Utilizza la nuova versione del negozio



RICERCA PRODOTTI

Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Storia Della Teologia



Titolo: "Le religioni alla prova della teologia"
Editore: Lateran University Press
Autore: Paolo Selvadagi
Pagine: 96
Ean: 9788846512482
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Il pensiero cristiano si confronta con una realtà planetaria plurale, all'interno della quale differenti culture e mondi religiosi diversi si incontrano. Alla teologia è richiesto un contributo che sappia dire una parola chiarificatrice, dal punto di vista della fede della Chiesa, sul valore del fenomeno religioso nelle sue varie espressioni, sulla domanda di sacro, sulla ricerca di senso della vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Incantare le sirene"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Stella Morra , Marco Ronconi
Pagine: 280
Ean: 9788810412381
Prezzo: € 21.00

Descrizione:La teologia ha bisogno di trovare alcune nuove «categorie generatrici», non come contenuti da aggiungere a un quadro carente, ma come punti di vista a partire dai quali ripensare l'intera forma cristiana. Per molto tempo la teologia ha utilizzato le categorie che reggevano un intero quadro di riferimento attingendo a quelle generate dalla filosofia per applicarle poi alla riflessione teologica. Ora è giunto il momento di allargare il campo ad altre scienze umane nate in tempi relativamente recenti, ad esempio i Cultural Studies, per guardare alla teologia da un punto di vista «culturale». Il volume abbozza una «messa in scena» della questione, cioè mette a fuoco alcune categorie teologiche ed extrateologiche che possono aiutare a riflettere e a praticare la vita credente. La scelta di tali categorie extrateologiche è dovuta alla convinzione che sia un'illusione ottica ragionare sulla vita di fede immaginando teologia e cultura come due campi separabili. Non si dà una teologia che non sia culturalmente connotata, né si scrive una sceneggiatura teologica fuori dalla tensione dello scenario culturale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scritti religiosi"
Editore: Lorenzo de' Medici Press
Autore: Hans Denck
Pagine: 95
Ean: 9788899838485
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Questa che presentiamo a cura di Marco Vannini, è la prima traduzione italiana degli scritti di uno dei personaggi più significativi della storia religiosa tedesca dei primi del XVI secolo.
Nella sua breve vita (1500 ca.-1527), Hans Denck fu infatti testimone ed attore importante in quel periodo cruciale in cui stava nascendo la Riforma protestante. L'umanesimo di origine italiana, insieme alla lezione filologica di Erasmo, avevano messo in crisi non solo la credenza tradizionale, ma anche, e soprattutto, la fede nella Scrittura secondo la "lettera". L'umanista cristiano Denck combatte perciò l'iposcrisia dei riformatori, che si appoggiano su questo o quel passo della Scrittura, mettendo da parte i passi di significato opposto, incapaci di cogliere il vero come l'intero perché privi di comprensione secondo lo spirito. Per lui, la salvezza si può avere "senza prediche e senza scrittura", giacché dipende da una conversione interiore, apertura alla luce divina, nella rinuncia a ogni "appropriazione", ovvero a ogni forma di egoità, in conformità con la lezione della mistica medievale, e in particolare del Libretto della vita perfetta (alias Teologia tedesca), tante volte citato.
La precocissima morte impedì a Denck di diventare uno degli esponenti principali della storia religiosa di quegli anni, ma già questi suoi Scritti religiosi dimostrano come la moderna libertà di fede e di pensiero trovi la sua origine nell'apporto comune di filologia e mistica.

Marco Vannini è il maggior studioso italiano della mistica tedesca, pre- e post-protestante, traduttore di Eckhart, della Teologia tedesca, di Valentin Weigel, Sebastian Franck, ecc.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Liturgia e secolarizzazione"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Carmine Matarazzo
Pagine: 400
Ean: 9788810204290
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Il volume ripercorre, in ottica storico-teologica ed ermeneutica, il dibattito sulla «crisi del sacro» in età contemporanea in rapporto al processo di evangelizzazione. Il lavoro di ricerca si propone di verificare l'ipotesi che tra liturgia, crisi del sacro e secolarizzazione esista realmente un rapporto sul piano dei fatti storici, oltre che sul piano dialettico e teologico-pastorale. Il sondaggio non si sofferma solo sull'analisi dei provvedimenti di riforma della Chiesa cattolica in epoca postconciliare, ma scandaglia in modo analitico le fonti a disposizione, soprattutto quelle a stampa e, in particolare, le riviste, autentici cantieri di informazioni capaci di restituire la freschezza del dibattito.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Verso l'unico dio"
Editore: Il Mulino
Autore: Jan Assmann
Pagine: 225
Ean: 9788815274182
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Ekhnaton e Mosè: due figure a cui si ricollegano l'abolizione del politeismo e l'introduzione del monoteismo - una svolta non solo nel credo religioso ma nel generale orientamento intellettuale dell'umanità, che cambiò il mondo antico e diede origine al mondo in cui ancora viviamo. Ne reca testimonianza la storia dell'Esodo. Il mito fondativo di Israele, attraverso il lavoro della memoria culturale, è divenuto un archetipo, evocato da ogni fondatore di movimento religioso, da ogni utopista o rivoluzionario, persino nell'Illuminismo, sempre in nome di un ricominciamento catartico che giustificherà anche l'uso della violenza. Ma il passaggio dal credere in molti dèi al credere in un unico dio non sarà netto, e del politeismo sopravviveranno a lungo tracce nella cultura, nella letteratura e nella musica, specialmente là dove esprimono attrazione per l'esoterico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ordo sapientiae"
Editore: Vita e Pensiero
Autore:
Pagine: 312
Ean: 9788834334089
Prezzo: € 25.00

Descrizione:La presente raccolta di saggi è il frutto di un per­corso di riflessione pluriennale dedicato al rilan­cio del dialogo tra la teologia e i saperi, coltivato nel contesto dell'Ateneo dei cattolici italiani e, più in generale, nell'ambito universitario e del confronto culturale. La riflessione teologica vie­ne presentata come un reagente, tanto fecondo quanto pertinente, per l'elaborazione del sape­re di competenza dei diversi ambiti scientifici. In questo senso, il volume si rivolge certamente agli studiosi e agli studenti dell'Università Catto­lica, delle Facoltà teologiche e delle istituzioni cul­turali ecclesiali, ma anche a tutti coloro che sono interessati al dialogo tra teologia e saperi nel con­testo del più ampio dialogo tra ragione e fede. Un tale obiettivo viene perseguito attraverso una tripartizione dei contributi. Nella prima par­te, vengono delineate le condizioni di possibili­tà del confronto così come si possono invenire nell'orizzonte biblico-teologico. La seconda par­te del volume, invece, è dedicata a individuare le principali coordinate per allestire effettivamente un autentico dialogo tra la teologia e i saperi. Infine, per non limitarsi a indicazioni di principio, la terza parte declinerà la proposta teologica rispetto ad alcuni saperi specifici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La rivelazione divina e il senso dell'uomo"
Editore: Jaca Book
Autore: Henri de Lubac
Pagine: XXVIII-320
Ean: 9788816305847
Prezzo: € 30.00

Descrizione:

Riemerge qui l’incrollabile certezza che caratterizza tutto il pensiero di de Lubac sul soprannaturale: contro ogni riduzione antropologica della teologia operata dall’ateismo è possibile al cristiano, partendo dalla sua fede, mostrare a se stesso e a chiunque altro che esiste effettivamente un legame intimo tra la religione del Dio fatto uomo e l’antropologia, senza con ciò aderire alla riduzione antropologica laicista e secolarizzata adottata dall’ateismo, anzi contestandola radicalmente. Infatti, per mezzo di Cristo e in Cristo, Dio, rivelando se stesso all’uomo, rivela anche l’uomo a se stesso, cioè conduce l’uomo a scoprire la sua più propria ed intima essenza e destinazione. Al tempo stesso, sulla scorta di tutti gli studi storici precedentemente svolti da de Lubac sul soprannaturale, si svela anche fino in fondo il facile malinteso circa un modo di intendere il dialogo e la collaborazione pratica con la contemporanea cultura atea. La Chiesa smarrirebbe infatti completamente il senso e la possibilità stessa della sua missione nel mondo, qualora pensasse di poter raggiungere una perfetta condivisione d’intenti con il mondo a partire da un concetto di “natura umana” concepita come pienamente autosufficiente e compiuta in se stessa. Sulla base di questa fragile e contestabile premessa sarebbe fin troppo facile condividere, con tutti i possibili interlocutori, i cosiddetti valori semplicemente umani, lasciando indefinitamente sullo sfondo il problema religioso che giunge a porre seriamente la questione del destino ultimo dell’uomo. In tal caso il “soprannaturale” apparirebbe semplicemente come quel “superfluo” che potrebbe essere messo tranquillamente tra parentesi e sospeso di fatto, senza che esso abbia incidenza alcuna sulla possibilità di individuare, a livello teorico e pratico, l’unico fine ultimo e vero, quello soprannaturale, cui l’uomo reale, creato da Dio, tende di fatto con tutte le sue forze. (Dall’Introduzione di Franco Buzzi alla Sezione quarta dell’Opera Omnia)

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Spirito e libertà"
Editore: Jaca Book
Autore: Henri de Lubac
Pagine: 320
Ean: 9788816305779
Prezzo: € 30.00

Descrizione:

 "In Spirito e libertà de Lubac si interessa da un lato allo “spirito” cioè alla caratteristica più propria della natura spirituale creata e dall’altro alla “libertà”, vale a dire al modo d’orientarsi liberamente al proprio fine, cioè al fine unico ed ultimo che viene offerto a una creatura spirituale. Ciò di cui si dibatte nel libro è la questione del peccato dell’angelo. L’Autore si propone di mostrare, anche in questo caso, come le soluzioni teologiche offerte al problema da parte della teologia del XVI secolo divergano dall’insegnamento di san Tommaso. Comincia a osservare che, nella tradizione antica, una creatura spirituale non può ricevere da Dio una perfezione già bell’e fatta, senza nessuna propria cooperazione. Poi mostra come, a partire dal XIII secolo, sia sorta e maturata l’idea secondo la quale l’errore non possa affatto fare presa sulle intelligenze pure, quali sono appunto gli angeli. In questo modo si arriva, contestualmente, a concepire il libero arbitrio come un segno negativo di contingenza. Diversa è, invece, la soluzione offerta da san Tommaso a tale questione del peccato degli angeli: egli ha sostenuto la peccabilità dell’angelo che consiste nel fatto che la creatura angelica può non prendere in considerazione il suo fine supremo5: «è naturale per l’angelo volgersi a Dio con un movimento d’amore, in quanto Dio è il principio naturale del suo essere. Ma volgersi a Dio in quanto oggetto di beatitudine soprannaturale, ciò proviene da un atto d’amore gratuito dal quale, peccando, egli ha potuto distogliersi». Proprio in virtù di questa tensione soprannaturale è possibile il peccato, ed è solo per la grazia che si diventa impeccabili. Al contrario, secondo la dottrina moderna, è l’essere, nella sua costituzione naturale, a diventare impeccabile. Si potrebbe incorrere nella tentazione sovraccarica di erudizione storica; tuttavia il lettore si troverà sempre a confronto onesto con i massimi temi di una teologia impegnata: la natura spirituale, la libertà e la volontà della creatura in rapporto a Dio." (Dall’Introduzione di Franco Buzzi alla Sezione quarta dell’Opera Omnia)



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologi in concerto"
Editore: Cittadella
Autore:
Pagine: 238
Ean: 9788830815742
Prezzo: € 18.50

Descrizione:Il sapere teologico è al servizio dell'unità della fede. La fede è al servizio della salvezza dell'uomo. Così la teologia che dalla fede scaturisce e alla fede conduce è al servizio della salvezza dell'uomo. Aiuta e serve la fede, quella teologia che scaturisce dalla continua investigazione sul senso della verità rivelata e trasmessa, condizione per ogni autentica ricerca. Gli studi che in questa miscellanea vengono presentati rappresentano una variazione tematica sul sapere teologico e sul suo metodo, a partire dall'insegnamento di monsignor Costantino Di Bruno, la cui esistenza è stata interamente impegnata a sondare la Scrittura nella ricerca costante e sapienziale, come da fonte perennemente zampillante, di quei principi morali, dogmatici, pastorali che potessero suscitare, risuscitare, alimentare, rafforzare, elevare, purificare la fede che dona la salvezza. Proprio da questa consapevolezza, che cioè il sapere teologico è multiforme e deve poter giovare a vivificare la fede del popolo dei credenti, alcuni teologi che vivono la spiritualità del Movimento Apostolico vogliono esporre l'attuale stato della ricerca nel proprio ambito teologico, a testimonianza di come l'insegnamento ricevuto si traduca nella passione per il teologare e nel servizio alla fede delle coscienze.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologia orientale"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Pier Giorgio Gianazza
Pagine: 288
Ean: 9788810432136
Prezzo: € 28.00

Descrizione:L'Oriente racchiude in sé antichissime tradizioni apostoliche che rappresentano una componente essenziale della Chiesa ed esprimono una teologia diversa da quella elaborata in Occidente, soprattutto nel secondo millennio del cristianesimo.La connotazione di «orientale» ed «occidentale» (o ? se si preferisce ? di «greca» e «latina») ha assunto anche una dimensione dogmatica solo con la separazione giuridico-canonica tra Roma e Costantinopoli, dapprima parziale e progressiva, poi totale e definitiva nel 1054.Se in passato si parlava di Chiese e teologia orientale riferendosi quasi unicamente a quelle Chiese bizantine, slave, greco-ortodosse del Medio Oriente e russa, oggi si tende ad allargare la visione fino a includere tutte le Chiese dell'Oriente originario, comprese le antico-orientali, l'assira e la variegata gamma dei «Cristiani di San Tommaso» nel Sud-India, di tradizione siriaca.Questo volume propone un panorama descrittivo e una classificazione alfabetica delle Chiese orientali e si sofferma sulla teologia - con un approfondimento sulla teologia trinitaria e la questione del Filioque - l'ecclesiologia, la mariologia, la liturgia, la sacramentaria e le icone.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un teologo di frontiera La fede, la morale e il processo romano"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Marciano Vidal
Pagine: 176
Ean: 9788810558911
Prezzo: € 18.00

Descrizione:«Sant'Alfonso dedica solo quaranta pagine alla morale sessuale e duecentoquaranta alla morale sociale». Questa battuta sintetizza la figura di Marciano Vidal, teologo non neutrale, autore di un'opzione molto chiara per rinnovare la teologia morale a partire dagli orientamenti del Vaticano II. Una teologia a favore della persona, segnata profondamente dalla benignità pastorale e dalla misericordia, orientata più alla ricerca della salvezza che alla condanna, capace di confidare in Dio più che nei giudici terreni.Sottoposto per tre anni a un processo dottrinale da parte della Congregazione per la dottrina della fede, Vidal vide il suo manuale di morale ritirato dai seminari e dai centri teologici.«Apprezzo la Chiesa come mistero, perché non trovo la Parola di Dio se non nella Chiesa e non trovo i sacramenti se non nella Chiesa e non trovo Gesù se non nella Chiesa», afferma Vidal in questa conversazione. «Della Chiesa come istituzione mi è rimasto un senso critico molto forte. Forse troppo forte. Per questo, di tanto in tanto, devo ridurre il tono della voce e le parole».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La teologia del XII secolo"
Editore: Jaca Book
Autore: Chenu Marie Dominique
Pagine: 492
Ean: 9788816413573
Prezzo: € 30.00

Descrizione:

Questo libro, che tematizza lo sviluppo della riflessione teologica in uno dei secoli più fecondi e ricchi di stimoli della storia del cristianesimo, è ritenuto da tutti gli studiosi un classico e immancabile punto di riferimento della storiografia del pensiero occidentale. L’opera ha inteso creare nuove prospettive di approccio, secondo ciò che l’autore stesso ama chiamare «metodo storico», sensibile non solo ai testi ma anche ai contesti sociali e religiosi in cui si espressero gli scrittori teologici. È un’opera viva, che ha avuto il merito di liberare la storia teologica dalle secche dell’erudizione. Una «storia» deve andare oltre le specializzazioni, deve essere in grado di raggiungere – secondo lo stesso Chenu – «i sottosuoli dei testi, delle controversie, dei sistemi, e anche delle personalità del genio». infatti la conoscenza storica che l’autore persegue tende all’intelligenza interiore dei fatti e degli scritti, al di là di ciò che i loro autori ne hanno sul momento esplicitamente percepito ed espresso. Chenu mira a evidenziare le leggi interne che determinano il clima del secolo e la fede. si arriva così a manifestare le zone di luce che compongono l’unità e le tensioni di tutto un travaglio generazionale.

MARIE-DOMINIQUE CHENU (1895-1990), è stato un teologo francese, docente presso numerose facoltà in Francia e Canada e ha collaborato alla preparazione del Concilio Vaticano II. È considerato il rinnovatore del tomismo. Jaca Book ha pubblicato La teologia come scienza nel XIII secolo (1995) e Il risveglio della coscienza nella civiltà medievale (1991, 2010).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giovanni da Capestrano"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Claudio Palumbo
Pagine: 320
Ean: 9788820996758
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il presente volume illustra la plurisecolare vicenda della trasmissione dell'opera di San Giovanni da Capestrano mediante la ricostruzione della tradizione letteraria - sia manoscritta sia a stampa - del trattato sull'autorità del Papa e del Concilio. Attraverso queste pagine sarà possibile riscoprire l'universo religioso, politico e culturale del tempo e respirare l'atmosfera creata dal Grande Scisma d'Occidente. «In un tale contesto, - scrive Bernard Ardura nella Prefazione - l'importanza del trattato di San Giovanni da Capestrano si manifesta immediatamente e in tutta la sua ampiezza. Le sue riflessioni e in particolare l'impossibilità, per lui, che un Papa cada nell'eresia, sono una bella e profonda riflessione illuminata dal lumen fidei».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia della teologia. 3. Da Vitus Pichler a Henri de Lubac."
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore:
Pagine: 846
Ean: 9788810216101
Prezzo: € 59.20

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia della teologia vol.2"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore:
Pagine: 696
Ean: 9788810216095
Prezzo: € 51.00

Descrizione:Il volume ripercorre cinque secoli di storia del pensiero teologico - dal XIII al XVII - prendendo in esame la riflessione monastica, incentrata sul commento alla «sacra pagina», e quella scolastica, caratterizzata dall'ingresso della filosofia aristotelica nella scienza divina. Dopo l'epoca in cui la teologia è considerata regina del sapere, e in cui spiccano le figure di Pietro Abelardo, Bonaventura e Tommaso d'Aquino, le maestose sintesi medievali si dissolvono. Si affermano così le istanze dell'Umanesimo e del Rinascimento, la Riforma protestante e l'esigenza di un ritorno alle fonti - la Scrittura e i Padri della Chiesa - anche se sotto gli attacchi dei riformatori trovano ampio spazio le figure del «controversista» (Roberto Bellarmino) e dell'apologeta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia della teologia"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore:
Pagine: 544
Ean: 9788810216088
Prezzo: € 40.80

Descrizione:Quasi milleduecento anni di riflessione sulla fede e la dottrina della Chiesa per comprendere, dalle origini della teologia a Bernardo di Chiaravalle, il laborioso passaggio dal kérigma alle definizioni dogmatiche, le eresie, le formulazioni dei concili e i grandi temi che hanno orientato il pensiero cristiano. Il rapporto con la filosofia, l'incontro con la cultura classica, la riflessione scolastica e monastica consentono di comprendere il modo in cui le comunità cristiane hanno illustrato per dodici secoli il messaggio di Gesù di Nazaret e gli sforzi per comprendere il mistero della storia come rivelazione e salvezza. La nuova collana ospita opere importanti a prezzi contenuti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Globalizzazione e teologia"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Joerg Rieger
Pagine: 128
Ean: 9788839908841
Prezzo: € 12.50

Descrizione:Guardando alla storia di espansione di un potere politico, del costituirsi di un impero, si nota che esistono diversi modelli di globalizzazione, in competizione tra loro. Sulla base delle attuali discussioni politiche e culturali, l'Autore studia la logica dell'impero che esercita il suo potere dall'alto verso il basso - ed è una logica di conquista del mondo. A questa, Rieger contrappone la globalizzazione operata dalla religione cristiana, che avviene secondo la logica della "via di Gesù": un potere salvifico inteso come contro-potere, come resistenza, che opera dal basso verso l'alto. La globalizzazione fa così scoprire al cristianesimo le sue formule globalizzanti, come il mandato missionario «fino agli estremi confini della terra» (Mt 28) e come «nuova cattolicità» (R. Schreiter), che accoglie e rende feconde le differenze nella missione cristiana. Schematicamente, dunque, due globalizzazioni contrapposte nel divenire della storia: «Mentre la globalizzazione violenta dei conquistatori produce paure, risentimenti e morte, quella pacifica di Gesù produce fiducia, felicità e vita». Un libro che interpreta la sfida della comprensione in modo sorprendente e provocatorio, alla scoperta di «forme alternative di globalizzazione» rispetto a un fenomeno planetario oggi dominante - e livellante - che si presume pervasivo sul piano economico, politico e culturale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Studi su John Locke"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Mario Sina
Pagine: 800
Ean: 9788834322789
Prezzo: € 50.00

Descrizione:I saggi riuniti in questo volume presentano, attraverso l'approccio filologico caratteristico del loro autore, il volto di alcuni pensatori cristiani del Seicento maturo e del primo Settecento. Sullo sfondo di un'Europa orgogliosa dei frutti della rivoluzione scientifica e delle scoperte geografiche, ma ferita dalla frantumazione della cristianità e in cerca di un'identità culturale che la esprimesse meglio della recente sintesi hobbesiana, emerge la figura del saggio e modesto Locke, difensore delle possibilità e dei limiti della ragione - humana facultas, candle of the Lord - individuata come fondamento di una convivenza civile e fraterna tra uomini di fedi diverse. Agli studi lockiani (dalla giovanile edizione di testi tratti da un manoscritto della Lovelace Collection ai lavori presentati nei Colloqui Internazionali dell'Istituto per il Lessico Intellettuale Europeo del CNR) si affiancano gli studi su Robert Boyle, William Law e Samuel Clarke, che operarono oltre Manica, gli studi su Jean Le Clerc e Pierre Bayle, attivi in territorio olandese, e quelli sul cartesiano Jean-Robert Chouet che insegnò a Saumur e a Ginevra e su personaggi quali Pajon e Papin, a lui in vario modo legati. Unitamente a questi studi, che illustrano dibattiti caratteristici dell'età cartesiana, spinoziana e lockiana, e che contribuiscono a una più adeguata conoscenza dei rapporti tra aristotelismo e cartesianesimo in età moderna, viene riproposta l'edizione italiana della voce Revealed religion, composta per l'Encyclopedia of the Enlightenment. L'appendice ospita due lavori di Maria Grazia Zaccone, collaboratrice e consorte di Mario Sina, e un inedito di Sofia Vanni Rovighi su Agostino Gemelli e la libertà da lui garantita in Università Cattolica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il pensiero che contempla"
Editore: Jaca Book
Autore: Jean Leclercq
Pagine:
Ean: 9788816411944
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

L’immagine della teologia nel medioevo è ricca e variegata. Lo mostrano ampiamente e con analitica documentazione le ricerche di Jean Leclercq - lo specialista di Bernardo di Clairvaux, l’«inventore della teologia monastica» -, che qui pubblichiamo col titolo: Il pensiero che contempla.

Senza dubbio in questi lunghi secoli medievali, sotto l’influsso dell’idea aristotelica di sapere, la teologia viene ideata, elaborata e insegnata come «scienza»; è però viva la persuasione che non si tratta di una scienza come le altre. «Essa è una "scienza divina", una "dottrina di pietà", una "sapienza"», e «insegnarla è un’opera che la Chiesa esercita per la salvezza degli uomini, mediante certi suoi ministri: i dottori», dediti, con tutto l’impegno della loro vita, a «mettere al servizio della Chiesa tutte le acquisizioni dello sforzo intellettuale del loro tempo». Il teologo è chiamato «doctor Ecclesiae» ed è destinato a ricevere nell’eternità, come ricompensa del suo studio e del suo insegnamento, appunto l’«aureola di dottore». Ma, se il medioevo risalta e si distingue per la concezione scientifica o speculativa della teologia, non meno prosegue in esso la tradizione patristica e monastica, e Jean Leclercq lo prova delineando con acuta e brillante interpretazione la dottrina di Tommaso d’Aquino - lo «speculativo» per eccellenza - relativa alla vita contemplativa nella sua Summa Theologiae. La sostanza e la linfa della dottrina dell’Angelico provengono largamente da Gregorio Magno, il «Dottore del desiderio», e non sorprende se si tiene presente che Tommaso ricevette la sua prima formazione, dai cinque a quattordici anni, nel monastero benedettino di Montecassino.

La teologia è riflessione, ma non meno contemplazione: trasmettere l’esuberanza di quello che ha contemplato definisce di conseguenza la missione del «predicatore» e quella stessa del teologo. Sempre, infine, alla scuola di Tommaso, Leclercq delinea in luminosi tratti la teologia come preghiera. Il dottore della Chiesa è chiamato a comunicare «una verità che fa parte di lui stesso». Egli fa teologia con fervore, «nell’entusiasmo e nella gioia, nella freschezza e nella semplicità di un cuore indiviso, interamente donato a Dio».

Anche in questi contributi il monaco di Clervaux ha saputo sia ricompaginare e soffiare l’alito vitale nelle ossa aride di testi sepolti sotto la dotta polvere delle biblioteche sia rinnovare e rendere avvincenti testi già largamente conosciuti.

Oh se i docenti di teologia del nostro tempo leggessero questo libro e lo facessero conoscere ai loro alunni nei seminari e nelle facoltà teologiche



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Temi di teologia orientale"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Gianazza P. Giorgio
Pagine: 448
Ean: 9788810408339
Prezzo: € 44.80

Descrizione:La Chiesa cattolica è impegnata in modo irreversibile a percorrere la via dell'ecumenismo e, al fine di un proficuo dialogo, risulta di fondamentale importanza la reciproca conoscenza. In particolare, l'Oriente cristiano racchiude in sé autentiche e antichissime tradizioni apostoliche, che rappresentano senza dubbio una componente essenziale della Chiesa di Cristo. Col proprio specifico approccio al mistero rivelato, la teologia d'Oriente propone una visione complementare a quella dell'Occidente cristiano. L'espressione ‘Oriente cristiano' non designa infatti semplicemente una connotazione storico-geografica del cristianesimo, ma anche e soprattutto un insieme di caratteristiche vitali, che formano e determinano la tradizione orientale. L'opera, in due volumi, presenta la teologia delle Chiese dell'Oriente cristiano. Dopo una panoramica di tutte le Chiese orientali, la cornice interpretativa della loro teologia e dei loro contenuti su Dio, Trinità, ecclesiologia, Maria Vergine, liturgia e sacramentaria, temi esposti nel volume primo, il secondo affronta le questioni relative a cosmologia e angelologia, antropologia teologica, cristologia, spiritualità, escatologia e offre un'ampia iniziazione all'icona.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La teologia del Novecento"
Editore: Carocci
Autore: Ferrario Fulvio
Pagine: 303
Ean: 9788843057085
Prezzo: € 24.50

Descrizione:

II XX secolo ha visto le chiese cristiane in affanno nel loro rapporto con la società: l'allontanamento delle masse operaie dalla pratica religiosa, l'ateismo comunista al potere in ampie regioni del globo, la radicale secolarizzazione occidentale... A tali sfide il pensiero teologico ha reagito con grande vivacità. Questo volume ripercorre i principali snodi della riflessione teologica recente, guidando il lettore, anche profano, in un'avventura intellettuale che la nostra cultura, ampiamente scristianizzata, merita di conoscere.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antologia del Novecento teologico"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Rosino Gibellini
Pagine: 384
Ean: 9788839904553
Prezzo: € 27.00

Descrizione:«Questa Antologia del Novecento teologico raccoglie testi significativi della teologia del Novecento, seguendo il metodo storiografico messo in atto nella ricostruzione della storia de La teologia del XX secolo (1992, 20076 edizione attualizzata con una Appendice Il passo del Duemila in teologia). Si presenta complementare all'opera precedente, come avviene generalmente in altri campi, ad esempio nella storia delle letterature, della filosofia e di altre discipline, che sono integrate da una parte documentaria di testi. I testi, qui raccolti, sono scelti seguendo il criterio della loro brevità, della internazionalità comprovata dalle traduzioni, e della espressività di categorie e di percorsi-di-pensiero, che risultano indicativi di ulteriori sviluppi e caratterizzanti il pensiero teologico più vivo e più creativo del secolo appena concluso [...]. Nella scelta dei testi da proporre in questa Antologia si è prestata attenzione anche alla bellezza di espressività e di teoresi delle pagine consegnate alla cultura dal pensiero cristiano sviluppatosi lungo i tornanti del Novecento, uno dei secoli più ricchi e più vivaci di riflessione e di elaborazione teologica per le sfide affrontate. La teologia del XX secolo - nel tempo della "morte di Dio" (Nietzsche), dell'"assenza di Dio" (Heidegger), della "eclissi di Dio" (Buber) - si è posta - come documenta l'Antologia - a difesa dell'Humanum "minacciato" (Bloch) e a servizio dell'Humanum "da promuovere in pienezza e integrità" (Ricoeur), ed è caratterizzata, nei suoi molteplici percorsi e per il tramite della sua identità cristiana - dalla "passione per il Regno", per dire nella conversazione umana "il Dio della vita". L'insieme dei testi costituisce una percorribile breve Biblioteca della teologia del XX secolo».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le scienze teologiche in Italia a cinquant'anni dal Concilio Vaticano II"
Editore: Elledici
Autore: vari Autori
Pagine: 296
Ean: 9788801046885
Prezzo: € 25.00

Descrizione:I saggi contenuti in questo volume, tutti opera di docenti universitari, sono frutto di un lavoro di ricerca che ha impegnato i soggetti aderenti al Coordinamento delle Associazioni Teologiche Italiane (CATI). Il loro intento è quello di offrire uno sguardo complessivo sulle tappe dello sviluppo storico e delle impostazioni metodologiche che hanno caratterizzato le scienze teologiche in Italia dal Concilio Vaticano II ad oggi, e di individuare le prospettive per il futuro lavoro teologico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia della teologia"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Jean-Yves Lacoste
Pagine: 440
Ean: 9788839904546
Prezzo: € 39.00

Descrizione:Dai vangeli ai padri della chiesa, dalle lettere di Paolo alle Confessioni di Agostino, dagli eremiti del Vicino Oriente all'eresia ariana, da Anselmo alla scuola francescana del XIII secolo, fino a Tommaso d'Aquino e ai suoi avversari - Duns Scoto e Occam -, dalla Riforma luterana e calvinista al Vaticano II e fino a Joseph Ratzinger: in questo libro vengono presentate e analizzate le scuole di pensiero, le dottrine, le correnti (talvolta contrapposte) della teologia cristiana. La sfida, per gli ideatori del volume, era quella di presentare una storia niente affatto breve in poche pagine e sintetizzare dibattiti complessi in poche parole chiave. Quest'opera si rivolge a coloro per i quali la teologia resta una sconosciuta, una questione da credenti, il recinto degli eruditi. Finalmente accessibile a tutti, la teologia non è - come del resto la filosofia, il greco e il latino - una lingua morta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Breve storia della teologia del XX secolo"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Gibellini Rosino
Pagine: 192
Ean: 9788837222789
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Dalla teologia liberale alla rottura rappresentata dalla teologia dialettica; dalla demitizzazione alla teologia della storia, per giungere alle teologie extra europee (latino americana, africana, asiatica) e di nuovo genere (femminista, ecologista). Una ricostruzione chiara ed essenziale del pensiero cristiano nei suoi molteplici volti, attenta a far emergere le continuità di lungo periodo e le fratture che ne hanno segnato la storia novecentesca. Ad emergere sono quattro modelli - teologia della Rivelazione, teologia della rilevanza esistenziale e antropologica del discorso cristiano, teologia della svolta politica, teologia nell'età della globalizzazione - che oggi si intrecciano generando quel «conflitto delle interpretazioni» intorno al significato della Parola incarnata che è la ricchezza della teologia cristiana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU