Utilizza la nuova versione del negozio



RICERCA PRODOTTI

Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Varie - Rosari Per La Prima Comunione



Titolo: "Rosario ovale prima comunione con scatola"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480501000064
Prezzo: € 9.40

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosario in legno bianco per "Prima Comunione" - grani tondi 4 mm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480501001597
Prezzo: € 4.30

Descrizione:

Bel rosario in legno candido con grani tondi di diametro 4 mm. Le decine son intervallate da grani della stessa misura, ma di color argento. La croce è in legno bianco con il corpo di Gesù crocifisso in metallo argentato. La crocera è anch'essa in legno bianco e raffigura un calice e un'ostia con al centro il cristogramma IHS, simbolo dell'Eucarestia. 

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.
L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Idea regalo o bomboniera perfetta per Prime Comunioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scatola in madreperla Prima Comunione"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400006285
Prezzo: € 7.50

Descrizione:

Scatoletta in madreperla con placca Prima Comunione in bilaminato d'argento. La scatola è un ideale portarosario, leggero e non molto grande. La madreperla è un materiale molto pregiato e la sua colorazione iridescente conferisce lucentezza all'oggetto. La placchetta d'argento raffigura i simboli tipice dell'Eucarestia. In primo piano c'è infatti il calice con sopra l'ostia. Ai lati ci sono il pane e un grappolo d'uva. Quest'oggetto può essere usato come bomboniera o come regalo "ricordo" della Prima Comunione. E' un oggettino molto originale che piace ai bambini.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bomboniera comunione bambina/bambino: Rosario comunione con scatolina italiano"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052336911
Prezzo: € 6.05

Descrizione:

Questo "farmaco della fede" contiene un rosario per la prima comunione realizzato con grani imitazione perla e caratterizzato da una crociera raffigurante il calice.

Si presenta in una scatolina di cartoncino con i simboli della Santa Comunione (calice e il pane);al suo interno troviamo un foglietto con la spiegazione di come si recita il rosario.

La scatolina misura 10 x 4,5 centimetri.

Prodotto e ideato in Italia.

 

 

 

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Portarosario bianco a forma di libro "Prima Comunione" - altezza 7 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400040692
Prezzo: € 4.10

Descrizione:

Scatolina portarosario a forma di libro, di colore bianco, con decorazioni oro. Si apre proprio come un libro, sollevando la "copertina" decorata sulla parte frontale.

È un articolo molto resistente. Sul dorso c'è la scritta "IL SANTO ROSARIO" e sul fronte è applicato uno smaltino ovale colorato in cui sono raffigurati i simboli dell'Eucarestia: ostia, calice, grano e grappolo d'uva. 

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.
L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.
La spiga di grano è uno dei simboli più utilizzati per la comunione. Come il pane e l'ostia, rappresenta il Corpo di Cristo che si è offerto in sacrificio per noi e che ci nutre di vita vera.
Il grappolo d'uva è spesso utilizzato in riferimento all'Eucaristia. Il succo che se ne ottiene con la spremitura è il vino che ogni domenica viene consacrato in sangue di Cristo dal sacerdote, in memoria dell'Ultima Cena di Gesù con i suoi Apostoli.

Idea regalo originale e perfetta per la Prima Comunione. Un ricordo del sacramento e allo stesso tempo un invito alla preghiera quotidiana del rosario, tanto amato da san Giovanni Paolo II.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosario in similperla avorio con crocera a forma di calice - grani tondi 5 mm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400038149
Prezzo: € 5.53

Descrizione:

Rosario con grani tondi in similperla e crocera a forma di calice in metallo. I grani misurano circa 5 mm di diametro

La crocera è costituita da un piccolo calice della Prima Comunione in metallo, finemente decorato e culminante nella parte superiore in un'ostia intinta a metà su cui si intravede la scritta IHS. La lunghezza complessiva della corona è di circa 40 cm.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

La simbologia della crocera ed il colore bianco dei grani, fanno di questa piccola e preziosa corona l'idea regalo o la bomboniera ideale per la Prima Comunione.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Campanella con rosario decina profumato "Prima Comunione" - grani tondi 5 mm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400281675
Prezzo: € 1.98

Descrizione:

Originale confezione a forma di campanella trasparente contenente un grazioso rosario decina profumato per la Prima Comunione.
La campana, sulla cui sommità è posto un fiocco dorato, si apre svitando il fondo trasparente.

I grani in legno della decina sono tondi e legati tra loro da una catenina in metallo.
La crociera ha la particolare forma tridimensionale di un calice su cui poggia l'ostia.
Il crocifisso è ben dettagliato, con il corpo di Cristo stilizzato in rilievo e il cristogramma INRI posto nella parte alta della croce.

La parola Rosario significa "Corona di Rose": recitare un'Ave Maria è come donare alla Madonna una bella rosa; recitare un rosario completo è come donarle un'intera corona di rose.
Il Santo Rosario è considerato una preghiera completa: con il Rosario meditiamo i "misteri" della gioia, della luce, del dolore e della gloria di Gesù e Maria. È una preghiera semplice ed umile, nata come alternativa alla recita dei Salmi, per le persone meno colte e che non sapevano leggere.
In più apparizioni la Madonna stessa ha indicato il Rosario come una preghiera necessaria per il bene dell'umanità, come un'arma potente contro il Male, per avere la vera pace. Nell'apparizione a Lourdes del 1858, la Vergine aveva una lunga corona del Rosario al braccio. Nel 1917 a Fatima, così come negli ultimi anni a Medjugorje, la Madonna ha esortato i fedeli a recitare il Rosario tutti i giorni.

Il Rosario si compone di: 5 Misteri Gioiosi, 5 Misteri della Luce, 5 Misteri Dolorosi, 5 Misteri Gloriosi.

Misteri della Gioia:
(Lunedì e Sabato)
1. L'annunciazione della nascita di Gesù a Maria SS.
2. Maria SS. visita S.Elisabetta
3. Gesù Cristo nasce povero a Betlemme
4. Gesù viene presentato al tempio
5. Gesù viene ritrovato al tempio

Misteri della Luce:
(Giovedì)
1. Il Battesimo di Gesù al Giordano
2. La Rivelazione di Gesù alle nozze di Cana
3. L'Annuncio del Regno di Dio con l'invito alla conversione
4. La Trasfigurazione di Nostro Signore Gesù Cristo
5. L'istituzione dell'Eucaristia, espressione Sacramentale del tempo Pasquale.

Misteri del Dolore:
(Martedì e venerdì)
1. Gesù agonizza nel giardino degli ulivi
2. Gesù viene flagellato alla colonna
3. Gesù viene incoronato di spine
4. Gesù viene caricato della croce
5. Gesù muore in croce

Misteri della Gloria:
(Mercoledì e Domenica)
1. Gesù risorge
2. Gesù sale al cielo
3. Lo Spirito Santo discende su Maria e i primi cristiani
4. Maria SS. è assunta in cielo
5. Maria SS. è incoronata Regina dell'universo

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

Il titulus crucis è l'iscrizione, riportata dai quattro vangeli canonici, che sarebbe stata apposta sopra la croce di Gesù quando fu crocifisso, per indicare la motivazione della condanna. L'esibizione della motivazione della condanna, infatti, era prescritta dal diritto romano. Per Gesù era INRI, abbreviazione della scritta "Iesus Nazarenus Rex Iudaeorum", ovvero "Gesù il Nazareno, Re dei Giudei".

 

L'articolo può diventare una bellissima idea regalo o bomboniera per la Prima Comunione.

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Portarosario ovale in madreperla con placca sagomata in argento "Prima Comunione" - altezza 7 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400038750
Prezzo: € 10.50

Descrizione:

Preziosa scatolina ovale in madreperla con placca in bilaminato d'argento. La scatola è un ideale portarosario, leggera e non troppo grande. La madreperla è un materiale molto pregiato e la sua colorazione iridescente conferisce lucentezza all'oggetto.

La placchetta d'argento raffigura i simboli tipici dell'Eucarestia. In primo piano c'è infatti il calice con sopra l'ostia. Ai lati ci sono il pane e un grappolo d'uva.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.
L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

Idea regalo o bomboniera perfetta e preziosa per Prime Comunioni.

La presente opera è realizzata su lastra di argento supportata da un metallo comune, usando tecniche all'avanguardia nel settore della lavorazione artigianale dei metalli preziosi.
L'esperienza pluriennale e lo stile inconfondibile dei soggetti sono sinonimo di qualità.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosario in legno naturale "Prima Comunione" con cartoncino - grani tondi 4 mm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400134926
Prezzo: € 2.20

Descrizione:

Confezione ricordo della Prima Comunione composta da un rosario in legno chiaro, quasi bianco, come il colore simbolo dell'Eucarestia, ed un cartoncino colorato, utilizzabile poi come segnalibro.

Il rosario ha una legatura elasticizzata ed una croce latina semplice in legno naturale, senza corpo e senza decorazioni. I grani sono sferici e leggermente schiacciati, e misurano circa 4 mm di diametro. Sul cartoncino sono disegnati un calice ed un'ostia con il cristogramma IHS, il pane ed un grappolo d'uva.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.
L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

Sul retro del cartoncino è scritta la seguente preghiera:

"Ciò che da valore alla Santa Comunione non è altro che l'amore che riempie il nostro cuore, prima, durante e dopo averla ricevuta."

Idea regalo o bomboniera davvero carina per la Prima Comunione, che coniuga la celebrazione di questo importantissimo sacramento con l'invito per la vita futura a pregare sempre il rosario.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosario in polimero "Ricordo della Prima Comunione" - effetto fluorescente"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400207880
Prezzo: € 3.80

Descrizione:

Simpatico rosario "Ricordo della Prima Comunione" in grani e corda colorati.

grani sono lisci, in polimero e misurano circa 5 mm di diametro. Le cinque decine sono separate fra loro da 6 cm di corda. Ciascun segmento di spago ha dei nodi alle estremità per bloccare i grani e per dare spazio e risalto alla croce fluo che li separa. 

La croce è in metallo e misura 4 cm. È liscia sul retro, mentre sul davanti il crocifisso è in rilievo e leggermente stilizzato.

La coroncina è confezionata in una graziosa scatolina colorata che misura 8x6x1,5 cm. Sul davanti troviamo rappresentati i simboli tipici della Comunione, ovvero il calice dorato, il pane, l'uva e le spighe di grano, il tutto sullo sfondo di un paesaggio collinoso coperto da un manto d'erba su cui splende un sole - che simboleggia l'ostia - al cui interno troviamo la scritta IHS. La frase "Ricordo della Prima Comunione" accompagna la raffigurazione.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

Sul retro possiamo riflettere sulla frase incorniciata da spighe "Ciò che dà valore alla Santa Comunione non è altro che l'amore che riempie il nostro cuore, prima, durante e dopo averla ricevuta".

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.

N.B. Il colore dei grani e della corda del rosario sono variabili e non è possibile sceglierli.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Portarosario ovale dorato "Prima Comunione" - altezza 6,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400053197
Prezzo: € 4.35

Descrizione:

Scatolina portarosario ovale in metallo dorato. La scatolina non è molto capiente, è idonea a rosari di piccole dimensioni.

Sul coperchio è applicata una placca colorata blu su cui risalta il disegno di un calice e di un'ostia con cristogramma IHS. Ai piedi della croce giacciono delle spighe di grano e un grappolo d'uva.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.
L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

La spiga di grano è uno dei simboli più utilizzati per la comunione. Come il pane e l'ostia, rappresenta il Corpo di Cristo che si è offerto in sacrificio per noi e che ci nutre di vita vera.
Il grappolo d'uva è spesso utilizzato in riferimento all'Eucaristia. Il succo che se ne ottiene con la spremitura è il vino che ogni domenica viene consacrato in sangue di Cristo dal sacerdote, in memoria dell'Ultima Cena di Gesù con i suoi Apostoli.

Idea regalo perfetta per Prime Comunioni.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosario in similperla bianco "Prima Comunione" con sacchettino - grani tondi 4 mm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400173161
Prezzo: € 4.60

Descrizione:

Fine rosario con grani tondi in similperla bianca di diametro 4 mm. La legatura e la croce sono in metallo lucido argentato. La crocera ha una base metallica argentata con uno smaltino applicato sulla parte frontale e sul retro l'incisione "Prega per noi". 

La coroncina è dotata di moschettone, quindi può anche essere indossata come una collana.

Lo smaltino raffigura un calice in primo piano e sullo sfondo un grappolo d'uva e delle spighe di grano.
Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

La spiga di grano è uno dei simboli più utilizzati per la comunione. Come il pane e l'ostia, rappresenta il Corpo di Cristo che si è offerto in sacrificio per noi e che ci nutre di vita vera.

Il grappolo d'uva è spesso utilizzato in riferimento all'Eucaristia. Il succo che se ne ottiene con la spremitura è il vino che ogni domenica viene consacrato in sangue di Cristo dal sacerdote, in memoria dell'Ultima Cena di Gesù con i suoi Apostoli.

Il rosario è confezionato in un elegante sacchettino vellutato bianco, di dimensioni 8,5x6,5 cm, con chiusura a coulisse in raso. Sul sacchettino è stampato lo stesso disegno dello smaltino.

Idea regalo o bomboniera davvero carina per la Prima Comunione, che coniuga la celebrazione di questo importantissimo sacramento con l'invito per la vita futura a pregare sempre il rosario.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosario in legno naturale con scatolina "La Mia Prima Comunione" - grani tondi 4 mm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400171440
Prezzo: € 2.20

Descrizione:

Rosario con decine in legno naturale, color marrone chiaro, intervallate da grani di dimensione più grande anch'essi in legno naturale. I grani delle decine sono sferici e leggermente schiacciati. La croce è semplice ed essenziale, una croce latina in legno, senza corpo e senza fronzoli.

La coroncina è confezionata in una bella scatolina con apertura a cassetto, simile alle vecchie confezioni di fiammiferi, di dimensioni 5,5x4x1,3 cm. Sulla parte frontale sono raffigurati i simboli della Comunione
L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli. 
Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana. 
Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

Sul retro è scritta questa frase di benedizione:

"Che Dio ti Benedica nel giorno della tua Prima Comunione e che la Felicità di questa celebrazione ti accompagni nella tua nuova vita in Cristo."

Idea regalo o bomboniera davvero carina per la Prima Comunione, che coniuga la celebrazione di questo importantissimo sacramento con l'invito per la vita futura a pregare sempre il rosario.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bracciale rosario con grani bianchi in vetro di Murano - grani tondi 5 mm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8027156115237
Prezzo: € 17.30

Descrizione:

Bellissimo bracciale rosario con grani tondi in vetro di Murano color bianco.

La legatura è in metallo argentato. È presente un pratico moschettone di chiusura per poter indossare agevolmente il bracciale.
All'estremità è presente una piccola e graziosa crocetta minimal di 1,5 cm.

I grani bianchi del bracciale conferiscono purezza, grazia ed eleganza al rosario.
Il bracciale è spendibile come bomboniera o idea regalo per la Prima Comunione.

La parola Rosario significa "Corona di Rose".
In più apparizioni la Madonna stessa ha indicato il Rosario come una preghiera necessaria per il bene dell'umanità, come un'arma potente contro il Male, per avere la vera pace. Nell'apparizione a Lourdes del 1858, la Vergine aveva una lunga corona del Rosario al braccio. Nel 1917 a Fatima, così come negli ultimi anni a Medjugorje, la Madonna ha esortato i fedeli a recitare il Rosario tutti i giorni.

Il bracciale si presenta confezionato in una pratica ed elegante scatolina dai colori pastello di 7x7x4 cm.
È presente il certificato di conformità del prodotto all'interno della confezione.

 

Il gioiello è di elevata qualità, ideato e disegnato da artigiani veneziani esperti nel settore della gioielleria e della lavorazione del vetro.
Eventali imperfezioni rappresentano il pregio dell'esecuzione artigianale del prodotto made in Italy.
Il materiale metallico è ipoallergenico.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU