. Non sussiste nessuna celebrazione sacramentale e liturgica che prescinda dalla materialità. La rivelazione consiste nell’inaugurazione di una possibilità relazionale reale con Dio. Nella realtà virtuale o aumentata, la persona non sta interagendo con nessuno se non con se stesso. L’uso dei media nella liturgia potrebbe rivelarsi presto un abuso e non è rara l’impressione che la tecnologia, pur sofisticata, non sortisca effetto nel creare le condizioni per una vera celebrazione. Tuttavia, non necessariamente i media nella liturgia segnano una regressione. Possono anche imprimere una progressione. Il rapporto con il rito, infatti, non è mai immediato. Ci sono sempre mediazioni, anche nascoste: il vissuto devozionale, la visione teologica, l’inconscio affettivo. Ci vuole vigilanza e intelligenza per restituire ai riti il loro orizzonte complesso.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Viaggio nel tempo e nello spazio liturgico"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Francesca Leto
Pagine:
Ean: 9788825047509
Prezzo: € 7.70

Descrizione:

Un saggio sull’architettura liturgica

che si fa diario; un cammino di ricerca

sulla relazione tra spazio e rito che

si fa racconto. Francesca Leto ci conduce

in un viaggio scandito dall’anno

liturgico nel quale, giorno dopo giorno, incanto

e stupore aumentano: la pietra, gli stucchi, le

vetrate e gli alti campanili prendono pian piano

parola. Il mondo statico dell’architettura ecclesiastica

e degli oggetti rituali si risveglia. E danza,

fluttua, tra luci e canti, penombre e silenzi,

incenso e processioni, nella vitalità delle azioni

liturgiche. I grandi o piccoli edifici, chiese parrocchiali

o cappelle monastiche descritti in questo

taccuino rivelano il mondo come ambiente

divino. L’autrice è partita con la curiosità di un

architetto e la fiducia di un pellegrino. Conoscere

l’architettura sacra attraverso il suo racconto

è scoprire un mondo dove Dio abita con il suo

popolo.

 

Francesca Leto è architetto e dottore in teologia con

specializzazione in liturgia pastorale. Tiene lezioni

e corsi in diversi istituti e facoltà teologiche. È vincitrice

della VI edizione Concorso progetti pilota CEI

per la costruzione di una nuova chiesa. Partecipa in

qualità di architetto e/o liturgista a numerosi concorsi

per nuove chiese. Si occupa di adeguamenti liturgici.

È autrice di vari articoli in riviste e pubblicazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU