Utilizza la nuova versione del negozio



RICERCA PRODOTTI

Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Imitazione Di Cristo



Titolo: "Imitazione di Cristo"
Editore: Ancora
Autore: Anonimo
Pagine: 398
Ean: 9788851419448
Prezzo: € 20.00

Descrizione:L'Imitazione di Cristo (De Imitatione Christi) è, dopo la Bibbia, il testo più diffuso di tutta la letteratura cristiana occidentale. Nata in un contesto monastico, l'opera ha per oggetto la via da percorrere per raggiungere la perfezione spirituale, seguendo le orme di Gesù. Come ricorda padre Antonio Gentili nell'introdurre il volume, «se è vero che il nostro testo è stato scritto da un monaco per dei monaci, è altrettanto vero - e lo dimostra la sua diffusione in ogni categoria di persone - che il suo messaggio riveste una portata universale e di perenne attualità». In questa nuova traduzione il testo è proposto con un'originale scansione tipografica, che si può definire "ritmica": i paragrafi che compongono il testo sono infatti disposti come fossero versetti di un Salmo. Questo tipo di presentazione grafica è un invito a rallentare la lettura e ad approfondire il senso di ciascun versetto, favorendo la meditazione e la preghiera.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Imitazione di Cristo"
Editore: Mimep-Docete
Autore:
Pagine: 496
Ean: 9788884244024
Prezzo: € 7.00

Descrizione:Primo volume della nuova collana "Il soffio dello spirito", una serie di libri utili all'edificazione spirituale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'imitazione di Cristo"
Editore: Shalom
Autore: Aa. Vv.
Pagine: 448
Ean: 9788884044433
Prezzo: € 5.00

Descrizione:

Contenuti del libro "L'imitazione di Cristo":
LIBRO I:Esortazioni utili per la vita dello Spirito.
LIBRO II:Esortazioni che introducono alla vita interiore.
LIBRO III:La consolazione interiore.
LIBRO IV:Il Sacramento dell’altare. 

L’imitazione di Cristo, un piccolo gioiello di teologia ascetica e mistica del tardo Medioevo, non è da leggere, ma da meditare e assaporare piano piano. Se si accetta di imitare Gesù, la vita di una persona può cambiare radicalmente. Maturato in ambiente monastico, di questo ambiente conserva la fragranza: tratta della perfezione della vita cristiana... È stato certamente il testo di letteratura religiosa più diffuso per secoli nel popolo cristiano d’occidente. Ha formato schiere di santi (da sant’Ignazio di Loyola a san Carlo Borromeo, da santa Teresa d’Avila a santa Teresa di Lisieux, da san Giuseppe Cottolengo a san Giovanni Bosco e santa Maria Mazzarello) ed è stato sempre raccomandato dai papi, da san Pio V a san Pio X, da san Pio XI a san Giovanni XXIII. L’hanno apprezzato anche uomini di cultura lontani dalla Chiesa e letterati e scienziati insigni, da Corneille a Voltaire, da Ampère a Retté, da Papini a Merton.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Imitazione di Cristo"
Editore: Garzanti Libri
Autore:
Pagine: 332
Ean: 9788811650010
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

L'"Imitazione di Cristo", testo devozionale scritto alle soglie dell'età moderna la cui paternità è ancora oggetto di discussione, ha goduto nel corso dei secoli di una straordinaria fortuna, fino a essere definito come il libro più apprezzato della cultura occidentale dopo la Bibbia. Trattato di iniziazione alla vita ascetica basato sulla profonda devozione alla figura di Cristo, insegna il distacco dal mondo, il raccoglimento interiore e la dedizione a Dio di fronte alla caducità dell'esistenza umana. Fondamentale per la comprensione del cristianesimo medievale, della via ascetica lungo la quale molti credenti si sono avventurati, del misticismo moderno, l'"Imitazione di Cristo" è un testo eterno, che sa offrire il conforto dello spirito, anche al più disincantato lettore di oggi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'Imitazione di Cristo"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore:
Pagine: 240
Ean: 9788821594816
Prezzo: € 7.90

Descrizione:

Dopo la Bibbia, l'Imitazione di Cristo è il testo religioso più diffuso della letteratura cristiana occidentale. L'opera è anonima, ma vari studi hanno indicato in Tommaso da Kempis o in Jean Gerson il possibile autore. Ai suoi insegnamenti si sono formate figure come Teresa di Lisieux, Jacques-Bénigne Bossuet (che la definì "il quinto Vangelo-), Giovanni XXIII e Benedetto Giuseppe Labre. Questo grande classico della spiritualità viene qui riproposto in una nuova traduzione dal latino che si distingue per lo sforzo di svincolare l'opera dal contesto strettamente religioso e di cercare un linguaggio più universale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'imitazione di Cristo"
Editore: Shalom
Autore: Autori Vari
Pagine: 448
Ean: 9788886616300
Prezzo: € 9.00

Descrizione:L’imitazione di Cristo, un piccolo gioiello di teologia ascetica e mistica del tardo Medioevo, non è da leggere, ma da meditare e assaporare piano piano. Se si accetta di imitare Gesù, la vita di una persona può cambiare radicalmente. Maturato in ambiente monastico, di questo ambiente conserva la fragranza: tratta della perfezione della vita cristiana... È stato certamente il testo di letteratura religiosa più diffuso per secoli nel popolo cristiano d’occidente. Ha formato schiere di santi (da sant’Ignazio di Loyola a san Carlo Borromeo, da santa Teresa d’Avila a santa Teresa di Lisieux, da san Giuseppe Cottolengo a san Giovanni Bosco e santa Maria Mazzarello) ed è stato sempre raccomandato dai papi, da san Pio V a san Pio X, da san Pio XI a san Giovanni XXIII. L’hanno apprezzato anche uomini di cultura lontani dalla Chiesa e letterati e scienziati insigni, da Corneille a Voltaire, da Ampère a Retté, da Papini a Merton.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' imitazione di Cristo"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore:
Pagine: 304
Ean: 9788821578953
Prezzo: € 4.50

Descrizione:

Dopo la Bibbia, "L'Imitazione di Cristo" è il testo religioso più diffuso della letteratura cristiana occidentale. L'opera è anonima, ma vari studi hanno indicato in Tommaso da Kempis o in Jean Gerson il possibile autore. Ai suoi insegnamenti si sono formate figure come Teresa di Lisieux, Jacques-Bénigne Bossuet (che lo definì "il quinto Vangelo"), Giovanni XXIII e Benedetto Giuseppe Labre. Questo classico della spiritualità cristiana è ora riproposto in una nuova traduzione dal latino particolarmente scorrevole e moderna



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Imitazione di Cristo"
Editore: Editrice Ancilla
Autore:
Pagine: 512
Ean: 9788888609980
Prezzo: € 7.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Imitazione di Cristo"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine: 288
Ean: 9788825024814
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Un libro che ha riscosso nei secoli un'accoglienza paragonabile a quella del Vangelo.Un appassionato invito agli uomini a cercare le realtà essenziali della vita, a rientrare in se stessi per incontrare Dio.

 

INTRODUZIONE

L'Autore e il suo ambiente

Questo straordinario libro, che ha riscosso in tutti i secoli e in tutti i popoli un'accoglienza paragonabile a quella del Vangelo (Bossuet, anzi arrivò a definirlo: il «quinto Vangelo»), non porta sul frontespizio il nome di chi lo scrisse.

Noi lasciamo agli studiosi il difficile compito di stabilire chi fu quel grande che ci ha lasciato queste pagine sublimi. Sia egli l'italiano Giovanni Gersenio (ca. 11801240) o il fiammingo Tomaso da Kempis (1380-1471), o un altro o più altri, il pregio del capolavoro che è /'Imitazione di Cristo rimane intatto: un appassionato invito agli uomini ad attaccarsi alle realtà essenziali della vita, fuggendo il fascino ingannevole del mondo.

Del resto, quante cose ammirevoli non ci ha regalato il Medioevo, dalle incantevoli melodie gregoriane alle stupende moli delle cattedrali, senza che gli uomini di genio che le crearono si preoccupassero minimamente di tramandare ai posteri il loro nome? Tutto quanto operavano, era dedicato alla gloria di Dio e al bene spirituale dei loro fratelli, e raggiunto questo nobile intento, essi nient'altro chiedevano per sé.

L'Autore dell'Imitazione ha lasciato la sua firma quando ha detto: «Ama di non esser conosciuto e di essere stimato un nulla» (libro I, cap. 2).

Una cosa è certa: l'Imitazione fu composta da un monaco per l'edificazione dei monaci. Questa circostanza spiega il linguaggio, le preoccupazioni, il tono spirituale di questo impareggiabile libro. In un secondo tempo, esso è uscito dalle chiuse oasi dei conventi e dei monasteri, è incontro a tutti quelli che, senza esser monaci, sentono la necessità di ascoltare una parola di verità e di vita in mezzo al rumore, alle delusioni, al vuoto del mondo.

Contro l'intellettualismo

Qua e là, non è difficile imbattersi in qualche espressione polemica contro le astruse speculazioni di alcuni teologi che si perdevano in sottili interminabili discussioni le quali, se affilavano la ragione, lasciavano però un senso di penuria spirituale. Quindi, le frecciate che il nostro Autore scocca talora contro lo studio della teologia, si possono interpretare come reazione a un certo modo accademico e arido di studiare le verità rivelate da Dio.

Sommessa o palese, la diffidenza del nostro Autore verso la vita intellettuale deve essere spiegata, oltre che dal punto di vista storico, anche da quello ascetico. È stretto dovere d'ogni cristiano, soprattutto dei sacerdoti, sviluppare le loro capacità di riflessione e di ragionamento. Nel mondo c'è tanta indifferenza e tanto peccato proprio a causa dell'ignoranza, dell'immaturità, della superficialità, che riducono l'uomo a facile preda delle idee correnti.

Però, c'è anche un eccesso opposto: quello di attendere allo studio delle cose divine con uno stile febbrile ed esclusivamente teorico. E così, una scienza preziosa che dovrebbe portare a Dio, finisce per allontanare da lui, perché diventa una specie d'idolatria. La consapevolezza della propria cultura, in effetti, alimenta l'orgoglio, l'abuso del ragionamento inaridisce le nostre capacità emotive, così necessarie per amare concretamente Dio e il prossimo.

Assenza di Maria?

È stato anche notato che questo bellissimo libro non ricorda che una volta, e di passaggio, la Vergine Maria (libro IV, cap. 17).

È un'assenza inspiegabile, che duole al cuore d'un devoto. Stupisce che un Autore così profondamente imbevuto delle dottrine e sensibilità dei Padri e Dottori della Chiesa, fino a echeggiare parola per parola le magnifiche espressioni di uno scrittore innamorato di Maria come san Bernardo, non abbia consacrato un capitolo, una pagina, un paragrafo in lode alla Madre di Dio.

Qualunque spiegazione riesce difficile. Per scagionare (se ne avesse bisogno) il nostro Autore, osserviamo che anche nel Vangelo lo spazio materiale riservato alla Madonna è pochissimo: i suoi gesti, i suoi detti, i suoi fatti, sono incredibilmente scarsi e saltuari; eppure, tutta la Scrittura parla di lei, sa di lei! Anche Imitazione parla continuamente di Maria, senza farne il nome, perché ogni pagina è satura del suo spirito umile, contemplante e infuocato d'amore, in quell'insaziato e purissimo fissare Gesù nell'ignominia della croce e nell'ardore della gloria, in quella predilezione per la vita nascosta, semplice, inosservata, tutta imbevuta di divino. Il tono del libro è, in questo senso, squisitamente mariano.

Contro l'esagerato attivismo

L'Imitazione di Cristo sembra, qualche altra volta, schierarsi contro le attività della vita, considerate come fonte di distrazione, per dedicarsi completamente al silenzio e alla contemplazione delle cose supreme.

Si è già osservato che il libro ebbe primi e naturali destinatari quelli che volontariamente si estraniano dal mondo per chiudersi nella solitudine di un chiostro, consacrandosi esclusivamente alla preghiera e alla perfezione della vita cristiana. Se però si considera attentamente, il pessimismo nei confronti del mondo e delle assorbenti attività della vita, non vuol certo inculcare una specie di virtù del disprezzo contro tutto quello che non è direttamente orazione e penitenza. Nulla di più sbagliato.

E del resto, se vogliamo imitare Cristo, non possiamo dimenticare come la massima parte dei suoi anni egli li abbia trascorsi nel duro lavoro di falegname a Nazaret, come garzone di san Giuseppe prima, e poi come artigiano, per sostenere sé e la Madre sua nella loro vita poverella.

L'Imitazione è tutta un grido di allarme contro le esagerazioni dell' attivismo, contro un mondo che vorrebbe sommergerci nella superficialità, nell'esortazione a non trascurare la nostra vita interiore con la scusa che abbiamo molte cose da imparare, da vedere, da fare.

«Il regno di Dio è dentro di te! Una cosa sola è necessaria!». Queste parole del Vangelo sono come il motivo dominante, sul quale è tessuta da capo a fondo l'Imitazione di Cristo. E quindi non è una condanna dell'azione per se stessa, ma dello smodato e dissennato agitarci in mezzo a mille cose diversamente importanti, col rischio di mettere in un canto le nostre relazioni intime con Dio.

Basta che leggiamo una sola massima, per comprendere l'equilibrio del nostro Autore: «L' uomo interiore si raccoglie spontaneamente, perché non si disperde mai tutto nelle cose esteriori. A lui non sono di pregiudizio l'attività esterna e quelle occupazioni che sono di tempo in tempo necessarie, perché sa adattarsi sempre alle circostanze» (libro II, cap. 1).

Noi abitatori della terra non abbiamo bisogno che qualcuno ci esorti a una vita dispersiva, fatta di innumerevoli interessi, divagazioni, cose e persone: ci siamo dentro anche troppo. Invece, c'è bisogno che qualcuno ci metta instancabilmente e magari bruscamente in guardia contro il pericolo che corriamo di rimanere talmente impigliati nelle faccende di quaggiù, fino a scordare che lo scopo della nostra vita è Dio e quanto a Dio ci conduce e a lui ci avvince: la preghiera, la rettitudine, l'amore fraterno, la padronanza di noi stessi, la mortificazione, la costante vigilanza sulle insidie del Maligno.

Questo è il «messaggio» dell'Imitazione di Cristo, in questi nobili e accorati richiami consiste la sua bellezza e la sua perenne attualità. «Rientra in te stesso!»: è il succo dell'intero libro.

La trama e Io stile

«È un libro lettissimo, perché ogni frase sembra scritta per ciascuno che la legge e per il momento in cui si legge. Tutto sostanziato di Sacra Scrittura, porta in sé il segreto di una giovinezza, la giovinezza dello spirito, che esso alimenta e di cui fa sentire la nostalgia a chi l'ha perduta. La sua trama è lineare. Diviso in quattro parti, o libri, di ampiezza differente, non si propone dei trattati, ma intende porgere istruzioni spirituali in forma sentenziosa, spesso senza legame, ma non senza logica» (Antonio Blasucci).

La prima parte (libro I), che consta di 25 capitoletti, è una raccolta di pensieri e di esortazioni utili per una vita cristiana cosciente e sincera.

La seconda parte (libro II), la più breve, perché comprende appena 12 svelti capitoli, è un richiamo alla vita interiore con accenti soffusi di lirismo. Segue la terza parte (libro III), che abbraccia 59 capitoli, ed è quindi di gran lunga la più ampia e ci presenta, sotto forma di amoroso colloquio tra Dio e l'anima, parole di conforto e di esortazione a gustare le gioie della vita di grazia. L'Autore vi manifesta una profonda esperienza della psicologia umana e della vita spirituale.

La quarta parte (libro IV), che si stende per 18 appassionati capitoletti, si sofferma con devozione ardente sui diversi aspetti del mistero eucaristico e particolarmente sulle disposizioni interiori richieste per una fruttuosa Comunione.

Lo stile non scintilla di retorici colori. Semplice, scarno, immediato, esso vuole giungere al cuore del lettore con la persuasiva bellezza del contenuto. Si sente che l'Autore ha consumata dimestichezza con la cadenza di certi libri della Sacra Scrittura, in primo luogo i salmi e i libri sapienziali. Ogni versetto va ruminato lentamente, perché la sua sostanza possa essere assimilata dall'anima. Entrare in noi stessi, per conoscere lealmente la nostra miseria spirituale, per incontrare Dio che dimora nell'intimo delle sue piccole creature: è questo il filo conduttore d'un libro che ben a ragione s'intitola Imitazione di Cristo. Esso è una guida affettuosa e pratica verso la Verità nascosta, verso una vita intensamente cristiana, fatta di saggezza, di preghiera, di operosa bontà.

 

ESTRATTO DAL PRIMO CAPITOLO

L'IMITAZIONE DI CRISTO E IL DISPREZZO DELLE VANITÀ DEL MONDO

1. Conformità a Cristo

«Chi segue me, non cammina nelle tenebre»', dice il Signore.

Con queste parole, Cristo esorta a imitare la sua vita e il suo comportamento, se vogliamo veramente essere illuminati e liberati da ogni cecità di cuore. Sia dunque nostro sommo impegno meditare la vita di Gesù.

2. Lo spirito di Cristo

La dottrina di Cristo supera tutte le dottrine dei san ti; e chi avesse il vero spirito, vi troverebbe la manna nascosta'. Accade però che molti, sebbene ascoltino spesso il Vangelo, ne sentono poco desiderio, perché non hanno lo spirito di Cristo'.

Chi vuole dunque pienamente e saporosamente capire le parole di Cristo, bisogna che cerchi di conformare tutta la sua vita a quella di Lui.

3. La scienza vana

Che ti serve dissertare magistralmente sulla Trinità, quando non sei umile, e perciò alla Trinità dispiaci?



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'imitazione di Cristo"
Editore: Jaca Book
Autore: McNeil Brian
Pagine: 133
Ean: 9788816437241
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Nella storia della pietà in Occidente l'Iimitazione di Cristo' è stato il classico dei classici del cristianesimo, persino oscurando, in qualche momento, gli stessi Vangeli. Per spiegarne il continuo successo, Brian McNeil ne esamina il contenuto con stile vigoroso, ricco di citazioni del testo. Nella discussione circa l'autore di questo testo anonimo, Mc Neil prende posizione a favore di Jean Gersèn, abate benedettino della prima metà del XIII secolo, piuttosto della classica attribuzione a Tommaso de Kempis, vissuto nel XV secolo. Al di là di tale questione sempre aperta, questo volume contribuisce realmente alla riscoperta di quel libretto che si propone come invito a perseguire l'ideale di ogni cristiano e che ha nutrito intere generazioni di cristiani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Imitazione di Cristo"
Editore: Ares Edizioni
Autore: Gerson Jean
Pagine: 544
Ean: 9788881551279
Prezzo: € 16.53

Descrizione:Secondo Voltaire «bisognerebbe che le opere utili non appartenessero a nessuno. Vi sono ancora dubbi sull'autore dell'Imitazione di Cristo. Che importa l'autore di un libro, se fa del bene alla brava gente?» La presente edizione, con testo critico latino a fronte di una nuovissima traduzione italiana, si impone per rigore, facilità di lettura e limpidità di commento

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'imitazione di Cristo"
Editore: Paoline Edizioni
Autore:
Pagine: 370
Ean: 9788831522069
Prezzo: € 14.50

Descrizione:Quest'opera dell'ascetica cristiana attribuita a Tommaso da Kempis, è proposta in quattro libri: il primo sollecita il ritorno al primato assoluto della carità, la conformità a Cristo, il distacco dalle cose visibili; l'obbedienza, la contrizione. Il secondo insiste sulla inevitabile necessità della sofferenza per entrare nel regno di Dio. Nel III e nel IV libro il genere letterario muta e diventa dialogo tra il discepolo e il Signore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'imitazione di Cristo"
Editore: Paoline Edizioni
Autore:
Pagine: 380
Ean: 9788831522229
Prezzo: € 5.00

Descrizione:Quest'opera dell'ascetica cristiana attribuita a Tommaso da Kempis, è proposta in quattro libri: il primo sollecita il ritorno al primato assoluto della carità, la conformità a Cristo, il distacco dalle cose visibili; l'obbedienza, la contrizione. Il secondo insiste sulla inevitabile necessità della sofferenza per entrare nel regno di Dio. Nel III e nel IV libro il genere letterario muta e diventa dialogo tra il discepolo e il Signore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'imitazione di Cristo"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Tommaso da Kempis
Pagine: 380
Ean: 9788831522052
Prezzo: € 7.00

Descrizione:Quest'opera dell'ascetica cristiana attribuita a Tommaso da Kempis, è proposta in quattro libri: il primo sollecita il ritorno al primato assoluto della carità, la conformità a Cristo, il distacco dalle cose visibili; l'obbedienza, la contrizione. Il secondo insiste sulla inevitabile necessità della sofferenza per entrare nel regno di Dio. Nel III e nel IV libro il genere letterario muta e diventa dialogo tra il discepolo e il Signore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'imitazione di Cristo"
Editore: Paoline Edizioni
Autore:
Pagine: 236
Ean: 9788831513227
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Il volume, opera classica dell'ascetica cristiana attribuita a Tommaso da Kempis, è una proposta di vita spirituale suddivisa in quattro "capitoli": il primo sollecita il ritorno al primato assoluto della carità, la conformità a Cristo, il distacco dalle cose visibili; l'obbedienza, la contrizione. Il secondo insiste sulla inevitabile necessità della sofferenza per entrare nel regno di Dio. Nella III e nella IV parte il genere letterario muta e diventa dialogo tra il discepolo e il Signore. Questo volume è arricchito da miniature tratte dal "Breviario di Ercole I d'Este" e dal "codice MXLIX C.90v" della Biblioteca Capitolare di Verona. Introduzione, versione e note di U. Nicolini. Presentazione delle miniature di R. Gaion.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'imitazione di Cristo"
Editore:
Autore: Anonimo
Pagine: 272
Ean: 9788831114172
Prezzo: € 6.00

Descrizione:Devozione fervida e profonda, stile sobrio e conciso, potenza espressiva ed efficacia persuasiva: sono le caratteristiche dell'Imitazione di Cristo, definito "il più sublime libro religioso del Medioevo". Tra mistica, morale e ascesi, un classico sempreverde della spiritualità cristiana, profondamente umano nel guidare all'esperienza religiosa e al perfezionamento interiore, affascinante nella sua universalità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU