Articoli religiosi

Ebook



Titolo: "MICROBIOTA"
Editore: Gribaudo
Autore: AA.VV.
Pagine:
Ean: 9788858035801
Prezzo: € 11.99

Descrizione:Sempre più ricerche evidenziano come il microbiota, cioè l’insieme dei microrganismi che popolano il nostro intestino, sia fondamentale per la salute: la flora batterica dell’intestino (chiamato non a caso “il secondo cervello”) ha infatti funzione protettiva, aiuta il sistema immunitario e, a quanto sembra, influenza il nostro umore. Questo libro, realizzato in collaborazione con la Fondazione Danone, raccoglie le testimonianze di otto qualificati esperti, ognuno dei quali analizza e spiega un aspetto di questo meraviglioso meccanismo, raccontando in un linguaggio semplice e accessibile le basi, ma anche le scoperte più recenti: dall’importanza del microbiota nei primi tre anni di vita del bambino al rapporto fra intestino e attività fisica, passando ovviamente dalla tavola e dagli alimenti funzionali del presente e del futuro. Dalla teoria alla pratica, il libro contiene anche un menu di ricette, pensato per avviare un “ciclo detox” di una settimana, ideato specificatamente per rinforzare la flora batterica. 

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tutto il sapore di erbe e spezie"
Editore: Gribaudo
Autore: AA.VV.
Pagine:
Ean: 9788858035832
Prezzo: € 5.99

Descrizione:Il meglio della cucina vegetariana: tante delizie a base di verdure, cereali, legumi, uova e formaggi per gustare tutto il sapore di uno stile di vita sano, che fa bene all’uomo e all’ambiente. Scegliete i vostri piatti preferiti tra ricette genuine ed equilibrate, che spaziano dai grandi classici alle nuove tendenze, senza mai rinunciare al gusto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Peter Pan"
Editore: Gribaudo
Autore: James Matthew Barrie
Pagine:
Ean: 9788858036419
Prezzo: € 6.99

Descrizione:La storia fantastica di un bambino che non vuole crescere, la sua inseparabile amica Campanellino, il terribile Capitan Uncino e un gruppo di Bimbi Sperduti che vivono incredibili avventure in un luogo magico chiamato Isola che non c’è.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pachidermi e pappagalli"
Editore: Feltrinelli
Autore: Carlo Cottarelli
Pagine:
Ean: 9788858842461
Prezzo: € 9.99

Descrizione:Questo libro parla di come la realtà economica viene percepita e, soprattutto, di come la si vuole far percepire. Parla di false informazioni che circolano da parecchio tempo e sono ormai considerate verità assolute che costituiscono, per molte persone, la realtà. Una volta le si chiamava “palle” o “bufale”, oggi si chiamano “fake news”. Carlo Cottarelli ci accompagna tra i molti pregiudizi che affollano le nostre idee sull’economia, come quelli sulle banche, che non presterebbero soldi perché se li vogliono tenere e che ci sarebbe toccato salvare con 60 miliardi di soldi pubblici. E poi le invenzioni sui tecnocrati, incapaci e corrotti, che ci avrebbero fatti entrare nell’euro a un cambio sbagliato. Proseguendo con le bufale sulle pensioni, secondo cui i problemi del nostro sistema previdenziale non deriverebbero dall’invecchiamento della popolazione, ma dalla perfidia di qualche ministro. E arrivando alle bugie sull’Europa e sul complotto dei poteri forti, oscure potenze nordiche che vogliono affamare i paesi mediterranei. Certo, spesso queste storie contengono elementi di verità. Se vogliamo capire l’economia italiana e quella mondiale è tuttavia importante saperli separare dalle esagerazioni create ad arte sui social e sui media tradizionali, quasi sempre per indirizzare l’opinione pubblica secondo strategie ben definite. Con un’analisi limpida e schietta, Carlo Cottarelli ci aiuta a distinguere il vero dal falso e a riconoscere le bufale che compromettono la nostra capacità di scegliere. Per avere le idee più chiare sul futuro che vogliamo. “Leggerlo equivale a un esercizio di igiene mentale” Corriere Della Sera

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le case del lago"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Carlo Coccioli
Pagine:
Ean: 9788833536019
Prezzo: € 14.99

Descrizione:Nel suo buen retiro sulle rive di un lago messicano (il Lago degli Abissi), un maturo intellettuale, certo di essere destinato a morire presto, racconta a un enigmatico interlocutore una storia perturbante di sesso, amore e delitto. Al centro degli eventi è la piccola comunità che occupa le tre solitarie case di villeggiatura (la Senza Nome, la Pagoda, il Purgatorio): nella prima abita il narratore col suo giovane compagno «miracolato» Damaso, gli angelici cani Maximus e Minimus e l’arcaica domestica italica; nelle altre due è distribuita una numerosa famiglia americana di origine ebraica quasi al completo – dalla teatrale nonna Lia fino ai nipoti Pierce, hippy-«arancione», e Tadeusz, inquietante efebo tredicenne – con i nerissimi famigli e l’ospite Monsieur Cavalcantì, la cui misteriosa scomparsa è il motore della vicenda. Unico «giallo» nella produzione dell’autore, Le case del lago è un esperimento di grande audacia: il terso impianto alla Agatha Christie, contaminato dal paranormale e da morbose suggestioni erotiche che quasi lo trasfigurano in un arazzo gotico, e attraversato dalla fremente interrogazione esistenziale-escatologica del narratore, accoglie notazioni sapide e momenti di autentica poesia, che conferiscono al racconto un’assoluta originalità narrativa, in puro «stile Coccioli».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le case del lago"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Carlo Coccioli
Pagine:
Ean: 9788833536026
Prezzo: € 14.99

Descrizione:Nel suo buen retiro sulle rive di un lago messicano (il Lago degli Abissi), un maturo intellettuale, certo di essere destinato a morire presto, racconta a un enigmatico interlocutore una storia perturbante di sesso, amore e delitto. Al centro degli eventi è la piccola comunità che occupa le tre solitarie case di villeggiatura (la Senza Nome, la Pagoda, il Purgatorio): nella prima abita il narratore col suo giovane compagno «miracolato» Damaso, gli angelici cani Maximus e Minimus e l’arcaica domestica italica; nelle altre due è distribuita una numerosa famiglia americana di origine ebraica quasi al completo – dalla teatrale nonna Lia fino ai nipoti Pierce, hippy-«arancione», e Tadeusz, inquietante efebo tredicenne – con i nerissimi famigli e l’ospite Monsieur Cavalcantì, la cui misteriosa scomparsa è il motore della vicenda. Unico «giallo» nella produzione dell’autore, Le case del lago è un esperimento di grande audacia: il terso impianto alla Agatha Christie, contaminato dal paranormale e da morbose suggestioni erotiche che quasi lo trasfigurano in un arazzo gotico, e attraversato dalla fremente interrogazione esistenziale-escatologica del narratore, accoglie notazioni sapide e momenti di autentica poesia, che conferiscono al racconto un’assoluta originalità narrativa, in puro «stile Coccioli».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Specchi infiniti"
Editore: Donzelli
Autore: Andrea Sangiovanni
Pagine:
Ean: 9788855221818
Prezzo: € 19.99

Descrizione:Viviamo talmente immersi nel flusso dei media da considerarlo come un ambiente «naturale», dimenticandoci spesso del suo carattere storico e culturale. I mass media sono invece prodotti culturali complessi nei quali la dimensione tecnologica e narrativa, la sfera sociale e politica, gli aspetti economici e istituzionali si integrano e si sostengono a vicenda: vanno affrontati, dunque, come un sistema articolato, tenendo insieme le varie dimensioni. Specchi infiniti racconta lo sviluppo del sistema dei media all’indomani della seconda guerra mondiale, analizzando l’evoluzione dei singoli media e la loro interazione con lo sviluppo sociale, economico e politico del paese, oltre che il modo in cui questi due processi hanno contribuito a formare il suo immaginario. Dai rotocalchi ai fumetti, dai giornali ai libri, dalla radio alla televisione, dal cinema all’industria musicale, dai computer alle reti digitali, si ripercorre la rinascita del paese dopo il trauma della guerra, con un sistema mediale raddoppiato, analizzando come le «rivoluzioni» del neorealismo e della televisione convivono con alcuni elementi di continuità degli anni del fascismo. Si attraversa poi il profondo cambiamento degli anni sessanta, in bilico fra la dimensione industriale di massa e l’emergere di modelli di controcultura, una contrapposizione che sembra ricomporsi – seppure non senza conflitti – nel decennio successivo. E si arriva a un nuovo mutamento di fondo negli anni ottanta e novanta, quando all’apparente dominio della televisione si accompagna l’emergere dei «nuovi media», prodromi di un profondo cambiamento linguistico e culturale che in Italia esploderà solo con il nuovo millennio, ma le cui radici affondano nelle pratiche, nei processi e nei linguaggi che hanno caratterizzato il sistema dei media nella seconda metà del Novecento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Utopisti e riformatori italiani"
Editore: Donzelli
Autore: Delio Cantimori
Pagine:
Ean: 9788855221993
Prezzo: € 18.99

Descrizione:Delio Cantimori (1904-1966) è noto soprattutto come lo storico degli eretici e degli esuli nell’Europa del Cinquecento, ai quali dedicò un libro fondamentale, Eretici italiani del Cinquecento, pubblicato nel 1939 e divenuto un classico della storiografia. Ma Cantimori scrisse pochi anni dopo, in piena guerra, un altro libro, meno noto e tuttavia destinato ad avere una duratura influenza sotterranea negli studi di storia: Utopisti e riformatori italiani, 1794-1847. Ricerche storiche. Era il 1943, un tornante drammatico per la storia d’Italia e per la stessa biografia dello storico, in gioventù mazziniano, poi fascista acceso, a quelle date già approdato al comunismo. Convinto che le idee camminano sulle gambe degli uomini, Cantimori sviluppava in quel libro le implicazioni politiche delle dottrine di tolleranza e spirito critico che aveva già ricostruito per il Cinquecento europeo, allargandone la ricezione al periodo immediatamente successivo all’Illuminismo: dalla Rivoluzione francese al 1848. A fare da protagonisti erano gli ideali e i programmi di coloro che, tra il Terrore giacobino e i primi passi del movimento operaio, intesero rifondare dalla base la società, portando alle estreme conseguenze – e tentando di realizzare – le aspirazioni che avevano animato gli spiriti errabondi dei perseguitati nell’Europa del Cinquecento. Mai più ripubblicato dal 1943, Utopisti e riformatori torna ora in una nuova edizione, corredata da altri scritti cantimoriani sullo stesso argomento e periodo, e arricchita da una prefazione di Adriano Prosperi e da un’introduzione di Lucio Biasiori e Francesco Torchiani, che aiutano a comprendere il contesto in cui questo libro vide la luce e a chiarirne l’influenza sulla cultura storiografica e politica del dopoguerra, evidenziando la capacità di Cantimori di aver saputo guardare a quella storia «in tutt’altra luce».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La fattoria degli animali"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: George Orwell
Pagine:
Ean: 9788833535951
Prezzo: € 8.99

Descrizione:Gli animali della Fattoria della Tenuta, stanchi di essere sfruttati e maltrattati dagli uomini, decidono di ribellarsi. Cacciato l’odiato fattore e preso possesso di quella che ribattezzano la Fattoria degli Animali, sono finalmente liberi dalla tirannia degli esseri umani e, sotto la guida dei maiali, i più intelligenti tra loro, possono autogovernarsi democraticamente, lavorando per sé stessi e per il bene dei loro simili. Ma gli ideali che hanno ispirato la Ribellione presto degenerano, dando vita a nuove forme di ingiustizia e di oppressione. Se è vero che tutti gli animali sono uguali, risulta presto evidente che alcuni lo sono più di altri. Chiara satira della rivoluzione sovietica, che si trasformò in una dittatura basata sul culto della personalità e sul terrore, La fattoria degli animali si serve del linguaggio della fiaba per descrivere la natura e le dinamiche del totalitarismo. In questa edizione l’opera è introdotta da due testi dello stesso Orwell, che inquadrano la genesi del libro e aiutano a comprendere il pensiero dello scrittore: La libertà di stampa, concepito per la prima edizione, ma pubblicato solo nel 1972, e la prefazione all’edizione ucraina, scritta per gli ucraini che vivevano nei campi di rifugiati dopo la seconda guerra mondiale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La fattoria degli animali"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: George Orwell
Pagine:
Ean: 9788833535968
Prezzo: € 8.99

Descrizione:Gli animali della Fattoria della Tenuta, stanchi di essere sfruttati e maltrattati dagli uomini, decidono di ribellarsi. Cacciato l’odiato fattore e preso possesso di quella che ribattezzano la Fattoria degli Animali, sono finalmente liberi dalla tirannia degli esseri umani e, sotto la guida dei maiali, i più intelligenti tra loro, possono autogovernarsi democraticamente, lavorando per sé stessi e per il bene dei loro simili. Ma gli ideali che hanno ispirato la Ribellione presto degenerano, dando vita a nuove forme di ingiustizia e di oppressione. Se è vero che tutti gli animali sono uguali, risulta presto evidente che alcuni lo sono più di altri. Chiara satira della rivoluzione sovietica, che si trasformò in una dittatura basata sul culto della personalità e sul terrore, La fattoria degli animali si serve del linguaggio della fiaba per descrivere la natura e le dinamiche del totalitarismo. In questa edizione l’opera è introdotta da due testi dello stesso Orwell, che inquadrano la genesi del libro e aiutano a comprendere il pensiero dello scrittore: La libertà di stampa, concepito per la prima edizione, ma pubblicato solo nel 1972, e la prefazione all’edizione ucraina, scritta per gli ucraini che vivevano nei campi di rifugiati dopo la seconda guerra mondiale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dedalus. Un ritratto dell’artista da giovane"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: James Joyce
Pagine:
Ean: 9788833535937
Prezzo: € 14.99

Descrizione:Pubblicato a puntate dal febbraio del 1914 e uscito in volume nel dicembre del 1916, Dedalus. Un ritratto dell’artista da giovane è, insieme all’Ulisse che lo seguirà a distanza di qualche anno, un vero e proprio ritratto dell’autore irlandese. Come scrive Enrico Terrinoni nella prefazione, il protagonista, Stephen Dedalus, è infatti il «principale avatar letterario di Joyce». Lo scrittore aveva già usato questo nome per firmare i suoi racconti, ma «l’appellativo dal sapore mitologico non era per lui solo un nom de plume, era la sua stessa identità». Proprio come il celebre architetto di Cnosso, Joyce/Dedalus tenta di fuggire da un labirinto rappresentato per lui dalla famiglia, dall’infanzia, dalla sua patria – l’Irlanda –, dalla religione e dalla Chiesa: un labirinto che imprigiona il suo animo di artista, che in questo romanzo di formazione si risveglia in tutta la sua sensibilità e irruenza. Merita però qualche parola anche l’autore della traduzione che qui riproponiamo: Cesare Pavese, legato allo scrittore irlandese – come scrive sempre Terrinoni – da una «strana sincronicità» e da «un beffardo attraversarsi di destini». Una traduzione, quella del Dedalus, che contribuì alla sua maturazione letteraria, tanto da poter essere considerata «una parte integrante del canone di Pavese stesso».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dedalus. Un ritratto dell’artista da giovane"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: James Joyce
Pagine:
Ean: 9788833535944
Prezzo: € 14.99

Descrizione:Pubblicato a puntate dal febbraio del 1914 e uscito in volume nel dicembre del 1916, Dedalus. Un ritratto dell’artista da giovane è, insieme all’Ulisse che lo seguirà a distanza di qualche anno, un vero e proprio ritratto dell’autore irlandese. Come scrive Enrico Terrinoni nella prefazione, il protagonista, Stephen Dedalus, è infatti il «principale avatar letterario di Joyce». Lo scrittore aveva già usato questo nome per firmare i suoi racconti, ma «l’appellativo dal sapore mitologico non era per lui solo un nom de plume, era la sua stessa identità». Proprio come il celebre architetto di Cnosso, Joyce/Dedalus tenta di fuggire da un labirinto rappresentato per lui dalla famiglia, dall’infanzia, dalla sua patria – l’Irlanda –, dalla religione e dalla Chiesa: un labirinto che imprigiona il suo animo di artista, che in questo romanzo di formazione si risveglia in tutta la sua sensibilità e irruenza. Merita però qualche parola anche l’autore della traduzione che qui riproponiamo: Cesare Pavese, legato allo scrittore irlandese – come scrive sempre Terrinoni – da una «strana sincronicità» e da «un beffardo attraversarsi di destini». Una traduzione, quella del Dedalus, che contribuì alla sua maturazione letteraria, tanto da poter essere considerata «una parte integrante del canone di Pavese stesso».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I colori del cigno"
Editore:
Autore: Luigino Bruni
Pagine:
Ean: 9788831121408
Prezzo: € 9.99

Descrizione:Viene chiamato ‘cigno nero’ un evento altamente improbabile e dagli effetti molto rilevanti. È il grande nemico delle imprese e delle organizzazioni per i suoi effetti potenzialmente devastanti. Ma gli eventi totalmente inattesi e sorprendenti possono rappresentare anche la salvezza delle organizzazioni e delle comunita?. Se, infatti, guardiamo bene dentro le dinamiche delle organizzazioni reali ci accorgiamo che il vero grande nemico, il cigno nero cattivo, e? la tendenza, invincibile, alla creazione di routine gestionali rigide, costruite sull’osservazione del passato e che quindi impediscono la comprensione dell’arrivo delle grandi novita?. 

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Chiara Lubich"
Editore:
Autore: Andrea Gagliarducci
Pagine:
Ean: 9788831121439
Prezzo: € 9.99

Descrizione:Durante gli anni della Seconda Guerra mondiale, a Trento una giovane maestra dà inizio a un’esperienza di vita evangelica che, nella sua forma e modalità, non trova analogie nella storia della Chiesa. È la nascita dei Focolari. In un tempo brevissimo, e in un contesto drammatico, la scelta di vita della giovane Chiara coinvolgerà altre ragazze. Quella che viene qui raccontata, a partire dalla sceneggiatura dell’omonima fiction, è la storia della loro avventura. E del modo in cui le loro vite, messe per amore al servizio del prossimo, porteranno la Chiesa a riconoscere che quanto stava accadendo era opera di Dio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La vita in famiglia"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Papa Francesco
Pagine:
Ean: 9788810975756
Prezzo: € 9.99

Descrizione:Con un linguaggio semplice e coinvolgente, papa Francesco offre interessanti spunti sulla complessità della vita familiare odierna, che diventa anche opportunità di una nuova umanità e di testimonianza cristiana. La raccolta degli scritti del pontefice è suddivisa per aree tematiche. Sposi, genitori, nonni, educazione, trasmissione della fede, malattia, morte, virtù, fallimenti sono alcuni degli argomenti affrontati in modo originale e controcorrente. L’intento di Francesco è far riflettere il popolo di Dio e tutte le persone di buona volontà, senza cercare il facile consenso né stravolgere la dottrina della tradizione cristiana. Perché la famiglia non è un problema, come talvolta oggi viene volutamente considerata, ma una preziosa risorsa per la società e per la Chiesa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Madame de Staël"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Paola Giovetti
Pagine:
Ean: 9788833535975
Prezzo: € 12.99

Descrizione:Nel dicembre 1803 lasciava la Francia Germaine de Staël, gran dama parigina, scrittrice di successo, donna intelligentissima e scomoda, da sempre ostile a Napoleone, che, temendone l’influenza, l’aveva esiliata. Per sottrarsi all’umiliazione e alla malinconia, aveva deciso di intraprendere un viaggio in Germania allo scopo di raccogliere materiale per un libro su questo paese. La tappa più ricca di promesse era Weimar, l’Atene tedesca, dove da trent’anni risiedeva Johann Wolfgang Goethe, il principe dei poeti. L’incontro fra i due non fu privo di sorprese, bizzarrie, entusiasmi, stanchezze. I frutti però furono straordinari: il libro che Madame de Staël scrisse, il celebre De l’Allemagne, ostacolato in Francia da Napoleone e pubblicato a Londra, fece conoscere il mondo tedesco a un’Europa che lo ignorava e contribuì a diffondere l’ideale romantico, cambiando radicalmente la cultura del continente. Intorno a questa vicenda, sullo sfondo di un’epoca di profonde trasformazioni, Paola Giovetti ricostruisce l’intera parabola di Madame de Staël, le sue tormentate vicende personali, i rapporti con gli intellettuali più illustri dell’epoca, il suo salotto aperto alle idee più avanzate, tanto in ambito letterario che politico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Madame de Staël"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Paola Giovetti
Pagine:
Ean: 9788833535982
Prezzo: € 12.99

Descrizione:Nel dicembre 1803 lasciava la Francia Germaine de Staël, gran dama parigina, scrittrice di successo, donna intelligentissima e scomoda, da sempre ostile a Napoleone, che, temendone l’influenza, l’aveva esiliata. Per sottrarsi all’umiliazione e alla malinconia, aveva deciso di intraprendere un viaggio in Germania allo scopo di raccogliere materiale per un libro su questo paese. La tappa più ricca di promesse era Weimar, l’Atene tedesca, dove da trent’anni risiedeva Johann Wolfgang Goethe, il principe dei poeti. L’incontro fra i due non fu privo di sorprese, bizzarrie, entusiasmi, stanchezze. I frutti però furono straordinari: il libro che Madame de Staël scrisse, il celebre De l’Allemagne, ostacolato in Francia da Napoleone e pubblicato a Londra, fece conoscere il mondo tedesco a un’Europa che lo ignorava e contribuì a diffondere l’ideale romantico, cambiando radicalmente la cultura del continente. Intorno a questa vicenda, sullo sfondo di un’epoca di profonde trasformazioni, Paola Giovetti ricostruisce l’intera parabola di Madame de Staël, le sue tormentate vicende personali, i rapporti con gli intellettuali più illustri dell’epoca, il suo salotto aperto alle idee più avanzate, tanto in ambito letterario che politico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Credere Oggi"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025815
Prezzo: € 6.75

Descrizione:

Editoriale: Nuovi scenari

ENZO PACE

Lo stato della fede cattolica in Italia

DAVIDE GIRARDI

La fede nel Nord Italia

VINCENZO BOVA - DANIELA TURCO

La fede nel Sud Italia. Il caso della Calabria

ALESSANDRO CASTEGNARO

I giovani e la fede. Un nuovo modo di credere

ROBERTA RICUCCI

«Questione migranti» e identità religiosa degli italiani

LUIGI BERZANO

Le spiritualità «non religiose»

PAOLO ASOLAN

Quale pastorale della fede in Italia? Un’introduzione al tema

DOMENICO PIZZUTI

La chiesa nelle periferie sociali: Scampia

ROBERTO REPOLE

L’esperienza del Covid-19 come possibilità per riettere

Documentazione: La parola di Dio nel futuro dell’Europa (C.M. Martini)

Giovani in cerca di senso. Alcune evidenze di ricerca

(A. Castegnaro)

 

Editoriale

 Nuovi Scenari

 

«Non possiamo non dirci cristiani», affermava Benedetto Croce.

«Non possiamo non dirci cattolici», avrebbe dichiarato la grande maggioranza

degli italiani fino ad alcuni decenni fa, parafrasando il filosofo.

Per lungo tempo, fu questa la percezione degli italiani nei confronti

della loro religione “di nascita”. Il cattolicesimo, infatti, rappresentava

il modo naturale e immediato di sentirsi religiosi degli italiani, i quali

pensavano alla religione solo attraverso di esso. A partire dal secondo

dopoguerra, però, la situazione iniziò a cambiare. Ma è soprattutto con

gli anni Ottanta del secolo scorso che l’Italia si scoprì “meno cattolica”,

ritrovandosi in un paesaggio religioso sempre più “plurale” e in rapido

mutamento: alle minoranze storiche già presenti (ebraiche, protestanti

e ortodosse) si aggiunsero nuove fedi, alcune delle quali totalmente

inedite.

Se, come osserva il sociologo Enzo Pace, «il cattolicesimo è stato e

continua, in parte anche oggi, a essere la cornice culturale della maggioranza

degli italiani», nella società odierna, certamente più “laica”

delle generazioni precedenti, sono intervenuti profondi mutamenti che

rendono quanto mai necessaria un’articolata riflessione sulle nuove dinamiche

del credere in Italia. Già da tempo, gli studiosi parlano di

eclissi del senso di Dio, del sacro o della religione, in un mondo secolare

(o post-secolare), in cui l’indifferentismo e l’agnosticismo sembrano

caratterizzare anche il panorama religioso italiano, sebbene in misura

diversa rispetto ad altri paesi occidentali. Mentre «piccoli atei crescono»

(Franco Garelli), a testimonianza del delicato rapporto delle giovani

generazioni con le religioni istituzionali, avanza l’individualismo religioso

che si esprime spesso in forme esasperate di “fai da te”, rivelando

una diffusa tendenza a mettersi in proprio in campo etico e religioso.

Emergono così modi autonomi di credere, sganciati dai confini tradizionali

delle religioni storicamente più radicate, all’interno dei quali

guadagnano interesse e consenso le «spiritualità senza Dio» (Luigi

Berzano). Detto altrimenti, si assiste all’affermarsi di un fenomeno

che non manca di esercitare un forte impatto sul modo di intendere

e vivere il rapporto con la dimensione spirituale: il sacro non è più

monopolio esclusivo delle istituzioni religiose, ma è ormai diventato

un ambito aperto alla libera – e perciò plurale – ricerca del soggetto

credente (Paolo Asolan).

Lo stesso papa Francesco si esprime in modo inequivocabile sullo

scenario che caratterizza il nostro tempo, distinguendolo nettamente

da un passato neppure troppo lontano: «Non siamo più in un regime

di cristianità perché la fede – specialmente in Europa, ma pure in gran

parte dell’Occidente – non costituisce più un presupposto ovvio del

vivere comune, anzi spesso viene perfino negata, derisa, emarginata e

ridicolizzata»1.

In questo panorama religioso, così cangiante e sfuggente, vive e opera

la comunità ecclesiale. Avviata sui sentieri della nuova evangelizzazione,

«la chiesa in uscita» non può più far affidamento esclusivo su stili e

processi di evangelizzazione che hanno “funzionato” in passato, ma superando
 la logica del “si è fatto sempre così”, deve anzitutto comprendere

le profonde trasformazioni dei nostri giorni, farne oggetto di riflessione

alla luce del vangelo e dei segni dei tempi, e trarne le debite conclusioni.

Consapevole della grande portata delle novità che caratterizzano

il nostro tempo, il papa argentino ha più volte ricordato che «oggi non

viviamo un’epoca di cambiamento quanto un cambiamento d’epoca»2.

In questo comune sforzo di intelligenza dei tempi nuovi e dei mutamenti

che li caratterizzano, si inserisce il presente fascicolo dedicato

alla fede e alla spiritualità degli italiani. Il cambiamento nel credere

in Italia è già stato oggetto di inchieste, analisi e pubblicazioni, più o

meno recenti. Numerosi e qualificati sono i contributi offerti soprattutto

dalla sociologia della religione, insieme a riflessioni di natura

più teologica e pastorale. Senza alcuna pretesa di esaustività e nella

consapevolezza della complessità delle diverse situazioni, «CredereOggi»

affronta la questione del rapporto tra gli italiani e il credere, assumendo

un approccio pluridimensionale, secondo lo stile proprio della rivista.

Alcune tematiche emergono con forza, mentre altre rimangono in sospeso

o sono soltanto accennate: ciò che interessa è individuare i nodi

problematici delle questioni trattate, cogliere le principali tendenze in

campo religioso in Italia oggi e negli ultimi decenni, offrendo spunti

per una discussione più “informata” e “riflessiva” su un aspetto fondamentale

della vita di un popolo e di un paese, vale a dire il rapporto

con la dimensione religiosa e spirituale dell’esistenza.

Il fascicolo si apre con un contributo di Enzo Pace, Lo stato della

fede cattolica in Italia. A partire dal secondo dopoguerra, in Italia si

sono verificati mutamenti profondi circa il modo d’intendere e vivere

le credenze e le pratiche che la chiesa cattolica propone. Le ricerche più

recenti pongono in evidenza un contesto in rapida evoluzione, […]





VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Madre Teresa"
Editore: Egea
Autore: Ruma Bose
Pagine:
Ean: 9788823875043
Prezzo: € 8.99

Descrizione:Che siate un manager alla prima esperienza, l?amministratore delegato di un?impresa consolidata o il fondatore di una startup; che lavoriate in un?impresa for profit o non profit, in un?organizzazione non governativa o in un ente pubblico; oppure che gestiate solo casa vostra: gli otto sorprendenti principi di leadership formulati da Madre Teresa e testimoniati dalla sua azione sono universalmente validi, facili da capire e da emulare, a prescindere dalla tipologia di contesto. Se l?impegno ad applicarli sar costante, la vostra vita e il vostro lavoro potranno davvero cambiare in meglio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perché lEuropa ci salverà"
Editore: Terra Santa
Autore: Bartolomeo Sorge
Pagine:
Ean: 9788862408691
Prezzo: € 8.99

Descrizione:Una sorta di testamento civile di padre Bartolomeo Sorge che dialoga con Chiara Tintori sui temi scottanti dellattualità socio-politica che si sono intrecciati con lemergenza sanitaria mondiale. La pandemia ha smascherato linganno dellindividualismo e ha clamorosamente smentito le diverse forme di populismo e di sovranismo. Allo stesso tempo, nei mesi dellemergenza, lUnione Europea ha fatto passi da gigante sulla strada di una visione comune del continente fondata sui valori di un nuovo umanesimo. Nessuno può salvarsi da solo: ecco perché sarà lEuropa a salvarci. Per ricostruire unItalia che abbia a cuore il bene comune e non solo il benessere o la salute di molti non possiamo che guardare a una Unione Europea dove lispirazione etica, la solidarietà e la fraternità divengano fondamenta del nostro vivere insieme. In questo libro una sorta di testamento civile di padre Bartolomeo Sorge , il noto sacerdote gesuita dialoga con Chiara Tintori sui temi scottanti dellattualità socio-politica che si sono intrecciati con lemergenza sanitaria mondiale: il rapporto con la pandemia e le restrizioni della vita quotidiana; le diverse forme di razzismo che inquinano il vivere civile; gli enigmi di una malconcia politica italiana, messa alla prova dagli stringenti bisogni dettati dalla crisi; la Chiesa di papa Francesco, con la sua ultima enciclica sociale pubblicata il 4 ottobre 2020. Sullo sfondo di questi lucidi ragionamenti si staglia lUnione Europea, nostra casa comune, riferimento imprescindibile per il nostro Paese: il futuro dellUnione gli autori ne sono convinti sarà salvifico per tutti, a patto di saper trasformare la solidarietà in fraternità, seguendo proprio le linee tracciate dal Papa nella Fratelli tutti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Unire le città per unire le nazioni"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Luca De Santis
Pagine:
Ean: 9788868799649
Prezzo: € 11.99

Descrizione:Non si può comprendere la personalità di La Pira se non si pone in evidenza la sua dimensione mistica, il suo confidare totalmente nella Grazia divina e soprattutto il ritenersi strumento di Dio per elargire e programmare la carità anche dal punto di vista politico. Riflettere sulla tematica della città era per La Pira una chiamata divina. Era del tutto convinto che lumanità è stata intessuta da virtù e valori per mezzo del ruolo e della funzione che alcune città hanno assunto nel corso della storia. Chi vive allinterno della città è responsabile di un patrimonio che gli è stato consegnato per il bene delle generazioni. La metafisica della città dunque portava verso un cammino di unione tra le città per poi avere come effetto più prossimo lunione degli Stati. Nellopera di La Pira è possibile intravedere un intervento politico che si è concentrato verso le associazioni che sono fondamentali nella grande società, attuando unopera chirurgica dintervento intorno ai mali sociali. Tenendo conto di questo manifestiamo disaccordo verso chi annovera La Pira tra gli utopisti, poiché il suo intento non si è manifestato nel tracciare lisola della felicità, ma nellindividuare tutto ciò che impediva ai suoi concittadini di indirizzarsi verso di essa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Unire le città per unire le nazioni"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Luca De Santis
Pagine:
Ean: 9788868799656
Prezzo: € 11.99

Descrizione:Non si può comprendere la personalità di La Pira se non si pone in evidenza la sua dimensione mistica, il suo confidare totalmente nella Grazia divina e soprattutto il ritenersi strumento di Dio per elargire e programmare la carità anche dal punto di vista politico. Riflettere sulla tematica della città era per La Pira una chiamata divina. Era del tutto convinto che lumanità è stata intessuta da virtù e valori per mezzo del ruolo e della funzione che alcune città hanno assunto nel corso della storia. Chi vive allinterno della città è responsabile di un patrimonio che gli è stato consegnato per il bene delle generazioni. La metafisica della città dunque portava verso un cammino di unione tra le città per poi avere come effetto più prossimo lunione degli Stati. Nellopera di La Pira è possibile intravedere un intervento politico che si è concentrato verso le associazioni che sono fondamentali nella grande società, attuando unopera chirurgica dintervento intorno ai mali sociali. Tenendo conto di questo manifestiamo disaccordo verso chi annovera La Pira tra gli utopisti, poiché il suo intento non si è manifestato nel tracciare lisola della felicità, ma nellindividuare tutto ciò che impediva ai suoi concittadini di indirizzarsi verso di essa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La buona notizia"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Giorgio Terrucidoro
Pagine:
Ean: 9788868799625
Prezzo: € 14.99

Descrizione:Nel nostro tempo, gli eventi di cronaca nera superano le notizie positive, la rassegnazione prevale sulla speranza, la paura sembra schiacciare il coraggio, la depressione e la tristezza, molto spesso, hanno la meglio sulla voglia di farcela e di andare avanti, la morte sembra prevalere sulla vita, sia presente che futura. L'autore ha deciso di scrivere queste pagine per annunciare una buona notizia... finalmente una buona notizia! «Il Verbo», che «in principio era presso Dio», con un atto di amore, si fa «carne» per condividere con noi, esseri umani, tutte le situazioni che caratterizzano l'esistenza umana. Per trasmettere la buona notizia Terrucidoro esamina alcune parti del Nuovo Testamento cercando di leggerlo come se a dover essere esaminato fosse un quadro con i colori del dipinto sul davanti e la tela sul retro. Il libro è uno stupendo quadro in cui è possibile ascoltare la voce dell'autore e il sussurrare di Dio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La buona notizia"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Giorgio Terrucidoro
Pagine:
Ean: 9788868799632
Prezzo: € 14.99

Descrizione:Nel nostro tempo, gli eventi di cronaca nera superano le notizie positive, la rassegnazione prevale sulla speranza, la paura sembra schiacciare il coraggio, la depressione e la tristezza, molto spesso, hanno la meglio sulla voglia di farcela e di andare avanti, la morte sembra prevalere sulla vita, sia presente che futura. L'autore ha deciso di scrivere queste pagine per annunciare una buona notizia... finalmente una buona notizia! «Il Verbo», che «in principio era presso Dio», con un atto di amore, si fa «carne» per condividere con noi, esseri umani, tutte le situazioni che caratterizzano l'esistenza umana. Per trasmettere la buona notizia Terrucidoro esamina alcune parti del Nuovo Testamento cercando di leggerlo come se a dover essere esaminato fosse un quadro con i colori del dipinto sul davanti e la tela sul retro. Il libro è uno stupendo quadro in cui è possibile ascoltare la voce dell'autore e il sussurrare di Dio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Eugenio Corecco"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Antonietta Moretti
Pagine:
Ean: 9788868799601
Prezzo: € 22.99

Descrizione:Fin dalla primissima infanzia Eugenio Corecco ha saputo che il senso della sua vita era una vocazione ed una vocazione alla pienezza. Ha colto fin dallinizio la grande promessa inclusa nella sua chiamata al sacerdozio: Chi lo chiamava, un Altro, avrebbe compiuto il suo desiderio di realizzazione. Per questo ha sempre obbedito, con impegno, serietà e «senza sotterfugi», come amava ripetere. Si lasciava condurre dalla mano del Signore, riconoscendo che era questa stessa mano che gli donava lindomito desiderio di pienezza, che lha reso capace di scelte coraggiose e soprattutto di appassionarsi ai compiti sempre più importanti che via via gli venivano affidati. Ha imparato ogni momento a non anteporre i suoi piani a quelli di Dio e ad accettare, alla fine con totale amoroso abbandono, la modalità del compimento che il Signore aveva predisposto per lui, perché la sua vita conoscesse una fecondità, che stupiva lui per primo. Il suo non è mai stato un cammino solitario: aveva veramente il dono dellamicizia. Chiamato al sacerdozio, si disponeva a servire la Chiesa. Il provvidenziale incontro con il Servo di Dio don Luigi Giussani gli ha permesso di esplicitare la natura esperienziale della fede e gli ha rivelato la profondità della Chiesa come compagnia, la sua natura di Comunione, facendo di lui un educatore ed un autentico interprete dellecclesiologia del Concilio Vaticano II, non solo nel campo del diritto canonico, lambito in cui si svolse la sua brillante carriera accademica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU