Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Metafisica E Ontologia



Titolo: "Giornale di metafisica (2019)"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 368
Ean: 9788837233693
Prezzo: € 32.00

Descrizione:SOMMARIO Meta-metafisica? A cura di Rosa Maria Lupo Rosa Maria Lupo, Premessa I. METAFISICA E META-METAFISICA Enrico Berti, La nascita della "metametafisica": Aristotele Andrea Clemente Maria Bottani, Ciò che vi è, che cosa è, che cosa viene prima. Tre facce di uno stesso problema Luca Illetterati - Elena Tripaldi, Hegel's Metametaphysics. Logic and/ as Metaphysics in Hegel's Philosophy Graham Priest, Metaphysics and Logic. An Observation in Metametaphysics Gilles Kévorkian - Frédéric Nef, Métaphysique relationnelle et métaphysique du constituant. Plaidoyer métamétaphysique pour une métaphysique mixte Olivier Boulnois, En-deçà de la métaphysique: l'éthique II. META-METAFISICA E META-ONTOLOGIA Peter van Inwagen, In Defense of Lightweight Platonism Franca D'Agostini, Reducing Redundancy in Metaphysics (and in Other Philosophical Disciplines) Massimiliano Carrara - Vittorio Morato, Compatibilismo semantico e scetticismo Francesco Berto - Matteo Plebani, Ontologia, metaontologia, e il fantasma di Quine Matti Eklund, Alien Structure and Themes from Analytic Philosophy

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ontologia e liberazione"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Bartolone Filippo
Pagine: 1424
Ean: 9788828401520
Prezzo: € 65.00

Descrizione:Il volume raccoglie i contributi della giornata di studi in onore di Filippo Bartolone (1919-1988), tenutasi il 12 dicembre 2018, per celebrare il trentennale della sua scomparsa. Al pensatore siciliano hanno reso omaggio allievi, studiosi e amici che, a diverso titolo, hanno potuto apprezzare le sue doti intellettuali e spirituali. Distribuiti nelle quattro sessioni che hanno contraddistinto la ricorrenza, i saggi percorrono, nella prima sessione, alcuni temi della sua filosofia per aprirsi, nella seconda sessione, alle toccanti testimonianze dei suoi allievi circa il suo personale stile di insegnante ed educatore. Nella terza sessione è messa in luce la ricca spiritualità di Bartolone, nutrita di una profonda meditazione religiosa, mentre nella quarta e ultima sessione viene tratteggiata la peculiarità del suo impegno etico-politico, entro e oltre il suo lavoro accademico e in alcuni temi della sua opera.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ontologia"
Editore: Laterza
Autore: Achille C. Varzi
Pagine:
Ean: 9788858139219
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Si è soliti identificare l'ontologia con quel ramo della filosofia che nasce dalla domanda: «Che cosa esiste?». E si è soliti precisare che questa domanda ammette due tipi di risposta. La prima risposta è facile, per non dire banale, e si può riassumere in un'unica parola: «Tutto». Ma asserire che "tutto esiste" è tautologico, cioè privo di contenuto, quindi privo d'interesse. Quando in filosofia ci si domanda che cosa esiste si mira piuttosto a fornire una caratterizzazione dettagliata di questo tutto, ossia a specificare quali entità vi rientrino, o almeno quali tipi di entità. Si mira, cioè, a redigere quello che si potrebbe chiamare un «inventario completo» del tutto. Questo ci porta al secondo tipo di risposta, in merito alla quale filosofi di orientamento diverso hanno manifestato opinioni anche molto divergenti. Il libro ricostruisce le posizioni principali, gli argomenti offerti a loro sostegno e le metodologie su cui riposano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sui criteri per individuare i sensi. Verso un'ontologia estetica"
Editore: Mimesis
Autore: Togni Andrea
Pagine: 113
Ean: 9788857553429
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Dai tempi di Aristotele fino alla filosofia analitica contemporanea è stata discussa una serie di criteri atti a rendere conto di cosa siano i sensi e a tassonomizzarli. Nel corso del libro, l'autore articola a livello concettuale il criterio esperienziale-ontologico e il criterio sottrattivo, e studia come essi aiutino a inquadrare i casi empirici del dolore, delle percezioni artificialmente assistite, delle sinestesie, dell'olfatto e dei sensi animali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ritorno all'essere. Addio alla metafisica moderna"
Editore: Armando Editore
Autore: Possenti Vittorio
Pagine: 440
Ean: 9788869925573
Prezzo: € 29.00

Descrizione:Recitare il De profundis sulla metafisica moderna - antirealistica, logicistica, dialettica, totalizzante - ed esplorare le virtualità della filosofia dell'essere sono i cammini che questo volume percorre, intrecciando riflessione teoretica e riflessione storiografica, e dando voce ad autori come Aristotele, Tommaso d'Aquino, Hegel, Gentile, Maritain, Heidegger, Bontadini, Balbo, Severino. La metafisica moderna si conclude con uno scacco che non coinvolge la filosofia dell'essere: questa può rilanciare il suo discorso sull'ente, il nulla, il divenire, la causalità, il cominciamento fatto dall'essere invece che dal pensiero, la trascendenza, la creazione e il nichilismo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«Metafisica originaria» in Severino. Precisazioni preliminari e approfondimenti tematici"
Editore: Guerini e Associati
Autore: Stella Aldo
Pagine: 342
Ean: 9788862507424
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Con questo lavoro si intende portare a compimento l'indagine critica su "La struttura originaria", iniziata con "Il concetto di «relazione» nell'opera di Severino. A partire da «La struttura originaria»" (pubblicato presso le nostre edizioni, 2018). Il discorso svolto da Severino viene ripreso, cercando di individuarne il filo conduttore che possa rendere pienamente intelligibile il passaggio al tema della «metafisica originaria», che conclude l'Opera. Vengono presi in esame i concetti di «immediatezza», «differenza» e «negazione», onde pervenire al concetto di «manifestazione», che si esprime più compiutamente nella forma della «manifestazione dell'intero». L'essere, ossia l'intero, viene posto da Severino come un «insieme» o anche come quell'«orizzonte» che è in grado di contenere tutti gli enti: in entrambi i casi, è la relazione che costituisce la sua intrinseca struttura. A tale concezione viene opposto un essere che valga come assoluta unità, dunque come il superamento stesso della molteplicità e delle determinazioni. Un essere, quindi, che coincida con quello indicato da Parmenide e che non può non valere quale esclusione in atto del non-essere, ossia come negazione di un «intero» che venga inteso come «insieme» di elementi o come «totalità», assunta nella forma di un tutto-di-parti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dio e il nulla. La religiosità atea di Emil Cioran"
Editore: Mimesis
Autore:
Pagine: 194
Ean: 9788857553924
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il presente volume prende le mosse dal convegno omonimo che si è svolto a Napoli il 15 e il 16 novembre 2017, promosso dalla sezione San Tommaso d'Aquino della Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale, nell'ambito di un progetto di ricerca cofinanziato dalla CEI. Vi si raccolgono le relazioni e gli interventi degli studiosi che hanno partecipato al simposio, discutendo su un tema affascinante e allo stesso tempo controverso e di grande attualità. Consapevole dell'inquietudine spirituale che caratterizza la vita di ogni singolo uomo e dell'impossibilità di giungere a una verità ultima e incontrovertibile circa l'Assoluto, Emil Cioran laconicamente scriveva nei Cahiers: «Una religiosità atea, questa è la Stimmung dei contemporanei». Partendo da una tale lucida considerazione, gli autori dei vari contributi analizzano, da differenti angolature interpretative o prospettive ermeneutiche, la questione religiosa all'interno del pensiero tragico di Cioran, un intellettuale nichilista che ha ingaggiato con Dio uno scontro frontale, serrato e ininterrotto (sia in Romania, sia durante l'esilio parigino). Perché a ossessionare e tormentare il filosofo di Rasinari è sempre stato un medesimo angosciante interrogativo, quel grido di preghiera conciso e disperato contenuto in Lacrimi si Sfinti (1937): «Signore, sei tu nient'altro che un errore del cuore, come il mondo è un errore della mente?».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giornale di Metafisica, 2/2018, vol. 40"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 400
Ean: 9788837232894
Prezzo: € 33.00

Descrizione:Meta-filosofia. Pensare la filosofia tra attività e disciplina A cura di Luca Corti, Luca Illetterati e Giovanna Miolli - Avvertenza - Luca Corti - Luca Illetterati - Giovanna Miolli, Meta-filosofia: considerazioni introduttive Relazioni - Donatella Di Cesare, An-archia. Sulla vocazione politica della filosofia - Roberto Esposito, Che cos'e la filosofia? - Maurizio Ferraris, Ermeneutica neorealista - Luca Illetterati, Sul concetto di filosofia. Le aporie della scientificita - Eugenio Mazzarella, Che cos'e filosofia? La filosofia, cioe l'uomo - Julian Nida-Rümelin, Sulla convergenza di ragione teoretica e pratica Interventi - Tiziana Andina, La verita dell'arte - Mauro Bozzetti, Sulla precomprensione stilistica dello scritto filosofico - Elena Casetta, Il quasi-concetto di biodiversita. Decostruzione e linee per una ricostruzione - Daniela De Leo, Per una propedeutica alla fenomenologia dell'educazione - Gabriella De Mita, Atteggiamento fenomenologico e relazione comunicativa nella ricerca, nella formazione e nella didattica universitaria - Francesca De Vecchi, Fenomenologia. La filosofia come eidetica e ontologia qualitativa del concreto - Fausto Fraisopi, Dalla metafilosofia alla Mathesis. Un approccio fenomenologico - Rita Fulco, Un altro inizio della filosofia. Levinas e la fame dell'altro - Simone Furlani, Per una critica genealogica della svolta iconica - Sebastiano Galanti Grollo, Genesi del senso, epochè e riduzione. La relazione tra manifestativita e alterita in Husserl e Levinas - Sandro Gorgone, L'arte della periagoghè. La "conversione" come gesto fondamentale del pensiero di Martin Heidegger - Alberto Martinengo, La metafora della svolta. Una questione metafilosofica - Alessandra Modugno, L'attuale esigenza di apprendere filosofia - Fabrizio Palombi, Il surrazionalismo bachelardiano. Un'interpretazione metafilosofica - Davide Sisto, Filosofia e tanatologia. L'utilita del pensiero filosofico per la Death Education - Elettra Stimilli, Filosofia e religione. Una sfida al presente - Luigi Vero Tarca, Meta-filosofia. Un rebus - Simona Venezia, Il mondo tra relazione e interpretazione: la filosofia alla prova dei fatti

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Realtà e mistero. Le radici universali dell'idealismo e la filosofia del nome"
Editore: SE
Autore: Florenskij Pavel A.
Pagine: 112
Ean: 9788867234325
Prezzo: € 13.00

Descrizione:"Non esiste uomo che, seppur per un attimo, non sia stato seguace di Platone. Chi può dire di non essersi sentito spuntare le ali dell'anima? Chi non l'ha sentita levarsi verso la contemplazione diretta, immediata di ciò che la grigia coltre di nuvole del quotidiano nasconde alla vista? Chi, grazie all'"eros", non ha toccato profondità della conoscenza alle quali la ragione non ha accesso? Chi non ha visto svelarsi la realtà altra e luminosa dove colui che ha conosciuto l'ispirazione incontra "de visu" gli archetipi eterni delle cose? Chi non ha assistito al crollo, alla caduta del muro invalicabile tra soggetto e oggetto, chi non ha visto l'Io abbandonare i limiti della propria introversione egoistica per respirare a pieni polmoni l'aria rarefatta della conoscenza e fondersi con tutto il creato? E quei 'sogni d'amore meravigliosi, puri, senza nulla di terreno, intessuti di profumo di fiori e luce lunare, con i quali oggi si ottenebrano i giorni della giovinezza e che sono sulle labbra di tutti i poeti di tutte le nazioni colte' non sono forse figli del platonismo?".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dall'esistenza all'esistente"
Editore: Marietti
Autore: Emmanuel Lévinas
Pagine: 112
Ean: 9788821112096
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Pubblicato nel 1947, in pieno clima esistenzialistico, questo testo di Lévinas era stato elaborato ancor prima della guerra e scritto quasi interamente durante la prigionia in campo di concentramento. È un controcanto a Essere e tempo di Heidegger, ma soprattutto la prima opera in cui Lévinas disegna i contorni di un suo pensiero autonomo e articolato, dopo i saggi su Husserl e su Heidegger degli anni Trenta, il breve scritto sull'«evasione» del 1935 e le prime riflessioni sull'ebraismo. Lévinas è poi venuto costruendo un pensiero dell'etica centrato sul rapporto con l'altro: pensiero della positiva erosione o corrosione dell'identità di fronte allo scandalo dell'altro che sopravviene, dell'infinito che intacca la totalità dell'essere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le invenzioni di Dio"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Aldo Magris
Pagine: 288
Ean: 9788837232634
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Da sempre l'umanità ha inventato rappresentazioni di Dei. Ma l'invenzione non è mai solo un prodotto della fantasia. L'inventare è sempre anche un trovare. Persino le più improbabili invenzioni sono costruite con spezzoni di ciò che si è trovato nell'esperienza effettiva. Che cosa c'è nella stessa esperienza che spinge a concepire qualcosa di "trascendente" che in teoria dovrebbe essere il contrario dell'esperienza? Questo libro delinea una prospettiva ispirata dall'insegnamento di Husserl e di Merleau-Ponty, ma anche di Hegel, di Deleuze e di Pareyson: autori certo non omologabili fra loro ma che in vario modo inducono a pensare il "trascendente" quale proprietà essenziale dell'esperienza, e non come l'"al di fuori" di essa. Giacché l'esperienza è il vissuto del tempo: essa riguarda gli eventi, che non sono semplici fatti perché l'apparire in superficie del fatto lascia trasparire uno sfondo inesauribile il cui spessore dipende dall'intenzione dell'osservatore di andarci a fondo. Il vissuto - in trasparenza - dello sfondo compreso nell'evento, la percezione della sua proprietà "trascendente", suscita la costruzione di immagini che diventano, fra l'altro, le invenzioni di Dio. L'esperienza dell'evento è l'origine non religiosa della religione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La relazione uomo-natura nell'ontologia di Nicolai Hartmann. Per un possibile dialogo con l'etica ambientale"
Editore: ETS
Autore: Bertolini Simona
Pagine: 150
Ean: 9788846754677
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Sebbene la filosofia di Nicolai Hartmann (1882-1950) preceda di decenni il sorgere dell'etica ambientale, essa si presta al dialogo con diverse posizioni maturate al suo interno, con cui condivide un'ontologia non antropocentrica e una corrispondente visione dell'uomo e della sua apertura valutativa al mondo. Il volume attraversa i testi dell'autore con l'obiettivo di ricostruire la sua concezione del rapporto fra essere umano e universo naturale (da un punto di vista tanto ontologico quanto pratico), al fine di attualizzarne il pensiero e di cogliere in esso una via originale che porta a difendere il valore della natura in considerazione della sua totalità: una via che certo si distingue dagli olismi più diffusi dell'etica dell'ambiente, ma che non per questo si rivela inadatta a essere confrontata coi loro assunti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La scienza di Dio"
Editore: ESD Edizioni Studio Domenicano
Autore: Antonino Postorino
Pagine: 336
Ean: 9788870949841
Prezzo: € 26.00

Descrizione:

Il professor Antonino Postorino ha già più volte assunto, dalle pagine di Sacra Doctrina, il punto di vista della “metafisica rigorosa”: cioè di uno studio dell’essere che mira a soddisfare i più severi requisiti della mentalità analitica occidentale. Questo approccio è caratterizzato da una forma di “riduzionismo parmenideo”, consistente nella considerazione del principio di non-contraddizione “l’essere è, il non-essere non è” come criterio originario di validità della conoscenza umana.

In realtà, dovremmo dire, il principio di non-contraddizione è parte di un insieme più ampio e complesso di principi conoscitivi e certezze originali, che l’enciclica Fides et ratio (n. 4) di san Giovanni Paolo II chiama “filosofia implicita”: “una sorta di patrimonio spirituale dell’umanità [...] condiviso in qualche misura da tutti”, anche se in modo generico ed irriflesso, costituito dai “principi di non contraddizione, di finalità, di causalità, come pure alla concezione della persona come soggetto libero e intelligente e alla sua capacità di conoscere Dio, la verità, il bene; [e inoltre da] alcune norme morali fondamentali che risultano comunemente condivise. [...] Quando la ragione riesce a intuire e a formulare i principi primi e universali dell’essere e a far correttamente scaturire da questi conclusioni coerenti di ordine logico e deontologico, allora può dirsi una ragione retta o, come la chiamavano gli antichi, orthòs logos, recta ratio”.

Mettere l’accento in modo esclusivo sul principio di non-contraddizione conduce come appare con evidenza dalla storia della metafisica occidentale all’“ossessione del nichilismo”, cioè a considerare “l’identificazione dell’essere il nulla” come il supremo rischio del pensiero. Tale identificazione inevitabile, considerando l’atteggiamento conoscitivo “iperanalitico” da cui parte questa venerabile tendenza filosofica è, secondo Postorino, evitata, o quantomeno molto ridotta, dalla “sistematica sapienziale dell’incontrovertibile” di Giuseppe Barzaghi O. P., che può giustamente aspirare al ruolo di “testa di ponte” verso ogni possibile teologia futura.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Esistenza e persistenza"
Editore: Mimesis
Autore: Costa Damiano
Pagine: 177
Ean: 9788857552729
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Nel nostro universo, qualunque cosa, dalla più piccola particella alla più smisurata galassia, esiste in un qualche tempo e in un qualche luogo. Ma cosa significa esistere in un qualche tempo? Il fenomeno dell'esistenza temporale gioca un ruolo fondamentale nella comprensione dell'universo e di noi stessi quali creature temporali. Eppure è un fenomeno profondamente misterioso. L'esistenza temporale è da intendersi come una relazione? Che legami ha con l'esistenza dell'ontologia? L'esistenza temporale e la localizzazione spaziale sono due fenomeni essenzialmente differenti o due istanze di un'unica relazione? Tutto ciò che esiste nel tempo esiste nel tempo nello stesso modo? Tutto ciò che è nel tempo è anche nello spazio? Esistenza e persistenza contiene la prima indagine sistematica della natura dell'esistenza temporale e delle conseguenze di questa indagine per la metafisica della persistenza. Introduzione di Kevin Mulligan.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La speranza e il senso. Metafisica ed ermeneutica in Kant"
Editore: Mimesis
Autore: Cunico Gerardo
Pagine: 364
Ean: 9788857554624
Prezzo: € 28.00

Descrizione:"La speranza e il senso" presenta il pensiero di Kant come modello di filosofare globale, mirante a far fronte in positivo alle grandi questioni "metafisiche", che sono le ineludibili domande ultime della ragione umana. La linea tracciata da Kant è quella di un'"interpretazione del mondo" guidata dalla coscienza morale e articolata dalla riflessione critica su di essa. Le due parole del titolo indicano il punto di avvio e il punto di fuga di tale percorso: la domanda "Che cosa mi è lecito sperare?" e la prospettiva di un "senso" del mondo inteso come creazione di un Dio morale. La linea che unisce i due punti è costituita da quell'esercizio del Giudizio riflettente pratico che sfocia nella teleologia morale, nel postulato del sommo bene come scopo finale e nell'etico-teologia. Una linea di pensiero che Kant riassume nella formula dell'"interpretazione autentica" del mondo e che viene ricostruita concentrandosi in particolare sulle idee della libertà, di Dio e del compimento finale. Il collegamento tra il "libro del mondo" e il "libro sacro", emergente da una metaforica tradizionale, spinge a delineare una teoria kantiana dell'interpretazione, per lo più implicita, che deve convalidarsi a confronto con l'ermeneutica scritturale esplicita e con la pratica effettiva della lettura biblica dell'autore. L'ultima parte del libro sottolinea sinteticamente la dialettica della speranza in ambito religioso, il difficile lavorio del "principio di giustizia" nel cammino verso la pace, nonché la fecondità quasi insospettata del "principio buono" come lievito non solo della crescita etico-religiosa individuale e comunitaria, ma di tutta la vita morale e sociale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Sofista di Platone"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Camilla Migliori
Pagine: 208
Ean: 9788837232665
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Due sono stati negli ultimi decenni i modelli interpretativi della filosofia platonica: un modello, ispirato a Schleiermacher, ha privilegiato l'interpretazione cronologica dei dialoghi, l'altro, proprio delle scuole di Tubinga e Milano, ha reinterpretato tutto Platone alla luce delle «dottrine non scritte». Come per sottrarsi a unilateralità ermeneutiche, l'autore di questo volume legge «il corpus platonico come un vero e proprio "protrettico" che propone filosofia per costringere il lettore a trovare soluzioni sulla base di poche indicazioni, il che implica la proposta di difficoltà crescenti che via via nello svolgimento delle opere selezionano i "veri filosofi". Platone appare convinto socraticamente che la filosofia è lavoro comune e scoperta. Ciò dà luogo a un insegnamento che, sempre, ma soprattutto nella forma scritta, avvicina al vero senza rivelarlo, comunica informazioni vere che non sono tout court la verità, ma che richiedono la partecipazione, l'elaborazione e lo sviluppo da parte del lettore». Un modello messo qui alla prova nella disamina del Sofista: ad assumere inaspettati significati sono i suoi punti più controversi (la dialettica come esercizio diairetico, il parricidio di Parmenide, la scoperta del non-essere in quanto "diverso").

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Processo e realtà. Testo inglese a fronte"
Editore: Bompiani
Autore: Whitehead Alfred North
Pagine: 1376
Ean: 9788845299384
Prezzo: € 45.00

Descrizione:Processo e realtà (1929) è l'opera maggiore di Alfred North Whitehead ed è costituita dall'ampliamento delle sue Gifford Lectures, tenute a Edimburgo nel 1927-28. Il libro mira, come suggerisce il sottotitolo "Saggio di cosmologia", alla formulazione di una nuova teoria dell'universo. Con ciò Whitehead non intende in alcun modo limitarsi alla considerazione fisica dell'universo, quanto piuttosto trovare una teoria unitaria in grado di descrivere coerentemente tutto ciò che ne fa parte: dalle pietre al pensiero civilizzato, fino a Dio. Si tratta di una ''filosofia prima'' più che di un'indagine scientifica stricto sensu: essa è così audace da inaugurare una delle prospettive metafisiche più originali del Novecento, che non teme il confronto con i grandi protagonisti del pensiero occidentale (da Platone e Aristotele a Descartes, Locke, Kant e molti altri), e tantomeno con le scienze. Le idee contenute in questo volume connettono la ricerca scientifica (relatività, fisica quantistica, biologia) e la speculazione filosofica in una sintesi teorica potente e suggestiva, basata su una concezione processuale, dinamica e olistica della realtà. Whitehead stesso definisce questo suo tentativo come "filosofia dell'organismo", poiché la realtà deve essere concepita come bios, vita in divenire. Nel corso del testo, il piano della speculazione metafisica, unica per lo stile e linguaggio immaginifico, si intreccia costantemente con una riflessione epistemologica raffinata, che documenta la profonda consapevolezza delle trasformazioni scientifiche dell'epoca.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Apologia della metafisica o l'arte della conversione"
Editore: Mimesis
Autore: Brenifier Oscar
Pagine: 191
Ean: 9788857548807
Prezzo: € 20.00

Descrizione:La metafisica oscilla tra la sacralizzazione, erudita o religiosa, e il rifiuto, per difficoltà o inutilità. Eppure, grazie alla sua dimensione di distanza e gratuità, ci permette di pensare il mondo e noi stessi al di là di qualsiasi timore o dogma. In quanto condizione stessa del pensiero, la metafisica ci offre la possibilità di pensare il nostro stesso pensiero, di osservarne strutture, articolazioni e limiti. A partire dalle categorie che strutturano l'accesso al reale (essere, materia, vita e pensiero), ci invita a prendere in considerazione il pensabile e anche l'impensabile. Ed è in ciò che consiste l'arte della conversione: senza dogmatizzare o difendere una tesi, si gode dell'esercizio stesso del pensiero. Con questo testo, Oscar Brenifier ci offre un esempio di quest'arte, proponendo uno scritto di filosofia, assumendo il rischio insito nell'esercizio del pensiero che pratica una doppia prospettiva non solo formale, ma fondata sull'esperienza vissuta del reale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nostalgia degli dei. Una visione del mondo in dieci idee"
Editore: Marsilio
Autore: Veneziani Marcello
Pagine: 301
Ean: 9788831787772
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Per la prima volta collegati in una compiuta visione del mondo, Marcello Veneziani propone in "Nostalgia degli dei" i temi affrontati nell'arco di quarant'anni di studio e ricerca. Nel corso dei secoli, le divinità si sono fatte idee, principi fondamentali per la vita e per la morte, amore per ciò che è superiore, permanente e degno di venerazione. Oggi una società schiacciata su un presente assoluto, in cui nessuna differenza è accettata, sembra aver spazzato via anche gli ultimi limiti necessari alla loro sopravvivenza: il confine che protegge, il pudore che preserva, la fede che è amore per la Luce. Come in una galleria di gigantesche figure di marmo, l'autore osserva e racconta le dieci divinità che hanno fondato il pensiero e l'esistenza dell'uomo. E nel tracciarne i profili ne svela il senso recondito, la loro necessità fuor di metafora per ricominciare a «pensare anziché limitarci a funzionare» nella vita di tutti i giorni. Attingendo a una costellazione di pensatori che da Platone e Plotino passa per Vico e Nietzsche, fino ad arrivare a Florenskij ed Evola, nel suo lungo percorso di scrittore Veneziani conserva quella nostalgia del sacro che consente agli uomini di uscire dal loro mondo e dal loro tempo, di riconoscere i propri limiti e trascenderli, di trovare orizzonti, tutori e aperture oltre la caducità della nostra esistenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Libertà e trascendenza"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Cavaciuti Santino
Pagine: 190
Ean: 9788849856491
Prezzo: € 13.00

Descrizione:La presente raccolta organica di pensieri, che va sotto il nome di "Libertà e trascendenza", è la continuazione e lo sviluppo del precedente volume intitolato "Essere e libertà" (ed. Rubbettino 2017). Il discorso, iniziato come ontologico, viene qui a tradursi in un discorso metafisico, e ciò in forza di una sua logica interna, precisamente di un suo "inveramento", così da riconoscere l'essere-libertà come ancorato alla trascendenza. Il presente volume è suddiviso a sua volta, in due parti, che trattano, rispettivamente, del trascendente in sé e poi del rapporto con il medesimo: rapporto che può essere sintetizzato nel concetto di religione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' identità che trascende nel valore. Una proposta sull'essenza dell'uomo fondata sul pensiero di Ernesto De Martino"
Editore: Mimesis
Autore: Calandruccio Paolo
Pagine: 126
Ean: 9788857552958
Prezzo: € 12.00

Descrizione:In questo libro si presenta una proposta metafisica che tenti di rispondere alla domanda sull'essenza dell'uomo da una prospettiva ancora inesplorata. Grazie al prezioso contributo che le ricerche dell'antropologo campano Ernesto De Martino hanno apportato all'indagine sull'anthropos, è possibile cogliere alcuni elementi essenziali, seppur polisemici, caratterizzanti la persona. Pertanto, in questo testo, dopo un accurato studio delle ricerche condotte da De Martino, si propone una teoria sull'essenza dell'uomo, caratterizzata da un concetto di trascendenza che è inscindibilmente connesso all'orizzonte etico. Tale prospettiva risponderà esaustivamente alla classica domanda "che cos'è uomo?", evitando di cadere sia in un relativismo culturale sia in un realismo riduzionista.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Marx idealista. Per una lettura eretica del materialismo storico"
Editore: Mimesis
Autore: Fusaro Diego
Pagine: 312
Ean: 9788857550510
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il pensiero di Marx può essere interpretato come il compimento della filosofia dell'idealismo tedesco? In questi saggi Diego Fusaro analizza l'ontologia marxiana al di là delle apparenze e dei luoghi comuni proposti dal marxismo classico, per rintracciare i punti di consonanza non immediatamente evidenti tra il pensiero del filosofo tedesco e le modalità avanzate dall'idealismo classico. Ciò che emerge è un conflitto a tratti paradossale: da una parte, la volontà manifesta di abbandonare l'idealismo hegeliano, dall'altra, l'effettivo permanere di Marx su questo terreno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Appunti di metafisica"
Editore: Lateran University Press
Autore: Christian Ferraro
Pagine: 468
Ean: 9788846512321
Prezzo: € 34.00

Descrizione:...le pagine che seguono non sono la Metafisica. Non oserebbero presentarsi in quel modo. Ciò sarebbe profanare la sua dignità. Come indicato dal titolo, esse sono semplicemente degli appunti: note orientative per uno studente che inizia, per ruscelli e piccoli canali, ad immergersi nel mare senza sponde della più elevata e nel contempo più profonda delle umane scienze.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il cammino verso il centro"
Editore: Luni
Autore: Dell'Aquila Nicola
Pagine: 222
Ean: 9788879845700
Prezzo: € 22.00

Descrizione:In questo volume traspare con immediatezza la facilità con cui Nicola Dell'Aquila percorre i sentieri dell'opera di René Guénon, tanto da iscriverlo nel novero dei profondi conoscitori del lascito del grande studioso francese. Il coinvolgimento del lettore avviene immediatamente, perché il tipo di viaggio descritto dall'autore non è consueto: fin dall'inizio si viene rapiti da un racconto presentato a tratti quasi romanzati per attenuare l'impatto con la profondità delle riflessioni. Lo sguardo verso la realtà per cercare di cogliere la sacralità dell'esistenza viene diretto prima verso le manifestazioni folkloristiche e le festività popolari poi, come in una graduale ascesa per la ricerca di se stessi, procede con la disamina profonda di alcuni aspetti, anche cultuali, della tradizione cristiana: il santo Natale, la Pasqua e il ricordo dei defunti esprimono la certezza di una verità rimasta impantanata tra le illusioni ideologiche del pensiero moderno. Per questo motivo diviene incontestabile il riconoscimento della conformità alla tradizione primordiale, del patrimonio simbolico e dottrinale della cristianità e al tempo stesso il confronto con altre tradizioni spirituali come il taoismo, l'islamismo e l'induismo, e la certezza della loro concordanza verso un unico centro. Il transito dalla ragione all'intuizione, già evidente sin dall'inizio della terza parte del libro, prepara a una tipologia di conoscenza non più mediata e discorsiva bensì diretta e integrale. E se l'impatto con capitoli quali «La pace» e il «Il silenzio» è forte, l'«inutilità dell'ottenimento» di cui si parla nell'ultimo capitolo può scuotere, ma è solo l'effetto di ritrovarsi trasformati nel dominio della scienza dei princìpi universali, ossia la scienza iniziatica o metafisica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giornale di metafisica. 1/2018: Metafisica e forme di vita"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 384
Ean: 9788837232092
Prezzo: € 32.00

Descrizione:Premessa, Giuseppe Nicolaci - Gian Luigi Paltrinieri - Luigi Perissinotto, Studi Vicente Sanfelix, Forms of life, Praxis and Reality Rocco Ronchi, La vita megarica Massimo De Carolis, Valori e prezzi. La crisi della metafisica riflessa nella crisi del mercato Interventi A) Profili Luigi Perissinotto, Wittgenstein su metafisica e forme di vita Patrizia Laspia, L'intelligenza divina come forma di vita in Aristotele Gian Luigi Paltrinieri, Friedrich Nietzsche e la "vita vera" Francesco Mora, <>. L'ossimoro di Georg Simmel Anna Maria Tartaglia, Metafisica e segno in C.S. Peirce Rossella Fabbrichesi, Immanenza e trascendenza. Una riflessione a partire da Jean-Paul Sartre B) Variazioni su metafisica e forme di vita Ferdinando Luigi Marcolungo, Forme di vita ed esperienza. Tra fenomenologia e metafisica Alessandra Cislaghi, Energia e dinamicita. L'inesauribile vita plotiniana Francesco Ghia, L'apokatastasi, ovvero la vita restituita nella sua integrita morale. Breve ricognizione filosofica Guido Cusinato, Sub specie transformationis. Trasformazione ed organismo Rosa Maria Lupo, La forma vivente fra indagine metafisica e ricerca morfologica Silvano Zucal, Nascita e metafisica Antonio Allegra, Nel flusso. Metafisiche postumane della vita Davide Poggi, Ontologia del giardinaggio. Per una cura delle forme di vita Osservatorio Linda Lovelli, Karl-Otto Apel. Pensatore post-metafisico? Gianluigi Oliveri - Salvatore Gaglio, Wittgenstein, Turing, and Neural Networks Gaetano Licata, The Counterfactual Reasoning and the Manipulative Account of Causality. The Origin of Causal Thinking from Free Will Ricerche critiche Claudia Lo Casto, Meta-etica nel pensiero di Plotino Emanuele Enrico Mariani, Il Così parlò Zarathustra di Friedrich Nietzsche nell'interpretazione di Carl Gustav Jung. Gli indici di una circolarita epistemico-ermeneutica Matteo Pietropaoli, Il sapere come anima ed eros. Heidegger e il Teeteto di Platone Stefano Ricci, Il concetto di ?????. Heidegger interprete di Leibniz e il confronto con Aristotele. Per una logica Ur-elementare Rassegna e note Roberto Esposito, Sul libro di Adriano Fabris RelAzione. Una filosofia performativa Patrizia Laspia, Naturalismo platonico? A proposito di un recente volume di Charles H. Kahn Edoardo Simonotti, Verso una teoria della vita emotiva. Un resoconto bibliografico

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU