Utilizza la nuova versione del negozio



RICERCA PRODOTTI

Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Monachesimo Orientale



Titolo: "Sulle montagne del Causaco"
Editore: Qiqajon Edizioni
Autore: Ilarione Schimonaco
Pagine: 470
Ean: 9788882275556
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Pubblicato nel 1907, Sulle montagne del Caucaso scatenò dibattiti infuocati sull'Athos e in Russia un'ampia discussione nella società, per l'affermazione che "il Nome di Dio è Dio". Il suo autore in realtà si poneva nell'alveo della tradizione spirituale russa con la sua quasi millenaria pratica della preghiera di Gesù. L'itinerario spirituale tracciato in queste pagine è un'efficace introduzione alla vita interiore e alla preghiera di Gesù, e aiuta a comprenderne l'importanza per la vita spirituale dei cristiani. Il libro dello schimonaco Ilarione merita di essere incluso nel fondo aureo della letteratura spirituale russa accanto ai Racconti di un pellegrino russo. (dalla "Prefazione" del metropolita Ilarion Alfeev) Lo schimonaco Ilarione (Domra?ev, 1845-1916), divenuto monaco sul Monte Athos, si ritirò a vita eremitica sui monti del Caucaso, dove fondò una comunità monastica femminile nella remota località di Temnye Buki (tra Anapa e Novorossijsk). Sulle montagne del Caucaso è il frutto dei "colloqui spirituali sull'attività interiore, vale a dire la preghiera di Gesù", che ebbe con gli eremiti del Caucaso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La preghiera del cuore"
Editore: Monasterium
Autore: Paisij Velickovskij
Pagine:
Ean: 9788832110128
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Quando il monaco Paisij conclude la propria esistenza terrena, verso la fine del XVIII secolo, lascia in eredità al monachesimo orientale una rinnovata forza e un centinaio di uomini che, spinti dal suo esempio, intraprendono e vivono la via dell'esichia, cioè della preghiera del cuore. Cosa possono dire all'uomo contemporaneo il distacco dal mondo e la preghiera interiore? Esiste ancora uno spazio, per scelte così estreme? È possibile esercitarle nel quotidiano? L'esperienza di san Paisij ci è molto più vicina di quanto possa apparire: nel frastuono e nella frenesia del mondo, anche noi avvertiamo la necessità di silenzio e di pace profonda. Se poi questa pratica di distacco e introspezione consente all'uomo di mettersi in relazione con il proprio Creatore, allora la preghiera raggiunge il proprio scopo principale, vale a dire elevarsi al cielo per raggiungere le vette della beatitudine.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Solitudine e preghiera"
Editore: Qiqajon Edizioni
Autore: Irénée Hausherr
Pagine: 144
Ean: 9788882275358
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Un antico insegnamento dei padri risuona dal IV secolo: "Fuge, tace, quiesce" (fuggi, resta in silenzio, rimani in pace). Può ancora essere un invito per noi oggi, in questa società veloce in cui tanto rumore e svariati stimoli ci distraggono? La scelta di pubblicare questo classico di un appassionato conoscitore della spiritualità orientale è un tentativo di proporre anche agli uomini e alle donne di oggi una strada per rispondere al desiderio profondo di trovare un senso per la propria vita, in una relazione autentica con Dio. Solitudine, silenzio e preghiera: la ricerca di luoghi, momenti e modalità per vivere in un intenso e costante rapporto con il Signore della vita può guidarci a trovare nella quiete l'unificazione interiore anche in mezzo alle preoccupazioni e alle fatiche di ogni giorno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Detti e fatti delle donne del deserto"
Editore: Qiqajon Edizioni
Autore:
Pagine: 287
Ean: 9788882275303
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Si è sempre ripetuto che nell'antichità la donna era senza parola. Si denuncia l'oppressione a cui era sottoposta, e lo scarso peso che sempre ha avuto e che ancora la caratterizza nella chiesa oggi. Immergendosi però in un ascolto più attento, in una ricerca più approfondita, si possono scoprire tracce femminili nella chiesa nel corso della storia. Ecco l'intento di questa raccolta, nella quale abbiamo lasciato parlare proprio le donne: monache vissute tra il IV e il VI secolo in diverse regioni di occidente e di oriente. Si tratta a volte di brevi frasi, racconti di semplici gesti, letti collocandoli all'interno del loro contesto e liberandoli dai pregiudizi di cui sono stati caricati: essi sono preziosi frammenti di una sapienza femminile da riscoprire.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sinai, dove fiorisce il deserto"
Editore: Scritti Monastici
Autore: Timoteo Tremolada
Pagine: 290
Ean: 9788885931954
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Il tentativo di sintesi, qui offerto, si basa sulla storia e sugli autori sinaiti: per la storia, è stato fatto un lavoro di ricerca delle varie fonti attualmente accessibili, riportando i testi conosciuti, mentre per gli autori è stata posta l'attenzione soprattutto sui loro scritti, con l'intento di metterne in luce le caratteristiche proprie. Se il tentativo è riuscito, come mi auguro, acquista un po' di luce anche questo angolo di mondo, dove Dio è sceso a parlare con l'uomo e l'uomo, pur avendo visto Dio, non è morto (cfr. Es 33, 20). Gli studi sul monachesimo sinaita non sono molti; anche le fonti ne parlano poco e in modo molto frammentario. Mi è sembrato perciò utile il tentativo di raccogliere le diverse fonti e i vari studi su tale argomento e offrirne una sintesi. L'ambito in cui si sviluppa questa ricerca è limitato alle tre zone più conosciute della penisola sinaita: Faran, Raito e il Monte Sinai, mentre il periodo studiato è ristretto ai primi secoli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il giardino chiuso"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine: 182
Ean: 9788825035476
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Un libro che, spiegando la scelta radicale della spiritualità del deserto alla luce dei padri del monachesimo e della tradizione carmelitana, aiuta tutti a vivere un rapporto profondo e totale con Dio per una vita bella e feconda. Un giardino chiuso offre l'immagine di uno spazio verde e fiorito, limitato da quattro mura e isolato dall'esterno, un luogo in cui l'unica prospettiva che si apre è quella verso l'alto. L'immersione in questo spazio del giardino chiuso è la perfetta immagine del giardino dell'anima di un eremita, rivolto solo alle cose di Dio. Un libro che presenta la spiritualità del deserto alla luce dei padri del monachesimo e della tradizione carmelitana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Paisie Olaru"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Ioanichie Balan
Pagine: 192
Ean: 9788867086412
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Romania, 5 agosto 1986. Un piccolo gruppo di pellegrini (padre Ioanichie B?lan, padre Tomá? ?pidlík, padre Elia Citterio e padre Adalberto Piovano) giunge nel monastero di Sihastria, una tappa fondamentale del lungo viaggio intrapreso alla ricerca della testimonianza dei padri e delle madri spirituali che allora arricchivano il monachesimo romeno. Padre B?lan è una guida d'eccezione: oltre a essersi formato proprio in quel luogo, ha già riunito in un libro le parole di vita e gli insegnamenti raccolti dalla viva voce di questi uomini e donne dello Spirito e sente il dovere morale di preservare quella insostituibile eredità e di renderla feconda per gli uomini di oggi. Proprio a Sihastria vivevano all'epoca i due più famosi padri della Romania, Cleopa Ilie e Paisie Olaru. Il racconto di questo incontro e di due lunghi colloqui con Paisie Olaru - consigliere spirituale molto ricercato in vita, considerato un santo dei nostri tempi e ancora oggi oggetto di un culto che porta migliaia di monaci e di laici a continuare a nutrirsi dei suoi consigli -, costituiscono il cuore di questo libro. Che si rivela quindi una testimonianza preziosa sul cristianesimo ortodosso, sul mondo dei monasteri e degli starec e su una tradizione che discende dai Padri del deserto, ma soprattutto una testimonianza ardente di «ciò che lo Spirito può comunicare attraverso un uomo che si lascia abitare da lui».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' athos e l'esicasmo"
Editore: Nerbini Edizioni
Autore:
Pagine: 176
Ean: 9788864341170
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

L'esicasmo non è una dottrina mistica, non fornisce una teoria, ma indica un itinerario ascetico al cristiano per riporre la sua mente stabilmente in Dio e nutrirsi delle bellezze del mondo invisibile. Il percorso richiede il raggiungimento e il compimento di alcune tappe progressive per conquistare infine l'hesychía: la preghiera monologica, la purificazione interiore, l'illuminazione e la deificazione. In questo volume a più mani che in realtà si configura come una vera e propria monografia, la luminosa civiltà athonita viene analizzata sotto angolature storico-teologiche differenti che approfondiscono in particolare il periodo della rinascita filocalica, senza per questo tralasciare alcuni momenti storici che la precedettero, come la venerabile e antica tradizione bizantina e protocristiana, fino alle soglie della contemporaneità.

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vita di Antonio"
Editore:
Autore: Sant'Atanasio di Alessandria
Pagine: 160
Ean: 9788831182416
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Un classico della letteratura patristica sulla vita monastica.La biografia di S. Antonio - monaco nativo di Alessandria d'Egitto, vissuto tra il III e il IV secolo - è il best-seller della letteratura cristiana; è infatti una lunga lettera scritta (IV sec.) in greco dal vescovo Atanasio ai monaci d'Occidente al fine di indicare loro nella figura di Antonio Abate l'ideale monastico puro. La Vita, qui presentata nella prima vera traduzione italiana, è interessante per l'attualità del messaggio, mentre l'introduzione evidenzia l'importanza della trasmissione e della diffusione di idee anche in ambiti apparentemente molto lontani fra loro (ascetismo cristiano e yoga). Note di commento, ricchissime e puntuali, sotto vari aspetti - filologico, storico, esegetico e storico-religioso -accrescono il valore di questo volume.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rabban Busnaya"
Editore: Scritti Monastici
Autore: Giovanni di Kaldun
Pagine: 335
Ean: 9788885931862
Prezzo: € 19.00

Descrizione:È un documento di interesse eccezionale sulla vita quotidiana e la dottrina dei monaci siriani, in unʼepoca fiorente della Chiesa nestoriana, alla quale appartiene Giuseppe Busnaya (869-979). Sebbene indirizzato a quanti conducono una vita di solitudine, la genuinità del cibo spirituale che viene offerto in questo libro può essere recepito anche da quanti vivono in un cenobio o nel mondo. Giuseppe nasce nel villaggio di Beit-ʽEdrai nell'869. Rimasto orfano di padre, si occupa di crescere i suoi fratelli e la sorella. All'età di trent'anni circa, Giuseppe entra nel monastero di Rabban Hormizd. Dopo quattro anni trascorsi nel cenobio si ritira a condurre vita solitaria in una cella non lontana dalla comunità, e infine si ritira a vita solitaria. Rimarrà in una stretta e povera cella per circa dodici anni. Nel 929, dopo trent'anni di vita monastica trascorsi nel monastero di Rabban Hormizd, Giuseppe si trasferisce nel monastero di Mar Abramo di Beit Çayarê, dove continua a vivere nel silenzio di una cella. Rabban Giuseppe comincia ad esercitare la paternità spirituale. Il 4 settembre 979 muore Rabban Giuseppe.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Monachesimo e mondo"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: AA. VV.
Pagine: 400
Ean: 9788831536844
Prezzo: € 34.00

Descrizione:

"Non è monachesimo la tunica nera, la berretta, e neppure la vita in monastero. Anche se tutto questo cambierà, il monachesimo rimarrà finché esisterà l'uomo-cristiano". A pronunciare questa frase è Teofane il Recluso, monaco e autore di testi spirituali che hanno formato intere generazioni. Una frase che contiene l'idea di un monachesimo non istituzionale e indica anche una non contrapposizione tra monachesimo e vita cristiana; infatti la vita cristiana è una vita orientata verso un punto unificatore, Dio. E questa aspirazione a una unità interiore è comune a tutti, non solo ai monaci.

Si può essere monaci, quindi, senza separarsi dal mondo. Se è possibile vivere l'essenziale dell'esperienza monastica rimanendo "nel mondo" a quale livello si colloca un monachesimo nel mondo? Quali percorsi o forme concrete si possono individuare?La tradizione spirituale russa ha cercato di rispondere a queste provocazioni attraverso una singolare scelta: quella di un monachesimo interiorizzato, vissuto al cuore stesso del deserto del mondo.Le testimonianze che presentiamo in questa antologia di testi dal sec. XVII al sec. XX, alcuni tradotti per la prima volta in italiano (Iulianija Lazarevskaja e F. Bucharev), altri come Mat' Marija e Paul Evdokimov già più noti, ci aiutano a compiere un percorso spirituale affascinante attraverso condizioni di vita molto diverse, ma tutte accomunate da un unico desiderio: custodire un cuore unificato, cioè monastico, vivendo nel mondo, come testimoni dell'amore di Cristo in mezzo alle sofferenze e alle contraddizioni degli uomini. Un libro che interessa in modo particolare i cultori della spiritualità russa.

PREMESSA

« Il monachesimo vuol dire la rinuncia a tutto, intimità con Dio nella mente e nel cuore. TI monaco è colui la cui vita interiore è disposta in modo tale che esiste solo Dio con lui, e lui si perde in Dio... E cosa vuole il cristianesimo? "Pensate alle cose di lassù... La vostra vita è ormai nascosta con Cristo in Dio" (Col 3,2-3). In questo consiste il monachesimo. Non è monachesimo la tunica nera, la berretta, e neppure la vita in monastero. Anche se tutto questo cambierà, il monachesimo rimarrà finché esisterà l'uomo-cristiano ».

A fare questa affermazione in qualche modo radicale e, a una prima impressione, eccessivamente spiritualista, è uno dei più significativi rappresentanti del monachesimo russo del sec. XIX: si tratta di Teofane il Recluso, uno degli autori che maggiormente ha contribuito a diffondere, in Russia, la tradizione spirituale patristico-monastica (a lui si deve una delle traduzioni più complete della Filocalia) e a formare generazioni di monaci e di semplici fedeli. È un monaco a parlare, eppure ciò che dice sembra superare i limiti di una vita monastica istituzionale.Anzi sembra che Teofane giunga a una sovrapposizione tra monachesimo e vita cristiana, quasi a una identificazione: « il monachesimo rimarrà finché esisterà l'uomo-cristiano ». Questa unità che si crea tra monachesimo e vita cristiana sic et simpliciter è data dal massimalismo, dal radicalismo della stessa esperienza monastica. Ma tale massimalismo, ci ricorda Teofane, non deriva tanto da forme concrete o mezzi utilizzati (ascesi, strutture monastiche, elementi esteriori e così via); questi sono necessari, ma sono in funzione di una dimensione più interiore e totalizzante, cioè la tensione di tutta la vita verso un punto unificatore, Dio. Ecco allora che Teofane giunge a dare questa definizione di monaco: « Il monaco è colui la cui vita interiore è disposta in modo tale che esiste solo Dio con lui, e lui si perde in Dio ». A questo livello si colloca l'identificazione tra esperienza monastica e vita cristiana. Siamo nella linea di ciò che esprimeva Basilio di Cesarea nelle sue Regole morali:

Che cos'è proprio del cristiano? Il purificarsi da ogni sozzura della carne e dello spirito nel sangue di Cristo, portare a compimento la propria santificazione nel timore di Dio e nell'amore del Cristo, e non avere macchia o ruga o altro di simile, ma essere santo e immacolato...

Che cos'è proprio del cristiano? Vedere sempre il Signore davanti a sé.

Che cos'è proprio del cristiano? Vigilare ogni giorno e ogni ora, ed essere pronto nel compiere perfettamente ciò che è gradito a Dio, sapendo che all'ora che non pensiamo il Signore viene.

Sono propri del cristiano, ci ricorda Basilio, la purificazione interiore, la lotta contro le passioni, la memoria Dei, la vigilanza, la tensione escatologica, tutto ciò che permette una incessante presa di coscienza della propria relazione con il Signore. Ma ciò che Basilio elenca sono, di fatto, gli elementi essenziali dell'esperienza monastica. In un altro testo, rivolto espressamente ai monaci, Basilio riafferma l'unità della vita cristiana data, appunto, dall'unico scopo che la anima: « Unico è il modo di vivere (monotropos) la vita cristiana, poiché ha un unico scopo: la gloria di Dio. "Sia che mangiate, sia che beviate, sia che facciate qualsiasi altra cosa, fate tutto per la gloria di Dio" (1Cor 10,31), dice Paolo parlando in Cristo. Vario e multiforme è invece il modo di vivere la vita del mondo, perché essa muta continuamente per piacere a chiunque ».

Abbiamo voluto soffermarci sulle affermazioni di Teofane il Recluso e di Basilio riguardo al rapporto tra monachesimo e vita cristiana in quanto possono aiutarci a dare avvio a un percorso introduttivo su di un particolare aspetto dell'esperienza cristiana, affascinante e attuale; un aspetto allo stesso tempo esistenziale e spirituale che, sorprendentemente, ha avuto realizzazioni, intuizioni e forme concrete nella tradizione spirituale russa. Si tratta del monachesimo nel mondo o, se si vuole usare l'espressione cara al teologo ortodosso P. Evdokimov, del monachesimo interiorizzato.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Monachesimo orientale"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Filoramo Giovanni
Pagine: 320
Ean: 9788837224127
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Nella storia delle Chiese cristiane il monachesimo è una istituzione fondamentale che ha come scopo la ricerca della perfezione attraverso la scelta, sigillata dai voti, di un particolare tipo di vita religiosa incentrato sulla sequela Christi. Nella loro storia millenaria, in guise peculiari, in Oriente e in Occidente, le varie forme della vita monastica, diventate per lo più di tipo cenobitico e in genere istituzionalizzate, si sono radicate nelle diverse civiltà, non soltanto dal punto di vista squisitamente religioso ma, più in generale, politico, economico e culturale. In Oriente, il monachesimo è riuscito a resistere nei secoli ai cambiamenti indotti da una storia tumultuosa, che ha messo spesso in discussione l'esistenza stessa delle varie Chiese. In Occidente, soprattutto nella sua forma benedettina, esso si è imposto nell'arco millenario del medioevo come una realtà sempre più centrale, capace di fronteggiare i cambiamenti più profondi, generando, da Cluny a Citeaux, nuove risposte religiose e organizzative, per non dire delle innumerevoli familiae monastiche nate dal tronco principale. Il fenomeno monastico è una realtà variegata e complessa, messa in crisi in modo drammatico in età moderna tanto dalla Riforma protestante quanto dai processi di secolarizzazione; altrettante sfide corrosive cui tuttavia il monachesimo si è dimostrato capace, attraverso adattamenti e trasformazioni, di resistere, conservando il suo profilo identitario e quelle specificità i cui tratti essenziali furono definiti nei primi secoli dell'era cristiana. La storia che si dipana in queste pagine ha inteso indagare proprio tale periodo, insieme aureo e fondativo, concentrando l'attenzione sulla fase più antica del monachesimo, latino e soprattutto orientale. Il volume si pone così come un primo bilancio della più recente stagione di studi sul monachesimo antico: una storiografia innovativa, caratterizzata non solo da una molteplicità di tagli interpretativi, ma anche dall'allargarsi dello spettro delle fonti e da rinnovate prospettive di lettura.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il monachesimo non cristiano"
Editore: Abbazia San Benedetto
Autore: Paolo Trianni
Pagine: 192
Ean: 9788887796483
Prezzo: € 13.00

Descrizione:E’ un bisogno dei nostri tempi, ma anche una pura esigenza teologica dello spirito, cercare un dialogo tra i percorsi religiosi attraverso i quali gli uomini hanno cercato il divino. Tale volumetto si situa all’interno di questo percorso per il quale Papa Montini affermava nel 1964: “Ogni religione possiede un raggio di luce […]”.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Discorsi e dialoghi spirituali. 1."
Editore: Scritti Monastici
Autore: Pseudo Macario (Macario/Simeone)
Pagine: 214
Ean: 9788885931060
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Macario/Simeone, noto anche come "Pseudo-Macario" o, tra i monaci ortodossi, "Macario il Grande", appartiene alla Siria-Mesopotamia settentrionale, e operò tra il 380 e il 430. Attraverso i suoi Discorsi e dialoghi spirituali, il nostro autore dà rilievo soprattutto allo stato di quiete (hesychia) nella preghiera. La sua spiritualità è scritturistica e trinitaria, per la grande importanza che vi assume lo Spirito Santo; è centrata sull'esperienza dell'anima liberata dal male attraverso l'evento pasqua-le, che lotta contro le passioni e le tentazioni. Nonostante la condanna ecclesiasti-ca, i discorsi di Macario/Simeone hanno avuto una grande diffusione nell'oriente monastico, influenzando grandi autori spirituali come Isacco di Ninive e Simeone il Nuovo Teologo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU