Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Libri
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "Padre nostro"
Editore: Dottrinari
Autore: Gianpiero Scafuri
Pagine:
Ean: 9788895983516
Prezzo: € 3.00

Descrizione:Libretto per bambini con disegni a colori per imparare il padre nostro e capirne il significato. Sono previsti spazi per dare al bambino la possibilità di esprimersi attraverso disegni personali. Età di lettura: da 6 anni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Padre nostro"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine: 136
Ean: 9788825045994
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Dopo i volumi sui vizi capitali (2013), le opere di misericordia (2014), i doni dello Spirito Santo (2015), le beatitudini (2016) che raccolgono la singolare e felice esperienza delle prediche al «Festival dei Due Mondi» di Spoleto ecco il quinto sul Padre nostro. Ripercorrere le parole di questa preghiera con attenzione conduce a scoprire che cosa significhi pregare, se sia possibile parlare con Dio, se non si tratti di una illusione, se gli possiamo domandare effettivamente qualcosa. Perché per pregare è indispensabile trovare il cammino del cuore, centro della persona, punto preciso in cui l'uomo si conosce in verità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' abbraccio che guarisce"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Maurizio De Sanctis
Pagine: 128
Ean: 9788831550116
Prezzo: € 10.00

Descrizione:È un testo di ricerca del volto del Padre... quel volto deturpato, sfigurato dalle false immagini che ci siamo fatti di Dio, per motivi psicologici: esperienze traumatiche di paternità; o per motivi spirituali: predicazione e catechesi eccessivamente concentrate sul giudizio personale e universale. Dopo aver presentato Dio Padre nell'Antico e nel Nuovo Testamento, l'autore si sofferma sulla Parabola del padre misericordioso e su una attenta spiegazione del Padre nostro. Sottolinea l'importanza della preghiera continua, nella vita quotidiana, con una proposta di preghiera trinitaria: al Padre, per il Figlio, nello Spirito Santo. Il volume si conclude con una riflessione su Maria e il Padre a partire dall'esperienza del Magnificat, per scoprire Maria figlia e sposa del Padre.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le parole sono importanti"
Editore:
Autore: Santi Grasso
Pagine: 168
Ean: 9788831188029
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Come evitare che la preghiera per eccellenza, quella che Gesù ci ha insegnato, rimanga una semplice formula stereotipata? È possibile vivere un rapporto profondo, fecondo, significante con Dio semplicemente ripetendo delle parole apprese nell'infanzia? Siamo cresciuti, maturati, abbiamo studiato, ci siamo sposati, abbiamo generato e cresciuto dei figli, ma la nostra preghiera si è fermata lì, non è cambiata seguendo il procedere del nostro percorso umano. Il significato del Padre Nostro infatti non è immediatamente chiaro. A che cosa si pensa quando si ripete per l'ennesima volta la petizione "sia santificato il tuo nome"? Si possono desumere significati più o meno pertinenti, ma quasi sempre non vanno al cuore di questa petizione. Anche la richiesta "venga il tuo regno", che riprende una parola così importante per Gesù risulta di difficile comprensione. Basti pensare che alla domanda che cosa è il regno di Dio è difficile dare una risposta. Attraverso un autorevole approfondimento biblico l'autore restituisce pienezza alla madre di tutte le preghiere dei Cristiani, aprendo le porte ad una preghiera in grado di favorire un incontro personale, intimo e vitale con Dio. Il Padre Nostro, ridiventa così lo strumento migliore per ricevere questa comunicazione di vita, non più semplici parole da recitare, ma come un programma da interiorizzare e vivere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il contrario di mio"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Marco Pozza
Pagine: 192
Ean: 9788892214927
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Una stoffa ricamata con un intreccio di parole. Opera d'artista, di cesello. Il Padre nostro è l'unica preghiera firmata da Cristo. La inventò, tutta nuova, dopo che gli amici fecero pressione: «Signore, insegnaci a pregare» (Lc 11,1). Afferrò al volo sette parole quotidiane -- nome, regno, volontà, pane, debiti, tentazione, male -- e le organizzò, come covoni di grano, attorno alla parola padre. Detta proprio così, a voce alta, con un imbarazzo inusitato: nacque «questa affettuosa conversazione tra i figlioli e il Padre che è dappertutto» (P. Mazzolari). Nessun'altra preghiera, nei secoli, riuscirà più convincente del Pater, quasi una sorta di riconoscimento di coloro che seguono Cristo. Il contrario di mio è la lettura, dissacrante e profonda, di questa antichissima preghiera: un'operazione di smontaggio e rimontaggio, alla riscoperta di una bellezza erosa dall'abitudine. Come sfondo e compagnia, un acquerello di sfumature randagie raccolte nei Vangeli. Perché, dopo aver pregato il Pater, il contrario di mio non sarà più tuo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quando pregate dite: Padre nostro che sei nei Cieli"
Editore: Tau Editrice
Autore: Francesco De Cristofaro
Pagine: 24
Ean: 9788862446334
Prezzo: € 1.20

Descrizione:Piccola catechesi sul Padre Nostro, rivolta i fedeli, per meditare passo passo la preghiera che ci ha insegnato il Signore Gesù. Il libretto, riccamente illustrato, offre una piccola ma significativa catechesi, scrutando le parole e parafrasando i versi del Padre Nostro. Per ciascun verso una meditazione e una preghiera. Per ciascuna pagina un'occasione di crescita utile al cammino verso la Pasqua.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quando pregate dite: Padre Nostro che sei nei cieli"
Editore: Tau Editrice
Autore: Francesco Cristofaro
Pagine: 24
Ean: 9788862446327
Prezzo: € 1.20

Descrizione:Piccola catechesi sul Padre Nostro, rivolta i fedeli, per meditare passo passo la preghiera che ci ha insegnato il Signore Gesù. Il libretto, riccamente illustrato, offre una piccola ma significativa catechesi, scrutando le parole e parafrasando i versi del Padre Nostro. Per ciascun verso una meditazione e una preghiera. Per ciascuna pagina un'occasione di crescita utile al cammino verso la Pasqua.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Padre nuestro"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Francesco (Jorge Mario Bergoglio)
Pagine: 146
Ean: 9788415980704
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La preghiera del Signore"
Editore: Cittadella
Autore: Cipriano (san)
Pagine: 48
Ean: 9788830816114
Prezzo: € 2.00

Descrizione:«Quali misteri religiosi sono contenuti nella preghiera del Signore! Quanti e quanto grandi! Riuniti nella brevità del discorso, ma spiritualmente abbondanti nella virtù, tanto che niente sia trascurato e ignorato nelle nostre preghiere e suppliche, come in un compendio della dottrina celeste.»

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Padre Nostro"
Editore: Castelvecchi
Autore:
Pagine: 90
Ean: 9788832821567
Prezzo: € 12.50

Descrizione:«I Vangeli ci hanno tramandato due formule della Preghiera del Signore: la più lunga - e senza dubbio la più esplicita - è quella di san Matteo, a cui la Chiesa è rimasta tradizionalmente fedele. L'altra, più breve, conservata dall'evangelista della preghiera, san Luca, riferisce il probabile contesto del Pater. Secondo i padri Abel e Lebreton, Gesù l'avrebbe insegnato ai suoi discepoli, sul versante orientale del monte degli Ulivi. I discepoli del Precursore - Giovanni e Pietro - possedevano già una preghiera di gruppo. Non appena però la comunità apostolica si forma e i Dodici prendono coscienza della loro unità, essi richiedono al Maestro una preghiera che saldi la loro comunione con lui e tra loro. E Gesù insegna il Pater: "Direte: Padre nostro". Sin dall'origine della Chiesa il Pater si rivela come la preghiera del cristiano: come la presenza del Cristo invisibile in mezzo alle comunità che si vanno costituendo in Palestina, in Siria e nell'intero bacino mediterraneo». Con queste parole Adalbert Hamman, O.F.M., introduce questo volume in cui i Padri della Chiesa raccontano, spiegano e commentano il senso della principale preghiera cristiana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quando pregate dite Padre nostro"
Editore: Rizzoli
Autore: Papa Francesco (Jorge Mario Bergoglio)
Pagine:
Ean: 9788817099127
Prezzo: € 16.00

Descrizione:"Ci vuole coraggio per pregare il Padre nostro. Ci vuole coraggio. Dico: mettetevi a dire 'papà' e a credere veramente che Dio è il Padre che mi accompagna, mi perdona, mi dà il pane, è attento a tutto ciò che chiedo, mi veste ancora meglio dei fiori di campo. Credere è anche un grande rischio: e se non fosse vero? Osare, osare, ma tutti insieme. Per questo pregare insieme è tanto bello: perché ci aiutiamo l'un l'altro a osare." Il Padre nostro è la preghiera che racchiude tutte le altre, quella che Gesù stesso ha donato ai suoi discepoli per rispondere alla loro richiesta: "Insegnaci a pregare". In questo libro, Papa Francesco la illumina versetto per versetto rispondendo alle domande di don Marco Pozza, teologo e cappellano del carcere di Padova. Le parole insegnate da Gesù entrano in risonanza con episodi della vita di Jorge Mario Bergoglio, con la sua missione apostolica e con le inquietudini e le speranze delle donne e degli uomini d'oggi, fino a diventare la guida per una vita ricca di senso e di scopo. Ogni capitolo della conversazione si conclude con dei testi di Papa Francesco - pronunciati nelle udienze del mercoledì o negli Angelus - che approfondiscono e sviluppano temi cruciali come la paternità, la grazia, il perdono, il male. Alla fine, don Marco Pozza porta il Padre nostro dentro il carcere, e lascia che due suoi parrocchiani diano voce al dolore che percorre le loro esistenze e alla loro speranza di misericordia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le predicazioni sul Pater Noster di Girolamo Seripando"
Editore: LAS Editrice
Autore: Scarpa Marcello
Pagine: 262
Ean: 9788821312816
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

Nel panorama ecclesiale e culturale del XVI secolo Girolamo Seripando (1493-1563) è stato una figura di grande statura teologica e pastorale. Egli, infatti, fu un fine teologo, un ricercato ed apprezzato predicatore, nonché Generale dell’Ordine degli Eremitani di S. Agostino, Arcivescovo della diocesi di Salerno e Legato Pontificio al Concilio di Trento. Le predicazioni sul Pater Noster tenute da vescovo nel biennio 1559-1560 sono il frutto più maturo della sua esperienza teologico-pastorale. Esse non espressero soltanto il tentativo di consolidare la prassi predicatoria all’interno della diocesi, ma lasciano trasparire in filigrana una sollecitudine pastorale declinata in termini d’istruzione religiosa ed attuata secondo un itinerario biblico-patristico in cui si rilevano diversi elementi caratteristici di un pensiero genuinamente catechetico. Infatti nelle predicazioni sul Pater Noster si trovano impostazioni e prospettive non circoscrivibili al solo ambito delle prediche di catechesi ma configurabili nell’orizzonte più ampio di una riflessione, seppur non sistematizzata, su alcuni nodi cruciali relativi alla prassi catechistica che, raccordati fra di loro, fanno emergere un aspetto peculiare del nostro autore: la sua attitudine pastorale, quasi spontanea ed innata, di pensare catecheticamente, per cercare di portare efficacemente a compimento negli ascoltatori il cammino della Parola, scolpendola nei loro cuori. L’intento del presente lavoro è stato di mettere in luce, anche con il supporto degli strumenti informatici dell’analisi linguistica, una mappa del pensiero catechetico del vescovo salernitano.

Marcello Scarpa, nato a Milano nel 1967, è Salesiano di Don Bosco. Ha conseguito il Dottorato in Teologia con specializzazione in Catechetica presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma. Attualmente è docente di Catechetica all’Istituto Teologico S. Tommaso di Messina ed invitato presso la Facoltà di Teologia dell’Università Pontificia Salesiana di Roma dove insegna vari corsi nel curriculum di Teologia Pastorale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un Padre Nostro in 5 minuti o 5 Padre Nostro in un minuto?"
Editore: Edizioni Palumbi
Autore: Angelo Spina
Pagine: 24
Ean: 9788899725846
Prezzo: € 2.00

Descrizione:Dopo il grande successo di “Con Lui tutto cambia” il vescovo e pastore di Sulmona, noto scrittore e grande comunicatore, scrive un libretto bellissimo per i bimbi della prima comunione ricco di immagini e testi pedagogici, sulla bellezza del Padre nostro come momento di incontro tra noi e il nostro Padre celeste attraverso la comunione con Gesù

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Padre ritrovato"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Semeraro MichaelDavide
Pagine: 168
Ean: 9788892210370
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Dal padre padrone al Padre perdono: è la perfetta sintesi di questo libro che va ben oltre il classico commento alla preghiera insegnata da Gesù agli apostoli. Fratel MichaelDavide conduce infatti il lettore dall'attualissimo tema dell'evaporazione della figura paterna al ritrovamento di una paternità terrena adulta e matura e, parallelamente, alla riscoperta di una paternità celeste "nel tempo dell'assenza" dell'una e dell'altra. Il padre (terreno e celeste) che l'autore ci invita a reincontrare è quello che appartiene all'orizzonte stesso di Gesù, della sua vita di figlio (umano e divino) che ci invita a riscoprirci figli in lui e con lui. Una paternità, dunque, perduta e ritrovata, che ci permette di guardare al mondo in maniera completamente nuova: poiché la riscoperta del padre apre un nuovo orizzonte anche sulla fraternità tra gli uomini e, come chiosa l'autore, «se diciamo: Padre Nostro, la domanda è scontata: "Dov'è tuo fratello?" e ogni volta che supplichiamo: "Dacci oggi il nostro pane quotidiano", non saremo certo lasciati in pace e ci verrà sempre chiesto: "Quanti pani avete?..."». Un libro che non sarà facile dimenticare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il padre nostro"
Editore: Chirico
Autore: Aa.Vv.
Pagine: 272
Ean: 9788863620986
Prezzo: € 38.00

Descrizione:Tertulliano - Origene - Cipriano - Giovanni Crisostomo - Gregorio di Nissa - Teresa d'Avila - Isaia di Gaza - Agostino - Ambrogio - Autore del V secolo - Cirillo di Gerusalemme - Cromazio di Aquilea - Evagrio Pontico - Girolamo - Massimo il Confessore - Quodvultdeus - Regola del Maestro - Teodoro di Mopsuestia - Tommaso d'Aquino

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Padre Nostro"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Klaus Berger
Pagine: 180
Ean: 9788839928832
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Uno sguardo nuovo e sorprendente sul Padre nostro da parte di uno dei più celebri biblisti contemporanei. Klaus Berger spinge il suo esame fino agli strati più profondi e reconditi della notissima preghiera, rendendo possibile un nuovo accesso a uno dei testi più importanti del cristianesimo: il Padre nostro come chiave per un rapporto solidale con il prossimo e per tendere alla pace interiore. Il Padre nostro è uno dei testi centrali della cristianità e la preghiera più recitata al mondo. Nella sua veste di esperto esegeta, Klaus Berger indaga gli strati profondi di questa preghiera, a prima vista così semplice. Riesce così a collocare la "preghiera del Signore" nel solco della storia della religione, a interpretarla dal punto di vista teologico e a renderla accessibile da quello spirituale. Con ampiezza di cognizioni e in maniera provocatoria indica nuove vie per coglierne tutta la ricchezza con il cuore e con la mente, allargando inoltre lo sguardo alla "logica profonda" di tutto il pregare cristiano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'ospite inatteso"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Annamaria Corallo
Pagine: 64
Ean: 9788810712177
Prezzo: € 5.00

Descrizione:

La lingua italiana ha una strana ambivalenza sul significato della parola «ospite». Ospite è chi è accolto, l’ospitato, e chi accoglie, l’ospitale.

Giocando su questa ambivalenza, il libretto accompagna in una inedita lettura della preghiera più bella del mondo, il «Padre nostro», alla riscoperta di Dio come ospite inatteso dei nostri giorni.

Con un linguaggio immediato e fresco, attraverso racconti e suggestioni, si incontrerà il Dio ospitale, che ci invita nella sua casa, ossia nella relazione familiare e intima con lui. Ma anche il Dio ospitato, che desidera abitare nella nostra casa, nelle nostre relazioni.

Note sull'autrice

Annamaria Corallo, originaria di Trani, ha conseguito la licenza in Teologia biblica presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale - sez. S. Luigi e ha completato, con il tirocinio, la Scuola per Formatori all’evangelizzazione e alla catechesi, promossa dalla rivista Evangelizzare in collaborazione con l’Ufficio Catechistico Nazionale. Molteplici le sue esperienze pastorali e formative: insegnamento della religione cattolica nelle scuole, laboratori biblico-teatrali, percorsi di lectio divina popolare, cammini spirituali per giovani e adulti, corsi di metodologia laboratoriale, esercizi spirituali, settimane bibliche. Partecipa al progetto internazionale di ricerca biblica «Evangelium und Kultur» ed è socia del Coordinamento delle teologhe italiane. Attualmente è dottoranda in Teologia biblica presso la Pontificia Università Gregoriana e continua le sue attività di ricerca e formazione biblica. Per EDB ha pubblicato: Le chiavi di casa. Laboratorio di formazione biblica di base (2010); Atelier della Bibbia. Dal tessuto della Scrittura al vestito della Parola (2013); In cammino Natale 2014; In cammino Pasqua 2015; In cammino Natale 2015; La ricetta della misericordia. Un percorso biblico sugli ingredienti dell’amore che nutre e risana (2015).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Padre Nostro"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Carlo Maria Martini
Pagine: 240
Ean: 9788821597756
Prezzo: € 17.00

Descrizione:In queste pagine il cardinal Martini accompagna il lettore in un cammino di scoperta degli inesauribili tesori del Padre Nostro, una preghiera che ben a ragione è stata definita da Tertulliano la «sintesi di tutto il vangelo». Il Padre nostro - afferma Martini - poteva dirlo soltanto Gesù e solo lui poteva insegnarlo. Perché c'è una corrispondenza, una omologia perfetta tra Padre nostro, insegnamento evangelico, vita di Gesù Figlio di Dio morto e risorto per noi. Con stile semplice e sobrio, queste meditazioni permettono di comprendere il cuore della preghiera insegnata da Cristo, a partire da quella che per molti è la sua invocazione centrale, ossia le parole «venga il tuo regno», con le quali i cristiani non implorano una restaurazione di un ordine costituito, ma si impegnano a realizzarlo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Padre Nostro per la famiglia"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Luigi Guglielmoni, Fausto Negri
Pagine: 176
Ean: 9788810513569
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Per il teologo Karl Rahner le parole del Padre Nostro sono «conchiglie dentro le quali risuona il vasto mare dell'infinità». Non si tratta dunque di una formula da ripetere a memoria, ma di uno «stampo» della preghiera. Il volume si propone di approfondire l'invocazione, meditandola e attualizzandola per la  vita quotidiana della famiglia. Non a caso il Padre Nostro è al plurale e il primo «noi» cronologico e affettivo è proprio il nucleo domestico. Assimilando questa orazione si apprende più facilmente a vivere da figli e da fratelli, si impara ad abitare il proprio ambito vitale e a prendersi cura della casa di tutti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Padrenostro.it."
Editore:
Autore: Paola Resta
Pagine: 120
Ean: 9788868940928
Prezzo: € 9.90

Descrizione:

Quello che suor Paola Resta propone in queste pagine è un intenso dialogo con i giovani per mettere a fuoco il loro rapporto con Dio, quel «Padre che è nei cieli» avvertito spesso come lontano, sconosciuto, distante.Un cammino esigente, molto schietto e provocatorio, che parte da obiezioni, domande e proteste che i suoi stessi interlocutori le rivolgono quando si tratta di entrare nelle questioni rilevanti della fede e del credere.Un itinerario ricco di sorprese alla scoperta del significato della preghiera più famosa dei cristiani, a partire dalle pagine della Bibbia, senza mai abbandonare il riferimento a volti e storie concrete di chi «da tempo ha smesso di pregare il Padre, oppure continuando a pregarlo vuole capirci di più».



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Padre nostro della misericordia"
Editore: OCD
Autore: Bruno Moriconi
Pagine: 64
Ean: 9788872296318
Prezzo: € 6.00

Descrizione:Pensando alla sovrana maestà di Dio, l'uomo ha la tendenza a tralasciare un tratto distintivo del suo volto: la misericordia del Padre nostro. Perciò, guardando alla propria creaturalità, è indotto a porsi certe domande: Con quali parole io posso... come posso io rivolgermi ancora... come può Lui salvarmi ancora...? Il Figlio di Dio ci ha donato per questo una preghiera esemplare, accessibile a tutti ed efficace per tutti, il Padre nostro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La preghiera fondamentale"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Flemming Fleinert-Jensen
Pagine: 168
Ean: 9788810513477
Prezzo: € 18.50

Descrizione:Un pastore della Chiesa riformata di Francia e un esegeta teologo che ha vissuto a lungo in Medio Oriente si incontrano ripetutamente per approfondire il Padre Nostro. Lo stile feriale e semplice della conversazione permette al lettore di cogliere la ricchezza della preghiera più nota del cristianesimo, pronunciata da Gesù e ininterrottamente commentata dai Padri della Chiesa, dai riformatori, dai teologi e dai mistici. L'approfondimento del Padre Nostro - definito da Origene «fondamento» di tutte le altre preghiere - è organizzato in capitoli che accompagnano la struttura del testo e lo spiegano versetto per versetto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«Padre», osiamo dire"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Salvoldi Valentino
Pagine: 148
Ean: 9788825039962
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Il papa ci invita a recitare anche solo un Padre nostro, tutti assieme, ogni giorno, in famiglia, pensando alla parole che recitiamo. Il teologo Salvoldi ci aiuta a capire ogni versetto della preghiera insegnata da Gesù, ricorrendo all'esegesi biblica, all'esperienza dei santi, all'insegnamento dei papi, trasformando il tutto in preghiera. Testo valido per l'approfondimento e la crescita personale, la catechesi, la scuola di preghiera.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Commento al Padre Nostro"
Editore:
Autore: Origene
Pagine: 120
Ean: 9788831114523
Prezzo: € 6.00

Descrizione:

La preghiera cristiana per eccellenza, nell'ormai classico commento del grande scrittore alessandrino. L'alessandrino Origene è uno dei più originali Padri della Chiesa di lingua greca. Tra i suoi numerosissimi scritti figura anche il celebre Commento al Padre Nostro, nel quel l'Autore si propone di "considerare quanta potenza racchiuda la preghiera suggerita dal Signore", come egli stesso dichiara programmaticamente nell'incipit. Un testo nel quale Origene dispiega tutta la sua finissima sapienza esegetica e manifesta il suo pensiero. In particolare trova piena espressione il suo ottimismo pastorale che prevede la salvezza finale di tutti: "Il peccatore, infatti, dovunque si trovi, è terra in cui in qualche modo si trasformerà se non si pente; chi invece fa la volontà di Dio e non trasgredisce le spirituali leggi di salvezza, è cielo".

ESTRATTO DALLA PRIMA PARTE 

L'ESEGESI ORIGENIANA DEL PATER

Nell'accingersi al commento, petizione dopo petizione, della preghiera del Signore, Origene compie un excursus di carattere filologico sul contesto delle due diverse redazioni del Pater, quella di Matteo più esplicita e quella più sintetica di Luca, per concludere trattarsi di due preghiere diverse aventi «alcune parti in comune» (cap. I, 3). Subito dopo analizza il contesto immediatamente precedente alla versione di Matteo che egli sceglie per la sua esegesi; è un'occasione per sottolineare anche come non bisogna pregare, mostrando che esiste la preghiera dell'esibizionista, quella del dilettante e quella del logorroico, mentre la vera preghiera è di chi «ama la preghiera» (cap. III, 1).

Ciò che caratterizza il cristiano è la libertà — la paolina parrhesía — di rivolgersi a Dio chiamandolo Padre, in virtù della figliolanza donata in Cristo Gesù. E lo Spirito, che si è ricevuto, di figli adottivi fa sì che ci si astenga dal peccato e non si abbia più nessuna comunione con Satana. Come si vede, Ori-gene scende subito nel campo esclusivo della morale, manifestando la sua piena attenzione per l'anima dell'uomo. Ed interpretando i «cieli» del «Padre nostro» come un luogo metafisico e spirituale, cioè lo stato di grazia dei santi, scrive: «Chiunque pecca si nasconde a Dio e sfugge alla sua ricerca e si allontana dalla sua presenza» (cap. VI, 4).

Parimenti, chiedendosi il significato dell'invocazione: sia santificato il tuo nome, dice: «Esalta inoltre Dio colui che dedica un'abitazione in se stesso» (cap. VII, 4).

Così, l'atteso regno di Dio è un regno tutto interiore: «E credo si intenda per regno di Dio una condizione di beatitudine dell'anima superiore e l'ordine dei saggi pensieri, e per regno di Cristo si intendano i discorsi a salvezza di chi li ascolta e le perfette opere di giustizia e delle altre virtù» (cap. VIII, 1). Donde l'accento parenetico così frequente nelle omelie di Origene: «Se dunque vogliamo essere sudditi di Dio "non regni affatto il peccato nel nostro corpo mortale" (Rm 6, 12), né prestiamo ascolto agli inviti del peccato che chiama la nostra anima alle opere della carne e alle cose non di Dio; ma facendo morire "le membra che sono sulla terra" (Col 3, 5), portiamo i frutti dello Spirito» (cap. VIII, 3).

Operando, infine, delle modulazioni bibliche sui termini «cielo» e «terra» in riferimento al compiersi della volontà di Dio, Origene afferma che l'uomo santo possiede già il cielo mentre ancora si trova sulla terra: «Colui che sta ancora sulla terra, ma ha la cittadinanza nel cielo e lassù ammassa tesori poiché ivi ha il suo cuore esorta l'immagine del Celeste, non per il posto che occupa egli non è più sulla terra, ma per le sue disposizioni interiori; e non appartiene al mondo di quaggiù, ma del cielo e di un mondo celeste migliore di quello» (cap. IX, 5). All'opposto, il peccatore è terra che può diventare cielo; Origene lo dice col suo ottimismo pastorale che prevede la salvezza di tutti: «Il peccatore, infatti, dovunque si trovi, è terra in cui — data questa affinità — in qualche modo si trasformerà se non si pente; chi invece fa la volontà di Dio e non trasgredisce le spirituali leggi di salvezza, è cielo. Sia che quindi siamo ancora terra a motivo del peccato, preghiamo che anche su di noi si estenda così la volontà di Dio disposta ad emendarci, come toccò a quelli che prima di noi furono fatti cielo o sono cielo; e se agli occhi di Dio noi non siamo più considerati terra, ma cielo, chiediamo perché, a somiglianza del cielo, anche sulla terra — cioè sui cattivi — si compia la volontà di Dio in ordine a quel permutarsi della terra in cielo, per cui non esista più terra ma tutto diventi cielo» (cap. IX, 6).

Venendo ora alla petizione centrale del Pater, con cui l'orante chiede per sé il pane supersostanziale costatiamo come, secondo Origene, si debba escludere ogni richiesta a Dio di beni materiali: ciò fanno solo «i pagani che non hanno l'idea delle cose grandi e celesti da domandare» (cap. IV, 1). È significativo innanzitutto che Cristo stesso comandi di chiedere un pane diverso da quello comune ed utile soltanto al corpo: «Poiché certuni pensano che noi siamo invitati a chiedere il pane per il corpo, è giusto che, rimossa subito la loro erronea opinione, stabiliamo la verità sul pane sostanziale. Bisogna rispondere a costoro perché mai Colui che dice di chiedere cose celesti e grandi — non essendo celeste il pane che ci viene dato per la nostra carne né grande preghiera è quella di chiederlo — ordini di elevare al Padre la supplica per quello che è terreno e piccolo, come se Dio secondo loro si fosse dimenticato dei suoi insegnamenti» (cap. X, 1).

Inoltre il pane per il nutrimento corporale non è il vero pane: «E il pane vero è quello che ciba l'uomo vero, fatto a immagine di Dio, e chi se ne nutre diventa persino simile al Creatore. Per l'anima, che cosa c'è di più nutritivo del Verbo? Per la mente che la riceve, che cosa di più prezioso della sapienza di Dio? Che cosa ha maggior affinità con la natura razionale, se non la verità?» (cap. X, 2). Per il fatto d'essere un cibo per l'anima, si dovrà chiamarlo «supersostanziale»: «Pane supersostanziale è dunque quello adattissimo alla natura razionale ed affine alla stessa sostanza, recante salute e vigore e forza all'anima, e rendendo partecipe della propria immortalità — immortale è infatti il Verbo di Dio chi se ne ciba» (cap. X, 9). Anche qui il pensiero di Origene corre, per antitesi, al peccatore che si ciba del pane velenoso di Satana: «Chi dunque, partecipando del pane supersostanziale, rafforza il cuore, diventa figlio di Dio; colui invece che si pasce del serpente, non è diverso dall'Etiope spirituale, ed è mutato lui stesso in serpente a causa dei lacci dell'animale» (cap. X, 12).

Nel commento alla supplica per la remissione di tutti i debiti che abbiamo e di cui Origene stila una lunga casistica, spicca nel Maestro alessandrino una grande comprensione pastorale che gli fa scrivere: «Ora, se alcuni dei moltissimi nostri debitori si fossero mostrati piuttosto trascurati nel rimettere quanto ci devono, saremmo portati a trattarli con indulgenza e senso di umanità, memori dei numerosi personali debiti in cui fummo negligenti, non solo verso gli uomini, ma anche verso Dio stesso. Ricordandoci infatti di non aver pagato i debiti che avevamo, anzi di aver commesso una frode essendo passato il tempo in cui bisognava che li avessimo estinti nei riguardi del nostro prossimo, saremo più larghi verso coloro che erano nostri debitori e non hanno soddisfatto il debito» (cap. XI, 6). Chi, se non un vero maestro d'anime, direbbe: «Non siamo aspri verso quelli che non si pentono: costoro fanno del male a se stessi... Ma anche in questi casi, occorre procurare di avere ogni attenzione per chi è completamente traviato da non accorgersi dei propri mali, ma è colmo di una ubriachezza più perniciosa di quella causata dal vino: l'ubriachezza da tenebra del male» (cap. XI, 7)?

Passando all'ultima richiesta del Pater, Origene intende risolvere il nodo che essa presenta: «Che significa dunque il comando del Salvatore di pregare a non indurci in tentazione, dal momento che Dio stesso quasi ci tenta?» (cap. XII, 3). La stessa speranza del cristiano è tentata al pensiero che nemmeno gli Apostoli, gli amici del Signore, furono risparmiati dalla tentazione: «Ora, non avendo gli Apostoli ottenuto esaudimento nella preghiera, uno che sia da meno, quale speranza ha, pregando, di essere ascoltato da Dio?» (cap. XII, 4). Se povertà, ricchezza, salute e malattia, gloria e scienza sono indifferentemente a rischio di tentazione, Dio viene direttamente chiamato in causa dall'uomo: «Se infatti è male cadere in tentazione — preghiamo perché non dobbiamo soffrirne —, come non è assurdo pensare che Dio, buono, che non può portare frutti di male, getti uno in braccio ai mali?» (cap. XII, 11). Ecco la risposta di Origene: Dio non c'entra, perché ha creato nella totale libertà l'anima dell'uomo: «Penso che Dio si prenda cura di ciascun'anima razionale, mirando alla sua vita eterna; essa ha sempre il libero arbitrio e può di per sé trovarsi nella condizione ideale per salire fino alla vetta del bene o a discendere in vario modo, a causa della negligenza, a questo o a quell'abisso di male» (cap. XII, 13).

Ammiriamo piuttosto quale stupenda pedagogia di Dio si nasconda sotto la tentazione. Origene lo dice con una finissima analisi psicologica: «Ora, poiché una guarigione rapida ed accelerata produce in certuni un senso di leggerezza sulla gravità del male in cui sono caduti, perché ritenuto facile a curarsi, cosicché dopo il ristabilimento potrebbero piombare una seconda volta nella malattia; logicamente, in campo spirituale, Dio trascurerà quel crescere fino ad un certo punto del male, permettendo che trabocchi moltissimo come fosse inguaribile, affinché con questa stasi nel male, con la sazietà del peccato che hanno assaporato, essendo satolli, si accorgano del danno; ed odiando ciò che prima avevano abbracciato, possano con la guarigione godere più stabilmente della salute delle anime loro, venuta dall'essersi curati» (ibid.). La tentazione, insiste ancora Origene sapendo come sia un problema che tocca ognuno di noi, è per la purificazione dí noi stessi: «Lo scopo è di separarvi dalla vita senza più appetiti, ed una volta usciti, come puri da ogni desiderio, ricordando attraverso quali sforzi ve ne siete liberati, far sì che non cadiate più» (cap. XII, 14). Infine la tentazione è rivelazione di noi a noi stessi: «Vi è un'utilità della tentazione, ed è questa. I doni che la nostra anima ha ricevuto sono nascosti a tutti, anche a noi stessi, non a Dio però; per merito delle tentazioni diventano palesi, affinché non sia più tenuto celato il nostro vero essere, bensì conoscendoci percepiamo la nostra cattiveria — qualora intendessimo percepirla — e ringraziamo per le grazie che ci sono apparse nelle tentazioni» (cap. XII, 17).

La conversione dell'anima, operata dalla salutare tentazione, diventa allora una risposta dell'uomo alla paziente attesa dí Dio: «Dio non vuole che uno riceva del bene per costrizione, ma volontariamente; forse alcuni, per la loro lunga consuetudine col male, a stento ne avvertono il lato ripugnante e a malapena lo ricacciano perché erroneamente lo scambiano per la bellezza» (cap. XII, 15).

Il solo Matteo contiene come finale della preghiera del Signore un'invocazione esplicita, insita già certamente nella precedente: «Ma liberaci dal maligno» (Mt 6, 13). Quale ne sia il significato, Orígene così spiega: «Ora Dio ci libera dal Maligno non quando il nemico in guerra con noi ci attacca a fondo con qualsiasi insidia e coi ministri della sua volontà, ma quando ne usciamo vincitori perché ci ergiamo virilmente di fronte alle occasioni di lotta» (cap. XIII, 1).

Il nostro commento al Pater è suggellato da quest'immagine incisiva del cristiano che esce vittorioso dalla tentazione per ergersi trionfante sulla potenza di Satana, il nostro avversario che è sempre stato presente nella meditazione del grande Alessandrino. Origene aveva, all'inizio della sua esegesi, dichiarato programmaticamente di voler con essa «considerare quanta potenza racchiuda la preghiera suggerita dal Signore» (cap. I, 1). Orbene, se la preghiera, come lo può attestare la prassi quotidiana di innumerevoli oranti, è comunione con Dio, quale orazione se non il «Padre nostro» contiene un genere di suppliche che sono la via più idonea di avvicinamento a Lui? Il discepolo di Gesù, recitando il Pater, impara ad esaltare il nome di Dio col dedicargli un tempio nella sua anima (cap. VII, 4); ad instaurare il suo regno col respingere gli inviti di Satana al peccato (cap. VIII, 3); a fare la sua volontà non trasgredendo le leggi di Dio (cap. IX, 6); a privilegiare la richiesta del pane eucaristico (cap. X, 9); a compatire quanti a diverso titolo gli sono debitori (cap. XI, 6-7); a prendere nella tentazione autocoscienza della pro-paci natura di peccatore e della fragilità umana (cap. XII, 17); a trionfare sul grande nemico spirituale, il Maligno (cap. XIII, 1). Tutti questi vantaggi che l'uomo di preghiera consegue, come amarli diversamente se non «potenza» (dùnamis) della preghiera?
E in questa valenza «dinamica» che ci sembra racchiuso il significato dell'insegnamento di Origene sulla preghiera.

La traduzione del De orazione (Perì euchès) di Origene, di cui fanno parte le pagine che seguono, è stata condotta sulla base del testo critico del Corpus di Berlino (Die griechischen christlichen Schriftsteller der ersten drei Jahrhunderte...), Origenes Werke, vol. I, Leipzig-Berlin 1899 (ed. Koetschau).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Padre nostro. Per i passaggi dell'iniziazione cristiana"
Editore: Elledici
Autore: Giancarla Barbon, Rinaldo Paganelli
Pagine: 40
Ean: 9788801056808
Prezzo: € 3.00

Descrizione:

Terzo di una serie di sussidi in forma di agili libretti: per accompagnare in famiglia i vari "passaggi" nella catechesi dell'iniziazione cristiana. Con suggerimenti di attività pratiche, preghiere e riflessioni. Questo libretto diventa occasione per i genitori e i loro figli di riscoperta della preghiera, e in particolare dell'unica preghiera insegnata da Gesù. Per accompagnare la "consegna del Padre nostro" ai ragazzi del catechismo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO