Articoli religiosi

Ebook



Titolo: "Diritto del lavoro"
Editore: Il Mulino
Autore: Tiziano Treu, Antonella Occhino
Pagine:
Ean: 9788815365576
Prezzo: € 14.99

Descrizione:
Questo volume analizza come il diritto del lavoro, a cinquant’anni dallo Statuto dei lavoratori, ha reagito alle grandi trasformazioni indotte dalla globalizzazione e dalle tecnologie digitali. Discute le risposte alle principali sfide del presente e del futuro: la crisi delle categorie della materia, il moltiplicarsi dei lavori, la polarizzazione dei mercati del lavoro, la ricerca di nuove regole e obiettivi per la contrattazione collettiva, le trasformazioni dell’impresa, il crescere delle diseguaglianze e la evoluzione del welfare, verso diritti comuni per i lavoratori europei, infine l’impatto della pandemia sul mondo del lavoro e sulla sicurezza delle persone. Il diritto del lavoro si apre oggi alla dimensione internazionale con diversi contenuti e linguaggi che richiedono nuovi strumenti di tutela e di promozione del lavoro. Con questa certezza, la conversazione che si avvia dalle origini della materia si chiude sui suoi orizzonti.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'arte di dirigere le persone"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Notker Wolf, Enrica Rosanna
Pagine:
Ean: 9788810976845
Prezzo: € 12.99

Descrizione:Le persone non si possono gestire. Dovunque si tratti con donne e uomini – in azienda o in monastero –, il management deve tradursi in direzione. Ma l’arte di dirigere le persone si può imparare? Probabilmente no e le qualità dirigenziali sono per lo più dono di natura. Tuttavia chi arriva ad assumere un tale ruolo può abusare del proprio carisma e rivolgere la propria autorità contro i collaboratori. In questa prospettiva, Notker Wolf è certo che la regola di san Benedetto sia stata per lui di grande aiuto: essa «porta l’impronta di un uomo che è convinto dell’importanza della libertà e del valore dell’individuo. Ciò la rende inossidabile». Benedetto infatti non ha lasciato norme minuziosamente precise, che consentissero a quanti nell’Ordine svolgono funzioni direttive di trincerarsi dietro le sue prescrizioni, ma li ha ‘costretti’ a interrogarsi continuamente per trovare la giusta misura nel pensare, nel parlare e nell’agire. In un libro a due voci, forti di esperienze e prospettive che si completano a vicenda, gli autori mettono in luce gli errori più diffusi e che cosa è veramente importante nel dirigere le persone. L’accento è posto dapprima sull’impresa e la politica, poi sulla scuola e l’educazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il patrimonio culturale tra memoria, lockdown e futuro"
Editore: Editrice Bibliografica
Autore: Luca Dal Pozzolo
Pagine:
Ean: 9788893573702
Prezzo: € 14.99

Descrizione:Il patrimonio culturale può svolgere una funzione di riattivazione della profondità della storia e rappresentare una risorsa preziosa per una visione culturalmente attrezzata delle traiettorie a venire, a patto che si eviti uno sguardo solo antiquario, che il patrimonio possa divenire un fuoco di convergenza per artisti, operatori della cultura, cittadini, ritrovando voce ed espressione nei linguaggi della contemporaneità. Questo saggio s’interroga sul senso del patrimonio materiale e immateriale, sulle motivazioni a investire per una conservazione e una valorizzazione che superino la retorica del richiamo a un dovere morale indiscutibile, per abbracciare – invece – una possibile e opportuna declinazione alla costruzione di futuri desiderabili e condivisi. La pubblicazione, riveduta e ampliata alla luce dei nuovi scenari aperti dall’emergenza sanitaria globale, offre una riflessione non contingente sui temi dell’eredità culturale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il delitto di Calle Fuencarral"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Benito Pérez Galdós
Pagine:
Ean: 9788833536101
Prezzo: € 6.99

Descrizione:Nell’estate del 1888, proprio mentre a Londra Jack lo Squartatore agisce indisturbato, un atroce delitto sconvolge la buona borghesia di Madrid, rivelando una trama di sordidi appetiti che monopolizzerà l’attenzione dei giornali e della gente in tutta la Spagna e in gran parte del mondo di lingua spagnola. Ma perché tanto interesse misto a orrore? Perché per la prima volta pare che l’assassino, lo Squartatore, sia una donna. L’opinione pubblica, aizzata dalla stampa – che nel processo si fa rappresentante del popolo –, per quasi un anno partecipa direttamente alle indagini. Ma i resti carbonizzati del cadavere puzzano di politica… Da uno degli scrittori spagnoli più apprezzati di tutti i tempi, un testo che ha contribuito in modo decisivo alla nascita del noir spagnolo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il delitto di Calle Fuencarral"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Benito Pérez Galdós
Pagine:
Ean: 9788833536118
Prezzo: € 6.99

Descrizione:Nell’estate del 1888, proprio mentre a Londra Jack lo Squartatore agisce indisturbato, un atroce delitto sconvolge la buona borghesia di Madrid, rivelando una trama di sordidi appetiti che monopolizzerà l’attenzione dei giornali e della gente in tutta la Spagna e in gran parte del mondo di lingua spagnola. Ma perché tanto interesse misto a orrore? Perché per la prima volta pare che l’assassino, lo Squartatore, sia una donna. L’opinione pubblica, aizzata dalla stampa – che nel processo si fa rappresentante del popolo –, per quasi un anno partecipa direttamente alle indagini. Ma i resti carbonizzati del cadavere puzzano di politica… Da uno degli scrittori spagnoli più apprezzati di tutti i tempi, un testo che ha contribuito in modo decisivo alla nascita del noir spagnolo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Servizio della Parola - n. 525"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025747
Prezzo: € 7.00

Descrizione:

INDICE

Così credono i giovani

2. Dio? Un ricordo!

(P. Bignardi)

I nostri modi di dire

25. «Vincere la tentazione»

1. Spunti sul senso moderno

del «vincere la tentazione» (A. Carrara)

2. Beato l’uomo che sopporta la tentazione (A. Montanari)

3. Il travaglio di chi lotta con la tentazione (L. Pinkus)

Il sorprendente incontro con Dio

(R. Laurita)

Tempo di Quaresima 2021

17 febbraio 2021

3 aprile 2021

Mercoledì delle Ceneri (S. Grasso, R. Laurita)

1ª domenica di Quaresima (S. Grasso, R. Laurita)

2ª domenica di Quaresima (S. Grasso, R. Laurita)

3ª domenica di Quaresima (S. Grasso, R. Laurita)

4ª domenica di Quaresima (S. Grasso, R. Laurita)

5ª domenica di Quaresima (S. Grasso, R. Laurita)

Domenica delle Palme (S. Grasso, R. Laurita)

Giovedì santo (R. Laurita)

Venerdì santo (R. Laurita)

Veglia pasquale (R. Laurita)



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una poesia in tasca"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Héctor Abad Faciolince
Pagine:
Ean: 9788833536033
Prezzo: € 8.99

Descrizione:25 agosto 1987: sono circa le sei del pomeriggio quando Héctor Abad Gómez, medico, professore universitario e attivista per i diritti umani, viene ucciso a colpi di pistola in Calle Argentina, a Medellín. La famiglia lo trova riverso sul selciato. Suo figlio, Héctor Abad Faciolince, assalito da una tristezza che gli impedisce «di sentire la rabbia per intero», gli fruga nelle tasche e trova un foglietto, sul quale il padre ha scritto a mano una poesia sulla morte e sull’oblio, misteriosa e struggente, firmata da tre iniziali: J. L. B. Il pensiero va immediatamente a Jorge Luis Borges, al cui stile il sonetto sembra effettivamente rimandare; eppure, in nessuna edizione dell’opera omnia del grande scrittore argentino compaiono quei versi. La curiosità di risalire al nome del poeta si trasforma presto in un’ossessione, inscindibilmente legata all’urgenza di far luce sulla morte del padre. L’autore intraprende così una ricerca al contempo intima e letteraria, cercando di ricomporre i tasselli di un’opera che sono, in realtà, i tasselli dell’anima.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una poesia in tasca"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Héctor Abad Faciolince
Pagine:
Ean: 9788833536040
Prezzo: € 8.99

Descrizione:25 agosto 1987: sono circa le sei del pomeriggio quando Héctor Abad Gómez, medico, professore universitario e attivista per i diritti umani, viene ucciso a colpi di pistola in Calle Argentina, a Medellín. La famiglia lo trova riverso sul selciato. Suo figlio, Héctor Abad Faciolince, assalito da una tristezza che gli impedisce «di sentire la rabbia per intero», gli fruga nelle tasche e trova un foglietto, sul quale il padre ha scritto a mano una poesia sulla morte e sull’oblio, misteriosa e struggente, firmata da tre iniziali: J. L. B. Il pensiero va immediatamente a Jorge Luis Borges, al cui stile il sonetto sembra effettivamente rimandare; eppure, in nessuna edizione dell’opera omnia del grande scrittore argentino compaiono quei versi. La curiosità di risalire al nome del poeta si trasforma presto in un’ossessione, inscindibilmente legata all’urgenza di far luce sulla morte del padre. L’autore intraprende così una ricerca al contempo intima e letteraria, cercando di ricomporre i tasselli di un’opera che sono, in realtà, i tasselli dell’anima.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rassegna di Teologia n. 4/2020"
Editore: Collegium Professorum Sectionis Sancti Aloisii
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025785
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

FOCUS
Francesco Donadio, Sullo «spirito» dell’Enciclica
Fratelli tutti. Una lettura del Proemio
Cura – DisCernimento – responsabilità – sogno – soliDarietà
STUDI
Andrea Villafiorita Monteleone, Spunti ecologici
nell’itinerario di antropologia biblica della Pontifcia
Commissione Biblica
antropologia – bibbia – eCologia – lauDato si’ – relazione
Enrico Cattaneo SJ, Una rilettura della Lettera di Barnaba alla luce della categoria di “testamento” (diathk)
alleanza – Cristo – israele – nuovo popolo – passione – terra promessa – testamento
Secondo Bongiovanni SJ, Corpo, spirito, mondo. L’esperienza emergente in Francisco J. Varela
autopoiesi – enazione – emboDieD minD – esperienza umana
– Francisco varela
Veronica Petito, Sul male e la libertà. Note a partire da
Immanuel Kant
esperienza interiore – intenzione morale – libertà – male
radicale – origine
Francesco Malaguti, La concezione di Dio nella mistica
flosofca di Ibn al-‘Arab (1165-1240). Un’analisi teoretica
e comparativa
epistemologia – FilosoFia Comparativa – islam – metaFisiCa – suFismo

PROVOCAZIONI
Giacomo Costa SJ, Tante sponde, lo stesso mare. Nuovi
cammini di ecologia integrale per il Mediterraneo
Dialogo religioso – eCologia integrale – papa FranCesCo – Fratellanza – meDiterraneo
PRESENTIAMO UN LIBRO
Marco Vitelli, Ipazia di Alessandria e Sinesio di Cirene:
un rapporto interculturale in un’età di intolleranza. A proposito di un libro recente
Cristianesimo - interculturalità - ipazia - paganesimo - sinesio
Recensioni
libri ricevuti
Indice generale dell’annata 2020
Indice tematico dell’annata 2020



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La sinodalità al tempo di papa Francesco. 2"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Francesco Asti, Edoardo Cibelli
Pagine:
Ean: 9788810976333
Prezzo: € 11.99

Descrizione:Il volume approfondisce la categoria della sinodalità nei suoi risvolti trinitari ed ecclesiologici e nelle sue implicazioni pastorali e canoniche. La prima parte consente di sviluppare una riflessione teologica che, all’interno di un orizzonte trinitario, coinvolge tutti i membri della comunità ecclesiale chiamati a camminare insieme sotto la guida dello Spirito Santo. Grazie soprattutto al magistero di papa Francesco, la sinodalità rappresenta una categoria teologica di grande attualità e di capitale rilevanza all’interno del processo di comprensione e di azione ecclesiale che va esplicato in una realtà multiculturale, globalizzata, in continua evoluzione. La seconda parte del volume tematizza ulteriormente la sinodalità in quanto categoria che non può prescindere dall’ambito teologico-pastorale e da quello giuridico-canonico; questi diversi livelli di comprensione consentono di tradurre le implicazioni storico-esistenziali di una riflessione sulla sinodalità quale cammino di maturazione del popolo di Dio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La sinodalità al tempo di papa Francesco. 1"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Nicola Salato
Pagine:
Ean: 9788810976326
Prezzo: € 11.99

Descrizione:La sinodalità, che è tra i temi centrali del magistero di papa Francesco, viene indagata in questo libro a partire dalla prassi collegiale delle prime comunità cristiane nel Nuovo Testamento. Svolgere un Sinodo non significa tanto cedere alla prassi democratica, quanto dichiarare la fedeltà della Chiesa alla propria vocazione; in altri termini, il tema della Chiesa sinodale è correlato al sensus fidei del popolo di Dio e al suo valore sociale. La radice profonda della difficoltà di rapporto fra i diversi soggetti ecclesiali che oggi si vive nella comunità cristiana va ricercata innanzitutto nell’inefficace assimilazione e attuazione del principio di ministerialità, come realtà riguardante non solo i ministri ordinati, ma tutta la Chiesa. Solo così ogni credente, nel camminare e decidere insieme, potrà sentirsi «pietra viva» nell’edificazione dell’unico Corpo di Cristo, che è la Chiesa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Educare alla relazione"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Nicolò Terminio
Pagine:
Ean: 9788810976616
Prezzo: € 7.99

Descrizione:In un’epoca in cui i legami sociali sembrano diventare soltanto liquidi e virtuali, l’educazione affettiva e sessuale può svolgere una funzione civile di grande rilievo perché costruisce i presupposti per vivere l’amore e gustare la possibilità di essere generativi insieme agli altri. L'autore sviluppa questo tema attingendo alla sua esperienza clinica di psicoanalista e dopo aver ulteriormente approfondito l’argomento nel corso di una ricerca triennale. Questo libro si rivolge innanzitutto a genitori, insegnanti, educatori e agli operatori impegnati direttamente sul campo. Il contributo della psicoanalisi all’educazione consiste nell’illustrare le dinamiche inconsce che entrano in gioco nel legame tra emozioni, affetti, sessualità e amore, quattro esperienze differenti ma intimamente intrecciate tra loro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La vita come la fine del mondo"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Luigi Maria Epicoco
Pagine:
Ean: 9788810976647
Prezzo: € 12.99

Descrizione:Il fascino che il libro dell’Apocalisse esercita su chi legge la Bibbia è straordinario. È un fascino che alle volte ci tiene distanti, forse per paura di sperimentare il limite della nostra comprensione o per quella sottile angoscia che ci scatta dentro quando dobbiamo pensare alla fine del mondo. Ma allo stesso tempo è un fascino che ci porta ad approfondire l'ultimo libro biblico alla ricerca di qualche indizio che ci sveli il futuro. In verità l'Apocalisse non ci parla del futuro, ma di quel presente che è l’eternità sottesa ad ogni istante.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "SOS"
Editore: Laterza
Autore: Seth Wynes
Pagine:
Ean: 9788858144664
Prezzo: € 12.99

Descrizione:

Hai il potere di cambiare il mondo. Comincia oggi.

Se non cambiamo stile di vita qui e ora, nel 2100 il nostro pianeta sarà irriconoscibile. Siamo abituati a credere che modificare i nostri comportamenti individuali non abbia un impatto significativo sul riscaldamento globale. Ma la scienza ci dice esattamente il contrario: azioni semplici fanno la differenza.Quali abitudini quotidiane – in casa, al lavoro, nel modo in cui fai acquisti, mangi, viaggi, vivi –puoi modificare per avere un impatto positivo e reale sul futuro del nostro pianeta?Ecco una piccola, ma preziosa, guida per una vita quotidiana più sostenibile.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Anche i partigiani però..."
Editore: Laterza
Autore: Chiara Colombini
Pagine:
Ean: 9788858144794
Prezzo: € 13.99

Descrizione:

Avventurieri e ladri di polli. Protagonisti di una guerra inutile. Vigliacchi che colpiscono i nemici a tradimento. Terroristi. L'elenco dei luoghi comuni e delle falsificazioni sulla Resistenza è lunghissimo e continua a rafforzarsi a dispetto di ogni prova contraria. Perché?

Irresponsabili che con le loro azioni scatenano le rappresaglie naziste e fasciste che si abbattono sulla popolazione inerme. Esaltati che combattono per imporre una dittatura comunista in Italia. Assassini che infieriscono sui vinti. E ancora, autori di un racconto falsificato della storia, imposto a tutti. Questi giudizi sui partigiani oggi sono parte integrante di un senso comune diffuso, popolato di frasi fatte. Con un meccanismo connaturato ai media in generale ma amplificato dalla rete, prende forma un racconto che azzera i contesti, semplifica brutalmente, trasporta gli avvenimenti del passato nel presente per giudicarli con il metro dell'oggi. Come possiamo rispondere a questa offensiva pluridecennale? Chiara Colombini restituisce concretezza alla distanza che ci separa da quegli anni, calandosi nella realtà dura e drammatica, ma anche piena di speranza, di quei venti mesi che tanto hanno significato per la storia del nostro paese. Un libro per conoscere ciò che è stato. Senza retorica, tornando alla storia.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Concilium - 2021/1"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025761
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Indice


Gianluca Montaldi – Catherine Cornille
Daniel Franklin Pilario, Editoriale
Abstracts
I. Chiesa e teologia di frontiera
1. Una visione globale
1.1 Anna Staropoli, Lo scarto delle periferie del mondo:
pietra angolare e fessura di infinito

I/ Le periferie dello scarto e la cittadinanza globale
II/ La trasformazione dei conitti: due simboli,
la porta e la piazza
III/ Due casi-studio di mediazione comunitaria
dei conitti a Palermo
1/ Il mercato dell’usato all’Albergheria
2/ Mediazione comunitaria nel rione rurale di Danisinni
IV/ Conclusioni: La pedagogia sognante
1.2 Sharon A. Bong, Incontrare lo straniero
ai cancelli d’ingresso. Verso una teologia dell’ospitalità
femminista-postcoloniale

1.3 Carlos Mendoza-Álvarez, Attraversare frontiere,
creare altri mondi possibili.
Per una teologia decoloniale della migrazione

I/ Un grido globale: la migrazione a mobilità forzata
II/ Decolonizzare le frontiere
a partire dalle resistenze dei popoli migranti
III/ L’interculturalità come chiave epistemologica
IV/ Il paradigma teologico dell’incarnazione
come migrazione umano-divina
1.4 Giovanni Giorgio,
Inforg: quale confine tra natura e tecnica?
I/ Una rilettura analitica del cammino della tecnica
II/ Una nuova ontologia e una nuova etica
III/ Un ambientalismo olistico
1.5 Stan Chu Ilo, Teologia come attraversamento
dei confini. Insegnamenti da un ostello per rifugiati

I/ Oltre i limiti dell’identità e dell’alterità
II/ La chiesa come ospedale da campo senza confini
III/ Teologia come attraversamento di confini:
una danza sacra con Dio
2. L’Europa e il Mediterraneo come “case study”
2.1 Michelle Becka – Johannes Ulrich,
L’Europa al confine. Ambiguità e dinamiche
della gestione europea dei confini

I/ Separare, delimitare, escludere
II/ La breve strada che va da Schengen a Dublino
III/ Confini orizzontali e confini verticali
IV/ Conclusione
2.2 Cettina Militello,
Il futuro (cristiano?) dell’Europa
I/ Quale futuro per l’Europa?
II/ Un futuro cristiano?
III/ Ripartire da dove?
2.3 Zoran Grozdanov, Noi, il popolo (cattolico):
è il populismo che sta sabotando il cristianesimo?
Uno sguardo dall’Europa orientale

I/ Assunti teologici cristiani e ascesa del populismo
II/ Conclusione
2.4 Valerio Corradi, Il Mediterraneo
come spazio di riconoscimento interculturale

I/ Un contesto multiforme e in movimento
II/ La sfida del riconoscimento
III/ Il protagonismo possibile della società civile
e dei soggetti intermedi
IV/ Per concludere: un nuovo modo
di pensare il Mediterraneo
2.5 Giuseppina De Simone,
Una teologia dal Mediterraneo
Premessa
I/ Una questione di confini: tra storia e narrazioni
II/ Che cosa c’entra la teologia?
III/ La storia come “luogo teologico”: fare teologia in contesto
IV/ Per una teologia nel contesto del Mediterraneo
V/ Il Mediterraneo come “luogo teologico”
3. Epilogo
Crispino Valenziano,
Arte, confine oltre i confini
II. Forum teologico
1. Kristof K.P. Vanhoutte, Scritto da dei buoni…
approvato da delle scimmie.
Una critica alla narrazione del covid-19

2. Alberto Dal Maso, Cos’abbiamo imparato, in liturgia,
uscendo dalla comfort zone? Nuovi scenari possibili
per dei riti messi alla prova del confinamento
I/ Officiare “a porte chiuse” una messa clericale:
inerzia o regressione?
II/ Trasmettere messe “digitali”: futuro realizzato o fascinazione acritica?
III/ Celebrare, oltre la sola missa, nelle chiese domestiche: spiragli di apertura
1/ «Dio abita nelle case, nelle strade, nelle piazze» (EG 71)
2/ Una pluralità di espressioni liturgiche da rivalutare
IV/ Niente sarà più come prima? Il dovere di discernere e… ricomporre

 

Editoriale

In maniera implicita o esplicita, frontiere e confini hanno sempre custodito un profondo significato teologico. Il confine è, da un lato, uno strumento per definire un’identità tracciando una linea di demarcazione fra sé e gli altri, ma, dall’altro lato, può anche essere esperito come un’occasione di scambio. Da un punto di vista antropologico, costituisce sia una limitazione sia un punto di partenza. A causa di questa ambiguità, si
deve prestare un’attenzione particolare alla fragilità di quanti vivono “ai margini”, ovvero «in territori magici» (Gloria Andalzúa). Inoltre, oggigiorno osserviamo un cambiamento profondo nell’esperienza esistenziale del “confne”. Le ragioni sono molteplici: i problemi legati al cambiamento climatico, l’accesso ad acqua potabile e aria non inquinata, le dierenze nello sviluppo e nelle risorse economiche e finanziarie, l’instabilità politica e la violenza stanno spingendo sempre più persone in tuto il mondo a varcare delle frontiere. Questi spostamenti potrebbero delineare una nuova umanità e una nuova coabitazione, nella quale le risorse religiose e spirituali di ciascun individuo e di ciascun gruppo possano avere il proprio ruolo. Di conseguenza, la teologia è profondamente coinvolta in questa rifessione, ma è pure chiamata a intraprendere un dialogo con altre discipline.
La consueta conferenza annuale di Concilium avrebbe dovuto tenersi per il 2020 a Palermo, in collaborazione con la Facoltà teologica palermitana e con la Società italiana per la […]



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Psicologia delle folle"
Editore: TEA
Autore: Gustave Le Bon
Pagine:
Ean: 9788850261642
Prezzo: € 6.99

Descrizione:«I veri sconvolgimenti storici non sono quelli che ci empiono di stupore per la loro vastità o violenza. I soli cambiamenti importanti ' quelli che consentono il rinnovarsi delle civiltà ' avvengono nelle opinioni, nei concetti e nelle credenze? Mentre le antiche credenze barcollano e spariscono, e le vetuste colonne della società si schiantano a una a una, la potenza delle folle è la sola che non subisca minacce e che veda crescere di continuo il suo prestigio. L'età che inizia sarà veramente l'era delle folle? La conoscenza della psicologia delle folle costituisce la grande risorsa dell'uomo di Stato che voglia non dico governarle (cosa divenuta ormai ben difficile), ma almeno non essere da esse interamente governato.» Pubblicato per la prima volta a Parigi nel 1895, Psicologia delle folle seppe cogliere i primi segnali dell'entrata in scena di un nuovo attore sociale: la folla, soggetto e oggetto di un nuovo operare politico. Degradato a manuale precettistico, fu opera di riferimento per dittatori e aspiranti dittatori degli anni Venti del secolo scorso. Ma nelle sue parti più vitali, nelle sue numerose intuizioni, in certo suo profetismo, questo libro inaugura l'epoca di una nuova consapevolezza dell'uomo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Parole di Vita"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025754
Prezzo: € 4.50

Descrizione:

INIDCE 

Editoriale 

Cristiano D’Angelo 

«ALLA TUA DISCENDENZA IO DARÒ QUESTA TERRA» (GEN 12,7) 

Ombretta Pettigiani 

UNA TERRA DA ESPLORARE E DA ABITARE

Simone Paganini 

GUARDARE LA TERRA E RISPETTARE LA TORÀ NEL DEUTERONOMIO 

Dionisio Candido 

NEI LUOGHI DELLA SALVEZZA 

Donatella Scaiola 

DALL’ALLEANZA ALLA CREAZIONE DELLA TERRA 

Annalisa Guida 

QUELL’IMPASTO DI TERRA CHIAMATO UOMO 

Furio Biagini 

LA TERRA È DEL SIGNORE 

Giacomo Violi 

LA «TERRA SANTA» TRA BIBBIA E PIETÀ POPOLARE 

Marco Tibaldi 

IL PENTATEUCO NELLA SCUOLA: LA TERRA 

PER SAPERNE DI PIÙ 

Marcello Panzanini 

L’ombelico del mondo: Madaba e la sua carta geografica 

RILETTURE 

Valeria Poletti 

Terre promesse 

APOSTOLATO BIBLICO 

Alessandro Zavattini 

I metodi attivi con la Bibbia: i laboratori minori 

VETRINA BIBLICA 

ARTE

Marcello Panzanini 

L’ultima visione: Testamento e morte di Mosè, della Cappella Sistina 

 

 

EDITORALE 

Cinque lettere e dieci significati: così «ter­ra» nel vocabolario di italiano della Trec­cani. Una simile polisemia, benché più ristretta, si individua scorrendo l’Indice della pagina accanto: con lo stesso sostantivo ci si può riferire a un territorio specifico, al pianeta su cui viviamo, alla superficie terrestre e al suo suolo. Non si tratta di un arbitrio o di un limite della lin­gua italiana. Pure l’ebraico prevede un solo termine per realtà diverse o non identiche: il paese di Israe­le e il globo terrestre (nonché il mondo sotterraneo dei non esistenti) sono definiti dal medesimo so­stantivo (erez). E a ragion veduta: al pari di ogni al­tro popolo, Israele concepisce e vive la propria terra come la Terra; pensa la seconda a partire dalla pri­ma. Il dono di un territorio su cui insediarsi e da cui trarre sostentamento precede la creazione dell’u­niverso. Questo fascicolo inizia dunque presentan­do i testi in cui si mette a fuoco la relazione tra il popolo e la sua terra, prima promessa (Genesi), poi esplorata (Numeri), infine conservata a determina­te condizioni (Deuteronomio). I brani legati ai pa­triarchi sono testi fondanti, perché fondano il dirit­to (pure giuridico) che il popolo avrà a risiedere in quei luoghi; ma sono anche testi eziologici, perché offrono la ragione per cui sia capitata in sorte una regione per lo più brulla e aspra. Alla categoria del dono gratuito si affianca (o subentra) quella del pos­sesso condizionato: il primo si può perdere se il po­polo decide di non rispettare la Torà. Anche la mo­dalità di acquisizione muta (o si sdoppia): i patriar­chi procedono per negoziazione pacifica, le schiere di Israele per annessione militare. 

Tra i due poli, dono gratuito e possesso condizio­nato, si muovono pure i racconti dei primordi, pen­sati come proiezione su scala universale di una vicen­da particolare. Il Dio che assegna al suo popolo un luogo dove abitare mette le premesse al Dio che col­loca la prima coppia dell’umanità in un giardino col­tivabile: promette e dona la terra, l’uno; crea i cieli e la Terra, l’altro. La disobbedienza alla Torà, che pro­vocherà la perdita dell’indipendenza territoriale, di­ venta chiave di lettura della cacciata dal giardino delle delizie: in ebraico, il medesimo verbo significa osser­vare e preservare, servire e lavorare, aventi come og­getto indifferentemente la Legge o la terra. Così che la ricchezza di un territorio dipende non dal rigo­glio del suolo, ma dalla religiosità del popolo che lo abita e dallo stile con cui questi vi dimora. Si radica qui il dibattito, vivace ancora oggi, sulla in­dispensabilità di risiedere in un determinato paese e all’interno di un’entità statuale per risultare pie­namente fedeli alla volontà del proprio Dio: co­sa rende “santa” una terra? La sua intrinseca sacrali­tà oppure quella di chi vi adempie i comandamenti? 

L’interrogativo investe non solo il mondo ebrai­co, con risposte più diversificate e trasversali di quanto si possa immaginare, ma anche l’ambito cristiano. Le chiese hanno avuto un rapporto com­plesso con quei territori, subendo i condiziona­menti di contingenze storiche e fluttuazioni teologiche. Lo stanno a dimostrare anche solo cer­te scelte terminologiche. Il Pentateuco affianca al sostantivo «terra» il verbo «giurare», con Dio qua­le soggetto, sottintendendo che essa viene sicura­mente data. Avere prediletto la dicitura «terra pro­messa» ha da una parte spiritualizzato l’immagine (secondo la lettura tipologica che ne dà la Lettera agli Ebrei), dall’altra ha sciolto il nesso (indissolu­bile nel Pentateuco) tra Israele e la sua terra, ren­dendola sinonimo di chimera mai raggiungibile. Lo stesso si dica per l’altra dicitura: quella che in ebraico è, alla lettera, «terra del santo» (Dio? il po­polo?), diventa «santa» e significativa, ma in quanto attraversata da un membro di quel popolo. Questa fluttuazione (e manipolazione) terminologica si ri­verbera sul piano della toponomastica: come chia­mare quella regione, indefinita già sul piano stret­tamente geografico? 

Insomma, il fascicolo aiuta a entrare in un tema complesso e meno scontato di quanto si potrebbe immaginare. Dunque, buona lettura. 

Marco Zappella



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rivista di Pastorale Liturgica"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025778
Prezzo: € 6.00

Descrizione:

Editoriale

2 M. Belli

La nuova traduzione del Messale

tra ironia e parodia

Spigolature

5 Uno sguardo alla realtà … con un sorriso

Studi

7 P. Tomatis

«Basta il libro!»

12 A. Grillo

Purché sia «valido»!

17 V. Trapani

«Si fa quel che c’è scritto!»

22 D. Messina

«L’importante è leggere!»

27 A. Giardina

«Basta un tavolo e un leggìo!»

32 P. Chiaramello

«Signore e Signori…»

37 S. Noceti

«Faccio io, no tu no!»

44 V. Gatti – G. Orsini

«Adesso vi spiego tutto»

49 M. Ferrari

«Con questo Messale

non si prega più!»

Formazione

54 A.M. Baldacci – M. Roselli

Ritualità della famiglia

1. Famiglia e chiesa

61 G. di Berardino

L’espandersi disinteressato della vita

1. Camminare

67 l. Palazzi – F. Manicardi

Corpo, spazio, rito

1. Abitare

Asterischi

73 S. Sirboni

Messe e orazioni per varie necessità

Inserto on line

Preghiere dei fedeli per il T.P

 

 

 

Editoriale Manuel Belli

La nuova traduzione del Messale
tra ironia e parodia

Paul Watzlawick è noto per aver scritto La pragmatica della comunicazione umana, uno dei testi fondatori dell’approccio sistemico in psicologia.
Al lettore italiano è tuttavia disponibile un libretto molto interessante e semi-serio dal titolo Istruzioni per rendersi infelici (edito da Feltrinelli): l’autore tesse un elogio paradossale dell’importanza dell’infelicità e offre una sorta di manuale per costruirsi una vita infelice. Per leggere il libro di Watzlawick servono un paio di ingredienti.
Il primo è una grande dose di ironia: evidentemente la sottolineatura del valore dell’infelicità e il genere letterario del manuale sono solo due espedienti letterari per porre la questione della felicità, di cui si fa una sorta di parodia. La parodia è uno stile interessante: strappando un sorriso e ingigantendo comicamente le questioni, è capace di porre i problemi sotto angolature originali. Nel sostenere comicamente che l’infelicità è necessaria alla società e che occorre fare di tutto per conservarla, lo psicologo propone un’efficace posizione del problema di una strutturale irrisolutezza dei meccanismi sociali, ma nella logica di un superamento.
La seconda premessa necessaria alla lettura è l’autoironia: il libretto, con una scrittura leggera e simpatica, affronta questioni spinose, stili di comportamento consolidati, urgenze di cambiamenti che potrebbero indisporre il lettore che abbia preventivamente blindato la propria personalità, precludendo ogni possibile cambiamento. Per chi si pensa in uno stato di perfezione quasi angelica o per chi ormai è sceso a patti con ciò che lo fa soffrire e preferisce uno stato di accettabile tristezza piuttosto che il rischio di una debordante gioia, le ironie di Watzlawick potrebbero suonare quasi come dissacranti.
Ma veniamo a noi. Era un pomeriggio di febbraio particolarmente piacevole, di quel periodo dell’anno scorso dove nessuno sospettava ancora che di lì a poco si sarebbe parlato di contagiati, terapie intensive, DPCM e lockdown. Ci siamo ritrovati come redazione per progettare questa annata: il 2021 doveva essere l’anno dell’uscita della traduzione del nuovo Messale.
Tutta l’editoria cattolica era con il fato sospeso per poter produrre testi e sussidi in simultanea con l’uscita dell’atte-so libro liturgico, e anche noi non volevamo mancare all’appuntamento, per onorare il compito di offrire un taglio pastorale-liturgico della questione.
Ma, vuoi la leggerezza del periodo, vuoi che tanti avevano già messo mano a scrivere commenti e a offrire riessioni sull’argomento, vuoi che già era in programma un numero tematico della rivista nel 2020, ci siamo sentiti un po’ dei «piccoli Paul Watzlawick»: perché non concederci qualche spazio di ironia e di parodia? E così è venuto il titolo di questo fascicolo, facendo eco al libretto del noto psicologo: «Il Messale: istruzione per non farlo funzionare».
Penso che per leggere le pagine che seguiranno servano gli stessi ingredienti necessari alla lettura del testo di Watzlawick. Prima di tutto un pizzico di ironia. Vorremmo sfatare la famosa battuta che tutti sanno sui liturgisti, dimostrando che al contrario dei terroristi anche con noi si può trattare e persino scherzare. L’ironia è capace di parrhe¯sía: sa cogliere nel segno e offrire spazi di riessione senza essere pedante o polemica.
Ma vorrei dire senza ironia ciò che invece nei titoli degli articoli sarà proposto in modo più simpatico: una nuova traduzione di un libro liturgico non risolve il problema della riforma liturgica. Una fortunata formula sintetica di Chauvet sostiene che nel rito «ciò che […]



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Carnevale"
Editore: Laterza
Autore: Giovanni Kezich
Pagine:
Ean: 9788858136362
Prezzo: € 11.99

Descrizione:

L'origine dei riti mascherati si perde nella notte dei tempi. Corrisponde al ciclico ritorno degli antenati, che all'avvio del nuovo anno si manifestano ai vivi come figure bizzarre, inquietanti, sfarzose, esagerate per portare un augurio di prosperità e di fertilità. Cacciati dalla cittadella sacra di Natale ed epifania, questi personaggi ancestrali se ne sono andati a spasso per il calendario, trovando rifugio là dove non recavano disturbo. Così, in luoghi remoti del continente europeo e nelle date più impensate del semestre invernale, vediamo tornare alla ribalta gli scampanatori paurosi dei lupercali, i bianchi salterini degli ambarvali, i burleschi birboni dei saturnali…

Da rito che era, nel regime religioso cristiano la mascherata si è trasformata in farsa, in un presunto tripudio di gola e licenziosità legittimato quale necessaria antifona della successiva espiazione quaresimale. Forte di questo salvacondotto, carnevale diviene il protagonista della cultura popolare della rinascenza europea, di cui seguirà le sorti, per prendere infine il piroscafo e andare a conquistare le grandi città della sponda orientale dell'America Latina e della Louisiana, dove avrà inizio il suo inarrestabile incedere sulla scena globale in atto ancora oggi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia della guerra fredda"
Editore: Laterza
Autore: Bruno Bongiovanni
Pagine:
Ean: 9788858124222
Prezzo: € 7.99

Descrizione:

Dalla fine del secondo conflitto mondiale al crollo dell'Urss. Un ordine mondiale imperfetto, una pluralità di soggetti e l'egemonia di due superpotenze nel contempo rivali e complementari.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il capitalismo italiano"
Editore: Il Mulino
Autore: Sandro Trento
Pagine:
Ean: 9788815365040
Prezzo: € 9.99

Descrizione:
Il capitalismo italiano è passato dal decollo industriale delle grandi famiglie al capitalismo di stato di Iri, Enel ed Eni; con le privatizzazioni si è avuto un terzo capitalismo, diffuso sul territorio, che ha dato vita a sua volta al capitalismo delle società multinazionali di medie dimensioni.Unesperienza di successo che già nel 1976 ha portato il nostro paese a fare parte del G7. Allora perché la nostra economia è vista come la "grande malata" dEuropa? Questo libro mette in luce le ragioni che rendono difficile lavvio nel paese di una nuova fase di crescita.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'emigrazione italiana negli Stati Uniti"
Editore: Il Mulino
Autore: Matteo Pretelli
Pagine:
Ean: 9788815365057
Prezzo: € 9.49

Descrizione:
CFra il 1880 e il 1920 qualcosa come quattro milioni di italiani emigrarono negli Stati Uniti. Oggi ci sono Stati americani, come il Connecticut e il New Jersey, in cui la popolazione di origine italiana è vicina al venti per cento, e gli italo-americani pesano per il 5,6 per cento sul complesso della popolazione americana. Il volume ripercorre la storia dellemigrazione italiana negli Usa dalle origini sino a oggi: dalla grande ondata fra Otto e Novecento al formarsi di comunità etniche, alle correnti politiche in esse prevalenti, alle discriminazioni, al consolidarsi dello stereotipo del mafioso, alla progressiva americanizzazione del secondo dopoguerra. È poi tratteggiato un quadro sintetico della cultura italo-americana nei suoi diversi aspetti: listruzione, il rapporto con la lingua italiana, il ruolo del teatro e della musica, limmagine dellitalo-americano nel cinema.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La caduta dell'impero romano"
Editore: Il Mulino
Autore: Giorgio Ravegnani
Pagine:
Ean: 9788815365064
Prezzo: € 9.49

Descrizione:
Larrivo dei Visigoti nel 376 segnò linizio dellagonia dellimpero romano. Altre orde di barbari dilagarono poi in Gallia e altrove: nellimpossibilità di respingerli, Roma fu costretta a cedere sempre più terreno. Nonostante lenergia dispiegata dagli ultimi grandi generali di Roma, come Stilicone, Costanzo ed Ezio, alla metà del V secolo il territorio sotto il dominio imperiale era ridotto a poca cosa, con la perdita di gran parte delle province. Nel 476 il barbaro Odoacre depose lultimo sovrano, Romolo Augustolo, mettendo così fine alla successione imperiale in Occidente.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il nuovo bambino immaginario"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Matteo Armando
Pagine:
Ean: 9788849866681
Prezzo: € 6.99

Descrizione:Di fronte ai quotidiani e dolorosi casi di bambini e adolescenti sempre più in difficoltà con la vita, la questione di fondo non è quella relativa a un qualche blocco dell’educazione familiare: la questione di fondo è quella della totale eclissi dell’educazione familiare. Il punto, insomma, non è che i genitori educhino poco o male. Il punto è che non educano più. Il genitore contemporaneo pensa e agisce come se il figlio non necessitasse più del tempo dell’infanzia e dell’apporto decisivo dell’educazione familiare. Il saggio esplora tutte le costellazioni che si addensano attorno al fenomeno del “nuovo bambino immaginario”, approfondendo in particolare le pesanti ricadute future che per il bambino reale comporta la folle sospensione del tempo dell’infanzia e scovando le radici ultime della sua precoce e perversa adultizzazione nell’estremo desiderio delle generazioni adulte di una giovinezza senza fine. Alla fine dei conti, infatti, il bambino adulto è il perfetto contraltare e l’efficace sostegno psicologico di quell’adulto bambino generato dalla nostra società ipergiovanilistica. Va da sé poi che, solo se gli adulti ritorneranno a fare gli adulti, il nuovo bambino immaginario potrà cedere il posto al bambino reale. Solo così potrà ricostruirsi il patto educativo tra genitori e figli, senza il quale a nessuno è data la possibilità di essere all’altezza della vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU