Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Libri
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "La voce dell'ideale"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Julián Carrón
Pagine: 80
Ean: 9788892214538
Prezzo: € 5.00

Descrizione:I giovani che vivono in questo cambiamento d'epoca sono alla ricerca di punti di riferimento che li accompagnino lungo il cammino, di fronte alle scelte fondamentali che devono compiere. Spesso sono spaesati, in preda all'insicurezza e alla paura del futuro, per questo non si accontentano di parole, né basta loro un pacchetto di regole. Hanno bisogno di qualcosa che sia all'altezza del desiderio sterminato del loro cuore, come ha sottolineato papa Francesco. Nei suoi incontri con i giovani, il pontefice testimonia costantemente che la fede c'entra con la vita, con le domande e i disagi che hanno, che essa può generare un io capace di entrare in rapporto con la realtà - senza essere schiacciato dalle circostanze - perché conquistato dalla voce unica dell'ideale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dov'è Dio?"
Editore: Piemme
Autore: Julián Carrón
Pagine: 216
Ean: 9788856661828
Prezzo: € 15.90

Descrizione:Si può ancora incontrare Dio nella "società liquida"? La secolarizzazione e la scristianizzazione dell'Occidente sono segno della fine dei tempi o soltanto della fine di un'epoca e dell'inizio di un'altra? La società plurale e relativista e? il nemico da combattere innalzando barriere e muri oppure può diventare l'occasione per annunciare il Vangelo in modo nuovo? La fine della civiltà cristiana e la difficolta? a trovare un comune denominatore nei "valori" e nella morale "naturale" segnano l'impossibilita? di un dialogo tra credenti e non credenti o richiedono che questo sia proposto in forme nuove? Di fronte a una situazione che per certi versi assomiglia a quella degli inizi del cristianesimo, chi crede in Gesù come e? chiamato a vivere? Don Julián Carrón e? da dodici anni alla guida del movimento di Comunione e Liberazione. Ha avuto il compito non facile di raccogliere il testimone da don Luigi Giussani, il quale, pur non avendo inteso «fondare niente», diede vita a un movimento che come tutte le realtà nuove ha fatto e fa discutere. In questo suo primo libro-intervista dialoga con il vaticanista Andrea Tornielli, non tanto con l'obiettivo di affrontare i temi più spinosi e interni alla vita di CL e della Chiesa, che pure non mancano in questo libro con domande e risposte scomode, ma anzitutto per raccontare qual e? lo sguardo del movimento sul momento storico che stiamo vivendo, per riproporre - senza linguaggi autoreferenziali o per addetti ai lavori già "fidelizzati" - quale sia il nucleo essenziale della fede cristiana. Con particolare attenzione alla dinamica con cui il cristianesimo si e? comunicato e si comunica. Il dialogo schietto che il lettore troverà in queste pagine non e? una biografia di don Julián Carrón e neppure un saggio sulla realtà ciellina. Rappresenta piuttosto il tentativo di porre e suscitare domande, per scoprire o riscoprire i contenuti del cristianesimo, chiedendosi se e come possano essere interessanti e nuovamente testimoniati in una società non ancora post-cristiana, ma già ben avviata a diventarlo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il mio cuore è lieto perché Tu, Cristo, vivi"
Editore: Itaca
Autore:
Pagine: 70
Ean: 8031635260783
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La bellezza disarmata"
Editore: Rizzoli
Autore: Carro'n Julian
Pagine: 363
Ean: 9788817082969
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

Il vantaggio di ogni crisi, come quella che sta attraversando attualmente la società, è che "costringe a tornare alle domande; esige da noi risposte nuove o vecchie, purché scaturite da un esame diretto" (Hannah Arendt). È un invito ad aprirsi agli altri e a non irrigidirsi sulle proprie posizioni. È un'occasione di incontro e una circostanza preziosa anche per i cristiani, chiamati a verificare la capacità della fede di reggere davanti alle nuove sfide, chiamati a entrare senza timore in un dialogo a tutto campo nello spazio pubblico.

"La bellezza disarmata" propone gli elementi essenziali della riflessione svolta da don Julián Carrón a partire dal 2005, anno della sua elezione a presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione dopo la scomparsa del fondatore, il Servo di Dio don Luigi Giussani, che nel 2004 lo aveva chiamato dalla Spagna per condividere con lui la responsabilità di guida del movimento. Gli scritti, nati in occasioni diverse, sono stati ampiamente rielaborati e ordinati dall'autore allo scopo di fornire organicamente i fattori di un percorso decennale, lungo il quale egli ha approfondito il contenuto della proposta cristiana nel solco di don Giussani, alla luce del magistero pontificio e in paragone col travaglio e le urgenze dell'uomo contemporaneo. Il volume intende offrire il contributo di una esperienza di vita a chiunque sia alla ricerca di ragioni adeguate per vivere e costruire spazi di libertà e di convivenza in una società pluralistica.

 

PREFAZIONE

di Javier Prades

In un mondo globale

Di recente ho avuto occasione di recarmi in Angola per motivi legati al mio lavoro in università. I miei ospiti hanno approfittato dei momenti di riposo per farmi conoscere alcune opere educative e assistenziali nei cosiddetti barrios, i sobborghi aridi e polverosi della città di Benguela.

Per un europeo come me, ogni occasione di viaggiare in Africa o in America Latina provoca un coacervo di sensazioni differenti. Emerge senza dubbio una certa nostalgia davanti alla freschezza di una forma di vita più semplice, libera dalle sofisticazioni della nostra società del benessere. A questo si aggiunge una sana invidia per la semplicità di una fede radicata nella vita quotidiana, capace di sostenere la fatica e la sofferenza di tante privazioni, diversa dalla fede tormentata e problematica che ben conosciamo. Nelle persone, specialmente nei bambini, si percepisce l'eco di una gioia che non è facile riconoscere nella nostra società opulenta, come la chiamava Augusto Del Noce.

Dall'altro lato, la precarietà di questa vita provoca con la stessa forza una sensazione di ingiustizia. È innegabile che queste forme di società, esposte a profondi e rapidi mutamenti, senza risorse umane, culturali, economiche e sociali per affrontarli, possano smarrirsi o impoverirsi ulteriormente. La solidità e la densità della vita sociale, culturale ed economica dell'Europa — pur con tutte le sue lacerazioni sembra allora far valere la sua forza unica nella storia dell'umanità. Allo stesso modo, la fede fresca e commovente di queste persone è molto esposta alle correnti antiumaniste che tanta influenza esercitano in Occidente e dall'Occidente, e i cui effetti già si vedono nelle loro società.

Questi contrasti, che ci colpiscono quando usciamo dall'Europa, rievocano le figure di illustri pensatori giunti alla conclusione che la nostra cultura ha smarrito la via e non trova rimedi efficaci per ristabilirsi. Da Glucksmann a Habermas o Manent, essi richiamano la nostra attenzione su un Occidente diviso, in lotta con se stesso, esausto. Forse per questo, nel corso del XX secolo, molti europei sono arrivati a mettere in dubbio il valore dei frutti della civiltà nella quale sono nati. Ciò nonostante, rileviamo anche la tensione per non perdere questo preziosissimo patrimonio europeo di civiltà e di umanità, la cui ricchezza non ha quasi paragone nella storia, e che ha permesso, fra le altre cose, di parlare oggi di «persona».

In questo momento, noi europei sembriamo intravedere la fine di una crisi economica che è stata profonda e dolorosa per milioni di nostri concittadini. Da un lato, essa ha fatto emergere con particolare intensità quella sensazione di stanchezza e di esaurimento a cui abbiamo accennato, come se un profondo malessere albergasse nei nostri cuori. Dall'altro, la stessa crisi ci offre l'opportunità di ricominciare, di cambiare, di cercare di migliorare. A noi spetta un lavoro di discernimento della situazione in cui ci troviamo e delle possibili soluzioni. Che cosa sta accadendo agli europei? E, in particolare, che cosa sta accadendo ai cristiani europei? Non smetto di porre queste domande agli uomini di Chiesa, agli accademici e agli uomini di cultura, tanto credenti quanto agnostici o atei, che ho modo di incontrare. Non è facile tradurre la risposta in una strada pienamente determinata, ma la tabella di marcia che ci propone Julián Carrón nella prima parte del libro ci guiderà lungo i «sentieri interrotti» secondo l'espressione di Martin Heidegger — della nostra società.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il movimento di Comunione e Liberazione (1954-1986)"
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Autore: Luigi Giussani
Pagine: XII-242
Ean: 9788817075350
Prezzo: € 11.00

Descrizione:

I primi trent'anni di Comunione e Liberazione rivissuti attraverso le parole di Luigi Giussani: questo libro ripropone una serie di conversazioni tra il fondatore del movimento e il giornalista Robi Ronza e permette ai lettori di cogliere le ragioni che guidarono don Giussani nelle sue scelte, dagli inizi al liceo Berchet alla crisi del '68, fino alla crescita di CL negli anni '70 e '80. Fonte importante per comprendere il percorso umano e spirituale del sacerdote di Desio, questa testimonianza rappresenta un'opportunità per ripercorrere dal punto di vista dello stesso Giussani la nascita e lo sviluppo di un movimento che ha saputo accompagnare migliaia di persone alla riscoperta del legame tra la fede e le esigenze fondamentali dell'animo umano. Prefazione di Julián Carrón.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In cammino dentro il mondo"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Massimo Camisasca
Pagine: 462
Ean: 9788821591297
Prezzo: € 16.89

Descrizione:Un volume che ripercorre la storia di Comunione e Liberazione, dagli inizi al liceo Berchet di Milano fino alla grande udienza concessa a don Giussani da Giovanni Paolo II, nel 1984, in occasione dei trent'anni del movimento. Storico di Comunione e Liberazione, Massimo Camisasca ha pubblicato su questo argomento anche un saggio intitolato Don Giussani. La sua esperienza dell'uomo e di Dio. Da questo suo lungo impegno nasce il racconto di un pezzo di storia della Chiesa e della società italiana. «Non per una rievocazione piena di nostalgia, ma perché il senso profondo di questa storia innerva il nostro presente attraverso la realtà del movimento e di tutti coloro che sono stati toccati direttamente o indirettamente dalla grande personalità di don Giussani».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Enzo. Un'avventura di amicizia"
Editore: Marietti
Autore: Bonicelli Emilio
Pagine: 128
Ean: 9788821124938
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

IL LIBRO

Un chirurgo così era difficile trovarlo. Non si arrendeva mai. Aveva gli occhi indomiti e curiosi di un bambino. Era uno che sapeva rischiare dove gli altri si fermavano. Se un malato si rivolgeva a lui per aiuto, lo prendeva a cuore e non lo abbandonava, anche quando dal punto di vista chirurgico, non c'era più nulla da fare. Ma, se esisteva anche solo una piccola possibilità di soluzione, la perseguiva, con tenacia. Enzo Piccinini era un grande chirurgo ma soprattutto era un amico vero, un padre, non solo per i suoi quatto figli, ma anche per i molti giovani che ha guidato all'incontro con il fatto cristiano. Dopo l'incidente automobilistico in cui morì nel maggio del 1999, Emilio Bonicelli fa rivivere in questo libro la figura di Enzo, di cui era profondamente amico. Il libro è scritto come una memoria viva attraverso le parole di chi lo ha conosciuto e come un dono per chi non è stato scaldato dal fuoco della sua compagnia. Enzo Piccinini è stato uno dei protagonisti più significativi del cattolicesimo contemporaneo, uno dei responsabili nazionali del Movimento di Comunione e Liberazione, che con la sua testimonianza ha aperto migliaia di cuori alla verità e alla bellezza del fatto cristiano. Di lui ha scritto Monsignor Luigi Giussani, che considerava Enzo come un figlio prediletto: "Enzo fu un uomo che, dall'intuizione avuta in dialogo con me venti anni fa, disse il suo sì a Cristo con una stupefacente dedizione, intelligente e integrale come prospettiva e rese la sua vita tutta tesa a Cristo e alla sua Chiesa. La cosa più impressionante per me è che la sua adesione a Cristo fu così totalizzante che non c'era più giorno che non cercasse in ogni modo la gloria umana di Cristo".

Introduzione di Giancarlo Cesana

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sto registrando tutto per l'eternità"
Editore: Itaca
Autore: Grazzini Graziano
Pagine: 72
Ean: 9788852601781
Prezzo: € 10.00

Descrizione:«Il cristianesimo è il dono di un'amicizia che perdura nella vita e nella morte». Queste parole di Benedetto XVI sono le più vere per descrivere la vita e quanto è accaduto dopo la morte di Graziano Grazzini, avvenuta a Firenze il 6 settembre 2006 per un infarto che lo ha stroncato ad appena cinquant'anni, mentre si trovava nel suo ufficio di capogruppo di Forza Italia in Consiglio provinciale. Graziano aveva incontrato il movimento di Comunione e Liberazione all'inizio degli anni '80 e aveva aderito con grande semplicità a quella compagnia di amici che aveva reso presente Cristo alla sua vita. E la gratitudine per quell'amicizia gli aveva cambiato il modo di sentire se stesso e i suoi interessi, di vivere le amicizie, di concepire il rapporto con la donna, di rendersi utile al mondo. «Lieto e grato, di questa misteriosa avventura» aveva scritto ai suoi amici per il suo cinquantesimo compleanno. Le lettere scelte vogliono "registrare" espressioni, tappe, sentimenti che hanno scandito la sua vita, abbracciata e allietata dall'incontro cristiano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Comunione e liberazione"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Camisasca Massimo
Pagine: 1112
Ean: 9788821558627
Prezzo: € 57.00

Descrizione:In occasione del Secondo anniversario della morte di don Luigi Giussani, avvenuta a Milano il 22 febbraio 2005, le Edizioni San Paolo propongono una edizione completa in cofanetto della storia di Comunione e Liberazione di Massimo Camisasca. I tre volumi ripercorrono le vicende del movimento ecclesiale, dalla sua nascita dal 1954 al 2005. In particolare: I volume, Comunione e liberazione: Le origini (1954-1968); II volume, Comunione e Liberazione: La ripresa (1969 -1976); III volume, Comunione e Liberazione 1976-1984: Il riconoscimento (1976-1984) Appendice 1985-2005. Cinquant'anni di storia italiana, civile ed ecclesiale, raccontati in modo piacevole e corredati di una ricca documentazione e fotografie. Massimo Camisasca è nato a Milano nel 1946. È stato ordinato prete nel 1975. Ha fondato la Fraternità Sacerdotale dei Missionari di San Carlo Borromeo, di cui è superiore generale. Presso le Edizioni San Paolo ha pubblicato Comunione e Liberazione. Le origini (1954-1968) (2001[2]), Comu­nione e Liberazione. La ripresa (1969-1976) (2003), Comunione e Liberazione. Il riconoscimento (1976-1984) (2006), Il tempo che non muore (2001), La sfida della paternità. Riflessioni sul sacerdozio (2003) e Questa mia casa che Dio abita. Riflessioni sulla vita comune (2004), Passione per l'uomo. I passi della missione cristiana (2005).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Comunione e Liberazione. Il riconoscimento (1976-1984). Appendice 1985-2005"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Camisasca Massimo
Pagine: 336
Ean: 9788821555879
Prezzo: € 18.50

Descrizione:Con questo terzo volume si conclude la storia del Movimento che ha attraversato gli ultimi cinquant'anni di storia contemporanea. In questo periodo, dal 1976 ad oggi, la storia di Comunione e Liberazione raggiunge la piena maturità ecclesiale con il riconoscimento concesso dal papa Giovanni Paolo II. Particolarmente profetico è il racconto del giorno dei funerali del Fondatore di CL, don Giussani, morto il 22 febbraio 2005, quando si diffuse la notizia di un nuovo aggravarsi delle condizioni del Papa. Fu un drammatico e singolare intrecciarsi di fatti: i due «amici» sembravano voler partire assieme e passare a Ratzinger, che il Papa aveva mandato come suo delegato a presiedere il rito funebre, il testimone per la corsa che continuava. Ancora una volta la narrazione avvince il lettore, grazie alla ricca documentazione e alla piacevole sobrietà del racconto. Massimo Camisasca è nato a Milano nel 1946. È stato ordinato prete nel 1975. L'incontro che ha segnato la sua vita è avvenuto a 14 anni al liceo Berchet, quando ha conosciuto don Giussani. Responsabile prima di Gioventù Studentesca e poi di Comunione e Liberazione, è stato anche presidente diocesano dei giovani di Azione Cattolica a Milano. Insegnante di filosofia nei licei, all'Università Cattolica di Milano, alla Pontificia Università del Laterano a Roma, dal 1993 al 1996 è stato vicepreside del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per studi sul Matrimonio e la Famiglia con sede a Roma. Ha fondato la Fraternità Sacerdotale dei Missionari di San Carlo Borromeo di cui è superiore generale. Ha tenuto dal 1981, per molti mesi, la trasmissione radiofonica «Parole di vita», divenendo una delle voci più conosciute della radio italiana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Comunione e Liberazione. La ripresa (1969-1976)"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Camisasca Massimo
Pagine: 456
Ean: 9788821548475
Prezzo: € 21.00

Descrizione:Prosegue il racconto storico iniziato nel precedente volume in un clima profondamente mutato. Non più l'infanzia felice di un grande; gli anni laboriosi, fecondi di incontri e prospettive, vissuti in un seminario; non più il decennio glorioso di Gioventù Studentesca, ma la fatica della ripresa in una Milano e una Italia attraversate dai cortei, scosse dagli slogan rivoluzionari e infine dalle bombe e dalle morti. CL, appena nata, si trova a dover essere adulta prima del tempo. Sta qui forse il nodo del periodo che l'autore descrive nel volume (1969-1976), segnato anche dal progressivo riavvicinamento di don Giussani alla guida ufficiale del movimento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Comunione e Liberazione. Le origini (1954-1968)"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Camisasca Massimo
Pagine: 305
Ean: 9788821543838
Prezzo: € 17.55

Descrizione:La ricostruzione ufficiale dei fatti che portarono alla nascita del movimento di Comunione e Liberazione, nel 1964. L'autore, esponente di rilevo di CL, ha potuto consultare l'intero archivio del movimento. Ha intervistato numerosi protagonisti e testimoni e ha ricostruito una lucida biografia culturale di don Giussani, fondatore di uno dei più vivaci movimenti ecclesiali diffuso in tutto il mondo.Si tratta della prima vera storia di CL, con un forte carattere di ufficialità. Seguirà un secondo volume. Massimo Camisasca è nato a Milano nel 1946. È stato ordinato prete nel 1975. L'incontro che ha segnato la sua vita è avvenuto a 14 anni al liceo Berchet, quando ha conosciuto don Giussani. Responsabile prima di Gioventù Studentesca e poi di Comunione e Liberazione, è stato anche presidente diocesano dei giovani di Azione Cattolica a Milano. Insegnante di filosofia nei licei, all'Università Cattolica di Milano, alla Pontificia Università del Laterano a Roma, dal 1993 al 1996 è stato vicepreside del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per studi sul Matrimonio e la Famiglia con sede a Roma. Ha fondato la Fraternità Sacerdotale dei Missionari di San Carlo Borromeo di cue è superiore generale. Ha tenuto dal 1981, per molti mesi, la trasmissione radiofonica «Parole di vita», divenendo una delle voci più conosciute della radio italiana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO