Utilizza la nuova versione del negozio



RICERCA PRODOTTI

Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Eutanasia



Titolo: "Le cure che voglio, le cure che non voglio"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Gabriele Semprebon
Pagine: 208
Ean: 9788892220041
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Cosa si intende oggi per "fine vita"? Gli "attori" di questa fase estrema dell'esistenza sono diversi. C'è il paziente, ovviamente, ma anche i medici, i parenti o eventualmente l'amministratore di sostegno o il curatore: tutte persone chiamate a confrontarsi con i medici e prendere decisioni sulle cure che dovranno essere offerte alla persona in condizioni di salute irreversibili. La legge 219/2017 - entrata in pieno vigore proprio nel corso di quest'anno - offre ai cittadini la possibilità di predisporre una Dichiarazione Anticipata di Trattamento (DAT), che dia vincolanti indicazioni a proposito delle "cure" che vogliamo ci siano applicate nel caso ci trovassimo di fronte al nostro fine vita senza poter assumere direttamente le decisioni che ci riguardano. Questo libro fa chiarezza su tutti gli elementi della questione del fine vita e ci aiuta a riflettere e a decidere per tempo a proposito delle cure che vogliamo e di quelle alle quali siamo convinti di voler rinunciare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fine vita. Verità e menzogne"
Editore: Mimep-Docete
Autore: Michele Aramini
Pagine: 240
Ean: 9788884245625
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Accurato e documentato studio su tutto ciò che ruota intorno al tema dell’eutanasia, d a un excursus storico sul mondo greco e romano alle vicende drammatiche dei regimi totalitari del 1900 ai progressi della medicina oggi. L’uso stesso delle parole è cambiato, lo stesso termine può avere vari significati.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Licenza di uccidere"
Editore: ESD Edizioni Studio Domenicano
Autore: Giacomo Rocchi
Pagine:
Ean: 9788870949872
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

Sono state depositate in Parlamento diversi disegni di legge sul cosiddetto fine-vita. Di fronte alla malattia e alla vecchiaia ciò che conta davvero è decidere da soli quello che dovrà succedere? Il Parlamento con la legge 219/2017 sulle disposizioni anticipate di trattamento ha garantito nuovi diritti, in modo che nessuno possa decidere per noi e la nostra dignità sia garantita in ogni situazione?

Queste pagine tentano di dimostrare che i disegni di legge appena depositati e la legge 219/2017 stanno introducendo l’opposto di quanto ufficialmente dichiarato, l’opposto dell’autodeterminazione e della dignità.

Sarà di nuovo possibile un altro “Caso Englaro”? Cosa sarebbe successo ad Alfie Evans con questa legge? Il processo per il suicidio di DJ Fabo renderà i medici degli assassini per legge? E soprattutto, il Parlamento, concedendo una “licenza di uccidere” in certi casi, non avrà mica pensato a ciascuno di noi, diventati vecchi e malati? Come ci difenderemo? Chi ci aiuterà? Forse è meglio iniziare ad informarsi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Eutanasia e morale"
Editore: Editrice Domenicana Italiana
Autore: Giuseppe Summa
Pagine: 96
Ean: 9788894876338
Prezzo: € 9.00

Descrizione:

In queste pagine l'Autore espone in modo sintetico i termini di un dibattito, antico quanto attuale, su un argomento di vitale importanza: l'eutanasia. Prima vengono offerti dei cenni storici, poi vengono passate in rassegna le motivazioni a favore, le posizioni delle Scienze umane e, infine, i pronunciamenti del Magistero ecclesiale.

Summa Giuseppe

Presbitero, ha compiuto gli studi teologici istituzionali (5 anni) prima a Fano (PU) e poi in Ancona. Si e dedicato, con passione e competenza, fin dall'inizio del suo ministero, alla catechesi per gli adulti.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nascere vivere e morire oggi"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Carmine Arice, Chiara D'Urbano, Tonino Cantelmi
Pagine: 144
Ean: 9788831549509
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Il volume cerca di dare cornici di senso in cui inserire i dibattiti odierni su vita e morte. Pur considerando le evoluzioni in corso, gli autori ritengono che ci siano paradigmi umani non suscettibili di "aggiornamento". Il 1° cap. La dignità del nascere ripercorre le evoluzioni culturali e legislative dall'aborto alla fecondazione in vitro, all'utero in affitto (o maternità surrogata). Il 2° cap. La dignità del morire presenta le forme attuali di morte indotta, considerando la situazione giuridica in Italia, e sostiene un'etica dell'accompagnamento alla morte. Nel 3° cap. Dal generare al morire: per un recupero dell'umano si evidenzia che reagire alla crisi antropologica significa affermare la dignità umana (soprattutto quella di chi è in condizioni precarie) come valore assoluto che nessuno può togliere o misurare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sorella morte"
Editore: Piemme
Autore: Vincenzo Paglia
Pagine: 288
Ean: 9788868368517
Prezzo: € 10.90

Descrizione:C'è contrapposizione fra "buona morte" e "dolce morte"? E allora: dove comincia e dove finisce la dignità del vivere e del morire? In Europa e nel mondo sono in crescita i Paesi che hanno approvato una legge sull'eutanasia e sul suicidio assistito. Il "diritto alla vita" presume anche un "obbligo alla vita"? E con quale prerogativa - affermano i fautori dell'eutanasia - la società vieta a uno di voler morire se liberamente lo sceglie? Monsignor Paglia - uno dei più autorevoli esponenti della Chiesa di Francesco, consigliere spirituale della Comunità di Sant'Egidio e Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia - affronta con estrema delicatezza e lucidità tutti gli aspetti legati al "fine vita" che continuano a suscitare aspri confronti in Italia e nei paesi europei. In un saggio che farà discutere, l'autore insiste sulla necessità di allargare gli orizzonti evitando gabbie ideologiche o ambigue urgenze legislative. Sono in campo profonde dinamiche affettive, culturali e spirituali e sarebbe riduttivo trattare i problemi al di fuori di una visione umanistica e sapienziale. Paglia non disdegna di mettere in guardia un Occidente che pare aver posto nel dimenticatoio alcune grandi verità: ogni persona, unica e irripetibile, è patrimonio dell'umanità; gli anziani e i morenti possono insegnarci qualcosa fino all'ultimo respiro; a nessuno piace morire dimenticato; solo accettando il traguardo della morte - che tutti ci affratella - potremo avere una vita intensa, feconda di relazioni personali autentiche e di valori umani condivisi, una vita degna di essere vissuta, fino alla fine.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sull'eutanasia. Testi e commenti"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Congregazione per la Dottrina della Fede
Pagine: 128
Ean: 9788820998028
Prezzo: € 8.00

Descrizione:Il volume ripropone la Dichiarazione sull'eutanasia Iura et bona, promulgata dalla Congregazione per la Dottrina della Fede il 5 maggio 1980, previa approvazione di Giovanni Paolo II. Il testo della Dichiarazione, in versione italiana e latina, è preceduto da una Nota introduttiva dell'attuale Prefetto, il cardinale Gerhard Müller. Vengono poi ripubblicate anche le Risposte a quesiti circa l'alimentazione l'idratazione artificiali, sempre in italiano e latino del 1° agosto 2007. Con la relativa Nota di commento, così come il Discorso di Giovanni Paolo II ai partecipanti al Congresso Internazionale su «I trattamenti di sostegno vitale e lo stato vegetativo. Progressi scientifici e dilemmi etici», del 20 marzo 2004, cui la citata Nota di commento si richiama in modo esplicito. Seguono, infine, alcuni commenti di Esperti, volti ad approfondire le tematiche fondamentali presenti nella Dichiarazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Morire felici?"
Editore: Rizzoli
Autore: Hans Küng
Pagine: 157
Ean: 9788817080576
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

"Per me morire felici non significa morire senza malinconia né dolore, bensì andarsene consensualmente, accompagnati da una profonda soddisfazione e dalla pace interiore. Del resto, è questo il significato della parola greca eu-thanasia: 'morte felice', 'buona', 'giusta', 'lieve', 'bella'." In queste pagine uno tra i massimi teologi cattolici del nostro tempo, il grande ribelle Hans Küng, prende posizione su un argomento delicato e a lungo tabù, ribadendo con grande forza la sua posizione: il diritto di decidere quando morire non è in contraddizione con la fede e con il rispetto della vita perché il Dio cristiano è un Dio caritatevole e misericordioso, non un crudele tiranno che vuole per i suoi figli la sofferenza fine a se stessa. Le parole di Küng - da tempo membro dell'associazione elvetica "Exit", forse la più nota organizzazione al mondo che accompagna i malati inguaribili che desiderano essere aiutati a morire - smuovono definitivamente le acque del grande dibattito, perché per la prima volta un teologo cattolico si esprime apertamente a favore dell'eutanasia. La malattia del fratello Georg, ucciso a ventitré anni anni da un tumore cerebrale, i casi di premorte studiati dalla dottoressa Kübler-Ross e la demenza del collega e amico Walter Jens sono state le esperienze chiave che lo hanno portato alla convinzione che morire dignitosamente sia un diritto inalienabile.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Non resistere non desistere"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Lucio Romano
Pagine: 138
Ean: 9788849831573
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Eutanasia, testamento biologico, dichiarazioni anticipate di trattamento, accanimento terapeutico, cure palliative, stati vegetativi. Da alcuni anni queste parole fanno stabilmente parte del dibattito pubblico, politico e sociale relativo al fine vita e alle condizioni di massima fragilità. L'intento di questo volume è quello di approfondire e confutare i falsi miti della "buona morte", dando risposta fondata alle domande di senso che realizzano e costituiscono la questione antropologica. Esistono malattie inguaribili, ma non esistono malattie incurabili: la condivisione della fragilità restituisce a chi soffre la fiducia e il coraggio a chi si prende cura dei sofferenti. "Resistere" quando non c'è più nulla da fare è vano; parimenti "desistere" quando invece ci sarebbe ancora spazio di cura, è una grave omissione. La vera libertà per tutti, credenti e non credenti, è quella di scegliere a favore della vita, perché solo così è possibile costruire il vero bene delle persone e della società.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un tempo per vivere e un tempo per morire"
Editore: Claudiana
Autore: Consiglio della Comunione di chiese protestanti in Europa
Pagine: 104
Ean: 9788870169249
Prezzo: € 9.80

Descrizione:Documento del Consiglio della Comunione di chiese protestanti in Europa per orientarsi nelle decisioni che accelerano la morte e nell'accompagnamento dei morenti

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gloria Polo"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Irene Corona
Pagine:
Ean: 9788861385184
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Gloria era clinicamente morta. Se Dio non le avesse dato una seconda possibilità, sarebbe andata all’Inferno. Dio l’ha salvata e le ha affidato una missione dicendole: “Tu stai per tornare (sulla terra) e darai la tua testimonianza non mille volte, ma mille volte mille volte. E sventura a quelli che non cambieranno vita dopo aver inteso la tua testimonianza, perché essi saranno giudicati più severamente, come te quando ritornerai qui un giorno; lo stesso per i miei consacrati, i sacerdoti, perché non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ma che cosa ho di diverso?"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Mario Melazzini
Pagine: 112
Ean: 9788821573804
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Diritto di morire o libertà di vivere? Eutanasia o accanimento terapeutico? Autodeterminazione o alleanza? Il confronto serio e costruttivo con tutti i protagonisti del dibattito in corso passa da una condizione preliminare: intendersi sulle parole. Mario Melazzini, noto al grande pubblico per i suoi interventi su questi temi, contro una certa “bioetica laicista”, più volte intervistato in TV in soprattutto in occasione del “caso Welby”, è malato di SLA ma non vuole morire: “Io non ho mai sentito dire a dei malati che hanno provato sulla loro pelle determinate situazioni: non voglio che mi sia fatto questo trattamento, voglio morire a tutti i costi”. Secondo Melazzini, che in questo libro riflette sui pregiudizi del dualismo “sano/malato”, siamo di fronte ad una società folle, che ha perso di vista la posta in gioco, il senso del vivere e del morire. Al fondo del dibattito sta il vero problema, la disabilità come nuova frontiera della giustizia: “Perché noi disabili non possiamo essere liberi di vivere? Perché le nostre città sono disseminate di barriere architettoniche? Questo dimostra che siamo di fatto degli emarginati. La fragilità e la malattia diventano veicoli di isolamento sociale”.

Destinatari
Ampio pubblico

L’autore
Mario Melazzini è nato a Pavia il 10 agosto del 1958. Il 17 gennaio 2003 gli viene confermata la diagnosi di SLA, Sclerosi Laterale Amiotrofica, che lo obbliga ad affrontare un lungo percorso verso l’accettazione dei propri limiti, sia come uomo che come malato, ed a raggiungere la consapevolezza che a volte può accadere che una malattia che mortifica e limita il corpo possa rappresentare una vera e propria medicina per chi deve forzatamente convivere con essa senza la possibilità di alternative. Tra i vari incarichi che ricopre ricordiamo quello di Presidente della Consulta Ministeriale delle Malattie NeuroMuscolari. Dall’aprile 2006 è Presidente Nazionale AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) e dal novembre 2008 è Presidente di AriSLA (Agenzia Nazionale di ricerca sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica). È autore di diverse pubblicazioni scientifiche. Per le edizioni San Paolo ha pubblicato: Ma che cosa ho di diverso? Conversazioni sul dolore, la malattia e la vita (2009) e Io sono qui (2011).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fino a quando?"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Picozzi Mario, Consolandi Vanna, Siano Silvia
Pagine: 144
Ean: 9788821572661
Prezzo: € 12.50

Descrizione:

"Il quesito "fino a quando" allude alla valutazione della possibilità di rinunciare a un trattamento attraverso il rifiuto ad iniziarlo o la sua sospensione. L'azione omissiva ordinariamente concorre, anche se non in via esclusiva, ad abbreviare la vita di una persona. Tale atto può essere considerato eutanasico, ossia manifesta la volontà di porre fine alla vita di una persona? Se vi è una condivisione sull'affermazione generale che non ogni atto di rinuncia configura un'azione eutanasica, aperto è il dibattito sui criter i che consentono la distinzione fra i due gesti, rendendo l'uno moralmente e giuridicamente accettabile, l'altro riprovevole e da perseguire penalmente. Questa appare essere oggi la questione seria, sia eticamente che giuridicamente, intorno alle problematiche legate alle fasi finali della vita". (Dalla Prefazione)

DESTINATARI
Ampio pubblico.

GLI AUTORI
Mario Picozzi è professore associato pressol’Università degli Studi dell’Insubria. Con le Edizioni San Paolo ha pubblicato Gianna Beretta Molla. La vita di famiglia come vocazione (2007).Vanna Consolandi Silvia Siano



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il caso Englaro"
Editore: ESD Edizioni Studio Domenicano
Autore: Giacomo Rocchi
Pagine: 128
Ean: 9788870947298
Prezzo: € 9.50

Descrizione:Accanimento terapeutico? Oppure uccisione di una disabile che non ha chiesto di morire e che ha subito la morte a causa della sua condizione, ritenuta indegna di essere vissuta? Un affare privato o una vicenda che riguarda tutti?Una donna che era già morta diciassette anni fa? Davvero aveva chiesto di essere uccisa?Un padre che rispetta la volontà della figlia o che vuole farla morire per le proprie convinzioni?E i giudici: hanno applicato la Costituzione e le leggi ohanno pronunciato una ingiusta condanna a morte?Un processo giusto o iniquo?Molti sono i dubbi che nascono dalla vicenda di Eluana Englaro, molte le domande che bruciano: non possiamo voltare le spalle per non riflettere su ciò che è accaduto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Eutanasia. Della dignità del morire nell'epoca della tecnologia"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Pessina Adriano
Pagine: 118
Ean: 9788882723019
Prezzo: € 12.50

Descrizione:Il termine eutanasia, molto usato oggi e spesso al centro di numerosi dibattiti, non significa soltanto ''buona morte'', ma indica diverse pratiche mediche spesso confuse tra loro. L'autore nei vari capitoli del volume cerca di spiegare i molteplici aspetti del termine eutanasia, cercando soprattutto di fare chiarezza su un tema assai dibattuto. Accanto al tema dell'eutanasia l'autore analizza il concetto di vita, di morte, e di cosa attende l'uomo dopo la morte fisica. Parlare di eutanasia e' un modo per parlare dell'uomo, delle sue paure e delle sue speranze, per provare a dare risposte a domande che la ragione pone ma di cui a volte non da' soluzioni facilmente accettate.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Contro l'eutanasia"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Israël L.
Pagine: 120
Ean: 9788871806716
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Dobbiamo accettare l'eutanasia per le persone affette da malattie incurabili? Chi può decidere di porre fine alla vita di un uomo? Chi soffre di più, il malato o coloro che lo circondano? In un momento in cui l'eutanasia è al centro di un aspro dibattito anche nel nostro paese, la voce autorevole di Lucien Israël - un uomo di scienza, un laico, un non credente - ci invita a riflettere, qualunque siano le nostre convinzioni e anche a costo di mettere in dubbio le opinioni più accreditate.Israël ha dedicato tutta la sua vita alla lotta contro il cancro, la sofferenza e la morte. Ha vinto tante battaglie, altre le ha perse e ha accompagnato molti esseri umani negli ultimi mesi e giorni della loro esistenza. Per questo sa di cosa parla quando si interroga, e ci interroga, sui problemi di fine vita.Per lui l'eutanasia non è né un gesto d'umanità né un atto di compassione, ma un progetto che mette in discussione la professione medica e, più in generale, il legame simbolico tra le generazioni. Non solo il medico ha il dovere di non arrendersi alla morte, ma deve anche infondere al suo paziente speranza, fiducia, voglia e forza di lottare. E anche quando la sua vita volgerà al termine, dovrà sempre trasmettergli il senso profondo della sua «arte», che è quello di «prendersi cura» di chi gli si affida. Perché esistono malattie inguaribili, ma non esistono malattie incurabili.D'altra parte, l'esperienza dimostra che non è quasi mai il paziente a chiedere di «farla finita», ma le persone sane che lo circondano e non sopportano più il confronto diretto con la sofferenza e la morte, che risvegliano le loro paure ancestrali.Anche l'enfasi con cui da qualche tempo si promuove il cosiddetto «testamento biologico» è piuttosto sospetta. Di certo esprime la domanda di chi sta bene e non vorrebbe mai abbandonare questa condizione.Nelle nostre società ci sono tanti anziani, tante pensioni da pagare, tante cure da prestare, e nella mente di Lucien Israël si insinua un dubbio inquietante e provocatorio: e se l'eutanasia (con tutto ciò che vi ruota intorno) fosse una «soluzione economica», una risposta tecnica a un problema pratico, celata dietro la nobile richiesta di una morte dignitosa?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Davanti alla morte. Medici e pazienti"
Editore: Laterza
Autore: Nuland Sherwin B.
Pagine: X-137
Ean: 9788842080114
Prezzo: € 7.00

Descrizione:La prima funzione del medico consiste nel curare la malattia e prolungare la vita oppure nell'alleviare la sofferenza umana? Nell'assoluta maggioranza dei casi le due funzioni coincidono. Ma cosa accade quando non si può né curare né prolungare la vita e il medico si trova davanti a una sofferenza che sembra incontrollabile? Nuland affronta uno dei problemi etici più dibattuti di questo tempo, l'eutanasia, e la natura del coinvolgimento che sta alla base del guarire.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scelgo di morire? Eutanasia, accanimento terapeutico, eubiosia"
Editore: ESD Edizioni Studio Domenicano
Autore: Pertosa Alessandro
Pagine: 246
Ean: 9788870946130
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Ragionare sulla morte è un'impresa complessa ed al contempo una sfida cui non possiamo sottrarci. È un'impresa perché l'evento-morte sfugge alla nostra immediata comprensione ed è al contempo una sfida perché è davvero in questa fuggevolezza che si gioca il proprium dell'umano.Qual è il limite tra eutanasia e accanimento diagnostico-terapuetico? Cosa è l'eubiosia? Come soccorrere un malato che non possiamo curare?Vivere? Cosa significa? Al termine della lettura sopravvive il motivo di fondo che anima questo lavoro: non è importante come si muore, bensì è di gran lunga più rilevante come si è vissuto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Eutanasia e magistero della Chiesa"
Editore: Chirico
Autore:
Pagine: 224
Ean: 9788889227602
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Le brevi considerazioni qui offerte si pongono accanto al costante insegnamento della Chiesa, la quale, sforzandosi di essere fedele al suo mandato di "attualizzare" nella storia lo sguardo d'amore di Dio per l'uomo, soprattutto quando è debole e sofferente, continua ad annunciare con forza il Vangelo della vita, certa com'è che, nel cuore di ogni persona di buona volontà, esso possa risuonare ed essere accolto: tutti, infatti, siamo invitati a far parte del "popolo della e per la vita".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lasciatemi morire"
Editore: Rizzoli
Autore: Welby Piergiorgio
Pagine: 146
Ean: 9788817015677
Prezzo: € 9.00

Descrizione:"Non supererà i vent'anni." È la sentenza del medico che, nel 1963, diagnostica a Piergiorgio Welby la distrofia muscolare progressiva. Ma si sbaglia. Piergiorgio attraversa gli anni Sessanta e Settanta abbandonandosi a ogni sorta di eccesso per dimenticare il proprio destino. Si sposa e aspetta, la fine, che non arriva. Negli anni Ottanta perde l'uso delle gambe. Poi l'ultimo stadio: insufficienza respiratoria. Va in coma. Si risveglia nel reparto rianimazione dell'ospedale Santo Spirito, tracheostomizzato, immobilizzato. Da allora respira con l'ausilio di un ventilatore polmonare, comunica mediante un computer. Soffre. E chiede il diritto di morire. Anche in un appello diretto al presidente della Repubblica, il 22 settembre 2006. È uno scandalo nazionale. Negli ultimi anni, ha fatto sentire la sua voce sul sito dei Radicali italiani, dove ha aperto un forum dedicato all'eutanasia, che oggi conta più di 17.000 interventi. Lucidità, cinismo e poesia sono le scialuppe di salvataggio a cui si affida nella sua quotidianità di "condannato a vita". Sono anche gli ingredienti di questo libro che è diario, testimonianza, denuncia dei luoghi comuni alimentati dall'opportunità politica e dal dogmatismo religioso. E che non rinuncia all'attualità, ricordando le strumentalizzazioni che hanno segnato le vicende recenti: Terri Schiavo in America, Vincent Humbert in Francia, e in Italia il caso ancora aperto di Eluana Englaro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Eutanasia. Spunti per un dibattito"
Editore: Ancora
Autore: Aramini Michele
Pagine: 160
Ean: 9788851403386
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Nel testo vengono prese in considerazione le ragioni pro e contro la legalizzazione dell'eutanasia. Il percorso inizia la storia dell'eutanasia e la chiarificazione dei termini: eutanasia, accanimento terapeutico, "morire degnamente". Subito dopo l'autore si interroga sui fattori che spingono a chiedere l'eutanasia e sulle scelte dei paesi in cui si è deciso di praticarla, in particolare l'Olanda. Si passa quindi ad esaminare le ragioni teoriche a favore: la posizione della Chiesa cattolica viene presentata insieme alle critiche che il pensiero laico le rivolge. Infine si traggono alcune possibili conclusioni e risposte alla domanda se esistano vere e praticabili alternative all'eutanasia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Eutanasia. Sofferenza e dignità al crepuscolo della vita"
Editore: Ares Edizioni
Autore:
Pagine: 208
Ean: 9788881553204
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Composto con il contributo di esperti internazionali dei diversi ambiti coinvolti sul dibattito circa la "dolce morte", questo libro fa il punto - rigorosamente documentato - su quello che certamente è uno degli snodi culturali e sociali del secolo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il dibattito sull'eutanasia. Prospettive bibliche"
Editore: GBU
Autore: Riccioni Graziano
Pagine: 130
Ean: 9788888270661
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Alla base delle differenti opinioni degli studiosi e della gente comune sul tema dell'eutanasia, c'è un diverso approccio alla vita, alla morte e alla sofferenza. In questo libro l'Autore illustra il contributo della Bibbia a questi temi. Infatti, la visione biblica della vita, della morte e della sofferenza permette di comprendere l'estensione del sesto comandamento (non uccidere) anche alla pratica eutanistica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sulle orme di Endimione. Una riflessione sociologica sull'eutanasia"
Editore: Franco Angeli
Autore: Sannella Alessandra
Pagine: 192
Ean: 9788846450265
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Con il processo di secolarizzazione attuato nelle società occidentali, i tabù della procreazione come quelli della morte subita e vissuta nella dignità non valgono più. Un problema è stato sollevato, quello di sapere se il detentore dell'esistenza può rinunciarvi. L'attore sociale è costituito dalla sua identità; volerne disporre con il suicidio o con l'eutanasia programmata, è in qualche modo distaccarsene. L'atto di colui che mette fine ai suoi giorni con il pretesto che ha vissuto abbastanza conferma il valore assoluto della vita. La rimozione culturale della morte, che è tipica del nostro tempo, così come la sua esclusiva medicalizzazione, costituiscono pertanto uno dei problemi più rilevanti per la riflessione sociologica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Alle frontiere della vita. Eutanasia ed etica del morire [vol_2]"
Editore: Rubbettino Editore
Autore:
Pagine: 426
Ean: 9788849805826
Prezzo: € 27.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU