Articoli religiosi

Libri - Filosofia Della Religione



Titolo: "Sull'Illuminismo"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Andreas Riem
Pagine: 110
Ean: 9788849864243
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Ancora oggi ricordato come la più grande critica pubblica verso una misura del governo in Prussia, il dibattito scatenato dall'Editto di religione del 1788 evidenziò due distinte compagini: da un lato i pertinaci oppositori dell'illuminismo, convogliati dal Kulturkampf progettato dal neoministro del culto e dell'istruzione, Wöllner; dall'altro gli illuministi che, nel mutato e inquieto clima culturale e politico seguito alla morte di Federico II, facevano in pari tempo i conti con le insistenti questioni riguardanti i limiti dell'Aufklärung e i possibili svantaggi connessi a un suo (sregolato) esercizio. Tra le più interessanti voci di questa seconda compagine vi è senz'altro quella di Andreas Riem, intrepido pubblicista radicaldemocratico espulso nel 1795 dai territori prussiani e rapidamente scivolato ai margini della storiografia filosofica. Questa pregevole edizione italiana del suo celebre scritto polemico Sull'illuminismo (1788), curata da Hagar Spano e accompagnata da una Prefazione di Dirk Kemper, contribuisce con il massimo merito a farne risuonare le tesi, strappandole dall'oblio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Definire il pluralismo religioso"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 352
Ean: 9788837234751
Prezzo: € 29.00

Descrizione:Il pluralismo religioso come concetto è un prodotto della modernità, ma sempre più animatamente diviene emergenza politica e culturale del nostro tempo. Affondando le radici nel contatto fra religioni, esso assume dimensioni diverse a seconda degli ambienti di estensione e presenta anche una diversa durata e complessità a seconda dei contesti istituzionali chiamati a gestirne l'articolazione. Questo libro raccoglie una serie di studi interdisciplinari per approfondire aspetti diversi del campo del pluralismo religioso. L'idea di "definizione" non si dispiega in senso classificatorio e morfologico, bensì in quello di elaborazione del campo di azione e rappresentazione della diversità religiosa. L'intento complessivo consiste nel sollecitare una maggiore consapevolezza tematica e programmatica intorno ad alcune questioni di grande rilievo, tanto per lo studio delle religioni del passato quanto per la riflessione sul presente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Paradossi"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Sebastian Franck
Pagine: 432
Ean: 9788837234416
Prezzo: € 29.00

Descrizione:Fin dal loro apparire, nel 1534, i Paradossi di Sebastian Franck suscitarono sconcerto per la loro radicalità: ad avere la forma del paradosso sono la teologia stessa e la Scrittura, un paradosso in conflitto con tutto ciò che il mondo crede. Di qui l'andamento dialettico dell'opera: il vero Cristo, il Cristo interiore, lo Spirito, non ha bisogno delle Chiese storiche, ovvero non ha bisogno di libri, cerimonie, culti. Il Nuovo Testamento stesso è pensato da Franck non come un libro, una legge, bensì come lo Spirito santo che parla all'uomo interiore, all'uomo completamente distaccato. Affermazioni che nella loro paradossalità, anche stilistica, riprendono temi della mistica speculativa di Meister Eckhart e inaugurano quella corrente della cultura europea che va sotto il nome di pensiero religioso liberale. Non a caso Pietro Martinetti ebbe a scrivere: Sebastian Franck è la più grande figura religiosa del cristianesimo moderno. Egli ha un intuito profondo della realtà: anche nella storia religiosa sa gettare uno sguardo penetrante, sicuro, sereno, obiettivo. Egli solo ha saputo sottrarsi, restando cristiano, alla schiavitù del biblicismo, che egli rimprovera anche agli anabattisti, e resistere al sogno di restaurare il cristianesimo apostolico [...] Non dobbiamo perciò meravigliarci se egli rimane solo. Egli stesso non volle né seguito né sette: egli vide la necessità della solitudine ed accolse tranquillamente il suo destino. Ma in questo sta forse la sua più invidiabile grandezza».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ipotesi su Dio"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Roberto Giovanni Timossi
Pagine: 160
Ean: 9788810560242
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Ai nostri giorni la domanda sull'esistenza di Dio sembra non interessare buona parte delle persone. Eppure gli esseri umani non possono sfuggire agli interrogativi fondamentali sull'origine di tutte le cose e sul senso della propria esistenza. Al fondo di ogni riflessione e convinzione umana si trova il problema di conferire un significato al proprio esistere, quindi necessariamente al mondo di cui si fa integralmente parte. Che ne siamo consapevoli oppure no, per vivere abbiamo bisogno di nutrire fiducia nella vita, dobbiamo cioè affidarci a un senso che la giustifichi e la sostenga. Il contesto attuale, dominato dalla scienza moderna e dalla tecnologia, costringe inoltre ad affrontare le questioni del senso della vita e dell'universo in maniera nuova rispetto al passato, tenendo conto dello sfondo culturale del tutto originale in cui si colloca la domanda sulla possibilità o meno dell'esistenza di un Creatore, secondo l'idea proposta dalle tre religioni monoteistiche (cristianesimo, ebraismo e islam), nonché da tutta la cultura occidentale e in parte da quella orientale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' etica di Abelardo"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Di Bacco Roberto
Pagine: 152
Ean: 9788893185707
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il percorso di ricerca intrapreso da Abelardo attraverso logica, teologia ed etica trova la sua conclusione teoretica matura nelle pagine del "Dialogus inter philosophum, iudaeum et chistianum". Proprio affidandosi alla forma del dialogo, il filosofo, ormai vecchio e malato, riprende i temi a lui cari affidandone le argomentazioni ai tre simbolici personaggi. Spetta a lui, Abelardo, "ben noto per la forza della ragione filosofica e colto in ambedue le leggi", quella dei giudei e quella dei cristiani, giudicare le loro rispettive ragioni. Tra i vari punti di "concordantia oppositorum", dove la fede e la ragione sembrano confondersi, Abelardo parla per bocca del cristiano che ribadisce con forza il principio cardine della sua dottrina etica: "Credo che tutti gli strumenti e tutte le cose di cui ci serviamo possano essere usati bene o male a seconda della qualità morale dell'intenzione: non è dunque importante a questo fine sapere che viene fatto qualcosa, ma conoscere con quale animo è fatto".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dio mistero unico e possibilità di pensiero"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Germano Fausta
Pagine: 416
Ean: 9788868797720
Prezzo: € 28.00

Descrizione:La ricerca di un Fondamento ultimo, l'aspirazione verso un ordine trascendente che dà compimento e pienezza all'ente contingente, è un anelito innato nell'uomo. In questo senso, la riflessione sistematica della filosofia della religione, con il suo apporto, può offrire risposte a reali interrogativi del singolo. Con quale criterio conciliare l'anelito di libertà e di desiderio inappagato della natura umana nel suo desiderare illimitato? In che modo armonizzare l'ansia di comprensione del reale e l'ambizione di una portata conoscitiva che appaghi le attese dell'uomo? Grandi richieste che sono affrontate nella complessa problematica della filosofia della religione, con riflessioni adeguate di metafisica e antropologia, come strumento di approfondimento e di indagine della Verità ontologica, per un rinnovato e qualificante esistenzialismo antropologico. La risposta al mistero di Dio: "Solo gli occhi dell'anima possono riconoscere l'Essere Eterno esistente". Il presente volume è incentrato sulla filosofia della religione che articola l'ambito metafisico e analitico, nella consapevolezza di tradizioni e ricostruzioni diverse ma con punti in comune, soprattutto per quanto concerne le riflessioni filosofiche sui contenuti della religione, il cui interesse palese o refrattario non è mai mancato nella ricostruzione storica e nei dibattiti post-moderni. In questo senso, la trattazione sviluppata offre una prospettiva filosofico-teologica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il senso dell'uomo nell'universo"
Editore:
Autore: Dell'Eva Albino
Pagine: 416
Ean: 9788831108553
Prezzo: € 35.00

Descrizione:È fuori discussione che anche i prodotti culturali abbiano un'incidenza decisiva nella costruzione di società coese, in cui le differenze etniche e quelle tra le tradizioni religiose, non siano vissute come ostacoli alla convivenza, ma come opportunità di arricchimento reciproco. Perseguire una cultura dell'unità non rappresenta dunque un'utopia, ma un obbligo per garantire un futuro alle nostre società, sempre più interessate al fenomeno del meticciato. Piero Pasolini (1917-1981), fisico di formazione, con il suo originale tentativo di porre a confronto acquisizioni scientifiche, implicazioni filosofiche e intuizioni teologiche, rappresenta un esempio significativo, e per certi versi ancora attuale, di pensare una cultura che abbia l'unità come meta e centro propulsore. Ponendosi nel solco della spiritualità originata dal carisma dell'unità, che la Chiesa ha riconosciuto all'origine dell'Opera di Maria fondata dalla trentina Chiara Lubich, e ispirandosi alla dottrina che da quel carisma promana, egli giunge ad abbozzare una cosmovisione di natura cosmoantropoteologica, in cui l'unità tra i saperi è perseguita con innegabile correttezza epistemologica e con la capacità di coglierne radici e finalità comuni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Filosofia del dialogo interreligioso"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Roberto Celada Ballanti
Pagine: 192
Ean: 9788837234133
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Una filosofia del dialogo interreligioso è oggi quanto mai essenziale. La crisi del nostro tempo, a ogni livello del dialogo e della convivenza, è al fondo crisi di un Logos capace di connettere nel rispetto delle distinzioni. La sfida è innanzitutto elaborare un universale non totalizzante, non proiettivo, che sempre diventa dispositivo di esclusione, volontà di potenza: occorre cercare un universale capace di ospitare le differenze e una figura del dialogo che sappia mettere in gioco tutte le potenzialità del prefisso dia-, terra di mezzo dove soggiorna la discorde armonia tra le fedi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il volo dell'anitra selvatica"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Joseph Campbell
Pagine: 320
Ean: 9788833534640
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Pochi studiosi hanno saputo ampliare la prospettiva di ricerca sull'universo mitologico come Joseph Campbell. Nei suoi saggi, il mito è un mosaico composto da tessere di molti colori, e necessita di altrettante discipline per essere decifrato e interpretato. I testi che compongono questa raccolta sono il frutto, come dice l'autore nell'introduzione, di ventiquattro anni di ricerca e riflessione: in essi Campbell spazia dalle fiabe dei fratelli Grimm quale esempio di racconti fantastici trascritti da una forma orale, alla funzione pedagogica dei miti e dei riti all'interno di una società; analizza l'elemento filosofico e metafisico ma anche storico e culturale della mitopoiesi, riprendendo una leggenda dei nativi americani; infine giunge alla definizione di «dimensione mitologica» e mette a confronto l'accento messo sull'individuo in Occidente con l'inclinazione orientale per l'anonimia. Il volo dell'anitra selvatica è ormai un classico degli studi sulla mitologia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Maria. La madre che salva"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Natoli Salvatore
Pagine: 96
Ean: 9788837234157
Prezzo: € 10.00

Descrizione:«Nei secoli cristiani la figura della "Madre di Dio" ha occupato - e non poteva essere altrimenti - una posizione centrale sia nella liturgia sia nella devozione popolare. E soprattutto in quest'ultima. La Vergine Maria viene, infatti, venerata sotto innumerevoli titoli e nei più disparati luoghi e contrade. Ciò detto e indipendentemente dal credere, cosa si può dire innanzi a un fenomeno collettivo così vasto? È superstizione? O altro? E che significato ha - o può rivestire - la figura della Vergine Maria per chi non crede o, comunque, non aderisce ad alcuna religione positiva? E, infine, senza alcun riferimento alla trascendenza, v'è nella figura della Vergine qualcosa che può parlare a tutti gli uomini? Ritengo di sì, perché Maria risveglia nell'anima l'archetipo - se così lo si vuol chiamare - della maternità».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fenomenologia della religione"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Schaeffler Richard
Pagine: 224
Ean: 9788837234010
Prezzo: € 18.00

Descrizione:La prima opera di Richard Schaeffler tradotta in italiano è dedicata alla fenomenologia della religione. Una disciplina il cui scopo è, per l'autore, mostrare la forma essenziale dell'esperienza religiosa a partire dalle sue due dimensioni fondamentali: il linguaggio e il culto. Ciò permette di distinguerla in modo appropriato da altre forme di esperienza, come quella etica, e di discernere la sua stessa validità. Questioni di indubbio interesse tanto per i filosofi della religione, quanto per i teologi fondamentali, e in genere per tutti quelli che riflettono sul rapporto tra filosofia e teologia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Esperienza religiosa, religione e interreligiosità"
Editore: Glossa Edizioni
Autore:
Pagine: 303
Ean: 9788871054513
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Il declino delle religioni nelle società occidentali non equivale alla scomparsa della vita religiosa. L'uomo moderno possiede una spiritualità che non è più regolata dalle istituzioni religiose ma dal desiderio personale. Ma è possibile raggiungere il Mistero del mondo, abbandonando i sentieri tracciati dalle grandi tradizioni religiose? Senza conoscere la grammatica del sacro non si rischia di trasformare il dialogo con l'Altro in un narcisistico monologo dell'ego? Uno strumento per comprendere l'«esperienza religiosa» in un contesto segnato dal pluralismo etnico e culturale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le sette parole di Cristo"
Editore: Il Mulino
Autore: Riccardo Muti
Pagine: 140
Ean: 9788815287113
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Un direttore d’orchestra tra i più amati del mondo a colloquio con il filosofo Massimo Cacciari. Un incontro autentico tra musica e filosofia, religione e arte. A offrirela trama del dialogo la crocifissione di Masaccio, conservata in Capodimonte, e la partitura di Haydn ispirata dalle sette ultime frasi pronunciate da Cristo sulla croce e composta perla cerimonia del venerdì santo. Da un lato il quadro, a fondo dorato che ferisce gli occhi, con in primo piano la Maddalena prostrata ai piedi della Croce, espressione di sofferenza e passione per Cristo. Dall'altro l’'equivalente sonoro e musicale dello strazio della crocifissione: le sette sonate di Haydn trasfigurano il dolore e l’'amore in musica e ci riportano al dramma dell'’avventura umana. Masaccio-Haydn diventano così, in questo dialogo d’'eccezione, un’'unica immagine dove le parole di Cristo morente si fanno suono e senso universale che trascende l’'immagine stessa, divenendo pura astrazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Io e Dio"
Editore: Garzanti Libri
Autore: Vito Mancuso
Pagine: 496
Ean: 9788811815044
Prezzo: € 14.00

Descrizione:«Il mio assoluto, il mio dio, ciò che presiede la mia vita, non è nulla di esterno a me.» «Ma che cos'è vero, alla fine, di questa vita che se ne va, nessuno sa dove? Rispondere a questa domanda significa parlare di Dio.» "Io e Dio" di Vito Mancuso ruota intorno a una domanda intima, personale, che però coinvolge l'intera umanità, e dunque ciascuno di noi. In pagine ricche di dottrina e di passione per la verità, Vito Mancuso spiega e condivide le ragioni della sua fede in Dio. È un percorso in cui non mancano puntate polemiche, basato su un'ampia riflessione, che supera di slancio la strettoia tra autoritarismo delle gerarchie religiose, e scientismo ateo e semplicistico, due posizioni che negano entrambe la nostra libertà individuale. Ma una civiltà senza religione, o con una religione senza cultura, perde inevitabilmente la propria coesione interna, schiacciata su una sola dimensione, in balia di un egoismo molto prossimo al cinismo o alla disperazione. Io e Dio apre invece la strada verso una fede basata sull'amore e sul dialogo, sulla libertà e sulla giustizia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il capro espiatorio"
Editore: Adelphi
Autore: René Girard
Pagine: 325
Ean: 9788845935213
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Dice Heidegger che ogni vero pensatore pensa un solo pensiero: nel caso di René Girard è quello del «capro espiatorio». In questo saggio egli prende per mano il lettore e, passo per passo, illumina in modo definitivo quel meccanismo della persecuzione e del sacrificio a cui già aveva dedicato La violenza e il sacro. Ed è impossibile sottrarsi alla luce cruda e netta che in queste pagine viene gettata su alcuni temi che per forza ci riguardano tutti. In particolare, colpiranno per la loro radicale novità le interpretazioni di parabole ed episodi dei Vangeli, dove secondo Girard si compie quell'oscillazione decisiva per cui la vittima sacrificale non consente più alla colpa che le viene attribuita, ma diventa l'innocente che come tale si rivendica: così il capro espiatorio si trasforma nell'agnello di Dio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perché l'uomo continua a credere"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Antiseri Dario
Pagine: 96
Ean: 9788837233969
Prezzo: € 10.00

Descrizione:«Proprio perché le grandi risposte non sono alla portata della nostra mente, l'uomo rimane un essere religioso, nonostante tutti i processi di demitizzazione, di secolarizzazione, tutte le affermazioni della morte di Dio che caratterizzano l'età moderna e ancor più quella contemporanea». (Norberto Bobbio) Intrecciando il pensiero di filosofi moderni e contemporanei - oltre a Bobbio, Pascal, Kierkegaard, Weber, Scheler, Florenskij, Wittgenstein, Pareyson... -, il testo si struttura attorno alla "grande domanda", sul senso ultimo della vita di ogni essere umano e dell'intero universo, che la filosofia pone senza essere in grado di dare risposte. È lo spazio del credere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Itinerari verso Dio"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Sgubbi Giorgio
Pagine: 184
Ean: 9788810450154
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Questo libro raccoglie saggi composti in tempi e occasioni diversi, sostenuti da un preciso «filo rosso»: l'impossibilità della teologia di fare a meno della filosofia. È infatti solo nell'orizzonte della quaestio de veritate che la teologia può sottrarsi all'inverificabilità e all'arbitrio, può discutere e dialogare con le opposizioni critiche e praticare la propria comunicabilità. La natura filosofica, teologica e storica dei testi, che spaziano dalla questione di Dio a quella dell'anima, passando attraverso il confronto con autori del passato e pensatori contemporanei, testimonia la responsabilità di un sapere teologico chiamato a riproporre in un cambiamento d'epoca le grandi questioni che accompagnano da sempre l'esistenza dell'uomo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Jan Assmann. I monoteismi in questione"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Elisabetta Colagrossi
Pagine: 304
Ean: 9788837233891
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il volume rappresenta la prima introduzione italiana al pensiero di Jan Assmann. Suddiviso in tre capitoli, il lavoro esplora la ricerca dell'egittologo tedesco sui monoteismi, muovendo da un'analisi dei concetti di fondo (monoteismo, politeismo, cosmoteismo, distinzione mosaica), per arrivare al tema della teologia politica. Ne risulta il quadro complessivo di una delle più audaci e innovative proposte ermeneutiche sui monoteismi degli ultimi decenni, che ha suscitato nel mondo della filosofia, della teologia e della storia delle religioni innumerevoli dibattiti e polemiche che proseguono ancora oggi e di cui il libro rende puntualmente ragione. In gioco è il tema del superamento della violenza religiosa in un contesto pluralistico, dove ogni religione combatte innanzitutto con il proprio demone che la spinge all'assolutezza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dis/simulazione e tolleranza religiosa nello spazio urbano dellEuropa moderna"
Editore: Claudiana
Autore:
Pagine: 224
Ean: 9788868982478
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

Il volume a cura di Élise Boillet e Lucia Felici propone uno studio pluridisciplinare sulle pratiche religiose e sulla loro visibilità nello spazio urbano dell’Europa moderna, con particolare attenzione alla Francia e all’Italia. Il tema è analizzato nel suo rapporto con la nascita di teorie e pratiche di tolleranza religiosa, ma non solo.

«Abbiamo dedicato il volume al tema della simulazione e della dissimulazione religiosa, alla sua complessità, addirittura ai suoi paradossi, che si riflettono concretamente nella gestione degli spazi urbani e lasciano la loro impronta nel paesaggio delle città. Queste nozioni fanno parte della dialettica tra ciò che è visibile e ciò che è invisibile, mostrato e nascosto, esterno e interno, pubblico e privato, passato e presente. Esse informano le politiche religiose delle istituzioni civili ed ecclesiastiche nelle città, le quali, in modo più o meno variabile e durevole, tollerano, cioè sopportano senza punirla, la visibilità e l’udibilità della religione dell’altro o, al contrario, la spingono nella trincea della clandestinità».

Élise Boillet

Biografia dell'autore

Élise Boillet

È specialista di letteratura e cultura religiosa del Rinascimento italiano presso il CNRS - Centre d’études supérieures de la Renaissance dell’Università di Tours (Francia).

Lucia Felici

È docente di Storia moderna all’Università di Firenze. Per Claudiana ha curato la pubblicazione di Ripensare la Riforma protestante e Giovanni Calvino e l’Italia.

 

Indice testuale

Dis/simulazione e tolleranza religiosa nello spazio urbano dell’Europa moderna. Introduzione di élise Boillet

Dis/simulation et tolérance religieuse dans l’espace urbain de l’Europe moderne. Introduction di élise Boillet

 

I Parte. La legittimità della dis/simulazione religiosa

La légitimité de la dis/simulation religieuse

 

Giovan Francesco Alois, valdesiano, calvinista, nicodemita

di Massimo Firpo

 

Lo spirito e la maschera. Note sul nicodemismo di cappuccini e gesuiti nell’Italia del Cinquecento

di Michele Camaioni

 

La vénération de la Croix à Annemasse en 1597. Dissidence salésienne et spiritualité de l’intention

di Thomas Gueydier

 

Pierre-Valentin Faydit, ou l’art de faire de la théologie dissimulée

di Hélène Michon

 

II Parte. Contesti urbani, pratiche sociali e politiche della tolleranza

Contextes urbains, pratiques sociales et politiques de la tolérance

 

Pratiche di integrazione nell’Europa di prima età moderna: il caso dei conversos a Roma

di Federica Fiorini

 

Padova, alveare a molte api e a non poche vespe della Riforma. Gli studenti tedeschi a Padova: una sfida alla Chiesa?

di Michaela Valente

 

A regola d’arte. Letteratura e dissimulazione religiosa nell’Accademia ferrarese degli Elevati (1540-1541)

di Lucia Felici

 

«Di galante huomo sei fatto birro: di savio sei fatto favola del mondo». Deridere e contestare i servitori dell’Inquisizione romana

di Dennj Solera

 

La révocation de l’édit de Nantes, un processus d’invisibilisation des réformés ? Détournement et redistribution des espaces de la ville en France aux xviie et xviiie siècles

di Chrystel Bernat

 

Indice dei nomi di persone - Index des noms de personnes

Indice dei luoghi citati - Index des noms de lieux



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Homo Religiosus forme e storia"
Editore: Studium
Autore: Pierfrancesco Stagi
Pagine: 304
Ean: 9788838248405
Prezzo: € 29.00

Descrizione:

Il pensiero filosofico dell’inizio del nuovo Millennio ci consegna la rinnovata attualità della figura dell’homo religiosus, che sembrava ormai relegato nel periodo più oscuro del vecchio Millennio. L’homo religiosus, studiato dall’antropologia e dalla storia delle religioni (Eliade, van Leeuw, Ries), è quella particolare modalità dell’essere uomo, che interpreta il suo stare nel mondo come il dialogo con una Alterità e una Trascendenza, che gli sfugge ma con cui è sempre di nuovo in dialogo. Sono all’opera nell’uomo religioso una molteplicità di direzioni storiche di senso e di significati vitali. Alla complessità storica dell’homo religiosus si lega la sua dimensione fenomenologica, per cui il sapere dell’uomo religioso si articola non solo in una storia ma in forme, comportamenti, riti, in un’etica in generale, che è la sostanza stessa di questa storia. Di questa doppia dimensione, ermeneutica e fenomenologica, interpretativa e descrittiva, questo volume vuole essere una testimonianza, ripercorrendo le principali forme con cui l’esperienza religiosa si è manifestata nell’esistenza dell’uomo (preghiera, rito, mito, sacrificio, sacro naturale, trascendenza/ immanenza) e considerando le modalità con cui queste forme sono state pensate a patire dalla modernità nella loro dimensione personale, sociale, etica e politica (Schelling, W.F. Otto, Kreuzer, Bachofen, Durkheim, Heidegger, Caillois, Bataille, Blumenberg, Jesi).

Pierfrancesco Stagi, docente universitario, abilitato a Professore Associato in Filosofia Morale, è dottore di ricerca in Filosofia ed Ermeneutica filosofica presso l’Università di Torino e Dr. Phil. presso le Università di Tübingen e Freiburg i. Br. Autore di molti articoli e volumi, per le Edizioni Studium ha pubblicato il libro La nascita del sacro. Teorie della religione (2015). È direttore responsabile del Nuovo Giornale di Filosofia della Religione (NGFR) e membro di numerose società scientifiche italiane e internazionali.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Autocoscienza"
Editore: Gabrielli Editori
Autore: Maria Paola Brugnoli , Giorgia Salatiello
Pagine: 154
Ean: 9788860994363
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Gli Autori spiegano, alla luce delle ultime teorie in campo multidisciplinare, dalle Neuroscienze, alla Psicologia, alla Filosofia, alla Teologia, fino alla Spiritualità, come si possa avvicinare, conciliare ed armonizzare lo studio dell'Autocoscienza. Ne uscirà una teoria unificata, che si orienta a molti campi dello scibile umano, per arrivare ad incontrare la nostra più profonda interiorità, in una visione umanistica, che abbraccia l'essere umano nella sua completezza di corpo, mente e spirito. L'approccio filosofico-teologico, pur essendo in se stesso molto differente da quello scientifico, è pienamente convergente con il precedente e concorre a delineare una visione del soggetto non rinchiuso nei limiti della materialità, ma aperto, mediante il dinamismo della sua autocoscienza, ad un continuo trascendimento della realtà empirica e di sé medesimo, in un'incessante tensione verso quell'Assoluto che le religioni teistiche chiamano Dio e che viene raggiunto con il ritorno consapevole al proprio sé.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sradicamento"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Sestov Lev
Pagine: 272
Ean: 9788837233549
Prezzo: € 23.00

Descrizione:In seguito all'uscita dei suoi primi saggi - su Shakespeare, Tolstoj, Dostoevskij, Nietzsche - ?estov «ne ha abbastanza di andare curvo» e decide di pubblicare una raccolta di aforismi rivoluzionaria per il contesto russo, ispirandosi a Umano, troppo umano. Il volume raccoglie impressioni fulminee che teorizzano una corrente di pensiero scevra da dogmatismi - una Apoteosi dello sradicamento appunto - tendente alla ricerca di una visione personale sulla vita e sul sapere, cui si aggiungono Le ultime parole, Filosofia e teoria della conoscenza e Dieci aforismi: lo stacco dal pensiero russo dell'epoca è definitivo. Una voce spezzata che risuona tuttora moderna, indice dello spirito universale di uno scrittore disposto a «ripartire da un atto di distruzione e affrancamento».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dignità del cristianesimo e indegnità dei cristiani"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Nikolaj Berdjaev
Pagine: 74
Ean: 9788833532783
Prezzo: € 9.50

Descrizione:Nel saggio Dignità del cristianesimo e indegnità dei cristiani, pubblicato nel 1928 a Parigi, quando già si trovava in esilio, Berdjaev riflette sulla crisi del mondo moderno (la cui massima espressione rintraccia in quegli spiriti che animano la rivoluzione russa: socialismo, ateismo e nichilismo, esiti naturali del positivismo umanistico), interpretandola come crisi del cristianesimo storico. Proprio la rivoluzione, sintomo della moderna spaccatura individualistica tra giustizia sociale e spiritualità, rappresenta innanzitutto una questione metafisico-religiosa, così come il messianismo rivoluzionario corrisponde alla mistificazione socialista dell'escatologismo cristiano. Convinto che soltanto la riscoperta delle radici cristiane permetta all'uomo di recuperare la sua originaria vocazione, Berdjaev annuncia l'avvento di una nuova epoca di rinascita spirituale, di un cristianesimo rinnovato in cui si è chiamati a realizzare attivamente la «religione della libertà e dell'amore».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Privarsi del piacere. Nietzsche e l'ascetismo cristiano"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Bertrand Binoche
Pagine: 72
Ean: 9788810567937
Prezzo: € 8.50

Descrizione:L'artista, il filosofo antico, il prete cristiano e lo scienziato moderno sono tutti favorevoli all'ascetismo. Ma le stesse parole e le stesse pratiche, per esempio la frugalità e la castità, hanno per tutti lo stesso significato? Bentham vede nell'ascetismo un'aberrazione perché non si può desiderare la sofferenza, ma solo il piacere. Schopenhauer lo considera come il solo mezzo per sfuggire alla sofferenza indotta dalla ricerca del piacere. Nietzsche, invece, individua nell'ascetismo un mezzo inaspettato per trovare il piacere nella sofferenza. In Umano, troppo umano (1878) e un decennio dopo, in modo più elaborato e sistematico, nella Genealogia della morale (1887), il filosofo tedesco pretende di pervenire a una valorizzazione post-cristiana dell'afflizione, a una nuova forma di ascesi il cui fine è cancellare in ss stessi, dolorosamente, ogni traccia di ascetismo cristiano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In ascolto del sacro"
Editore: Angelicum University Press
Autore: Antonio Ascione, Dario Sessa
Pagine: 260
Ean: 9788899616335
Prezzo: € 15.00

Descrizione:L'esperienza del Trascendente è così radicata nel cuore dell'uomo da costituire di per sé un fortissimo incentivo allo studio delle sue manifestazioni. In questa prospettiva il presente lavoro tratta il fenomeno religioso nella sua affascinante complessità, analizzando la sua varietà di simboli, miti, riti e dottrine che definiscono quel volume di esperienza che fa dell'uomo essenzialmente un homo religiosus. Il contributo, quindi, si propone di cogliere all'interno dell'amplissima pluralità di manifestazioni dell'Assoluto gli elementi unificanti, servendosi degli strumenti offerti dalla fenomenologia della religione, che ha il compito di comparare e di interpretare tali fatti così come essi si esprimono ("appaiono") all'interno della coscienza dell'uomo. La conclusione è l'esigenza indistruttibile che gli uomini hanno di legare la loro vita a qualcosa di superiore e di sacro, che è una costante storica e non si estingue neppure in contesti di forte secolarizzazione, come quello dell'uomo contemporaneo. Questi, anzi, sembrerebbe aver ancor più bisogno del sacro rispetto all'uomo arcaico, perché, diversamente dal suo antenato, la prospettiva di fondo della sua cultura è oggi ancor più precaria. Pur essendo evoluto e forte di un progresso scientifico e tecno-logico senza precedenti, infatti, l'uomo contemporaneo non solo non sa più andare oltre le barriere del tempo e della mortalità, ma non sa più dare senso e significato alla sua avventura storica, pagando a caro prezzo la disintegrazione dello slancio mistico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU