Utilizza la nuova versione del negozio



RICERCA PRODOTTI

Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Filosofia Della Religione



Titolo: "Jacob Taubes"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Stimilli Elettra
Pagine:
Ean: 9788837233242
Prezzo: € 24.00

Descrizione:La prima monografia, a livello mondiale, tradotta all'estero, ora proposta in nuova edizione con nuova Introduzione. Qual è il rapporto tra le “opere” e la venuta del Messia? Questo è l’orizzonte della riflessione di Jacob Taubes (1923 1987), uno dei maggiori interpreti novecenteschi del messianismo. Il pensiero di Taubes al crocevia della cultura filosofica, teologica, politica del XX secolo: Carl Schmitt, Walter Benjamin, Gershom Scholem.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dizionario dei luoghi del sacro"
Editore: Jaca Book
Autore: Eliade Mircea
Pagine:
Ean: 9788816415409
Prezzo: € 40.00

Descrizione:

Ciò che conta non è anzitutto come è fatto il luogo sacro, ma lo scopo a cui è destinato, la funzione di ponte tra natura e sovranatura che il luogo svolge.

Se per i greci o per gli indiani era un quadrato segnato sul terreno con in mezzo un falò destinato ai sacrifici, di fatto il bisogno dell'uomo di dar evidenza a questi luoghi li ha trasformati nei più straordinari capolavori architettonici della storia. I templi e complessi monumentali delle grandi civiltà euroasiatiche, mediterranee, estremo orientali, delle Americhe o dell'Oceania sono il risultato della volontà di assegnare a quei luoghi di "incontro" tra gli uomini e il loro al di là una straordinaria importanza.

Ne consegue un'estetica e una politica dei luoghi del sacro.

Il volume prende in considerazione le varie religioni e culture in cui si incontrano le tre costanti del sacro: simbolo, rito e mito.

Ogni religione e cultura è affrontata da studiosi tra i più internazionalmente reputati.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La fuga davanti a Dio"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Max Picard
Pagine: 172
Ean: 9788834339008
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Pubblicato nel 1934, in piena epoca nazista, La fuga davanti a Dio riflette il clima storico segnato dal tumultuoso industrialismo, dal culto futuristico della velocità, dalla crisi economica, dal disfarsi dei legami sociali, dalle mattanze delle guerre mondiali e dei totalitarismi. Il pamphlet di Picard descrive con toni quasi apocalittici una modernità in perenne fuga dal divino, dal fondamento dell'essere, dal paradigma stesso dell'esistenza. La sua diagnosi è netta: «Nel mondo della fuga l'uomo non esiste come singolo essere delimitato, ma come coacervo di sensazioni, volontà e azioni continuamente mutevoli». La critica di Picard appare oggi visionaria e anticipatrice. La sua analisi della mobilità inesausta, dell'accelerazione della vita e del continuo cambiamento dei rapporti tra gli esseri umani individua problematiche sollevate da filosofi come Morin, Baudrillard, Virilio, Debord. La sua descrizione del dissolvimento dell'oggettività e dell'avvento di una realtà virtuale e fantasmagorica, costituita da grumi di materiali informativi fluttuanti in un continuum di immagini, ci ricorda la società liquida di Bauman e il dominio mondiale della rete. La lezione di Picard assume un significato particolare per questo nostro tempo: ricentrare l'essere umano intorno ad alcuni nuclei essenziali e imprescindibili, per riconoscere il mondo come donazione, ma anche per riaffermare le ragioni di un principio di umanità da opporre alle forze omologanti che oggi sembrano dominare su scala planetaria. Come scrive Hermann Hesse nel testo che accompagna il saggio di Picard: «Molte sono le ragioni che rendono importante questo libro. È un'opera spaventosa e confortante allo stesso tempo».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il capitalismo e il sacro"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Luigino Bruni
Pagine: 128
Ean: 9788834340158
Prezzo: € 13.00

Descrizione:A dispetto delle apparenze, il capitali­smo non ha eliminato il sacro nel mon­do secolarizzato. È esso stesso diventato una religione, non solo in Occidente, ma ormai su scala globale. Alla sua forma ultima, quella neo-liberista, vie­ne reso un culto indiscusso nella prassi quotidiana di miliardi di persone, i suoi dogmi (consumo in primis, crescita illi­mitata, incentivi, meritocrazia, profitto) vengono pacificamente condivisi, i suoi sacerdoti (i manager) ossequiati, le sue pratiche sacrificali accettate come ine­luttabili, le sue comunità chiesastiche (le imprese) desiderate. La forza cultu­rale del capitalismo odierno si insedia nelle coscienze fino a configurarsi come un'esperienza assoluta e onnipervasiva. Luigino Bruni esplora i profondi intrec­ci tra economia e religione, mercato e spirito, mostrandone le radici arcai­che, le contaminazioni storico-teologiche fino agli esiti sofisticati della società postmoderna. Che cosa ha da dire e fare il cristianesimo di fronte a questa nuova forma del sacro, diven­tata una vera e propria idolatria? La fede biblica ben conosce queste derive dell'umano, tentazione a cui sempre è stata esposta. Ma conosce anche la inestirpabile carica anti-idolatrica che sempre la ha abitata e tenuta in vita. Misericordia, dono, gratuità sono la sua cifra più profonda, un vero antido­to alle tendenze distruttrici di un'eco­nomia diventata idolo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Libertas. Secoli X-XIII"
Editore: Vita e Pensiero
Autore:
Pagine: 480
Ean: 9788834339367
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Medioevo e libertà: solo una provocazione o addirittura una battuta a effetto? Siamo sicuri che prima della Liberté degli illuministi la civiltà europea avesse prodotto solo oppressione e sfruttamento? La risposta non è affatto scontata. L'approccio storico degli autori fa emergere un quadro molto diversificato, da cui risalta non una nozione univoca e astratta di libertà, ma l'esistenza di molte libertates al plurale. In una civiltà per la quale libertà e privilegio si identificano era fondamentale concepire la propria autonomia nel quadro di un disegno provvidenziale e di una verità che da sola poteva rendere davvero l'uomo libero, in quanto capace di vivere e di fare il bene. Le stesse forme di potere, che di quel disegno provvidenziale si consideravano lo specchio terreno, aspiravano a promuovere e a farsi garanti delle libertates che innervavano gli ideali, le pratiche politiche e le strutture sociali di una civiltà alla ricerca perenne di un ordine agognato e mai raggiunto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Venti maestri del secolo breve"
Editore: Jaca Book
Autore: Righetto R.
Pagine:
Ean: 9788816415614
Prezzo: € 18.00

Descrizione:I venti personaggi che l’autore ha intervistato negli ultimi decenni sono figure che si pongono al confine tra poesia e profezia e che esprimono la necessità di un dialogo vitale tra credenti e non credenti, ancor più oggi che tutte le ideologie sono cadute e che i venti del nazionalismo si riaffacciano in maniera inquietante nella nostra Europa. Pensatori come René Girard ed Edgar Morin, Luigi Pareyson e Italo Mancini, Jean Guitton e Nicola Abbagnano, ma anche scrittori come Mario Tobino e Paolo Volponi, fino a intellettuali come Serge Latouche e Salvatore Natoli e cardinali italiani come Carlo Maria Martini e Giacomo Biffi, ci aiutano con le loro sollecitazioni a comprendere meglio il mondo contemporaneo. E a capire che senza l’aiuto della cultura difficilmente potremo uscire dalla crisi, che non è solo economica ma di valori.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Humanitas. 4/2019. Il silenzio nelle religioni del mondo"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 256
Ean: 9788837233358
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Prefazione di Giovanni Filoramo E. Bianchi - F. Sbardella, La parola al non-detto Prassi del silenzio E. Bianchi, Silenzi e omissioni in nome del Buddha. Codifica del non-detto nei codici monastici cinesi M.C. Giorda, Il silenzio è il lessico famigliare monastico? L'esperienza dei monaci del Dominus Tecum A. Herrou, Dall'atmosfera «calorosa e rumorosa» alla quiete. Uso moderato di linguaggio e silenzio presso i monaci taoisti oggi in Cina F. Sbardella, Silenzi e non-detti. Controllo discorsivo nella clausura cattolica contemporanea (Francia, 2006-2014) Narrazioni del silenzio S. Boesch Gajano, Voci nel silenzio. Clamori demoniaci e armonie angeliche nell'agiografia altomedievale M. Garzaniti, Le forme del silenzio. Narrazione agiografica e istruzione spirituale negli scritti del patriarca bulgaro Eutimio (1320/1330- ca. 1402/1409) D. Campo, Raccontare il silenzio. Lo spazio interiore descritto dai monaci buddhisti cinesi Iconografie del silenzio N. Celli, Il silenzio nei dettagli. La formazione dell'iconografia del Vimalakirt?nirde?a nell'arte cinese del V e VI secolo F. Marcattili, Silentium denuntiat. Veli e bavagli tra modelli greci e tradizione romana Parole e silenzio A. Iacovella, Silenzio e linguaggio emblematico nel Kitâb Kashf al-Asrâr 'an Hukm al-Tuyûr wa'l-Azhâr di 'Izz al-Dîn al-Muqaddasî I. Cariddi, La dialettica del silenzio nel Racconto dell' Oasita eloquente e nella letteratura sapienziale egiziana di Medio Regno G. Pellegrini - F. Squarcini, Le dighe e il contadino. Sul silenzio, la parola e la semiosi del dividere nella metodica degli Yogas?tra

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il simbolo apostolico"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Cesare M.
Pagine: 224
Ean: 9788810453179
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Partendo da una preliminare ricerca letteraria e storica che si sofferma a esaminare i contenuti delle diverse professioni di fede, presentando una variegata panoramica delle varianti, lo studio si fonda su una ricostruzione critica del Simbolo Apostolico. Nonostante gli importanti contributi di insigni studiosi, filologi e teologi, per il Credo degli apostoli manca un'edizione critica del testo, a differenza del Simbolo Niceno-Costantinopolitano. La ricerca rappresenta un primo tentativo di fornire un'edizione quanto più esauriente e oggettiva, indaga i diversi testimoni, non sottovalutando il contesto storico-culturale e le implicazioni teologiche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Introduzione alle scienze cognitive delle religioni"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Terrin Aldo Natale
Pagine: 224
Ean: 9788837233198
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Le scienze cognitive e le neuroscienze inaugurano un settore di ricerca nelle scienze delle religioni? Che tipo di comprensione hanno e possono avere del fenomeno religioso? Quali sono le affinità e differenze nel metodo - sperimentale - e nei risultati - empirici - rispetto alle scienze umane? Evitando contrapposizioni e assumendo la prospettiva dei cognitivisti per fare chiarezza sul loro metodo nello studio del "sacro" - più di quanto loro stessi abbiano compiuto finora - l'autore, in prospettiva fenomenologica, cerca di descrivere e confrontare le diverse modalità di ricerca, senza stabilire un ordine gerarchico tra gli esiti ma limitandosi a osservare elementi comuni e categorie ricorrenti. Quando non cade in una deriva del tutto naturalistica, incapace di dar conto della trascendenza, anche lo studio della mente può servire a comprendere il manifestarsi del sacro nell'uomo, e svela inaspettate assonanze con quell'apriori religioso - vissuto ed esperito - di Rudolf Otto, cui l'intero arco della storia e delle scienze della religione novecentesca più o meno velatamente rinvia. Assonanze che invitano ancora a riflettere - e in più modi - sull'esperienza religiosa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' esilio di Dio"
Editore: Qiqajon Edizioni
Autore: Lluís Duch
Pagine: 83
Ean: 9788882275587
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Attualmente ci troviamo davanti a una crisi dell'immagine del Dio della tradizione giudaico-cristiana. Possiamo osservare con molta facilità, nel nostro mondo totalmente secolarizzato e desacralizzato, una notevole presenza dei mille volti di una religione à la carte, una religiosità che prescinde dalle mediazioni sacramentali e morali delle istituzioni religiose. Ma ciò può forse significare che Dio ha smesso di manifestare la sua presenza e di possedere la sua efficacia nella vita privata e pubblica delle persone del xxi secolo? È questo l'interrogativo a cui l'autore cerca di rispondere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Maimonide negli Stati Uniti"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Scordari C.
Pagine: 176
Ean: 9788837233303
Prezzo: € 20.00

Descrizione:È possibile interrogare un pensatore del XII secolo riguardo a istanze contemporanee di libertà di coscienza e pluralismo religioso e ricavarne modelli per comprendere il presente? Dagli anni Sessanta del secolo scorso fino a oggi, molti autori statunitensi di ambiente sia accademico sia rabbinico - quali Joseph Soloveitchik, Marvin Fox, Steven Schwarzschild, David Hartman, Menachem Kellner e Kenneth Seeskin - hanno proposto riletture impegnate, se non "militanti", di Mosè Maimonide (1138-1204). Superando l'interpretazione di Leo Strauss, hanno attualizzato la filosofia di Maimonide per affrontare questioni centrali oggi, come la dialettica tra universalismo etico e particolarismo nazionale o tra umanità, comunità e individuo. Al lettore del filosofo ebreo si propone un percorso ermeneutico di sintesi spirituale, un'integrazione tra ortodossia e laicità, Gerusalemme e Atene, in cui «il perplesso non può che stare nel mezzo».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Manuale di scienze della religione"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Filoramo Giovanni, Giorda M. C.
Pagine: 304
Ean: 9788837233389
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Oggi la religione è una realtà troppo complessa per poter pensare che soltanto una disciplina, qualunque sia, possa esaurirla o che il metodo scientifico, per sua natura riduzionistico, sia di per sé sufficiente a darne conto. Il post-modernismo e l'apporto di nuove discipline hanno messo in crisi la distinzione/opposizione tra spiegazione e interpretazione della religione e i dibattiti sul metodo scientifico hanno contribuito a mettere in luce gli elementi di soggettività presenti inevitabilmente nello studio critico della religione. Ma, prima ancora, è radicalmente mutato, nell'ultimo trentennio, il panorama religioso, dominato oggi dal pluralismo e dal ritorno sulla scena pubblica delle religioni. Tutto ciò induce a considerare in modo diverso lo studio scientifico delle Scienze della religione, che costituiscono in campo conoscitivo in movimento e in continua costruzione e ridefinizione. Ecco perché questo manuale presenta, accanto alle discipline tradizionali, eredi delle scienze umane di matrice illuministica (la sociologia, l'antropologia, la psicologia), altre prospettive, come la teologia, la filosofia, le neuroscienze, la geografia, il diritto comparato delle religioni e l'educazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Uomo tragico, uomo biblico"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Natoli Salvatore
Pagine: 80
Ean: 9788837232955
Prezzo: € 8.50

Descrizione:Se «la costellazione Occidente» nasce dal contaminarsi, scontrarsi e comporsi di varie culture, hanno un particolare rilievo in questo processo la civiltà greca e quella giudaica. La visione che i Greci ebbero del mondo - di cui è emblema la vicenda di Edipo - viene qui designata «metafisica del tragico»: di fronte a una natura violenta e crudele, l'uomo è posto nel gioco spietato della vita e della morte e non può che far fronte al suo destino. Cifra del pensiero giudaico - esemplificato nelle figure di Giobbe e Qoèlet - è invece la «teologia del patto», la cui specificità è l'unico Dio con il quale Israele ha stipulato un'alleanza per sempre che richiede l'osservanza della Legge. Natoli confronta uomo tragico e uomo biblico facendone emergere il tratto comune: la consapevolezza della finitudine umana a fronte dell'indomabile.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La santa violenza"
Editore: Il Mulino
Autore: Gianfranco Ravasi
Pagine:
Ean: 9788815285133
Prezzo: € 14.00

Descrizione:A esplorare l’intreccio incandescente fra religione e violenza ci conduce in queste pagine una guida d’eccezione. Ecco le guerre di Dio, la violenza che reca il marchio sacrale: presente in molti luoghi dell’Antico Testamento, dal conflitto fra tribù alla guerra santa, quasi scompare nei Vangeli, alla luce del dirompente messaggio di Cristo. Poi è la volta del fondamentalismo, «la lettera che uccide», un fenomeno che oggi riguarda soprattutto l’islam, ma che si inscrive anche nella tradizione ebraico-cristiana. Infine, tocchiamo il tema, vivo e lacerante ai nostri giorni, del rapporto con lo straniero: un incontro che può generare esclusione e rigetto, come emerge in vari passi biblici nazionalistici o etnocentrici, ma che può diventare anche dialogo, aprendosi all’universalismo della salvezza e all’uguaglianza di tutti gli esseri umani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Paolo e i filosofi"
Editore: Marietti
Autore: Tiziano Tosolini
Pagine: 176
Ean: 9788821112119
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Il primo incontro di Paolo con i filosofi risale al tempo in cui l'apostolo si trova ad Atene. Incuriositi dai suoi strani discorsi, alcuni epicurei e stoici lo invitano a parlare davanti all'Areòpago, ma quando lo sentono argomentare sulla risurrezione dei morti lo deridono e lasciano la platea. Due millenni più tardi, l'attualità delle lettere paoline riecheggia nella riflessione filosofica che si confronta con la nascita del cristianesimo. Questo volume - che colma un vuoto nella saggistica sul tema - prende in esame le riflessioni di Heidegger, Badiou, ?i?ek, Taubes, Agamben, Foucault, Vattimo e Derrida.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Hermeneutica 2019. Annuario di filosofia e teologia"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 272
Ean: 9788837233280
Prezzo: € 30.00

Descrizione:M. Cangiotti, Introduzione. La questione dell'universale dopo la modernità D. Antiseri, La disputa sugli universali oggi. Una questione filosofico- politica A. Fabris, Universalità e universalizzabilità nell'età del pluralismo M. Marassi, Sull'universalità del senso G. Limone, Che cosa è l'umano? L'universale e il politico M. Serretti, La relazione di paternità F. Botturi, Dell'universale in Giambattista Vico M. Giuliani, La dialettica tra universale e particolare nel pensiero ebraico R. Digilio, Sull'universale etico G. Sansonetti, Universalità e identità moderna F. Merenda - A. Pirni, Charles Taylor: Universalism in Question G. Franchi, L'"universalismo" di Othmar Spann E . Cecchi, La ricerca dell'universale nell'ebraismo francese contemporaneo

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' ampliamento della ragione"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Piegari Giandomenico
Pagine: 72
Ean: 9788868797294
Prezzo: € 8.00

Descrizione:La ricerca teologica contemporanea appare sempre più orientata ad operare una scissione tra cristianesimo e pensiero greco; quest'ultimo sarebbe stato come "aggiunto" arbitrariamente dalla Chiesa alla fede dei primi apostoli e andrebbe dunque rimosso per poter cogliere il messaggio di Gesù nella sua purezza originaria. Per i fautori della separazione tra teologia e lógos greco, la metafisica classica non rappresenta più uno strumento utile a render ragione della fede; essa è, al contrario, una sorta di retaggio obsoleto, un paramento inutile ed ingombrante che risulta, in ultima analisi, solo di intralcio allo sviluppo di una riflessione teologica libera e adulta. Ma le cose stanno veramente così? A partire dal discorso di Papa Benedetto XVI tenuto a Ratisbona nel 2006, l'autore riflette sulla legittimità di questo processo di de-ellenizzazione, analizzandone le origini storiche, le intrinseche incongruenze e le inevitabili ricadute sul pensiero teologico e sul rapporto che lega fede, ragione e conoscenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dizionario delle concezioni religiose"
Editore: Jaca Book
Autore:
Pagine:
Ean: 9788816415577
Prezzo: € 50.00

Descrizione:Mito, simbolo e rito sono le costanti del sacro e dall’alba dell’umanità accompagnano i gruppi umani e i popoli innervando le loro culture. Con la sedentarizzazione, dopo centinaia di migliaia d’anni di storia dell’uomo, nascono le divinità e gli dei. Nel lungo percorso culturale dell’umanità, alle costanti del sacro si accompagnano credenze e concettualizzazioni sino al formarsi di quelle che noi oggi chiamiamo «le grandi religioni» (induismo, buddhismo, taoismo, scintoismo, ebraismo, cristianesimo, islam...). Se al fondo di ogni religione c’è la comunanza dell’homo religiosus, si sviluppano anche rilevantissime diversità (politeismo, monoteismi, dualismo, panteismi, ateismi...). La creatività religiosa dell’uomo ha sviluppato così credenze complesse, sistemi di riferimento per la vita di intere popolazioni che di volta in volta hanno subito crisi e sono stati riformati.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Da Cartesio alla Rivoluzione francese"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Moscone Maurizio
Pagine:
Ean: 9788868797270
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

"La filosofia moderna, dimenticando di orientare la sua indagine sull'essere, ha concentrato la propria ricerca sulla conoscenza umana. Invece di far leva sulla capacità che l'uomo ha di conoscere la verità, ha preferito sottolineare i limiti e i condizionamenti. Ne sono derivate varie forme di agnosticismo e di relativismo, che hanno portato la ricerca filosofica a smarrirsi nelle sabbie mobili di un generale scetticismo".

Giovanni Paolo II, Fides et ratio, n.5

In alcuni scritti di san Giovanni Paolo II è rintracciabile un filo logico che collega la filosofia moderna, in particolare cartesiana, l'Illuminismo, la Rivoluzione francese e le odierne "ideologie del male".

L'analisi filosofico-storica presente in questo libro approfondisce e conferma ciò che scrive il Papa.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Manzoni filosofo"
Editore: Jaca Book
Autore: Muscherà R.
Pagine:
Ean: 9788816415478
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

Quello tra l'autore dei Promessi Sposi e Antonio Rosmini è un dialogo temerario e "provvidenziale" che restituisce al lettore la radicalità del Manzoni filosofo, impegnato a sondare i temi capitali dell'origine del linguaggio, la nascita delle idee e della creazione artistica e la giustizia.

Nel profluvio di studi e iniziative manzoniane, se non è passato completamente sotto silenzio il Manzoni filosofo, non si può dire che abbia avuto una considerazione adeguata. Si tratta di una mancanza non irrilevante, se si pensa al ruolo centrale, in quegli anni di svolte cruciali sia per la cultura «laica» sia per quella cattolica, del dibattito sul problema del linguaggio. Il libro mette a tema e cerca di ricostruire il dialogo, svoltosi per più di un decennio, tra Manzoni e Rosmini. Un dialogo filosofico, che pone il problema del rapporto di un soggetto con la verità di sé. Cosa facciamo quando pensiamo? Qual è il ruolo della parola? Qual è l’origine del linguaggio? Sono queste alcune delle domande che attraversano le discussioni, i dialoghi di questi due grandi uomini e che ci consegnano l’esperienza viva di una meditazione filosofica vera, testimonianza di una amicizia profonda, sincera, schietta, che si fa sempre più intensa, e che, mentre si approfondisce, approfondisce il rapporto dei due amici con la verità.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In nome dell'amore"
Editore: Terra Santa
Autore: Simone Weil
Pagine: 128
Ean: 9788862406772
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Una filosofa di fronte a Cristo. Questo libro contiene le "investigazioni filosofiche e spirituali" della grande scrittrice e mistica sul Vangelo. Una giovane donna attraversa un'epoca di guerre e totalitarismi armata della sua fragilità, della sua intelligenza luminosa, della sua febbrile passione per l'amicizia, la fraternità e la trascendenza. In ognuna di queste pagine vibra una profonda universalità, fondata sulla certezza che il comandamento dell'amore può trasformare gli individui, l'umanità e il mondo. In Simone Weil la fede cristiana fu una tentazione perenne, ma anche una lacerazione interiore, ansia protesa verso una verità superiore raggiungibile soltanto con la generosità, il distacco, la passione per tutto ciò che è povero, debole e folle.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Della libertà"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Renato Pilutti
Pagine: 60
Ean: 9788893184533
Prezzo: € 6.00

Descrizione:

La liberta e spesso declinata al plurale, oppure viene intesa in senso molto relativistico, banalizzante, e non precisamente in-relazione tra concetti e enti diversi – la liberta e un fare-cio-che-si-vuole, oppure un volere-cio-che-si-fa? Un esempio: si puo dire che non e vero che un matrimonio coincide con un’unione civile, poiche matrimonio significa etimologicamente “ufficio della madre”, e non sempre nelle unioni civili vi e una madre. Anche al tema della liberta l’autore desidera dare un contributo alla chiarificazione logico-razionale dei concetti e di un linguaggio in generale sempre piu rilassato, sciatto, semplificato e banalizzante.

Note sull'autore

Renato Pilutti, teologo e filosofo pratico (PhD), e autore di diverse pubblicazioni e articoli scientifici. Segue come consulente delle Proprieta e della direzione diverse aziende, ed insegna in ambienti d’impresa e accademici.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' inattingibile. Verso una filosofia della religione"
Editore: Jaca Book
Autore: Frank Semen L.
Pagine:
Ean: 9788816415454
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Per Frank la filosofia è per sua essenza testimonianza ed espressione dell’esperienza, in ultima istanza incontro con Dio, realtà inattingibile. Dalla gnoseologia, alla teologia naturale, dalla critica della teoria marxiana all’etica sociale della sobornost, Frank, uno dei maggiori, se non il più grande, dei filosofi spiritualisti russi, dipana nelle pagine del suo capolavoro una concezione globale dell’essere e un sistema filosofico che aspira ad armonizzare le esigenze più profonde e apparentemente contrastanti di ragione e cuore, fede e intelletto. Alla base del pensiero di Frank, seguace di Solov’ev e ispirato da Plotino e Cusano, è il concetto di filosofia perenne, che precede la suddivisione tra pratico ed etico. “Per mezzo dell’inattingibile attingiamo l’inattingibile”: secondo la tradizione, la filosofia russa non cerca una verità spassionata, ma una verità che migliori il mondo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Modernità e cambio epocale"
Editore: LAS Editrice
Autore: Moral José Luis
Pagine: 292
Ean: 9788821313493
Prezzo: € 19.00

Descrizione:È la cultura a determinare in grande misura le nostre idee e i nostri comportamenti: lo si può affermare tanto nel caso di chi l’accetta come di chi invece l’attacca. Ecco perché il cambio epocale comporta logicamente un certo disorientamento generale del pensiero e della condotta, mentre si cerca di attivare tutti i processi d’interpretazione necessari per arrivare a una comprensione in grado di orientarci nella ricostruzione culturale in atto. Questo libro intende situarsi in tale ottica interpretativa, con il vivo desiderio di raggiungere l’obiettivo espresso nel sottotitolo: mostrare alcune «prospettive culturali e teologiche contemporanee». È però nel titolo, «Modernità e cambio epocale», la chiave dell’analisi, in quanto è proprio alla modernità che si deve attribuire l’assalto e demolizione del sistema più o meno fisso dei valori e delle finalità che credevamo possedere. In ogni caso, per comprendere il nostro presente, dobbiamo partire dall’Illuminismo moderno che, senza dubbio, costituisce la rivoluzione più significativa del mondo occidentale; in simile impresa, ancora risultano illuminanti le parole di I. Kant che invitano a uscire dallo stato di minorità: «Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza!».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nessun Dio è mai sceso quaggiù"
Editore: Carocci
Autore: Marco Zambon
Pagine: 552
Ean: 9788843095858
Prezzo: € 46.00

Descrizione:L'espansione del cristianesimo nell'Impero romano, tra II e VI secolo, è stata accompagnata da un processo multiforme di selezione, interpretazione e appropriazione del patrimonio culturale greco-latino da parte di coloro che si erano convertiti alla nuova religione o erano nati in essa. Tale processo ha provocato la reazione, spesso diffidente o ostile, delle persone comuni, delle autorità e degli intellettuali. Il libro si occupa delle ragioni per le quali, nel corso dell'età imperiale, un buon numero di filosofi di tradizione platonica ha preso posizione contro i cristiani e composto anche scritti destinati a confutarne la dottrina. Contro la pretesa dei cristiani di essere anch'essi filosofi, anzi, gli unici, i platonici loro avversari obiettavano che il cristianesimo è per sua natura una dottrina non filosofica, sia perché fondato sulla fede (quindi irrazionale), sia perché i suoi contenuti sono contraddittori e, in ciò che hanno di vero, non fanno che copiare insegnamenti provenienti da tradizioni più antiche e autorevoli, mentre, in ciò che hanno di originale, sono del tutto falsi e insensati.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU