Articoli religiosi

Libri - Struttura E Processi Politici



Titolo: "Sull'universalità della democrazia"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Marco Cangiotti
Pagine: 144
Ean: 9788837235451
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Dopo avere vinto quella che pareva la prova definitiva contro il totalitarismo, la democrazia vive un momento di vero travaglio proprio per gli esiti storici di tale vittoria. Le questioni che si pongono alla riflessione politica sono almeno due. La prima è rappresentata dalla sfida lanciata dal sempre più accentuato pluralismo culturale della polis occidentale, a cui è affiancata - o, perlomeno, si è acuita a partire dalla data dell'11 settembre 2001 - anche quella che si condensa nel tema dell'estendibilità della democrazia al di fuori dei suoi tradizionali e consolidati confini atlantici. Multiculturalismo domestico e globalismo internazionale: sono questi i temi con cui la democrazia è oggi chiamata a misurarsi e per i quali essa è costretta ad una rinnovata discussione sulla propria identità essenziale. Con ciò, viene posto in risalto proprio il tema dell'universalità come elemento costitutivo della sua stessa identità, e la riflessione politica non può sottrarsi alla discussione di tale problema. Al filosofo non può sfuggire che in tutto ciò si gioca la questione se si dia qualcosa che possa essere riconosciuto come "universalismo umano" e quindi qualcosa che possa contribuire ad accomunare almeno nell'azione politica tutta l'umanità, ferma restando l'infinita varietà e bellezza delle differenze che la attraversano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Politica in Italia. I fatti dell'anno e le interpretazioni. 2021"
Editore: Il Mulino
Autore: A. Giovannini
Pagine: 296
Ean: 9788815292773
Prezzo: € 25.00

Descrizione:L'evento che ha caratterizzato l'anno 2020 è stato indubbiamente lo scoppio della pandemia da Covid-19. Il Coronavirus ha scosso profondamente l'Italia, influenzando in maniera significativa le dinamiche sociali, politiche e istituzionali del paese. Il volume offre un'analisi dei principali cambiamenti avvenuti in quest'anno straordinario, concentrandosi sulla gestione della crisi da parte del governo Conte II, sull'evoluzione dei rapporti di forza nell'opposizione di centrodestra, sui difficili negoziati con l'Unione Europea e sulle misure economiche anti-crisi. Il volume dà inoltre conto della gestione sanitaria della pandemia in tre regioni chiave, della "comunicazione di crisi" del governo Conte, e del ruolo di esperti e task force durante l'emergenza. Infine, ricostruisce il percorso del movimento delle sardine, così come l'esito delle elezioni regionali svoltesi nel 2020.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bolscevismo bianco"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Baldoli Claudia
Pagine: 384
Ean: 9788837233433
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Il bolscevico bianco, benevolo nei confronti della rivoluzione sovietica, ma con una precisa interpretazione cristiana dei suoi contenuti: si delinea così la figura di Guido Miglioli, attivista antifascista, leader delle leghe contadine cattoliche che nei primi del Novecento si batterono in difesa dei diritti dei lavoratori delle campagne. La vita del sindacalista, costretto all'esilio dalla minaccia squadrista, si intreccia con quella politica della sua terra di origine, Cremona, con la storia dell'Italia tra la Prima guerra mondiale e la fine della Seconda e, valicandone i confini, anche con quella europea e sovietica. Il meticoloso lavoro di archivio della storica restituisce qui al lettore una visione degli anni che videro nelle campagne della Valle padana un susseguirsi di cambiamenti economici, sociali e culturali, di lotte contadine contro la guerra, di scioperi e occupazioni, di violenza fascista e di opposizione ad essa, ma anche il confronto tra idee anarchiche, comuniste e cattoliche. La biografia di Miglioli, e il "migliolismo" derivato, dilata la storia locale in storia transnazionale, di tempi di guerra, ma anche di utopie e tragedie politiche, toccando gli anni del secondo dopoguerra, segnati da ricostruzione e nuove lotte nella democrazia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nathan. Il sindaco di Roma dalla parte del popolo"
Editore: Iacobellieditore
Autore: Macioti Maria Immacolata
Pagine: 179
Ean: 9788862526746
Prezzo: € 14.00

Descrizione:"Non c'è trippa per gatti" è uno degli aneddoti legati alle gesta di Ernesto Nathan. Un libro che racconta uno dei più prestigiosi sindaci di Roma, che agli inizi del Novecento, nonostante le forti resistenze della nobiltà romana e del Vaticano, ipotizzò e realizzò importanti cambiamenti nella città, stimolando anche un piano regolatore che avrebbe concorso a mutare il volto di Roma, di cui ancora oggi, quartieri come San Saba e Prati, ce ne danno un'idea. In un'epoca in cui la capitale d'Italia sembra affondare nel degrado, in cui il traffico deve fare i conti con vie rese difficili da un asfalto con continue buche e avallamenti, marciapiedi dissestati, in cui l'incuria ha fatto sì che siano a rischio anche gli alberi e in genere il verde, riscoprire il sindaco ebreo e massone, inglese di nascita, fautore della scolarizzazione, convinto della necessità di dare casa agli strati meno ricchi della popolazione, può ricordare a tutti che una città altra è possibile. Nel centenario della sua morte ricordiamo il divulgatore di Giuseppe Mazzini, ma anche l'uomo che sapeva guardare al futuro e che lavorava per una grande capitale, aperta a chi avesse volontà di impegnarsi per la sua vivibilità, senza chiusure preconcette.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nathan e invenzione di Roma. Il sindaco che cambiò la Città eterna"
Editore: Marsilio
Autore: Martini Fabio
Pagine: 256
Ean: 9788829709908
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Vaticano e rendita immobiliare. Servizi pubblici. Piano regolatore e standard urbanistici. Questi gli ingredienti di una vicenda inspiegabilmente occultata tra le pieghe della Storia. Con la sua capacità di assumere decisioni innovative e scomode, Ernesto Nathan cambiò per sempre il destino della Capitale (e forse dell'Italia) a cavallo degli anni dieci del Novecento, compiendo un miracolo: fare dell'amministrazione di Roma un modello ancora insuperato, con successi eclatanti, quali la scuola elementare laica per tutti, grazie alla realizzazione di un numero senza precedenti di istituti con una didattica innovativa; un'edilizia pubblica che lascerà un'impronta duratura; concorrenza ai privati con servizi pubblici all'avanguardia; coinvolgimento nella gestione della cosa pubblica di intellettuali «disorganici», come Maria Montessori, Sibilla Aleramo e Vincenzo Cardarelli, ma anche di amministratori che decidono in base a studi e comparazioni con l'estero. Mette in gioco una categoria interclassista e avveniristica, quella dei consumatori, e garantisce il rispetto rigoroso del bilancio unito alla partecipazione dei cittadini, con referendum e comitati di quartiere. Se da sempre la storia di Roma è la storia d'Italia, decifrarne le svolte decisive getta luce su ciò che siamo oggi. Far rivivere l'esperienza di questo personaggio di statura internazionale ne rivela il carattere geniale e anticonformista delle scelte e apre non pochi interrogativi, non ultimo: perché è ricordato solo con una piccola strada periferica nel quartiere degradato della Magliana?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Spagna nel suo labirinto. A 40 anni dall'avvento della democrazia i nodi vengono al pettine"
Editore: Altromondo Editore di qu.bi Me
Autore: Pasquini Giancarlo
Pagine: 350
Ean: 9788833302126
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Come e perché la Spagna da modello di stabilità e di democrazia decidente è diventata negli ultimi cinque anni un Paese sull'orlo di una crisi di nervi. Quattro elezioni in quattro anni; ingovernabilità, "bloqueo", frammentazione partitica, spinte indipendentiste e il risorgere di un nazionalismo escludente. Nella trattazione è presente un confronto con l'Italia su diverse questioni: dalla crisi economica fino al tema della stabilità dei governi, delle "autonomie differenziate" e delle conseguenze della pandemia da Covid-19 su politica ed economia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cento ragioni per essere demorandomcratico"
Editore: Europa Edizioni Roma
Autore: Sallustio Salvemini Cosmo Giacomo
Pagine: 256
Ean: 9791220109505
Prezzo: € 15.90

Descrizione:"Cento ragioni per essere demorandomcratico" l'ultima fatica del prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini. Pubblicato per celebrare il trentennale della fondazione del giornale "L'Attualità", il periodico salveminiano. Saggio pregevole, di squisita fattura, illustra il panorama politico italiano dall'epoca post risorgimentale fino ai giorni nostri. L'Autore, dalle capacità analitiche straordinarie, mostra il suo rammarico per una democrazia che ha perso il suo significato più profondo, andando a confinarsi nelle pieghe dell'immoralità umana in animi irretiti dalla bramosia di potere. La politica italiana è strutturalmente e storicamente clientelare. Attraverso i secoli tale fenomeno ha avuto facce diverse a seconda del contesto socioeconomico in cui avveniva. Quindi, in un primo momento, dalla forma più classica di clientelismo si è passati ad una tipologia di corruzione concretizzata in scambi di vario tipo. Probabilmente questo avvenne perché erano mutate le condizioni della nazione. Il benessere acquisito e la continua spinta a conquistarsi il potere misero in moto e incrementarono delle forme corruttive che si rifletterono su tutto il panorama italiano, gettando il Paese in una serie di scandali che a distanza di tempo si ricordano con molto dolore. Della democrazia di Pericle, nella quale si affermarono i due principi fondamentali: l'isogonia e l'isonomia, è rimasto solo un vago ricordo, chissà se i nostri governanti ne abbiano mai sentito parlare? Prefazione di Franco Ferrarotti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una società di persone? I corpi intermedi nella democrazia di oggi e di domani"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: 424
Ean: 9788815292834
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Come sta cambiando la partecipazione degli italiani alla vita pubblica e alla vita sociale del Paese? Che cosa ha determinato la profonda crisi che realtà quali enti del Terzo settore, associazionismo, soggetti di rappresentanza, autonomie funzionali, affrontano da tempo in Italia? Quale impatto ha avuto la pandemia sul desiderio di aggregarsi in comunità di base e corpi intermedi? La ricerca, alla quale hanno lavorato alcuni dei più autorevoli esperti italiani, propone una mappatura inedita del vasto e differenziato arcipelago delle comunità intermedie, per capirne l'identità, il ruolo e le prospettive. Sullo sfondo le radicali trasformazioni che investono il contesto mondiale, con la frammentazione, la precarizzazione, l'atomizzazione che lo caratterizza. Il tutto, unito alla pervasività delle nuove tecnologie, favorisce rapporti immediati e diretti tra individui, e tra individui e poteri, abolendo le barriere spazio-temporali e scavalcando le tradizionali forme di aggregazione e di intermediazione. La ricerca si interroga inoltre sul ruolo che, in questo contesto, le comunità intermedie saranno chiamate a giocare in un prossimo futuro. Emergono nitide le ragioni per ritenere che la rivitalizzazione e il rilancio della complessa trama dei corpi intermedi siano condizioni indispensabili per superare la crisi di legittimazione e rappresentatività del nostro sistema politico-istituzionale e per fare fronte alle esigenze di sostenibilità che il sistema globale sta ponendo in modo sempre più incalzante.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Manifesto del Partito Impopolare"
Editore: Einaudi
Autore: Bottura Luca
Pagine: 208
Ean: 9788806249731
Prezzo: € 16.50

Descrizione:L'Italia è l'unica nazione al mondo in cui la maggioranza berciante si dice fuori dal coro, chi se la prende con le minoranze - neri, omosessuali, iscritti al Pd - sostiene di essere discriminato, e gli evasori fiscali si lamentano con chi paga le tasse. Intanto, i progressisti continuano a inseguire il Centro, che si sposta sempre più a Destra. Ma non sarà che il consenso è sopravvalutato? Forse, per perdere con stile (o vincere per fortuna) basterebbe dire o fare qualcosa di impopolare. Ecco allora il Manifesto del Partito Impopolare, una brillante disamina della nostra classe dirigente, con pratiche schede sugli attuali partiti populisti e un programma di governo impopolare: la Costituzione, sviscerata punto per punto. Immaginando il discorso introduttivo del premier, il simbolo, il pantheon degli Impopolari e il loro inno, Bottura inocula un vaccino contro tutti i populismi, e sta dalla parte dei proletari, anche quelli che credono di essere borghesi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Paese che vogliamo. Idee e proposte per l'Italia del futuro"
Editore: Piemme
Autore: Bonaccini Stefano
Pagine: 128
Ean: 9788856681307
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Idee che si materializzano, nuovi progetti, sogni da realizzare. Investimenti per un presente e un futuro da protagonisti. Ricette per una regione, ma soprattutto per un Paese in cerca di riscatto. E come racconta lo stesso presidente Bonaccini: «Qui c'è tutto ciò che conta, ciò che siamo e ciò che vorremo essere. Vale per l'Emilia-Romagna, vale per l'Italia. Allora riprendo gli appunti sparsi, quelli di ogni giorno. I pensieri, le scalette delle cose da fare e di quelle da dire nelle tante tappe che scandiscono la giornata, le questioni da verificare e gli spunti di lavoro, i suggerimenti che mi arrivano. Decido di sistemarli. Per tenere il filo di un cammino. Sono quelli che potete leggere nelle pagine di questo libro. Non un programma per l'Italia o un manifesto elettorale. Sono le cose che annoto ogni giorno toccando con mano i problemi, provando ad allargare lo sguardo al Paese e allungando la vista oltre la contingenza. Ho il privilegio di essere nato e di vivere in una bellissima regione, insieme all'orgoglio di amministrarla da sei anni. Ma quel che serve è per l'Italia, l'Emilia-Romagna non basta a se stessa. I problemi che affrontiamo non sono poi così dissimili nel resto della penisola. Soprattutto quelli che riguardano il nostro futuro, il cambiamento necessario, gli obiettivi per realizzare il Paese che vogliamo».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scacco matto allo zar"
Editore: Marotta e Cafiero
Autore: Kasparov Garry
Pagine: 224
Ean: 9788831379052
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Il più grande scacchista al mondo presta il suo ingegno all'attivismo politico. Scritti lucidi contro la "tirannia" di Vladimir Putin. Kasparov si schiera in nome della libertà di pensiero e di espressione. Pubblicati su grandi testate internazionali - il Time, il Wall Street Journal, il Washington Post - queste pagine sono attacchi mirati e difese elaborate. Kasparov studia la scacchiera russa e ci mostra le strategie marce di Putin. Dalle Pussy Riot ai giochi olimpici di So?i, fino all'occupazione militare in Crimea. L'ennesima partita perfetta di Garry Kasparov.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "PNRR. Guida all'applicazione del Recovery plan negli enti della P.A.. Con espansione online"
Editore: Maggioli Editore
Autore: Manca Maria Carla
Pagine: 186
Ean: 9788891650474
Prezzo: € 40.00

Descrizione:Questo libro nasce dall'esigenza di dotarsi di un primo strumento operativo per l'attuazione del "Recovery Plan". La struttura è così costituita: il primo capitolo è dedicato all'analisi del "PNRR Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza Next Generation Italia", di alcune riforme riferite alla P.A., alla semplificazione degli appalti pubblici, all'abrogazione e revisione di norme che alimentano la corruzione e loro attuazione e monitoraggio; il secondo capitolo si focalizza sugli investimenti la cui realizzazione compete alle Regioni e agli Enti Locali, suddivisi per missioni e aree di intervento; il terzo capitolo propone una serie di atti comunali da adottare per l'attuazione operativa del Piano. Nello specifico, si propone un Regolamento comunale ad hoc per l'attuazione del Recovery Plan, supportato da schede extracontabili collegate al processo concernente i cronoprogrammi di spesa, stato di attuazione, autovalutazione sulla tempistica degli interventi e indicatori sui risultati attesi. Fanno da cornice le ipotesi di obiettivi di performance, schemi di delibera di Giunta comunale e di Consiglio comunale e le determine dei Responsabili dei Servizi; il quarto capitolo si concentra sulle ulteriori risorse provenienti dai Fondi strutturali UE 2021-2027 di rafforzamento del Recovery Plan; l'ultimo capitolo pone infine l'attenzione sul controllo e monitoraggio del Recovery Plan da parte dell'Organo di Revisione, a tal fine vengono proposte le check-list e schemi di verbali. Tutti gli strumenti proposti, non obbligatori, aiutano l'Ente, la governance, i funzionari, i Segretari comunali, l'Organo di Revisione e tutti gli attori coinvolti ad assumere consapevolezza sull'impatto del PNRR sulle attività dell'Ente, sull'importanza del rispetto della tempistica per l'attuazione e realizzazione dei progetti finanziati dal Recovery Plan, nonché sulla necessità per la pubblica amministrazione di cogliere appieno questa sfida per realizzare nell'arco dei prossimi anni una vera innovazione dell'azione amministrativa con un tangibile miglioramento della performance.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il potere tributario. Politica e tributi nel corso dei secoli"
Editore: Il Mulino
Autore: Boria Pietro
Pagine: 624
Ean: 9788815292902
Prezzo: € 46.00

Descrizione:Il potere tributario è un fattore fondante dell'ordine sociale. La determinazione del livello di risorse fiscali da mettere al servizio dei programmi collettivi e la fissazione dei criteri di distribuzione tra i consociati costituiscono infatti meccanismi essenziali per la stessa sussistenza della comunità e producono la rappresentazione della logica di coesione e di partecipazione che esprime la visione della società. Il volume affronta il tema dei modi di formazione e di esercizio del potere tributario nella sua evoluzione storica per collegare l'andamento di questo fattore con le trasformazioni della società e della sovranità politica. La parte principale del volume è dedicata alla ricostruzione del potere tributario nelle varie fasi evolutive, secondo le partizioni usualmente applicate dalla scienza storica. Vengono inoltre inquadrati i profili concettuali del potere tributario rispetto alle categorie giuridiche e istituzionali al fine di tracciare una teoria generale della funzione fiscale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La monarchia e il libertador. Sovranità e istituzioni nel primo Impero messicano (1821-1823)"
Editore: Mimesis
Autore: Maremonti Ludovico
Pagine: 232
Ean: 9788857574424
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il 24 febbraio del 1821 Agustín de Iturbide firmò il Plan de Iguala, proclamando l'indipendenza dell'Impero messicano dalla Spagna. Fondata sul principio liberale della sovranità nazionale e geneticamente costituzionale, la nuova monarchia rappresentò un unicum nel panorama indipendentista ispanoamericano di segno repubblicano. L'Impero ebbe però vita breve e turbolenta e la sua caduta, nel 1823, coincise con quella di Iturbide (in principio osannato come Libertador, poi incoronato imperatore e infine bollato come tiranno per i suoi scontri con il Congresso costituente). Col Messico subito rifondato come repubblica, l'esperimento monarchico fu etichettato come vacuo e retrogrado, strumentale alle mire dispotiche del suo fondatore, e la storiografia ha spesso alimentato la sua pessima fama. Tuttavia, un'attenta rilettura delle fonti rivela le interessanti peculiarità dell'Impero, che, sotto il profilo politico e istituzionale, può collocarsi a pieno titolo nel contesto rivoluzionario euroatlantico delle prime due decadi dell'Ottocento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Eleanor Roosevelt. Una first lady per il mondo"
Editore: Storia e Letteratura
Autore: Rossini Rossella
Pagine: 220
Ean: 9788893595230
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Attivista nelle organizzazioni femministe e a fianco degli afroamericani, leader di movimenti civili e pacifisti, promotrice della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, Eleanor Roosevelt è stata una delle figure centrali della cultura progressista del '900. Questo volume ripercorre le tappe di una vita straordinaria: dagli incerti esordi in una famiglia dell'aristocrazia politica americana al legame con Franklin Delano Roosevelt, fino ai compiti di responsabilità internazionale assunti nel pieno della maturità, in un crescendo politico e umano che è storia di una donna, e insieme a lei, storia di un popolo intero. Presentazione di Furio Colombo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' isola luminosa. Riflessioni sul diritto a emigrare e sul presunto diritto di proibire l'immigrazione"
Editore: Castelvecchi
Autore: Colasanti Riccardo
Pagine: 188
Ean: 9788832903980
Prezzo: € 18.50

Descrizione:«Si possono mettere muri ai territori ma non ai desideri», eppure le immagini a volte violente, a volte strazianti di respingimenti, naufragi e cadaveri non smettono di travolgerci. La migrazione è tema ancora ineludibile nel nostro complesso presente, dopo essere stato una delle trame del racconto di tutta la civiltà occidentale. Solo che oggi la globalizzazione economica e valoriale ha portato alla creazione di "isole", fatte di uomini e società legati solo dal profitto e da interessi immediati e da difendere contro l'invasore. Riccardo Colasanti racconta il sogno migratorio doloroso verso l'"isola luminosa" che è il nostro mondo affrontando le due grandi visioni, la conservatrice e la globalista. Ma chi sono i buoni e chi i cattivi, e siamo obbligati a scegliere tra gli uni e gli altri? Si può fare ricorso solo alla politica, all'economia e alla legge per trovare una risposta, o non è necessario piuttosto cercarla in un ritorno di senso dell'umanità? Prefazione di Emanuele Caroppo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La politica è un problema"
Editore: Castelvecchi
Autore: Manacorda Giorgio
Pagine: 73
Ean: 9788832904215
Prezzo: € 9.50

Descrizione:«Nel suo poetico addio alla politica, è con una energia disperatamente cartesiana che Giorgio Manacorda contrappone Illuminismo e Postmodernità: da un lato la tradizionale "politica della mente" e dall'altro l'attuale "politica del corpo e dell'immagine". Nella sua solitudine di poeta, oggi Manacorda non può che ragionare in grande, cosa naturale e possibile quando si sente che intorno c'è il vuoto. Un doppio vuoto: il vuoto di una politica senza cultura né razionalità e il vuoto di una cultura socialmente ineffettuale e politicamente impotente.» (dalla prefazione di Alfonso Berardinelli)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Democrazia e sicurezza. Società occidentali e violenza collettiva"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: 344
Ean: 9788815292728
Prezzo: € 28.00

Descrizione:L'opinione pubblica nelle democrazie è spesso portata a sottovalutare i rischi per la sicurezza del Paese. Questo è tanto più vero nel caso delle democrazie europee, in virtù della «lunga pace» che fu propria del periodo che va dalla fine della Seconda guerra mondiale alla fine della guerra fredda. Esaurito il confronto fra Stati Uniti e Unione Sovietica e finita la politica dei blocchi, le minacce alla sicurezza sono diventate più diffuse. Con la ripresa della competizione fra le grandi potenze, le guerre civili che insanguinano certi Paesi extraoccidentali e i cui effetti investono le nostre democrazie, e non ultimo con le azioni dei gruppi terroristici, i rischi oggi si sono moltiplicati. Tra l'altro non bisogna dimenticare che le democrazie sono solite risolvere pacificamente i conflitti interni e ciò può renderle impreparate quando si trovano a fare i conti con esplosioni di violenza collettiva o con minacce esterne. Un quadro dunque complesso e articolato su cui questo volume, che raccoglie studi maturati in ambiti e con competenze diversi, vuole fare chiarezza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teoria generale delle stronzate. Come si distrugge una nazione"
Editore: Castelvecchi
Autore: Desiderio Giancristiano
Pagine: 96
Ean: 9788832903997
Prezzo: € 11.50

Descrizione:Può riuscire una stronzata a mettere in crisi un'intera democrazia? Forse una sola no, le stronzate del resto sono sempre esistite, ma mai come nel nostro tempo sono state tante, e grosse: la società dell'informazione e dei social ne produce in quantità industriale, confezionandole di volta in volta come notizia, scienza, politica. Nemmeno le cinque leggi fondamentali della stupidità umana codificate dallo storico Carlo Maria Cipolla bastano più a tenere sotto controllo il potenziale distruttivo degli stupidi, quando entrano in gioco le stronzate. Ecco perché è necessaria una teoria generale che distingua il falso e la bugia dalle finzioni, i sofismi e le contraffazioni, cioè dalle vere e proprie stronzate, le quali tendono, alla fine, a portare la stupidità al potere. Introducendo una sesta legge fondamentale: «Quando i non-stupidi non distinguono più il vero, il falso, il finto, allora il potere degli stupidi non ha più limiti».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La repubblica dei partiti. Evoluzione e crisi di un sistema politico (1945-1996). Nuova ediz."
Editore: Il Mulino
Autore: Scoppola Pietro
Pagine: 564
Ean: 9788815292698
Prezzo: € 38.00

Descrizione:«La repubblica dei partiti» usciva per la prima volta nel giugno 1991. In una stringente analisi della storia politica italiana dal 1945 al 1990, Scoppola ne individuava la specificità nel ruolo cruciale, «di sistema», giocato dai partiti nel funzionamento della nostra democrazia e insieme nel carattere incompiuto di questa, incapace di esprimere alternanze e maggioranze di governo per ragioni tanto istituzionali quanto più strettamente politiche. La «repubblica dei partiti» pareva avviarsi a una crisi irreversibile. Ed è quello che accadde, di lì a un paio d'anni. Scoppola lo aveva intercettato prima di tutti, il libro ebbe grande risonanza, la «repubblica dei partiti» è diventata formula corrente. Scoppola poi curò un'edizione aumentata che giungeva al 1996, includendo lo scoppio della crisi che aveva presentito. Rileggere oggi questo libro significa ripensare a quella crisi di sistema, a come la democrazia italiana ci è arrivata e a come purtroppo non ne è ancora uscita.    

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La regolazione europea sui pesticidi. Ricerca, pratiche agricole, consumi alimentari"
Editore: Carocci
Autore: Bozzini Emanuela
Pagine: 136
Ean: 9788829005604
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Da decenni i pesticidi sono oggetto di un aspro conflitto. Le associazioni ambientaliste denunciano una connivenza fra regolatori e industria che porta all'autorizzazione di sostanze pericolose per la salute e l'ambiente, mentre gli agricoltori lamentano i divieti che li privano dei fitofarmaci essenziali per difendere le piante dai patogeni. La questione è complessa e controversa perché intreccia interessi economici, evidenze scientifiche, preferenze politiche, sensibilità ambientaliste e legittime preoccupazioni per la salute. Chi decide, e con quali criteri, se le sostanze sono sicure? Chi controlla i residui chimici sul cibo che mangiamo? Per rispondere a queste domande, il testo esamina la politica di regolazione dei pesticidi, con particolare riferimento all'Italia e all'Unione Europea. Illustrando empiricamente un argomento di tale salienza pubblica, al contempo affronta temi di grande significato teorico: l'analisi dei criteri e degli standard per la regolazione del rischio; le difficoltà di implementazione di politiche multilivello; la relazione fra scienza e politica nei processi di policy; l'influenza delle mobilitazioni pubbliche sul processo decisionale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il credito di una nazione. Politica, diplomazia e società di fronte al problema del debito pubblico italiano 1861-1876"
Editore: Storia e Letteratura
Autore: Conte Giampaolo
Pagine: 132
Ean: 9788893595520
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Nel corso della sua breve storia nazionale, l'Italia ha affrontato diverse crisi della finanza pubblica, che ne hanno messo in pericolo la stabilità, come forse nessun altro paese europeo. Il libro analizza una delle fasi più complicate della storia dell'Italia contemporanea: la difficile fase economica intercorsa a seguito dell'unificazione italiana. Come è riuscita l'Italia a riordinare le proprie finanze evitando il tracollo finanziario, sociale e politico? Attraverso un approccio interdisciplinare, che colloca il problema del debito all'interno delle dinamiche del mondo finanziario europeo, la ricerca vuole mettere in evidenza i successi e i fallimenti delle politiche adottate dai governi appartenenti alla Destra Storica. Politici, diplomatici e tecnici, ma anche banchieri e capitalisti vari, sono gli uomini che hanno reso possibile questo 'miracolo economico' non tanto in termini di crescita, ma di salvezza e consolidamento del progetto di unificazione nazionale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Cina di oggi in otto parole"
Editore: Il Mulino
Autore: Gallelli Beatrice
Pagine: 192
Ean: 9788815292070
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Per molti il frutto di una cultura millenaria, per altri solo il più grande mercato di beni e servizi al mondo; un paese lontano e misterioso o il luogo di sviluppo dei moderni assetti capitalistici? La Cina di oggi è ormai protagonista indiscussa della scena globale: come partner commerciale o punto di riferimento ideologico, gran parte dei paesi del mondo ha relazioni con essa. Otto parole chiave ci aiutano a comporre il quadro sociale, politico e culturale della Cina di Xi Jinping, mettendo in luce continuità e cesure rispetto alle grandi trasformazioni storiche dal XIX secolo a oggi. Per comprendere un paese incredibilmente poliedrico e in sempre più rapida evoluzione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La riparazione del capitalismo democratico. Nuovi modelli nazionali e architettura internazionale"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Pelanda Carlo
Pagine: 182
Ean: 9788849858990
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Tutte le democrazie, pur a diversi gradi, mostrano segni di crisi dovute alla tendenza regressiva del capitalismo di massa e sua speranza. I dati mostrano una tendenza alla polarizzazione sul piano della ricchezza socialmente diffusa e un aumento delle quantità di impoveriti e poveri. Tale situazione, al netto delle crisi e rimbalzi contingenti dell'economia tecnica, appare causata dall'inadeguatezza dei modelli nazionali. La configurazione con forti garanzie redistributive ha un peso che soffoca la creazione della ricchezza. Quella con insufficienza delle garanzie stesse per far accedere più individui alle opportunità economiche ha un difetto selettivo. L'ipotesi è che serva un'innovazione sul piano dei modelli nazionali di welfare. Inoltre, serve un'innovazione/strutturazione dell'architettura politica del mercato internazionale che permetta ad ogni singola nazione democratica di ottenere un plus di ricchezza dalla sua apertura economica e al complesso delle democrazie un equilibrio stabile. Il libro contiene proposte precise per tali innovazioni, in particolare: la transizione dal welfare redistributivo o da quello con garanzie insufficienti ad un nuovo tipo di "welfare di investimento" adattabile ad ogni nazione democratica e la formazione di un mercato globale ad integrazione crescente tra democrazie. Tale proposta di riforma sia interna sia internazionale delle nazioni del capitalismo democratico si basa su un nuovo principio/standard delle "sovranità convergenti e reciprocamente contributive". L'autore propone che tali innovazioni, calibrate sul piano del realismo (geo)politico, possano contribuire ad una strategia di riparazione del capitalismo democratico che ripristini la sua missione di ricchezza di massa progressiva, anche rafforzando le democrazie sfidate dal capitalismo autoritario.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Città prossime. Dal quartiere al mondo: Milano e le metropoli globali"
Editore: Guerini e Associati
Autore: Tajani Cristina
Pagine: 160
Ean: 9788862508186
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Socialità, massa critica, connettività e scambi, attrazione di flussi e di persone: erano questi i pilastri su cui poggiava il successo delle metropoli prima che la pandemia li ribaltasse contro di esse. Se fino a ieri l'unica regola era «non fermarsi», ora sui tavoli dei sindaci di tutto il mondo c'è l'ipotesi che il secolo delle città volga al termine subito dopo aver sfiorato il suo apogeo. La minaccia mai scomparsa delle disuguaglianze e delle povertà si somma alla necessità di stabilire nuove forme di convivenza con ciò che città non è. Eppure, sottoponendo a vaglio critico il dibattito internazionale e le strategie di adattamento dispiegate nel mezzo dello shock, potremmo scoprire che le città vincono ancora. Perché sono capaci di incubare fenomeni e ceti emergenti, perché alla costante ricerca di un quadro politico che ne liberi le potenzialità di innovazione e inclusione. Nato da una decennale esperienza di governo della città di Milano, e dallo sguardo della ricercatrice sociale, questo libro propone esempi di politiche al servizio dei cittadini, organizzazioni e imprese a impatto sociale, riuso di spazi ibridi, near-working: sono solo alcuni dei modi possibili per progettare le «città prossime», città a misura d'uomo, vicine agli abitanti e ai loro bisogni, in cui ognuno potrà raggiungere i principali servizi in 15 minuti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU