Articoli religiosi

Ebook



Titolo: "Modernità e ambivalenza"
Editore: Bollati Boringhieri
Autore: Zygmunt Bauman
Pagine:
Ean: 9788833937540
Prezzo: € 21.99

Descrizione:Tra i principi portanti della modernità, che per secoli ha ispirato pensieri e azioni di interi popoli, è stata l’idea architrave di ricondurre alla ragione il caos del mondo, ordinare, classificare, calcolare, sottoporre a controllo, e identificare l’indistinto, bandire l’ambiguo. Tale idea conteneva un progetto di costruzione sociale e una promessa di felicità. Il primo ha lasciato dietro di sé delle macerie, la seconda non è mai stata adempiuta. Zygmunt Bauman dichiara qui il fallimento di un’epoca della storia umana, misurandolo sulla insostenibilità della pretesa iniziale. È l’ambivalenza, infatti, e non l’univocità, la condizione normale in cui ci tocca vivere.
Noi esseri finiti ci condanniamo alla perenne inadeguatezza se ammettiamo soltanto l’alternativa rigida tra l’ordine e l’informe, tra le entità (cose, persone, collettività, situazioni, categorie della mente) che il linguaggio riesce
a nominare in modo trasparente e l’imprevedibile, l’indeterminato, l’incontrollabile, di cui avvertiamo la presenza minacciosa.
Modernità e ambivalenza rimane, come scrive Donatella Di Cesare nella sua Postfazione, un’opera decisiva che ha segnato la svolta del percorso intellettuale del sociologo che più di ogni altro ha saputo definire la contemporaneità.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Modernità e ambivalenza"
Editore: Bollati Boringhieri
Autore: Zygmunt Bauman
Pagine:
Ean: 9788833937533
Prezzo: € 21.99

Descrizione:Tra i principi portanti della modernità, che per secoli ha ispirato pensieri e azioni di interi popoli, è stata l’idea architrave di ricondurre alla ragione il caos del mondo, ordinare, classificare, calcolare, sottoporre a controllo, e identificare l’indistinto, bandire l’ambiguo. Tale idea conteneva un progetto di costruzione sociale e una promessa di felicità. Il primo ha lasciato dietro di sé delle macerie, la seconda non è mai stata adempiuta. Zygmunt Bauman dichiara qui il fallimento di un’epoca della storia umana, misurandolo sulla insostenibilità della pretesa iniziale. È l’ambivalenza, infatti, e non l’univocità, la condizione normale in cui ci tocca vivere.
Noi esseri finiti ci condanniamo alla perenne inadeguatezza se ammettiamo soltanto l’alternativa rigida tra l’ordine e l’informe, tra le entità (cose, persone, collettività, situazioni, categorie della mente) che il linguaggio riesce
a nominare in modo trasparente e l’imprevedibile, l’indeterminato, l’incontrollabile, di cui avvertiamo la presenza minacciosa.
Modernità e ambivalenza rimane, come scrive Donatella Di Cesare nella sua Postfazione, un’opera decisiva che ha segnato la svolta del percorso intellettuale del sociologo che più di ogni altro ha saputo definire la contemporaneità.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Credere Oggi"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025716
Prezzo: € 6.75

Descrizione:

Teologia e spiritualità del camminare

Editoriale: Il cammino, un paradigma per «dire» Dio e l’uomo

PAOLO GAMBERINI

«Deus viator». Un nuovo paradigma per «dire» Dio

GILBERTO DEPEDER

Imparare camminando. L’esperienza di Gesù

SERENA NOCETI

«Quelli della Via»: chiesa in cammino

MARTINO SIGNORETTO

«Andare» e «stare». Dalla creazione alla Gerusalemme celeste

NIKLAUS KUSTER

Pellegrinaggio e missionarietà. San Francesco e la strada

MARIACLARA ROSSI

Pellegrine medievali

PAOLO ASOLAN

Il camminare e i giovani. Motivazioni sociologiche

GIANROMANO GNESOTTO

Uomo camminante. L’esodo come paradigma antropologico

MARTINO SIGNORETTO

I pellegrinaggi urbani. Recarsi a Gerusalemme nelle proprie città

Documentazione: Alla ricerca della terra perduta - I vagabondi di tutti i tempi (Fabio Scarsato)

Invito alla lettura (Fabio Scarsato)

 

 

Editoriale

Il cammino, un paradigma per «dire» Dio e l’uomo

Secondo le Scritture, il Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe è un Dio sempre in cammino. Anche Israele, il popolo eletto, si comprende come «identità dinamica», le cui radici storiche e spirituali sono associate all’esperienza di un «arameo errante», di un uomo cioè che del camminare aveva fatto un tratto distintivo del suo essere nel mondo (cf. Dt 26,5-9). Lo stesso Gesù visse buona parte del suo ministero pubblico in cammino sulle polverose strade della Terra del Santo. Dopo la risurrezione, egli non abbandonò i panni dell’homo viator, ma si presentò come un viandante, in cammino sulla strada che da Gerusalemme conduceva a Emmaus, in compagnia di due discepoli, cui svelò la sua identità (cf. Lc 24,13-35). La missione di Paolo di Tarso, l’Apostolo delle genti, non sarebbe comprensibile senza considerare il suo infaticabile cammino sulle strade dell’impero romano per portare l’annuncio evangelico sino ai confini della terra (cf. At 1,8). Numerosi pellegrini, nel corso dei secoli, intrapresero lunghi viaggi per visitare i «luoghi santi», lasciando preziose testimonianze su ciò che avevano visto, insieme ad appassionanti racconti del loro percorso interiore. Nell’accezione spirituale del «camminare», la tradizione cristiana annovera autentici capolavori: basti ricordare l’ Itinerarium mentis in Deum di san Bonaventura o la Salita del monte Carmelo di san Giovanni della Croce. Se dall’ambito teologico e spirituale si passa a considerare l’apporto della letteratura, il quadro si arricchisce di altri contributi memorabili, pagine che hanno lasciato una traccia profonda nell’immaginario collettivo. Opere come l’Odissea, l’Eneide e la Divina Commedia hanno posto al centro della narrazione il «cammino» dei rispettivi protagonisti, delineando in tal modo un paradigma per la comprensione dell’uomo e del mondo. L’homo viator è stato anche oggetto di numerosi studi e analisi da parte di antropologi, storici, filosofi e sociologi, che hanno vivisezionato il fenomeno e la pratica del «camminare». Nel nostro tempo, poi, sono sempre più numerosi coloro che, attraverso l’esperienza del cammino, scoprono (o riscoprono) la dimensione dello «spirito». In alcuni casi, il camminare assume addirittura una funzione terapeutica e di recupero dei valori più autentici della vita, spesso offuscati dai ritmi frenetici del mondo moderno. Il camminare, dunque, è un’esperienza che attraversa i tempi, i luoghi e le culture, ma forse proprio per questo rischia di non essere compreso e spesso finisce per essere relegato tra le cose ordinarie, quindi ovvie della nostra quotidianità. La realtà è ben diversa, come ha rivelato anche il Covid-19, che ha imposto numerose limitazioni alla vita personale e sociale, non ultima la possibilità di muoversi liberamente. Il camminare, nelle sue declinazioni (pellegrinaggio, vagabondare, migrazioni, ecc.), non è soltanto un movimento nello spazio, cioè lo spostamento da un luogo a un altro, né può essere circoscritto alla sola dimensione fisica – il camminare con i piedi –, ma coinvolge dimensioni profonde dell’humanum, come il pensiero, la riflessione, il modo di intendere e vivere la vita, la possibilità di instaurare e coltivare relazioni. Da non trascurare, inoltre, un fatto importante: dall’azione del camminare deriva anche un linguaggio fatto di parole e simboli con cui sono narrate le vicende delle nostre esistenze e l’avventura dell’umanità intera, secondo un codice espressivo facilmente comprensibile, perché universale. Ma il fenomeno e la pratica del camminare rappresenta, anzitutto, una realtà con cui la comunità ecclesiale deve confrontarsi in modo intelligente e propositivo. In un mondo che cambia, la «chiesa in uscita » è chiamata a ripensare il proprio modello di evangelizzazione e servizio, anche in merito a questa feconda categoria antropologicoteologica che coinvolge o almeno interessa molte persone, soprattutto le giovani generazioni, spesso refrattarie ad altre modalità di annuncio e proposta. Il contributo del fascicolo si pone in questa linea, senza alcuna pretesa di esaustività, ma nella speranza di offrire un quadro articolato che aiuti il lettore a cogliere diversi aspetti di questa realtà – il camminare – che possiede ancora la capacità di provocare gli uomini e le donne del nostro tempo, facendo intuire la possibilità di un’esperienza da cui trarre preziose indicazioni nella ricerca di una dimensione “ulteriore” di senso. Il fascicolo si apre con un articolo di Paolo Gamberini, «Deus viator». Un nuovo paradigma per «dire» Dio. La Bibbia non propone una concezione statica della trascendenza divina, rivela invece il carattere dinamico ed evolutivo del rapporto di Dio con le realtà create. A partire dal mistero dell’uomo-Dio, Gesù di Nazaret, lo sguardo si estende a tutto il cosmo, che «geme e soffre» in attesa di «entrare nella libertà della gloria dei figli di Dio» (Rm 8,19-22). Seguendo i passi di Gesù lungo le strade della Galilea e delle regioni circostanti, in riva al lago e sul monte, fino in Giudea e a Gerusalemme, è possibile a mettere a fuoco il mistero d’amore da cui tutto trae origine: la sua obbedienza filiale al Padre. Gilberto Depeder, Imparare camminando. L’esperienza di Gesù studia i tratti fondamentali di tale esperienza, individuati mediante la presa in esame dell’effettivo cammino di Gesù, secondo la testimonianza del racconto di Marco. Lo studio di Serena Noceti, «Quelli della Via»: chiesa in cammino mette in evidenza come il «non ancora», che segna la natura della comunità ecclesiale, fosse ben presente nella percezione dei primi cristiani. Il nome con cui erano conosciuti – «quelli della Via» (At 9,2) – rifletteva l’autocoscienza della chiesa delle origini: pellegrini e forestieri su questa terra e in cammino verso la patria futura. Il tema del cammino, della via, del percorso di vita non riduce il proprio significato all’idea del bivio, che si presenta man mano che la vita mette l’uomo di fronte alle scelte etiche. Il contributo di Martino Signoretto, «Andare» e «stare». Dalla creazione alla Gerusalemme celeste inserisce i motivi dell’«andare» e dello «stare» in un orizzonte più ampio, rappresentato dall’intera narrazione biblica. L’esperienza del camminare segnò l’esperienza umana e spirituale del Poverello di Assisi che seppe trasformare «la strada» in luogo e occasione di testimonianza evangelica. Approfondisce questa dimensione francescana l’articolo di Niklaus Kuster, Pellegrinaggio e missionarietà. San Francesco e la strada. Lo studio di Mariaclara Rossi, Pellegrine medievali, ricorda che il camminare non è un’esperienza solo al maschile. Nel corso della storia molte figure femminili, più o meno note, si sono avventurate sui sentieri e le strade del loro tempo, lasciando testimonianze preziose sui luoghi visitati e sul modo in cui esse hanno vissuto i loro viaggi. Il mondo giovanile guarda con profondo interesse al camminare, in modo particolare al pellegrinaggio. Si tratta di un fenomeno complesso che interroga la comunità cristiana, chiamata a orientare questa pratica in termini che siano educativi della persona e in vista dell’annuncio cristiano. Su questi aspetti riflette Paolo Asolan, Il camminare e i giovani. Motivazioni sociologiche. Nella tradizione biblica, un testo più di altri è connotato dal motivo del cammino, inteso come esperienza di Dio nel mondo e nella storia: il libro dell’Esodo. Il percorso del popolo eletto indica simbolicamente il cammino della vita, la parabola dell’esperienza umana, il passaggio continuo da una condizione all’altra dell’esistenza. In altri termini, il cammino di Israele assurge a cifra comprensiva della stessa condizione umana, come sostiene Gianromano Gnesotto, Uomo camminante. L’esodo come paradigma antropologico. Trattando di pellegrinaggi, il pensiero corre subito alle tre peregrinationes maiores: Gerusalemme, Roma e Santiago de Compostela. L’articolo di Martino Signoretto, I pellegrinaggi urbani. Recarsi a Gerusalemme nelle proprie città, si sofferma invece sul pellegrinaggio con riferimento a mete «minori», più vicine e accessibili. Spesso si tratta di itinerari intra muros che riproducono, su piccola scala, alcuni dei luoghi o monumenti più importanti dei grandi itinerari tradizionali. Nella Documentazione, a cura di Fabio Scarsato, sono riportati i testi di due autori, un poeta e un filosofo, accomunati dal riferimento al tema del «camminare». La scelta è ispirata dal desiderio di offrire un orizzonte di riflessione quanto mai ampio e differenziato, un modo per dimostrare come lo stesso tema si possa affrontare da prospettive e sensibilità diverse, ma sempre con profondità e intelligenza, laicamente e religiosamente. Fabio Scarsato propone anche l’ Invito alla lettura, un approccio ragionato alla vasta bibliografia sul «camminare», tema che nel corso degli ultimi anni ha attirato l’interesse di studiosi ed esperti di varie discipline. Particolare attenzione è dedicata alle esigenze dei lettori che si accostano a questo tema con sensibilità e attese diverse, nell’intento di avviare un percorso di approfondimento personale, muovendo dalle suggestioni offerte dagli autori, che hanno contribuito alla realizzazione del presente fascicolo.

Buona lettura!



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Millenovecentottantaquattro"
Editore: Chiarelettere
Autore: George Orwell
Pagine:
Ean: 9788832964486
Prezzo: € 6.99

Descrizione:“Ho scritto libri privi di vita
tutte le volte che non ero mosso
da un intento politico.”
George Orwell
 
 
Tre motivi per leggerlo:
 
Perché è il testamento del più audace scrittore politico del Novecento, che ha saputo raccontare come nessun altro il potere, la sorveglianza e il controllo.
 
Perché parla di noi, del nostro tempo, mai abbandonandosi alla cupezza di un destino già scritto ma cercando di immaginare e di guardare oltre, di seminare speranza e futuro.
 
Perché è la storia avvincente di una resistenza personale e civile, qui riproposta in una nuova traduzione, con due contributi di Orwell dedicati al mestiere di scrivere, un ampio saggio di David Bidussa e il “Ritratto sentimentale” di Geno Pampaloni, uno dei primi interventi pubblicati in Italia su Millenovecentottantaquattro.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Millenovecentottantaquattro"
Editore: Chiarelettere
Autore: George Orwell
Pagine:
Ean: 9788832964493
Prezzo: € 6.99

Descrizione:“Ho scritto libri privi di vita
tutte le volte che non ero mosso
da un intento politico.”
George Orwell
 
 
Tre motivi per leggerlo:
 
Perché è il testamento del più audace scrittore politico del Novecento, che ha saputo raccontare come nessun altro il potere, la sorveglianza e il controllo.
 
Perché parla di noi, del nostro tempo, mai abbandonandosi alla cupezza di un destino già scritto ma cercando di immaginare e di guardare oltre, di seminare speranza e futuro.
 
Perché è la storia avvincente di una resistenza personale e civile, qui riproposta in una nuova traduzione, con due contributi di Orwell dedicati al mestiere di scrivere, un ampio saggio di David Bidussa e il “Ritratto sentimentale” di Geno Pampaloni, uno dei primi interventi pubblicati in Italia su Millenovecentottantaquattro.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il filo rosso tra il corpo e il cuore"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Giuseppe Ferro Garel
Pagine:
Ean: 9788833535999
Prezzo: € 14.99

Descrizione:Attraverso nove meditazioni, l’Autore sviluppa l’idea di fondo secondo cui la conversione del cuore coinvolge anzitutto il corpo, il corpo prima del cuore. Generalmente si concentra l’attenzione sulla lotta mentale e spirituale in vista della conversione, ma si stenta ad allungare lo sguardo sul corpo, sul modo di abitare nel corpo. Eppure il corpo incide in ogni caso sulla vita dell’anima. Ed è un fatto che l’incapacità di sottrarsi a certe abitudini di vita nel corpo può far naufragare tanti buoni propositi di cambiamento. Il volume procede dalla conversione nel corpo alla conversione nella mente fino alla conversione nel cuore, legando l’itinerario di conversione al processo di rientro in sé stessi e all’invocazione del Nome, in cui risplende la Parola eterna che Dio ha reso breve per noi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il filo rosso tra il corpo e il cuore"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Giuseppe Ferro Garel
Pagine:
Ean: 9788833536002
Prezzo: € 14.99

Descrizione:Attraverso nove meditazioni, l’Autore sviluppa l’idea di fondo secondo cui la conversione del cuore coinvolge anzitutto il corpo, il corpo prima del cuore. Generalmente si concentra l’attenzione sulla lotta mentale e spirituale in vista della conversione, ma si stenta ad allungare lo sguardo sul corpo, sul modo di abitare nel corpo. Eppure il corpo incide in ogni caso sulla vita dell’anima. Ed è un fatto che l’incapacità di sottrarsi a certe abitudini di vita nel corpo può far naufragare tanti buoni propositi di cambiamento. Il volume procede dalla conversione nel corpo alla conversione nella mente fino alla conversione nel cuore, legando l’itinerario di conversione al processo di rientro in sé stessi e all’invocazione del Nome, in cui risplende la Parola eterna che Dio ha reso breve per noi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il libro della felicità"
Editore: Terra Santa
Autore: MichaelDavide Semeraro
Pagine:
Ean: 9788862408738
Prezzo: € 10.99

Descrizione:Attraverso queste pagine fratel MichaelDavide propone una lettura cordiale e sapienziale delle Beatitudini come un grande portale per entrare nella logica del Vangelo e nello stile di Gesù di Nazaret. L’approccio non è teologico, ma di prospettiva duplice: la parola del Signore da una parte e il nostro vissuto di uomini e donne dall’altra. Le Beatitudini sono l’esperienza rigenerante di uno sguardo, quello di Cristo sulla nostra umanità. Ci aiutano ad accogliere la realtà, perché diventi un luogo e un modo di felicità. Le Beatitudini sono così la negazione di ogni spiritualità narcisistica e prometeica. Un vero antidoto a ogni spiritualità da super-uomini o super-santi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«Quando il ramo diventa tenero»"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Ermenegildo Manicardi
Pagine:
Ean: 9788810975435
Prezzo: € 6.99

Descrizione:Per chi non cerca la tenerezza a basso prezzo, ma desidera avere la qualità e la forza creativa del «ramo tenero», l’evangelista Marco può essere un buon compagno di viaggio e un’ottima guida. La sua sensibilità all’intenerirsi di Gesù Pastore, la preoccupazione costante per l’inconsapevole durezza di cuore dei discepoli, la nitida certezza che soltanto la giusta percezione dei segni dei tempi potrà rendere veramente duttili sono i tre punti cardine di un’attenzione alla tenerezza priva di sbavature e di facili sentimentalismi. Marco è l’evangelista che più di tutti ha tematizzato il rischio della durezza di cuore e che offre come rimedio la sequela dietro Gesù risorto. Le parole che, al culmine della narrazione di Marco, le donne trasmettono ai discepoli – «Egli vi precede in Galilea. Là lo vedrete, come vi ha detto» – mostrano che la risurrezione è una forza che non solo riguarda la corporeità di Gesù, ma si estende ai discepoli. La rinascita del discepolato avviene perciò nel clima di una rinata circolarità della tenerezza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Introduzione al Nuovo Testamento"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Ludovic Nobel
Pagine:
Ean: 9788810964682
Prezzo: € 9.99

Descrizione:Il libro propone un’agile introduzione al Nuovo Testamento, offrendo alcune chiavi di lettura ai 27 libri che lo compongono. I Vangeli sinottici e gli Atti degli apostoli, il Corpus giovanneo, le Lettere di Paolo e le Epistole cattoliche vengono esaminati in relazione agli autori, al contesto scritturale, storico, culturale ed editoriale, alla struttura e all’analisi letteraria. Vengono inoltre indagati i temi principali e l’influsso del Nuovo Testamento in ambito culturale. Completano il volume un lessico, la cronologia, tre carte geografiche e una bibliografia essenziale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I maestri del liberalismo nell'Italia Repubblicana"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Giuseppe Bedeschi
Pagine:
Ean: 9788849866407
Prezzo: € 8.99

Descrizione:Il pensiero liberale nell’Italia repubblicana ha avuto illustri rappresentanti: dall’ultimo Croce a Luigi Einaudi, da Guido Calogero a Carlo Antoni, da Norberto Bobbio a Nicola Matteucci, da Giovanni Sartori a Rosario Romeo. Naturalmente, ciascuno di questi autori ha privilegiato alcuni temi rispetto ad altri, ciascuno ha avuto una propria ispirazione e un timbro particolare. Il libro ricostruisce il pensiero di ognuno, ma mette altresì in rilievo come tutti in una Italia in cui il marxismo e il cattolicesimo politico avevano l’egemonia – abbiano condotto una decisa battaglia in difesa della società pluralistica (sia a livello economico, sia a livello politico, sia a livello culturale), e, al tempo stesso, abbiano combattuto le grandi disuguaglianze sociali e abbiano rivendicato una società più giusta. Il libro mostra che, per ricchezza di cultura e per capacità di riflessioni teoriche, il pensiero liberale italiano dell’Italia repubblicana occupa un posto di tutto rispetto nella contemporanea cultura europea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "E allora le foibe?"
Editore: Laterza
Autore: Eric Gobetti
Pagine:
Ean: 9788858141977
Prezzo: € 12.99

Descrizione:

«E allora le foibe?» è diventato il refrain tipico di chi sostiene il risorgente nazionalismo italico e vuole zittire l'avversario. Mi di cosa parliamo quando parliamo di foibe? Cosa è successo realmente?

«Decine di migliaia», poi «centinaia di migliaia», fino a «oltre un milione»: a leggere gli articoli dei giornali e a sentire le dichiarazioni dei politici sul numero delle vittime delle foibe, è difficile comprendere le reali dimensioni del fenomeno. Anzi, negli anni, tutta la vicenda dell'esodo italiano dall'Istria e dalla Dalmazia è diventata oggetto di polemiche sempre più forti e violente. Questo libro è rivolto a chi non sa niente della storia delle foibe e dell'esodo o a chi pensa di sapere già tutto, pur non avendo mai avuto l'opportunità di studiare realmente questo tema. Questo "Fact Checking" non propone un'altra verità storica precostituita, non vuole negare o sminuire una tragedia. Vuole riportare la vicenda storica al suo dato di realtà, prova a fissare la dinamica degli eventi e le sue conseguenze. Con l'intento di evidenziare errori, mistificazioni e imbrogli retorici che rischiano di costituire una 'versione ufficiale' molto lontana dalla realtà dei fatti. È un invito al dubbio, al confronto con le fonti, nella speranza che questo serva a comprendere quanto è accaduto in anni terribili.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ippocrate è morto ad Auschwitz"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Giulio Meotti
Pagine:
Ean: 9788833535913
Prezzo: € 18.99

Descrizione:«Ho sentito dire che avrebbero fatto quella cosa e allora sono andato da loro e gli ho detto: “Santo cielo, se li uccidete tutti, almeno prendetegli il cervello, in modo da sfruttare il materiale”». Così Julius Hallervorden, il luminare della neurologia tedesca, spiegherà la propria compromissione con il programma di eutanasia del nazismo. Gli esperimenti umani e le ricerche eugenetiche erano all’ordine del giorno negli ospedali psichiatrici, nelle cliniche pediatriche e nei lager del Terzo Reich. Ma quasi nessun medico o scienziato si dimise in segno di protesta. Anzi, la Fondazione tedesca per la ricerca finanziava apertamente le sperimentazioni, e alcuni prestigiosi istituti, come il Kaiser Wilhelm di Berlino (oggi Max Planck), sfruttarono quel «materiale» per far avanzare il progresso scientifico, tanto che ancora oggi varie malattie portano il nome di medici nazisti. L’alleanza fra la scienza e lo sterminio non fu sancita da Hitler, ma da un’ideologia diffusa già all’epoca della liberale e democratica Repubblica di Weimar, che distingueva freddamente tra le vite «degne» e quelle «indegne» di essere vissute. Negli ultimi anni è prevalsa la tendenza a considerare questi medici come mostri isolati, associando le loro storie a quelle dei tanti sadici e profittatori che si macchiarono delle peggiori atrocità naziste. Ma la realtà è ben diversa: si trattava, come Giulio Meotti dimostra in questo magistrale libro di inchiesta, di scienziati stimati che, agendo in accordo al sentire comune della Germania di quegli anni, approfittarono della situazione per condurre le proprie ricerche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ippocrate è morto ad Auschwitz"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Giulio Meotti
Pagine:
Ean: 9788833535920
Prezzo: € 18.99

Descrizione:«Ho sentito dire che avrebbero fatto quella cosa e allora sono andato da loro e gli ho detto: “Santo cielo, se li uccidete tutti, almeno prendetegli il cervello, in modo da sfruttare il materiale”». Così Julius Hallervorden, il luminare della neurologia tedesca, spiegherà la propria compromissione con il programma di eutanasia del nazismo. Gli esperimenti umani e le ricerche eugenetiche erano all’ordine del giorno negli ospedali psichiatrici, nelle cliniche pediatriche e nei lager del Terzo Reich. Ma quasi nessun medico o scienziato si dimise in segno di protesta. Anzi, la Fondazione tedesca per la ricerca finanziava apertamente le sperimentazioni, e alcuni prestigiosi istituti, come il Kaiser Wilhelm di Berlino (oggi Max Planck), sfruttarono quel «materiale» per far avanzare il progresso scientifico, tanto che ancora oggi varie malattie portano il nome di medici nazisti. L’alleanza fra la scienza e lo sterminio non fu sancita da Hitler, ma da un’ideologia diffusa già all’epoca della liberale e democratica Repubblica di Weimar, che distingueva freddamente tra le vite «degne» e quelle «indegne» di essere vissute. Negli ultimi anni è prevalsa la tendenza a considerare questi medici come mostri isolati, associando le loro storie a quelle dei tanti sadici e profittatori che si macchiarono delle peggiori atrocità naziste. Ma la realtà è ben diversa: si trattava, come Giulio Meotti dimostra in questo magistrale libro di inchiesta, di scienziati stimati che, agendo in accordo al sentire comune della Germania di quegli anni, approfittarono della situazione per condurre le proprie ricerche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Chiesa del Regno"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Nicola Salato
Pagine:
Ean: 9788810975015
Prezzo: € 16.99

Descrizione:Questo libro studia il complesso tema della Chiesa, quale germe e inizio del Regno di Dio, a partire dalla sua sacra mentalità e prendendo le distanze da un’ermeneutica che riduca questo fondamentale concetto conciliare a un semplice attributo ecclesiale. La matrice sacramentale viene qui collocata sia nel suo risvolto personalistico, in quanto realtà con-costitutiva della Chiesa, sia nel suo risvolto trinitario, in quanto realtà connessa con il Regnum Dei. L’epilogo teoretico di questo duplice volto della Chiesa è, infatti, un’ontologia trinitaria, vista come partecipazione della persona nella Chiesa all’essere trinitario di Dio, che si manifesta nello statuto di donazione che conduce l’uomo alle soglie dell’incontro con il mistero del Dio-crocifisso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dio interagisce con la sua Chiesa"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Massimo Nardello
Pagine:
Ean: 9788810964408
Prezzo: € 16.99

Descrizione:Le comunità cristiane, in nome della loro comprensione della fede, possono suggerire cambiamenti alla dottrina cattolica ufficiale su questioni non insegnate in modo definitivo dal magistero? I pastori, da parte loro, possono decidere di accogliere tali richieste? Come interpretare sul piano teologico la legittimità di possibili evoluzioni dottrinali che hanno tratti di discontinuità? Questo volume nasce da una domanda di natura specialistica che ha enormi ricadute sul piano pastorale. Si tratta della questione dello sviluppo della dottrina della fede, cioè di quelle verità che la Chiesa cattolica e le altre Chiese insegnano ai loro membri come parte integrante dell’esperienza cristiana. Da un lato – sostiene l’autore – è del tutto legittima la possibilità di uno sviluppo anche relativamente discontinuo della dottrina della fede, ovviamente per le sole verità che non sono state insegnate in modo definitivo dal magistero. Dall'altro, non è possibile motivare adeguatamente tale possibilità se non ripensando complessivamente le categorie concettuali, cioè filosofiche, su cui si è costruita la teologia cristiana a partire dall'antichità. Più precisamente, si tratta di utilizzare una nuova metafisica, nella quale il cambiamento non sia un fatto accidentale o problematico, quanto piuttosto la ragion d'essere della realtà.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "No, non è la fine"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Raniero La Valle
Pagine:
Ean: 9788810976708
Prezzo: € 8.99

Descrizione:Da qualche tempo si è introdotta la percezione che il mondo può andare realmente verso il rischio della fine. E questo potrebbe davvero accadere a causa di un evento della storia prodotto dagli uomini. Allora è necessario lavorare per un pianeta in cui la politica e l’economia non dominino, ma servano come risorse per la vita comune e il governo del mondo. C’è comunque un'ultima carta da giocare: cambiare la nostra idea dell’umano, convertirci da soci a fratelli, e da fratelli a prossimo. È per questa via che ci accompagna l'enciclica di papa Francesco Fratelli tutti. Ma se tutto ciò non bastasse, se nonostante gli sforzi la Terra non riuscisse a salvarsi da sola? Allora, come per una nuova Ninive, «ci sarà un Dio che, struggendosi di amore per il mondo e per l’uomo, senza eleggere, escludere e scartare nessuno, afferrerà il mondo che ci sfugge di mano e lo restituirà alla vita», per la sola, straordinaria e divina ragione che ci sono oltre 7 miliardi di persone e una grande quantità di animali che lo abitano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mio fratello Odoardo"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Giacomo Lampronti
Pagine:
Ean: 9788810976715
Prezzo: € 11.99

Descrizione:Pubblicato la prima volta nel 1948 dalla tipografia del quotidiano L'Avvenire d'Italia, questo libro racconta in prima persona la vicenda del giornalista Giacomo Lampronti. Di origine ebraica, spontaneamente convertito al cattolicesimo, viene licenziato a causa delle leggi razziali, ma trova lavoro nel giornale cattolico che allora aveva sede a Bologna. Qui incontra Odoardo Focherini, che lo ospita di nascosto nella sua casa a Carpi assieme alla famiglia e ne organizza la fuga in Svizzera. Racconto appassionato dei dolorosi anni del fascismo e delle discriminazioni razziali, queste pagine sono anche la testimonianza di una profonda e preziosa amicizia tra due uomini negli anni più bui del Novecento. Il testo è corredato da un'Appendice fotografica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le più belle storie dell'Africa"
Editore: Gribaudo
Autore: Fulvia Degl'Innocenti
Pagine:
Ean: 9788858036112
Prezzo: € 11.99

Descrizione:Una raccolta dei più bei racconti della tradizione africana: miti, leggende, storie e fiabe raccontano uomini, animali, creature e sentimenti di un continente ricco di storia, cultura e magia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In salute con erbe e spezie"
Editore: Gribaudo
Autore: Simona Recanatini
Pagine:
Ean: 9788858036266
Prezzo: € 7.99

Descrizione:Le erbe e le spezie rappresentano la soluzione ideale per insaporire un piatto o variare con creatività una ricetta, sempre con un occhio attento alla salute. Attraverso queste pagine, sarà facilissimo imparare a conoscerle, capendo come utilizzarle nella vita di tutti i giorni sotto forma di infusi, ma anche come aromatizzanti o addirittura come protagoniste di moltissime preparazioni. Il tutto per sfruttare appieno le virtù di curcuma, malva, melissa, peperoncino, tarassaco e molto altro. Questo libro, grazie alle innumerevoli ricette, alle informazioni e ai consigli, conferma tutte le virtù di erbe e spezie.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In salute con semi e germogli"
Editore: Gribaudo
Autore: Simona Recanatini
Pagine:
Ean: 9788858036273
Prezzo: € 7.99

Descrizione:Semi e germogli sono da sempre intesi come alleati per il nostro benessere, e spesso rappresentano un concentrato di energia e di principi nutritivi. Questi preziosi ingredienti non servono solo a dare un tocco in più ai nostri piatti, ma hanno un ruolo anche dal punto di vista della salute. Ecco perché è così importante imparare a conoscerli, portandoli sempre più spesso sulle nostre tavole. Scopriremo, così, che alcuni semi contengono consistenti quantità di enzimi e aminoacidi e che in alcuni casi le vitamine, durante il processo di germinazione, aumentano la loro concentrazione di una percentuale altissima rispetto a quella della pianta adulta. Innumerevoli ricette, informazioni e consigli per sfruttare tutte le virtù di semi e germogli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tutta la carica di semi e frutta secca"
Editore: Gribaudo
Autore: AA.VV.
Pagine:
Ean: 9788858035825
Prezzo: € 5.99

Descrizione:Ricette sane e gustose: Crema di lenticchie rosse con croccante ai semi, Insalata di cavolo e semi di canapa, Involtini di melanzana con ricotta di soia, pomodori secchi e pinoli, Mousse di avocado al cioccolato e noci, Ravioli ripieni di zucca e noci con pesto al prezzemolo, Tarte tatin di cavolfiore con semi di sesamo nero...

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Legumi e altre proteine vegetali"
Editore: Gribaudo
Autore: AA.VV.
Pagine:
Ean: 9788858035795
Prezzo: € 5.99

Descrizione:Il meglio della cucina vegetariana: tante delizie a base di verdure, cereali, legumi, uova e formaggi per gustare tutto il sapore di uno stile di vita sano, che fa bene all’uomo e all’ambiente. Scegliete i vostri piatti preferiti tra ricette genuine ed equilibrate, che spaziano dai grandi classici alle nuove tendenze, senza mai rinunciare al gusto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Uova Gourmand"
Editore: Gribaudo
Autore: AA.VV.
Pagine:
Ean: 9788858035849
Prezzo: € 5.99

Descrizione:Ricette genuine ed equilibrate, dai grandi classici alle nuove tendenze: Cannoli di frittatina con ricotta e asparagi, Crêpe con mele e cipolle, Crêpe con mousse al cioccolato, Crespelle di farro con cipollotti e patate, Frittata al forno con formaggio di capra e bietole, Frittata con la mentuccia, Frittelle caramellate all’arancia, Sformato di carciofi, Soufflé al cioccolato, Strudel di frittata con ricotta ed erbe aromatiche, Torta pasqualina, Uova di quaglia con tartufo, Waffle con frutti di bosco...

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Salse e sughi vegetariani"
Editore: Gribaudo
Autore: AA.VV.
Pagine:
Ean: 9788858035818
Prezzo: € 5.99

Descrizione:Tre titoli che vanno ad ampliare una collana di ricettari pensata per il pubblico sempre più ampio di amanti della cucina vegetariana e, in generale, del legame fra cucina e benessere. Splendide foto, tematiche ampie e una confezione cartonata per una serie di libri dall’elevato rapporto qualità-prezzo. Le ricette sono tutte corredate di splendide fotografie, con procedimenti sempre semplici e ingredienti immediatamente reperibili. Una serie di libri che unisce gusto e benessere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU