Articoli religiosi

Ebook



Titolo: "Guida letteraria del mondo"
Editore: Terra Santa
Autore: AA. VV.
Pagine:
Ean: 9788862407953
Prezzo: € 10.99

Descrizione:Racconti e descrizioni si snodano attraverso i cinque continenti fino alla geografia delle terre misteriose della fantasia. In letteratura, il viaggio è un filo rosso ricorrente, e l’avventura, per terra o per mare, assume infinite sfumature e registri narrativi diversi: dal diario al memoir, dal romanzo al reportage, dal giallo al fantasy. Il viaggio, in letteratura, unisce il reale all’irreale, includendo l’incontro con l’inconsueto e il magico, fino ai confini dell’immaginazione, nelle terre sconosciute e nelle isole che non ci sono. In questa insolita guida, le voci di oltre centocinquanta scrittori di ogni nazionalità ed epoca storica, accostate in un mosaico variegato, accompagnano il lettore in un vero e proprio tour narrativo intorno al mondo, alla scoperta di città, paesi, terre emerse e sommerse. È una trasvolata nel tempo e nello spazio, unica nel suo genere per varietà di generi, opere e letterature. Racconti e descrizioni si snodano attraverso i cinque continenti fino alla geografia delle terre misteriose della fantasia. L’invito a chi accosterà queste pagine è quello di lasciarsi avvolgere dalle atmosfere dei luoghi, scoprendo il desiderio di visitarli, ma anche di lasciarsi incantare dal fascino letterario degli scritti per ritrovare gli autori e i capolavori che li hanno generati. A cura di Anna Maria Foli

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il libro del cuore"
Editore: Terra Santa
Autore: Luca Antonio Fallica
Pagine:
Ean: 9788862407991
Prezzo: € 10.99

Descrizione:Fratel Luca esplora il più importante e anche meno noto aspetto del grande re d’Israele: Davide è un uomo scelto da Dio perché è “secondo il suo cuore”. Il re Davide è tra i più famosi e affascinanti personaggi della Bibbia: l’arte, la letteratura e la cinematografia hanno trovato in lui una inesauribile fonte di ispirazione e hanno cercato di illustrarne la complessità: il coraggio del condottiero, l’astuzia del conquistatore di Gerusalemme, la saggezza del re, la poesia dell’autore di salmi e inni. Senza dimenticare gli elementi di debolezza, come nel caso dell’uccisione di Urìa a motivo della sua bella moglie Betsabea. Fratel Luca esplora in questo libro un altro aspetto del grande re d’Israele, il più importante anche se probabilmente il meno noto ai lettori: Davide è un uomo scelto da Dio perché è “secondo il suo cuore”. E ciò che rende ancor più significativo questo titolo di merito è il fatto che non sia attribuito ad altri in tutte le Scritture. Se dunque Davide è secondo il cuore di Dio, allora conoscere Davide – è la tesi dell’Autore – ci avvicina al cuore stesso di Dio, ce ne fa conoscere e incontrare qualche tratto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il bosco dei centenari"
Editore: Terra Santa
Autore: Giuseppe Caffulli
Pagine:
Ean: 9788862408011
Prezzo: € 10.99

Descrizione:Una trama intima e drammatica che trascina il lettore nell’incostanza della natura, nel mistero del destino, nella consolazione delle piccole cose. Una giovane donna torna alla vecchia baita di montagna in cui ha trascorso le più belle ore della sua infanzia. L’odio per un padre, che l’ha allontanata senza motivo, si mescola ai ricordi lieti e all’apertura di un misterioso plico: una busta gialla contenente un quaderno nero, alcune microcassette e un vecchio registratore. Si dipana così la lunga e struggente confessione di un genitore alla propria figlia, che diventa occasione per riannodare i fili tagliati e riprendere discorsi interrotti, ma anche per riflettere – attraverso la passionale e codarda storia d’amore di un prete – sul proprio ruolo di marito, di padre, di amante. Il racconto disegna il profilo di due uomini contemporanei, le cui vicende si richiamano a specchio, due amici che si sono in qualche modo riconosciuti nei loro errori, nei loro devastanti sensi di colpa, nel loro bisogno di perdono. Una trama intima e drammatica, che attraverso una scrittura vivida trascina il lettore nell’incostanza della natura, nel mistero del destino, nella consolazione delle piccole cose. Sullo sfondo, le montagne della Valle d’Aosta – a volte partecipi, a volte indifferenti – a spiare le mutevoli sorti delle traversie umane.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sovereign Debt Restructuring: The Role and Limits of Public International Law - e-Book"
Editore: Giappichelli
Autore: Annamaria Viterbo
Pagine:
Ean: 9788892187962
Prezzo: € 35.00

Descrizione:The monograph “Sovereign Debt Restructuring: The Role and Limits of Public International Law” fills in a gap in recent literature focussing on the most important rules of public international law applicable to sovereign indebtedness. After providing a brief overview of the main debt restructuring vehicles that have been developed over time, the book traces a distinction between the rules of public international law that are relevant for debtor States (State succession in respect of debts, the odious debt doctrine, sovereign immunity and economic necessity) and creditor States (diplomatic protection and the conclusion of treaties specifically aimed at providing debt relief to a country). The book not only covers in detail the law and practice of the two international organisations that are mostly involved in sovereign debt issues (the IMF and the United Nations), but also examines the increasing role played by financial industry associations in the field (IIF, ICMA, ISDA). The book “Sovereign Debt Restructuring: The Role and Limits of Public International Law” will appeal to scholars and legal practitioners. Officials working in the field of sovereign debt will find it a useful reference, as will legal counsel in banks and international financial institutions.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Chi sbaglia paga"
Editore: Chiarelettere
Autore: Sergio Abis
Pagine:
Ean: 9788832963533
Prezzo: € 9.99

Descrizione:«Il problema non è tenere i detenuti
dentro il carcere ma tenerli fuori, e come.»
Gherardo Colombo
 
«Oggi il carcere è fondamentalmente stupido.
Non serve a niente e costa
un enorme ammontare di denaro…
Un carcere utile e logico è possibile.»
Don Ettore Cannavera,
fondatore della Comunità La Collina
 
Smettere di delinquere si può. Chi sbaglia paga descrive la straordinaria esperienza di un carcere alternativo, la Comunità La Collina di Serdiana (Sardegna), fondata nel 1994 da don Ettore Cannavera: un carcere utile, umano e logico in contrapposizione a una galera segregativa, illogica e inutile (il 70 per cento dei detenuti ritorna in prigione commettendo nuovi reati).
Il libro, attraverso le lettere di chi vive la segregazione forzata, esamina la vita di carcerazione della massa di drogati, disadattati, extracomunitari, psicolabili, assassini stipati nelle case circondariali, evidenziando lo stato di sostanziale disordine e l’illegalità cui sono costretti, motivo per il quale la rieducazione risulta impossibile. Il contrario di quanto invece avviene a Serdiana che, come racconta Abis, propone un modello di vita di lavoro e legalità orientata alla rieducazione, secondo quanto stabilito dalla Costituzione, in cui è favorita la relazione con il prossimo sotto il costante controllo di educatori professionisti. I risultati ottenuti dalla Comunità in venticinque anni di esperienza (4 per cento di recidiva) dimostrano che è possibile assicurare la giustizia ai cittadini, garantendo la certezza della pena, e rieducare senza sconti i colpevoli di delitti anche gravi, riammettendoli alla fine del percorso detentivo all’interno della società come elementi consapevoli e capaci di comportamento conforme alla legge, dunque senza compromettere la sicurezza collettiva.
 
La Comunità La Collina è un carcere alternativo che ospita detenuti affidati dalle diverse magistrature competenti; è stata fondata nel 1994 da don Ettore Cannavera. Riconosciuta la sua validità pedagogica, nel 2019 il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha insignito il fondatore – e per suo tramite i collaboratori, operatori e volontari che si occupano dei detenuti – del titolo di commendatore al merito della Repubblica «per la preziosa opera di sostegno a persone in condizioni di marginalità e in particolare a giovani e minori coinvolti in percorsi di reinserimento sociale».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Chi sbaglia paga"
Editore: Chiarelettere
Autore: Sergio Abis
Pagine:
Ean: 9788832963526
Prezzo: € 9.99

Descrizione:«Il problema non è tenere i detenuti
dentro il carcere ma tenerli fuori, e come.»
Gherardo Colombo
 
«Oggi il carcere è fondamentalmente stupido.
Non serve a niente e costa
un enorme ammontare di denaro…
Un carcere utile e logico è possibile.»
Don Ettore Cannavera,
fondatore della Comunità La Collina
 
Smettere di delinquere si può. Chi sbaglia paga descrive la straordinaria esperienza di un carcere alternativo, la Comunità La Collina di Serdiana (Sardegna), fondata nel 1994 da don Ettore Cannavera: un carcere utile, umano e logico in contrapposizione a una galera segregativa, illogica e inutile (il 70 per cento dei detenuti ritorna in prigione commettendo nuovi reati).
Il libro, attraverso le lettere di chi vive la segregazione forzata, esamina la vita di carcerazione della massa di drogati, disadattati, extracomunitari, psicolabili, assassini stipati nelle case circondariali, evidenziando lo stato di sostanziale disordine e l’illegalità cui sono costretti, motivo per il quale la rieducazione risulta impossibile. Il contrario di quanto invece avviene a Serdiana che, come racconta Abis, propone un modello di vita di lavoro e legalità orientata alla rieducazione, secondo quanto stabilito dalla Costituzione, in cui è favorita la relazione con il prossimo sotto il costante controllo di educatori professionisti. I risultati ottenuti dalla Comunità in venticinque anni di esperienza (4 per cento di recidiva) dimostrano che è possibile assicurare la giustizia ai cittadini, garantendo la certezza della pena, e rieducare senza sconti i colpevoli di delitti anche gravi, riammettendoli alla fine del percorso detentivo all’interno della società come elementi consapevoli e capaci di comportamento conforme alla legge, dunque senza compromettere la sicurezza collettiva.
 
La Comunità La Collina è un carcere alternativo che ospita detenuti affidati dalle diverse magistrature competenti; è stata fondata nel 1994 da don Ettore Cannavera. Riconosciuta la sua validità pedagogica, nel 2019 il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha insignito il fondatore – e per suo tramite i collaboratori, operatori e volontari che si occupano dei detenuti – del titolo di commendatore al merito della Repubblica «per la preziosa opera di sostegno a persone in condizioni di marginalità e in particolare a giovani e minori coinvolti in percorsi di reinserimento sociale».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "NORME&TRIBUTI MESE 07-08/2020"
Editore: Il Sole 24 Ore
Autore: Aa.vv.
Pagine:
Ean: 9788832495263
Prezzo: € 13.99

Descrizione:Il mensile del Sole 24 ORE su fisco, società e bilancio: un vero e proprio strumento di analisi e approfondimento a disposizione dei professionisti sui temi più attuali e dibattuti in materia di fisco, diritto societario e bilancio.
Un'ideale estensione delle pagine di Norme&Tributi dove l'informazione normativa trova uno spazio dedicato per essere approfondita.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Concilium - 2020/3"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025365
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Indice

Michelle Becka – Bernardeth Caero Bustillos

Joaõ J. Vila-Chã, Editoriale

Abstracts

I. Politica, teologia e senso del potere

1. Una riflessione generale

1.1 John D. Caputo, Il potere al congiuntivo di Dio

1.2 João J. Vila-Chã, Per un discernimento del potere e dell’autorità. La potenza del simbolo e il consolidamento della realtà

I/ Il significato dell’autorità

II/ Il potere che degenera

III/ Il potere redento

IV/ Il potere dello stato

V/ Conclusioni

2. Fondamenti biblici e sistematici

2.1 Ivoni Richter Reimer – Haroldo Reimer, Potere come servizio. Una lettura critica del potere a partire dal Nuovo Testamento
2.2 A. Maria Arul Raja, Dare potere a chi non ce l’ha. Alcuni sguardi sulla vita e la missione di Gesù

I/ Il discorso sul potere nella prassi di Gesù

II/ Ribellione all’egemonia socio-culturale

III/ Ricerca di un’affermazione religioso-culturale alternativa

IV/ Affrontare le situazioni di conflitto V/ Conclusioni: dare potere a chi non ce l’ha

2.3 Judith Hahn, Potere del diritto, diritto del potere.

Sul significato del diritto canonico nelle questioni di potere della Chiesa

I/ Il potere, il diritto e il collegamento fra di loro

II/ Il potere del diritto canonico

III/ Il diritto del potere canonico

IV/ Conclusione

2.4 Hille Haker, Dalla nuova teologia politica all’etica politica critica

I/ La teologia politica come critica e lotta per la liberazione dall’ingiustizia II/ L’etica politica critica

2.5 Ansgar Kreutzer, Discorsivo, socio-economico e performativo. Forme di presenza di un cristianesimo politico pubblico

I/ Introduzione: Preghiere politiche della sera nel 1968

II/ Il modello discorsivo-deliberativo della sfera pubblica e i suoi ampliamenti critici

1/ Modello discorsivo-deliberativo (J. Habermas)

2/ Condizioni socio-economiche dello scambio deliberativo (N. Fraser)

3/ Dimensione performativa della sfera pubblica (J. Alexander)

III/ Un modello inclusivo-performativo di teologia e di chiesa politica pubblica: papa Francesco

1/ Dimensione socio-economica: l’opzione per i poveri

2/ Dimensione performativa: la comunicazione dei simboli

IV/ Conclusione: Preghiere politiche della sera oggi
3. Concretizzazioni

3.1 Francisco de Aquino Júnior, La teologia e il potere della liberazione

Introduzione

I/ Fede e liberazione

II/ Teologia e liberazione

1/ Momento della fede

2/ Momento intellettuale

Conclusione

3.2 Tanya van Wyk, Contestare il potere patriarcale.

Il ruolo della teologia politica nel creare solidarietà e sostenere l’attivismo

I/ Rispondere ai contesti?

La teologia politica e il suo ruolo oggi

II/ La violenza di genere: agency, attivismo e solidarietà

III/ La teologia politica come resistenza al potere consolidato

3.3 Jose Mario C. Francisco, Dinamiche di potere,oltre la connivenza e la resistenza.

Le “Filippine cattoliche” come locus privilegiato

I/ Oltre la connivenza e la resistenza

II/ Il potere simbolico del cattolicesimo filippino

III/ Il potere istituzionale della chiesa cattolica

IV/ I poteri alleati dei social e dei digital network

V/ Riflessioni teologiche critiche sulle dinamiche di potere

3.4 LaReine-Marie Mosely, Una passione coerente con la profondità delle ferite degli oppressi

I/ Introduzione

II/ Il secondo concilio plenario di Baltimora (1866)

III/ La conferenza episcopale cattolica degli Stati Uniti (2019)

IV/ Un itinerario sinodale di creatività e responsabilità

1/ Creatività

2/ Responsabilità

V/ Conclusioni

II. Forum teologico 155

Norbert Mette, Sinodalità – in pratica

I/ I sinodi nazionali europei

celebrati nella fase immediatamente postconciliare

II/ Osservazioni sulle esperienze fatte:

possibilità e limiti dei sinodi locali

III. Rassegna bibliografica internazionale 167


Editoriale

La dimensione politica della fede non è altro che la risposta della chiesa alle esigenze del mondo socio-politico concreto nel quale essa vive. Così mons. Óscar Romero in un discorso del 2 febbraio 19801. Eppure, come si percepiscono le sfide e quali sono le risposte? Sulla scia del concilio Vaticano II, le teologhe e i teologi in vari luoghi – e anche in questo numero di Concilium – hanno cercato di sviluppare il concetto di una teologia nel contesto sociale del nostro tempo. Secondo Johann Baptist Metz tanto la privatizzazione della religione quanto la sua politicizzazione reazionaria negli ordinamenti politici esistenti contraddicono il messaggio cristiano: occorre tornare sempre a scandagliare con la ragione critica il modo in cui «il messaggio escatologico del cristianesimo va formulato nei termini della società di oggi», nelle condizioni di una sfera pubblica strutturalmente mutata. La teologia è inserita nella società e contiene un potenziale sociale critico. Occorre mantenere, attualizzare e problematizzare anche oggi questa pretesa nelle sfere pubbliche che cambiano. Questo fascicolo intende offrire un contributo a tale riguardo. La teologia può essere politica, oppure così perde ogni pretesa di oggettività e alla fine il suo carattere scientifico? Può la teologia essere apolitica, oppure ogni opzione e posizione, che necessariamente si assume, è già politica? Questa e altre domande, alle quali comunque è praticamente impossibile rispondere in modo univoco, si pongono in contesti regionali diversi in forme molto diverse: i sistemi politici, ma anche la rispettiva comprensione della teologia – ancorata in istituzioni statali o ecclesiastiche –, determinano la relazione fra teologia e politica e generano concezioni del potere diverse. Gli aspetti politici della teologia e il ruolo della teologia nella politica sono molteplici e spesso ambivalenti. Di conseguenza, questo numero di Concilium riunisce prospettive e contesti fra i più disparati, a livello politico, regionale, confessionale, e provenienti da discipline teologiche diverse. Stanno gli uni accanto agli altri – e si può facilmente prevedere che ne derivino pure delle tensioni. Al centro c’è la relazione fra teologia e politica e la domanda sul ruolo del potere. La questione non è nuova e tuttavia, alla luce degli attuali sviluppi politici a livello mondiale, la riflessione su questo tema appare necessaria e urgente: grandi sfide risultano essere, per esempio, la rinascita di regimi autoritari, la messa in discussione del sistema nelle democrazie esistenti e la strumentalizzazione politica della religione. La chiesa si è da sempre dovuta confrontare con la questione del suo comportamento nei confronti del potere dello stato e troppo spesso ha cercato la sua vicinanza per poter partecipare anch’essa al potere. Quale ruolo ha giocato, e gioca, al riguardo la teologia? Essa può tentare di legittimare la ricerca del potere da parte di determinati partiti o regimi, oppure assumere una posizione critica nei riguardi del potere secolare e protestare contro di esso. In base a quali criteri questo avviene? Si possono evitare contrapposizioni inammissibili e quindi la costruzione di nuove immagini del nemico? In molti contributi raccolti in questo fascicolo si presenta il potere della teologia – ma anche della fede e della chiesa – come “diverso” dal potere [...]



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Liberi fino a quando?"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Giancarlo Elia Valori
Pagine:
Ean: 9788833534541
Prezzo: € 16.99

Descrizione:Intelligenza artificiale, big data, machine learning, blockchain e molto altro: tutte queste tecnologie stanno avendo un impatto straordinario sulle nostre vite, trasformando il nostro stesso modo di stare al mondo e dotandoci di strumenti inimmaginabili fino a pochi anni fa. Ma il prezzo di questo vertiginoso sviluppo rischia di essere elevatissimo, se non saremo in grado di elaborare adeguate strategie di protezione: in ballo, infatti, c’è il futuro stesso delle nostre democrazie. Un esempio su tutti: il proliferare delle fake news, versione attuale dei metodi novecenteschi di manipolazione psicologica, di cui siamo tutti potenziali bersagli. Giancarlo Elia Valori, con grande competenza e capacità di analisi, unite alla sua ben nota libertà di pensiero, ci fornisce una mappa dettagliatissima per provare a orientarci in questo mondo tanto affascinante quanto insidioso, senza mai perdere di vista quelli che sono i valori e le conquiste fondamentali della nostra civiltà.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Liberi fino a quando?"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Giancarlo Elia Valori
Pagine:
Ean: 9788833534558
Prezzo: € 16.99

Descrizione:Intelligenza artificiale, big data, machine learning, blockchain e molto altro: tutte queste tecnologie stanno avendo un impatto straordinario sulle nostre vite, trasformando il nostro stesso modo di stare al mondo e dotandoci di strumenti inimmaginabili fino a pochi anni fa. Ma il prezzo di questo vertiginoso sviluppo rischia di essere elevatissimo, se non saremo in grado di elaborare adeguate strategie di protezione: in ballo, infatti, c’è il futuro stesso delle nostre democrazie. Un esempio su tutti: il proliferare delle fake news, versione attuale dei metodi novecenteschi di manipolazione psicologica, di cui siamo tutti potenziali bersagli. Giancarlo Elia Valori, con grande competenza e capacità di analisi, unite alla sua ben nota libertà di pensiero, ci fornisce una mappa dettagliatissima per provare a orientarci in questo mondo tanto affascinante quanto insidioso, senza mai perdere di vista quelli che sono i valori e le conquiste fondamentali della nostra civiltà.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il diritto di non emigrare"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Maurizio Pallante
Pagine:
Ean: 9788833534602
Prezzo: € 9.99

Descrizione:Coloro che si pongono come obiettivi etici e politici la sostenibilità ambientale, l’equità e la solidarietà non dovrebbero compiere l’errore di ridurre la complessità dei problemi posti dalle migrazioni alla gestione dell’emergenza, e la gestione dell’emergenza alla contrapposizione tra accoglienza e respingimento dei migranti. Aiutare le persone in pericolo di vita è un obbligo morale prima ancora che giuridico, ma la solidarietà, che non consente di ignorare la sofferenza, non ne elimina le cause. Le sofferenze generate dalle migrazioni si riducono solo se si riducono i flussi migratori. E questi possono calare solo se diminuiscono l’iniquità sociale e l’insostenibilità ambientale che inducono, o costringono, i più indigenti a emigrare dai loro Paesi, in cui non riescono più a ricavare il necessario per vivere. Per chi è consapevole che le attuali migrazioni sono un’esigenza del modo di produzione industriale nella fase storica della globalizzazione, l’accoglienza è solo la prima tappa di un percorso politico che i Paesi di arrivo devono progettare di comune accordo con i Paesi di partenza dei flussi migratori, nella consapevolezza che quello occidentale non può costituire il modello di riferimento per i popoli poveri, perché, pur rappresentando il massimo risultato evolutivo raggiunto dalla storia, ha iniziato una rapida parabola involutiva, in cui sta trascinando tutta la specie umana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il diritto di non emigrare"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Maurizio Pallante
Pagine:
Ean: 9788833534619
Prezzo: € 9.99

Descrizione:Coloro che si pongono come obiettivi etici e politici la sostenibilità ambientale, l’equità e la solidarietà non dovrebbero compiere l’errore di ridurre la complessità dei problemi posti dalle migrazioni alla gestione dell’emergenza, e la gestione dell’emergenza alla contrapposizione tra accoglienza e respingimento dei migranti. Aiutare le persone in pericolo di vita è un obbligo morale prima ancora che giuridico, ma la solidarietà, che non consente di ignorare la sofferenza, non ne elimina le cause. Le sofferenze generate dalle migrazioni si riducono solo se si riducono i flussi migratori. E questi possono calare solo se diminuiscono l’iniquità sociale e l’insostenibilità ambientale che inducono, o costringono, i più indigenti a emigrare dai loro Paesi, in cui non riescono più a ricavare il necessario per vivere. Per chi è consapevole che le attuali migrazioni sono un’esigenza del modo di produzione industriale nella fase storica della globalizzazione, l’accoglienza è solo la prima tappa di un percorso politico che i Paesi di arrivo devono progettare di comune accordo con i Paesi di partenza dei flussi migratori, nella consapevolezza che quello occidentale non può costituire il modello di riferimento per i popoli poveri, perché, pur rappresentando il massimo risultato evolutivo raggiunto dalla storia, ha iniziato una rapida parabola involutiva, in cui sta trascinando tutta la specie umana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ti amo perché tengo a me"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Massimo Bartoletti
Pagine:
Ean: 9788833534565
Prezzo: € 8.99

Descrizione:Amare qualcuno può costituire un’occasione per migliorare sé stessi, arricchendo la propria personalità di aspetti che già le appartengono, ma che si scoprono solo nella relazione con l’altro. È questo il messaggio centrale di Ti amo perché tengo a me, che Massimo Bartoletti illustra attraverso il racconto di storie reali, analizzando i vari aspetti del rapporto con il partner e i figli e sfatando i principali luoghi comuni sull’amore. Oltre a spiegare la natura e le dinamiche della dipendenza affettiva, l’autore dedica particolare attenzione agli effetti psicologici della fine di una relazione e ai problemi che nascono nel caso di coppie con bambini (in appendice offre preziosi consigli su come comunicare ai figli la separazione). Nelle relazioni affettive sono in gioco la nostra vita e la nostra felicità: affrontare le proprie insicurezze, lavorando su sé stessi, significa superare il principale ostacolo tra noi e l’amore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ti amo perché tengo a me"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Massimo Bartoletti
Pagine:
Ean: 9788833534572
Prezzo: € 8.99

Descrizione:Amare qualcuno può costituire un’occasione per migliorare sé stessi, arricchendo la propria personalità di aspetti che già le appartengono, ma che si scoprono solo nella relazione con l’altro. È questo il messaggio centrale di Ti amo perché tengo a me, che Massimo Bartoletti illustra attraverso il racconto di storie reali, analizzando i vari aspetti del rapporto con il partner e i figli e sfatando i principali luoghi comuni sull’amore. Oltre a spiegare la natura e le dinamiche della dipendenza affettiva, l’autore dedica particolare attenzione agli effetti psicologici della fine di una relazione e ai problemi che nascono nel caso di coppie con bambini (in appendice offre preziosi consigli su come comunicare ai figli la separazione). Nelle relazioni affettive sono in gioco la nostra vita e la nostra felicità: affrontare le proprie insicurezze, lavorando su sé stessi, significa superare il principale ostacolo tra noi e l’amore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il silenzio delle cicale"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Gian Piero Bona
Pagine:
Ean: 9788833534831
Prezzo: € 15.99

Descrizione:Tristano, rampollo di una famiglia di origini austriache (i Baumgrille, «cicala» in tedesco), un tempo facoltosa, decide di tornare in visita a Villa Tramonto, la dimora avita. Non appena varca il cancello del giardino, nella sua mente si affollano i ricordi della giovinezza, segnata dall’ineluttabile decadenza della famiglia e da un amore tormentato e impossibile. Sullo sfondo dell’Italia dei grandi cambiamenti del dopoguerra si consuma questa recherche intrisa di drammaticità, che mette al contempo in risalto manie e paradossi di una società al tramonto. Grazie a una tessitura stilistica di grande finezza, che alterna sapientemente crudeltà e nostalgia, quest’opera si inserisce a buon diritto nel solco delle grandi saghe familiari che hanno caratterizzato la letteratura europea del ’900.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il silenzio delle cicale"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Gian Piero Bona
Pagine:
Ean: 9788833534848
Prezzo: € 15.99

Descrizione:Tristano, rampollo di una famiglia di origini austriache (i Baumgrille, «cicala» in tedesco), un tempo facoltosa, decide di tornare in visita a Villa Tramonto, la dimora avita. Non appena varca il cancello del giardino, nella sua mente si affollano i ricordi della giovinezza, segnata dall’ineluttabile decadenza della famiglia e da un amore tormentato e impossibile. Sullo sfondo dell’Italia dei grandi cambiamenti del dopoguerra si consuma questa recherche intrisa di drammaticità, che mette al contempo in risalto manie e paradossi di una società al tramonto. Grazie a una tessitura stilistica di grande finezza, che alterna sapientemente crudeltà e nostalgia, quest’opera si inserisce a buon diritto nel solco delle grandi saghe familiari che hanno caratterizzato la letteratura europea del ’900.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un'estate del 1892"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Camilla Salvago Raggi
Pagine:
Ean: 9788833534855
Prezzo: € 11.99

Descrizione:Sposa novella di Giuseppe Salvago Raggi – erede di due antiche famiglie genovesi, diplomatico e futuro Senatore del Regno –, la giovane Camilla trascorre la prima estate dopo il matrimonio nella residenza di campagna del marito. Si tratta dell’ex monastero cistercense risalente al 1120 con un piccolo paese a farle corona. Appassionata fotografa, la giovane marchesa inganna il tempo riprendendo quanto vede intorno a lei: i paesaggi dell’Appennino, le occupazioni quotidiane legate al lavoro dei campi, le processioni, gli amici in visita, una gita in montagna. Un’estate serena per lei, già in attesa dell’unico figlio e ignara di quello che l’aspetta al seguito del marito, come quando vivrà a Pechino i terribili giorni della rivolta dei Boxer, trovando rifugio con tutto il corpo diplomatico nell’ambasciata d’Inghilterra. Dagli scatti di quell’estate del 1892, che la stessa autrice aveva sistemato in uno degli album di famiglia, riaffiorano un’epoca e un mondo oggi scomparsi. Ma sono i ricordi e le memorie della nipote scrittrice, che porta lo stesso nome e che ancora trascorre l’estate nello stesso luogo, a riportarli davvero in vita per noi, consentendoci di ritrovare almeno in parte le atmosfere dei luoghi e le emozioni delle persone.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un'estate del 1892"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Camilla Salvago Raggi
Pagine:
Ean: 9788833534862
Prezzo: € 11.99

Descrizione:Sposa novella di Giuseppe Salvago Raggi – erede di due antiche famiglie genovesi, diplomatico e futuro Senatore del Regno –, la giovane Camilla trascorre la prima estate dopo il matrimonio nella residenza di campagna del marito. Si tratta dell’ex monastero cistercense risalente al 1120 con un piccolo paese a farle corona. Appassionata fotografa, la giovane marchesa inganna il tempo riprendendo quanto vede intorno a lei: i paesaggi dell’Appennino, le occupazioni quotidiane legate al lavoro dei campi, le processioni, gli amici in visita, una gita in montagna. Un’estate serena per lei, già in attesa dell’unico figlio e ignara di quello che l’aspetta al seguito del marito, come quando vivrà a Pechino i terribili giorni della rivolta dei Boxer, trovando rifugio con tutto il corpo diplomatico nell’ambasciata d’Inghilterra. Dagli scatti di quell’estate del 1892, che la stessa autrice aveva sistemato in uno degli album di famiglia, riaffiorano un’epoca e un mondo oggi scomparsi. Ma sono i ricordi e le memorie della nipote scrittrice, che porta lo stesso nome e che ancora trascorre l’estate nello stesso luogo, a riportarli davvero in vita per noi, consentendoci di ritrovare almeno in parte le atmosfere dei luoghi e le emozioni delle persone.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Dichiarazione universale dei diritti umani"
Editore: Viella
Autore: Raffaella Gherardi
Pagine:
Ean: 9788833135809
Prezzo: € 14.99

Descrizione:L’approvazione della Dichiarazione universale dei diritti umani (1948) è unanimemente riconosciuta come un evento storico cruciale, una pietra miliare nel lungo cammino delle idee e delle norme sui diritti umani e nella riconfigurazione delle relazioni tra gli Stati, oltre che tra Stati e cittadini. Se nel corso degli anni i diritti umani sono innegabilmente divenuti un paradigma etico-politico, un linguaggio e un corpus normativo saldo, potente (talvolta prepotente?), i problemi connessi al loro fondamento, alla loro giustificazione e alla loro universalità, così come alla loro violazione, applicazione selettiva ed esportazione paternalistica, continuano a rimanere aperti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Dichiarazione universale dei diritti umani"
Editore: Viella
Autore: Raffaella Gherardi
Pagine:
Ean: 9788833135816
Prezzo: € 14.99

Descrizione:L’approvazione della Dichiarazione universale dei diritti umani (1948) è unanimemente riconosciuta come un evento storico cruciale, una pietra miliare nel lungo cammino delle idee e delle norme sui diritti umani e nella riconfigurazione delle relazioni tra gli Stati, oltre che tra Stati e cittadini. Se nel corso degli anni i diritti umani sono innegabilmente divenuti un paradigma etico-politico, un linguaggio e un corpus normativo saldo, potente (talvolta prepotente?), i problemi connessi al loro fondamento, alla loro giustificazione e alla loro universalità, così come alla loro violazione, applicazione selettiva ed esportazione paternalistica, continuano a rimanere aperti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'arte di dialogare"
Editore: Feltrinelli
Autore: Ulrike Bartholomaus 
Pagine:
Ean: 9788858839256
Prezzo: € 6.99

Descrizione:“Ecco la guida per ritornare a essere realmente ‘social’!” Prevarichiamo, fraintendiamo, giudichiamo, ci nascondiamo, non ascoltiamo o, al contrario, non siamo ascoltati: il risultato, un fallimento.Eppure entrare in dialogo e in relazione con gli altri ci fa bene, ci arricchisce e ci aiuta in ogni contesto di vita. Per avere successo, però, un dialogo richiede un buon equilibrio di esperienza, sensibilità fisica, apprezzamento ed empatia. Si sa, non è solo questione di cosa si dice, ma di come lo si dice. E proprio qui sta il problema! Che valore possieda una vera comunicazione e come ci si dovrebbe comportare per avere uno scambio efficace e soddisfacente ce lo spiega la giornalista scientifica Ulrike Bartholomäus in questo manuale di piacevolissima lettura e ricco di riferimenti tratti dalle ultime e affascinanti scoperte nella comunicazione e in psicologia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Parole di Vita"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300025341
Prezzo: € 4.50

Descrizione:

INDICE

Editoriale

Donatella Scaiola

RELAZIONI DI COPPIA: ESEMPI, CONFLITTI, PROMESSA

Elena Chiamenti

MATERNITÀ COME DONO DI DIO

Giuseppina Bruscolotti

ADAMO ED EVA ERANO UNA FAMIGLIA?

Fabrizio Ficco

LA RELAZIONE PADRE-FIGLIO NEL PENTATEUCO

Domenico Lo Sardo

COME È BELLO (E DIFFICILE!) CHE I FRATELLI VIVANO INSIEME

Ester Abbattista

ELEMENTI DI LEGISLAZIONE FAMILIARE NEL MONDO BIBLICO

Furio Biagini

LA FAMIGLIA EBRAICA

Serena Noceti

NEL NOME DEL PADRE. RIPENSARE LA FIGURA PATERNA

Marco Tibaldi

IL PENTATEUCO NELLA SCUOLA: I LINGUAGGI DELL’AMORE PER SAPERNE DI PIU

Marcello Panzanini

Pietro Crisologo e i suoi sermoni sul figlio prodigo

RILETTURE

Valeria Poletti

La famiglia

APOSTOLATO BIBLICO

Alessandro Zavattini

Lo psicodramma biblico di Beppe Bertagna

VETRINA BIBLICA

ARTE

Marcello Panzanini

Una famiglia qualunque:

La fuga in Egitto, di Joachim Beuckelaer

 

EDITORIALE

In quanto realta profondamente umana, la famiglia occupa uno spazio di rilievo nel Pentateuco: senza l’una non esisterebbe l’altro. Come ogni popolo, antico e moderno, anche Israele si rappresenta quale punto di raccolta della corrente generativa che attraversa piu famiglie; si raffigura cioe come famiglia di famiglie, tutte discendenti dal gruppo originario di Giacobbe con i suoi dodici figli. Da qui l’autodefinizione di figli di Israele, cioe discendenti del patriarca. Gli elenchi di nomi presenti in Nm 14 e 26, per noi cosi ostici e aridi, esaltano la fecondita degli antenati e la fedelta di Yhwh. Bene imprescindibile, la famiglia va salvaguardata a ogni costo. La legislazione, cresciutale intorno, punta a salvaguardarla contro ogni forza disgregante. A noi essa permette di coglierne la distanza culturale – alle volte annullata dall’uso di termini italiani indispensabili ma impropri (si pensi a dote, a fidanzamento o a concubina) – e ci mette in guardia dal trasferire troppo velocemente singole disposizioni di allora negli impianti normativi di oggi. La stessa regolamentazione del divorzio conosce modulazioni differenti persino da un evangelista all’altro (Ester Abbattista). La famiglia non e pero soltanto fonte generatrice di tutto il popolo; e anche matrice narrativa: luogo dove ci si tramandano narrazioni e, nel contempo, tema e trama di racconti. Fornisce un formidabile caleidoscopio di azioni, reazioni e relazioni che si compongono, scompongono e ricompongono (Donatella Scaiola). Le famiglie del Pentateuco trovano la loro sintesi nella coppia originaria dei progenitori, le cui dinamiche da una parte raggiungono vette idilliache, dall’altra sprofondano negli abissi dell’egoismo (Giuseppina Bruscolotti). Ci si puo trovare in un buco nero con figure parentali imbarazzanti, madri possessive e figli mammoni (Elena Chimenti). La catena di errori paterni e materni s’allunga in modo inesorabile e sembra anticipare la saga di complessi e repressioni, che avrebbero fatto la fortuna di Freud, in giovane eta appassionato cultore di studi biblici (Domenico Lo Sardo). D’altro canto, la famiglia puo rappresentare un fecondo campo magnetico, dove le forze in azione si potenziano a vicenda. Lo si constata nell’amore tenero e travolgente che Giacobbe prova per Rebecca fin dal primo incontro (Andrea Albertin). Lo si riscontra nella vicenda di Giuda, capace di offrire la propria vita perche il padre Giacobbe non muoia e il fratello Beniamino sia risparmiato; oppure nella paternita compiuta, perche distaccata, di Abramo che accetta di “morire” salendo sul monte perche il figlio possa vivere, affidandosi poi soltanto alla paternita di Dio (Fabrizio Ficco). Nell’Antico Testamento la dimensione umana della paternita viene attribuita senza alcun problema a Dio, facendo coincidere le potenzialita generativa e protettiva con quelle impositiva e direttiva. Il nesso, che ha retto per secoli, e andato sfibrandosi negli ultimi decenni: l’evoluzione della figura paterna, ricordata anche da Francesco nella sua esortazione Amoris laetitia, interpella in profondita il modello di antropologia teologica ereditato dalla tradizione e impone di ripensare in reale correlazione l’identita di padri e madri, e il divenire – sempre storicamente e culturalmente determinato – delle relazioni tra i sessi, dei modelli di famiglia e di genitorialita (Serena Noceti). Infine, le famiglie del Pentateuco sono generatrici di fede. Sono, infatti, il luogo dove si celebrano annualmente l’evento fondatore di Israele, il seder di Pasqua, e settimanalmente l’incontro amoroso tra Dio (lo sposo) e il suo popolo (la sposa). Non deve percio meravigliare che nella tradizione rabbinica si affermi che, quando marito e moglie sono degni l’uno dell’altra, la presenza divina si stende sulla coppia (Furio Biagini). Insomma, nelle famiglie del Pentateuco si possono individuare famiglie di ogni genere, anche le piu celate, come quella raffigurata nella copertina di questo fascicolo, del quale si augura una buona lettura.

Marco Zappella



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ipercompendio Diritto Pubblico e Costituzionale"
Editore: Edizioni Giuridiche Simone
Autore: Redazioni Edizioni Simone
Pagine:
Ean: 9788891491367
Prezzo: € 10.49

Descrizione:Apriamo il nostro manuale per prepararci allesame ... Cominciamo a leggere... Poi ... continuiamo ... Nelle pagine che si susseguono incontriamo righi e righi da cui estrapolare nozioni e concetti da capire, selezionare e memorizzare. Che ansia!!! Sentiamo subito il bisogno, per entrare nel vivo della materia, di sottolineare le parole più importanti e di segnare brevi annotazioni a margine per «catturare» i concetti «cardine» della disciplina. Il testo che abbiamo di fronte non è un romanzo che si divora in poco tempo, ma un volume istituzionale che ci costringe ad un continuo ed ordinato sforzo di concettualizzazione per apprendere ed ottimizzare la preparazione... Quali argomenti prediligere? Quali approfondire con più attenzione? Solo il dopo-esame ci potrà confermare se durante lo studio abbiamo «centrato» i cardini della materia e risposto esaurientemente alle domande del docente! Perché limitarsi al solo testo di adozione e non cambiare sistema? E come? Durante la fase di «preparazione», oltre al prezioso elenco delle «domande» desame diligentemente raccolte prima di affrontare la prova, cosaltro può venirci incontro? Gli ipercompendi, strumenti didattici di ultima generazione, costituiscono pratiche guide che, affiancate al manuale adottato, consentono di ripercorrere in forma sintetica e sistematica le linee espositive del programma. Lipercompendio costituisce una stimolante opportunità che, grazie al colore, al neretto, alle schede, alle mappe concettuali permette di ottimizza-re la preparazione, di «navigare» nella materia, di tenere viva lattenzione e, soprattutto, di migliorare lapprendimento, attraverso lausilio della memoria visiva. Allinizio di ogni capitolo vengono focalizzate in poche battute gli argomenti di studio. In appendice al volume cè un glossario di particolare utilità per il ripasso finale concentrandosi sugli argomenti più «ostici» e sulle domande più «gettonate», nonché per disporre di un quadro alfabetico dei principali aspetti della disciplina. Lipercompendio ha così compiuto la sua missione!

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le storie del negozio di bambole"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Tsuhara Yasumi
Pagine:
Ean: 9788833534527
Prezzo: € 16.99

Descrizione:Trentenne e appena licenziata dall’agenzia pubblicitaria per cui lavorava, Mio eredita dal nonno il piccolo negozio Tamasaka, specializzato nella riparazione di bambole e pupazzi. Nella sua nuova attività è affiancata dal giovane Tominaga, figlio viziato di una ricca famiglia, e dal misterioso Shimura, artigiano capace di aggiustare quasi ogni genere di modello. Grazie al loro aiuto, Mio assicura al negozio un futuro. Sempre più clienti si presentano fiduciosi nel piccolo atelier, attirati da quello che promette, ossia di poter riparare anche le bambole che «sembrano senza speranza». Nei sei racconti che compongono il libro, collegati tra loro in modo da formare una sorta di romanzo, Mio e i suoi due dipendenti non si limitano a occuparsi delle riparazioni, che richiedono ricerche e indagini approfondite per poter essere fatte a regola d’arte, ma ricostruiscono con sensibilità le ragioni per cui bambole e peluches sono preziosi per i loro proprietari. Grazie alla sua capacità narrativa e alla profondità del suo sguardo, Tsuhara Yasumi fa emergere in queste pagine gli esseri umani in tutta la loro complessità, con i loro lati più intimi e inconfessabili e il vissuto talvolta drammatico che li ha segnati per sempre.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le storie del negozio di bambole"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Tsuhara Yasumi
Pagine:
Ean: 9788833534534
Prezzo: € 16.99

Descrizione:Trentenne e appena licenziata dall’agenzia pubblicitaria per cui lavorava, Mio eredita dal nonno il piccolo negozio Tamasaka, specializzato nella riparazione di bambole e pupazzi. Nella sua nuova attività è affiancata dal giovane Tominaga, figlio viziato di una ricca famiglia, e dal misterioso Shimura, artigiano capace di aggiustare quasi ogni genere di modello. Grazie al loro aiuto, Mio assicura al negozio un futuro. Sempre più clienti si presentano fiduciosi nel piccolo atelier, attirati da quello che promette, ossia di poter riparare anche le bambole che «sembrano senza speranza». Nei sei racconti che compongono il libro, collegati tra loro in modo da formare una sorta di romanzo, Mio e i suoi due dipendenti non si limitano a occuparsi delle riparazioni, che richiedono ricerche e indagini approfondite per poter essere fatte a regola d’arte, ma ricostruiscono con sensibilità le ragioni per cui bambole e peluches sono preziosi per i loro proprietari. Grazie alla sua capacità narrativa e alla profondità del suo sguardo, Tsuhara Yasumi fa emergere in queste pagine gli esseri umani in tutta la loro complessità, con i loro lati più intimi e inconfessabili e il vissuto talvolta drammatico che li ha segnati per sempre.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU