Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Libri
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "Il pensiero religioso di padre Teilhard de Chardin"
Editore: Jaca Book
Autore: Henri de Lubac
Pagine: 384
Ean: 9788816306103
Prezzo: € 30.00

Descrizione:

«Nel 1962 esce nelle librerie francesi, La pensée religieuse du Père Teilhard de Chardinper l’editore Aubier, il primo di una serie di testi dedicati da Henri de Lubac al pensiero e alla figura del celebre gesuita paleontologo di Orcines, che costituiscono una parte piccola ma non indifferente nella vasta produzione del teologo francese. Il libro fu un successo immediato e se pure ristampe e traduzioni furono per un tempo bloccate dalle autorità ecclesiastiche, conobbe velocemente una grande diffusione. Il testo di de Lubac si impose nel dibattito che in quegli anni imperversava attorno all’opera e alla figura di Teilhard de Chardin per l’autorevolezza e il rigore e rimane ad oggi, insieme agli scritti che seguirono negli anni immediatamente successivi, uno strumento imprescindibile per avvicinarsi correttamente al complesso e difficile linguaggio teilhardiano. L’interesse di questi testi per il lettore di oggi va ben al di là di quello storico. Certamente sono ricchi di elementi per la ricostruzione del dibattito culturale del tempo. Ma vi si trova molto di più, grazie alla guida raffinata e documentata di de Lubac, si prende conoscenza di alcune profonde intuizioni teologiche di Teilhard che ancora oggi sono di stimolo per il cristiano, per la Chiesa. Pierre Teilhard de Chardin (1881-1955) fu senza dubbio uno degli intellettuali più influenti del xx secolo e paradossalmente anche uno dei meno compresi. Gesuita e paleontologo si impegnò per tutta la sua vita a mostrare l’armonia tra le nuove scoperte della scienza e la Tradizione cristiana, provocando interesse, entusiasmo ma anche una diffidenza che dura fino ad oggi. Troppo cattolico per i laici e troppo aperto alla scienza moderna per molti cattolici, restò sostanzialmente inascoltato, in contrasto con il successo globale conseguito e nonostante il fascino che il suo pensiero invariabilmente ha suscitato e continua a suscitare».

Dall’Introduzione di Alberto Palese alla Sezione settima dell’Opera Omnia



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Stili ecclesiastici"
Editore: Jaca Book
Autore: Hans Urs von Balthasar
Pagine: 332
Ean: 9788816305021
Prezzo: € 35.00

Descrizione:"Stili ecclesiastici" è il secondo volume di "Gloria. Una estetica teologica", prima parte dell'esposizione balthasariana della fede cattolica racchiusa nella trilogia Gloria, TeoDrammatica, Teologica. Qui l'autore prende in esame il pensiero di alcuni grandi teologi e Padri della Chiesa, scelti - a prescindere dall'elevatezza di rango - per la loro efficacia storica. Le immagini da loro evocate sono irradiazioni della gloria, ed in virtù di tale qualità hanno potuto gettare una luca chiarificatrice e formativa sui secoli della civiltà cristiana. Vi sono immagini più interiori, che non sono segretamente meno splendenti, né hanno minore forza teologica - immagini di preghiere e sacrifici mistici, nascosti, che non hanno conseguito alcuna efficacia storica esteriore ed accertabile. Nell'eone della morte e dell'occultezza questo è possibile, né contrasta con ciò che è reso evidente. D'altra parte non v'è, nel tempo della chiesa, alcuna teologia storicamente efficace che non sia essa stessa riflesso della gloria di Dio; soltanto una teologia bella, vale a dire soltanto una teologia che, afferrata dalla gloria Dei, riesce a sua volta a farla risplendere, ha la possibilità di incidere nella storia degli uomini imprimendovisi e trasformandola.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Romano Guardini"
Editore: Jaca Book
Autore: Borghesi Massimo
Pagine: 224
Ean: 9788816414648
Prezzo: € 20.00

Descrizione:A cinquant’anni dalla morte, la riflessione dell’italo-tedesco Romano Guardini, maestro di Jorge Mario Bergoglio, ritorna a nuova attualità. Il volume rilegge il cuore della filosofia guardiniana, la sua dottrina dell’opposizione polare, alla luce degli scritti inediti pubblicati negli ultimi anni. La teoria della polarità appare, così, come una pagina radicata nella biografia del filosofo e, al contempo, come un tentativo di risposta alle dilacerazioni storico esistenziali provocate dalla Grande Guerra. Il risultato è un pensiero antinomico, teso tra unità e distinzione, il cui scopo è riconciliare soggetto e oggetto, libertà e verità, modernità e religione. Fedele alla lezione di Max Scheler, Guardini persegue, attraverso l’incontro con Agostino e Bonaventura, un conoscere affettivo capace di unire cuore e ragione, intuizione e concetto. Un contributo ancora oggi di grande rilievo in un contesto internazionale fortemente polarizzato. Come scriveva Guardini nel 1964: «La teoria degli opposti è la teoria del confronto, che non avviene come lotta contro un nemico, ma come sintesi di una tensione feconda, cioè come costruzione dell’unità concreta».Oggi, dopo la crisi della globalizzazione, il mondo torna ancora una volta a dividersi secondo faglie che da oppositive tendono a diventare contraddittorie. Per questo il modello antinomico, che tiene uniti gli opposti impedendone la guerra, è il paradigma di cui il momento presente ha urgentemente bisogno. Guardini, adeguatamente ripensato, torna ad essere un autore chiave per il nostro tempo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I santi e san Francesco"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Romano Guardini
Pagine: 160
Ean: 9788837231880
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Sono qui raccolti cinque saggi di Romano Guardini sulla figura e la santità di Francesco d'Assisi, composti in un periodo di risveglio dell'interesse per la spiritualità e la mistica, compreso tra gli anni '20 e '50 del secolo scorso. Guardini ritrae san Francesco, ne contestualizza la vita, descrive le peculiarità del paesaggio umbro e della città natale che per l'autore si manifestano nella sua stessa personalità: chiaro, ben definito, brillante, un profilo marcato dalla cosiddetta "opposizione polare", una continua oscillazione tra contrari, senza mai scivolare nella contraddittorietà (presenza/lontananza, semplicità/problematicità, città/natura). Una descrizione della figura di Francesco che guida alla riflessione sul concetto di "santità" e sulla sua metamorfosi nel tempo, fino all'epoca moderna, un'era "alla fine" che richiede una crescente responsabilità del cristiano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia e Spirito. Volume 16/ Opera omnia"
Editore: Jaca Book
Autore: Henri de Lubac
Pagine: XX-488
Ean: 9788816306097
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Una questione fondamentale si pone da sempre alla riflessione cristiana, da quando è portata e sostenuta dalla testimonianza di testi scritti, che sono proprio l’origine della Sacra Scrittura. La questione va dal secondo secolo, al Vaticano ii (con la costituzione dogmatica Dei Verbum) e assilla, oggi più che mai, la ricerca teologica, la predicazione, la catechesi, la pastorale. Che cosa dicono i testi? quale il senso delle Scritture? e che cosa dicono poi nella situazione, nel momento in cui il credente o la comunità li legge? Senza alcun dubbio, Origene con la sua opera costituisce un momento fondamentale nella storia dell’interpretazione della Bibbia. Se da lui non deriva un metodo in senso tecnico, il suo spirito può ancora guidare l’interprete della Scrittura. Da qui l’importanza e l’attualità delle sue opere, e l’interesse, anzi la rivalutazione che ne ha fatto de Lubac. Nell’introduzione di Storia e Spirito de Lubac presenta quella che si può definire la questione origeniana e introduce l’apologia dell’autore alessandrino. Dall’Introduzione di Azzolino Chiappini alla Sezione quinta dell’Opera Omnia

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Meditazione su Maria"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Walter Kasper
Pagine: 56
Ean: 9788810569115
Prezzo: € 7.00

Descrizione:Maria rappresenta l'insieme della testimonianza biblica: l'alleanza con il popolo di Israele, con la Chiesa, ovvero con il popolo della nuova alleanza, e con tutta l'umanità. Maria non sta al margine della Bibbia, ma al centro. Questa testimonianza fondamentale, però, è in un certo senso nascosta. Non si scopre con una lettura superficiale e distanziata. Spesso il cuore capisce le cose meglio della testa. Così è necessaria la meditazione spirituale per capire profondamente Maria.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Prova del teismo"
Editore: Castelvecchi
Autore: John Henry Newman
Pagine: 84
Ean: 9788832822212
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Ritornato in Inghilterra da Dublino, dove aveva presieduto l'Università Cattolica di nuova fondazione, nel 1859 Newman ri­prende l'antico proposito di scrivere di Fede e Ra­gione, avviando un percorso che porterà al capo­lavoro della Grammatica dell'assenso. In Prova del teismo egli replica a chi pensa che l'unica via per mantenere la fede sia oscurare la ragione, e lo fa con un argomento a sostegno dell'esistenza di Dio: non una formulazione meramente intellettuale, ma intimamente connessa alla pratica, una prova che passa attraverso il riconoscimento della consa­pevolezza della nostra esistenza e di una coscienza morale a essa associata. La sottile analisi fenome­nologica che la sostiene rende manifesta la realtà trascendente di una Persona (Dio) dentro la perso­na che noi stessi siamo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Corpus mysticum. L'Eucarestia e la Chiesa nel Medioevo"
Editore: Jaca Book
Autore: Henri de Lubac
Pagine: 430
Ean: 9788816306066
Prezzo: € 30.00

Descrizione:

«Il titolo di questa sezione dell’Opera Omnia indica chiaramente l’oggetto delle opere presentate e subito si può intuire come siamo condotti al cuore dell’esistenza della Chiesa, che vive della Parola e del Pane, nutrendosi alla Tavola dei due alimenti necessari all’esistenza. I volumi di questa sezione hanno una data lontana nel tempo (prime edizioni francesi: 1949, 1950, 1959-1993), e tuttavia corrispondono a questioni che oggi sono più che mai importanti e difficili per la teologia e per l’esistenza cristiana; soprattutto, come si vedrà, la questione della lettura e interpretazione della Scrittura. Le opere di de Lubac contenute in Scrittura ed Eucarestia trattano due grandi temi, che coincidono con i fondamenti della fede e della teologia cristiana. La Chiesa, infatti, vive della Parola testimoniata e portata dal Libro, e della Eucarestia, nella memoria di Gesù, celebrazione ma anche sintesi di tutta la storia e del mistero della salvezza. Sono opere che hanno fecondato la riflessione teologica del periodo immediatamente precedente il Vaticano II, e, anche se non citate, hanno nutrito alcuni documenti conciliari tra i più importanti (sulla rivelazione, sulla Chiesa, sulla liturgia). È questo il significato delle opere di de Lubac, che rimangono dei classici della teologia del ventesimo secolo, e proprio perché classici si presentano sempre attuali. Non si può capire la Chiesa senza pensare all’Eucarestia, e viceversa (è il grande insegnamento di Corpus Mysticum. L’esegesi, ricerca attenta, rigorosa, di tutta la dimensione storica e filologica della Scrittura, ha assoluto bisogno della lettura sempre attenta al senso spirituale: solo così la Parola vivifica. Altrimenti rimane lettera morta, addirittura portatrice di morte».

Dall’Introduzione di Azzolino Chiappini alla Sezione quinta dell’Opera Omnia



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ri-dire Dio alla scuola di Barth"
Editore: Editrice Domenicana Italiana
Autore: Cristiano Massimo Parisi
Pagine: 144
Ean: 9788894876253
Prezzo: € 12.00

Descrizione:«Potremmo dire che, per Barth, la fede è per tutti altrettanto facile e altrettanto difficile. Nella continua riflessione su questa dialettica, egli, pur non rinunciando al principio della trascendenza divina e della condanna di ogni antropocentrismo in campo filosofico-teologico, si vorrà aprire ad una strada nuova nell'impegno storico-razionale dell'uomo e dell'azione della Chiesa. Vorrà istituire una forma di mediazione tra l'umano e il divino, il peccato e la grazia, la finitudine e l'infinito [...]. Parisi ci offre un nuovo, fresco sguardo sulla rilevanza della teologia di Barth oggi. Spero che i lettori di quest'opera siano da essa stimolati a fare il punto su come noi, in quanto cristiani, riconosciamo oggi la Signoria di Dio nel mondo. Per Barth questo è nel cuore della Chiesa stessa» (dalla Prefazione).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il messaggio di Amoris Laetitia"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Walter Kasper
Pagine: 80
Ean: 9788839934062
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Negli ultimi decenni, non c'è documento papale che sia stato tanto atteso, prima, e tanto serratamente discusso, poi, come Amoris Laetitia: se n'è fatto un pomo della discordia. Prendendo atto di questo bizzarro "primato", il cardinal Kasper riporta l'attenzione dei lettori sul cuore pulsante dell'esortazione apostolica: indicare come e in che cosa la chiesa, dato l'attuale contesto, può contribuire positivamente alla riuscita dell'amore in famiglia e nel matrimonio. Lungi da qualsiasi intenzione polemica, il porporato tedesco si impegna a dimostrare che papa Francesco non propugna alcuna dottrina "nuova". Amoris Laetitia si colloca in perfetta continuità con la tradizione autentica della chiesa, non da ultimo con Tommaso d'Aquino, il Vaticano II e il magistero degli ultimi pontefici. E, in maniera del tutto conseguente, Amoris Laetitia sviluppa per l'oggi un patrimonio tradizionale e al tempo stesso attuale, segnando un progresso nella comprensione della verità - quella verità che è stata rivelata una volta per sempre.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' Amore che tutto compie"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Dario Cornati
Pagine: 244
Ean: 9788826600741
Prezzo: € 20.00

Descrizione:«L'amore è tutt'altro che cieco. Ci vede benissimo». Se fosse cieco non riuscirebbe a orientarsi. Non saprebbe dove andare. Non avrebbe un senso. Sarebbe, come spesso acade, una parola fuori controllo, uno stato d'eccezione o d'emozione, senza alcun titolo a nominare Dio: a raccontare la grazia di Dio e i legami che contano. Questa sembra essere la profonda convinzione che ha guidato per una vita intera Hans Urs von Balthasar, uno dei grandi teologi del Novecento. Rileggendo con lui il saggio del 1963, Solo l'amore è credibile, attraverso le lenti d'ingrandimento della più accademica Trilogia e di un suo saggio gemello, riscopriremo la freschezza di un pensiero che restituisce all'amore il suo spessore di verità e di giustizia, il suo ethos. Ordo amoris lo chiamava Agostino: non la mistica umanamente avvilente dell'amore puro, e nemmeno la religione spensierata del sentimento senza limite; piuttosto, l'affezione, condivisa col Figlio di Dio, per la bontà dei legami che plasmano e rigenerano il mondo nella speranza di agape. «Chi perde la propria vita, per amore mio e del vangelo, la salverà» (Mc 8,35).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lutero, la Riforma e le arti"
Editore: Glossa Edizioni
Autore:
Pagine: 184
Ean: 9788871053912
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Nel cinquecentesimo anniversario dell'inizio della Ri-forma protestante (1517-2017), il convegno organizzato dall'Istituto Superiore di Studi Religiosi Beato Paolo VI di Villa Cagnola, in collaborazione con l'Arcidiocesi di Mi-lano, la Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale, l'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano, si è fo-calizzato sul peculiare rapporto di Lutero e la Riforma con le arti, in particolare con la pittura, l'architettura e la musi-ca. Pittura, architettura e musica sono stati convocati per raccontare come il mondo della Riforma ha interagito con tali ambiti, considerati non solo espressioni estetiche ma luoghi di riflessione teologica e confronto con le altre con-fessioni cristiane. Il volume è corredato di un ampio e per-tinente dossier iconografico L'Istituto Superiore di Studi Religiosi Beato Paolo VI di Villa Cagnola pubblica gli atti di tale convegno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "A fianco di mio fratello Blaise"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Jacqueline Pascal
Pagine: 419
Ean: 9788837231231
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Personalità brillante, tra le più riconosciute nel Seicento, Jacqueline Pascal è «figlia e sorella esemplare, monaca per scelta» e giovane dal precoce genio poetico, come si legge in queste pagine. Sono raccolti, in ordine cronologico, i suoi scritti scelti tra i primi versi, i sonetti e una fitta corrispondenza con i membri della famiglia: il padre, la sorella Gilberte, le nipoti, e non per ultimo il fratello Blaise, del quale traccia un inedito ritratto e con cui scambia lettere che lasciano trasparire la dualità di un rapporto fatto di complicità ma anche di scelte e punti di vista differenti, capaci di generare veri e propri "uragani", per poi lasciare nuovamente spazio al sereno. Sono queste le memorie di una giovane che rinuncia alla vita mondana per indossare le vesti di suor Jacqueline de Sainte Euphémie e dedicare tutta la propria esistenza alla ricerca spirituale, al servizio a Dio, che realizza attraverso la mansione di educatrice interna al monastero. Testi dai quali non può non trasparire l'aria di fermento culturale in atto nella abbazia di Port-Royal, culla della Riforma cattolica e del giansenismo, del quale racconta la storia che si intreccia a quella di donna e monaca: alla storia di un'anima.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mistica e mistero cristiano"
Editore: Jaca Book
Autore: Henri de Lubac
Pagine: 334
Ean: 9788816306059
Prezzo: € 30.00

Descrizione:

Tutto il lavoro teologico di de Lubac sembra essere il frutto di pazienti,lenti e minuziosi lavori preparatori che però, nel suo caso, non si perdono in analisi inutili o accecanti, ma lo conducono progressivamente a un solo sguardo. Sguardo che è frutto del delicato equilibrio da lui raggiunto tra un’analisi molto attenta e ben documentata e una visione sintetica che, secondo l’indicazione metodologica del filosofo belga Jean Ladrière (1921-2007), consente di “guardare le cose da più lontano e con uno sguardo più penetrante”. […] Nel volume di de Lubac La Foi chrétienne. Essai sur la structure du Symbole des Apôtres (La struttura e il simbolo degli Apostoli), il primo dei due volumi che fanno parte della sezione seconda della sua Opera Omnia – dedicata a La fede cristiana –, egli sembra leggere il tema del solo sguardo anche in riferimen¬to al carattere sintetico e personale dell’intero percorso della fede: La fede non è solo un modo di conoscere. È tutt’altra cosa che una semplice convinzione. È un atto essenzialmente personale, che impegna, se è ben compreso, il fondo dell’esse¬re. Lo orienta per intero. Così è stato possibile dire che è sin¬tesi totale. E nella stessa opera, riflettendo sul rapporto tra fede e dogma, segnala come l’approfondimento del mistero nella Chiesa debba andare verso l’unità e la semplicità di uno “sguardo” contemplativo, in grado di integrare e compensare il movimento più laborioso, molteplice e oggettivo dell’elabo¬razione dogmatica: L’approfondimento del mistero condu¬ce sempre al centro e tende a ricostruire o a ritrovare l’unità nella semplicità dello sguardo contemplativo. È il passaggio dalla parola laboriosa e molteplice al raccoglimento unificato del silenzio. La ricerca di questo sguardo contemplativo, semplice e silenzioso, costituisce quindi, per de Lubac, uno degli obiettivi fondamentali delle sue ricerche.

Dall’Introduzione di Claudio Stercal alla Sezione seconda dell’Opera Omnia



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Stili laicali, Gloria. Vol. 3"
Editore: Jaca Book
Autore: Balthasar, von Hans Urs
Pagine: 484
Ean: 9788816305038
Prezzo: € 40.00

Descrizione:Stili laicali è il terzo volume di Gloria. Una estetica teologia, prima parte della grande esposizione balthasariana della fede cattolica nella trilogia Gloria, TeoDrammatica, TeoLogica. L’autore sceglie in questa sezione di approcciare la dimensione religiosa dell’uomo muovendo dalla percezione della bellezza. Se, come sostie¬ne l’antropologia religiosa, una delle prime percezioni di cui facciamo esperienza è la meraviglia di fronte al creato, la medesima meraviglia compare e approfondisce il nostro vissuto della dimensione estetica di fronte alle opere dell’ingegno umano e in specie, fra queste, i capolavo¬ri della letteratura. Stili laicali è un libro dedicato a un’analisi profonda di opere e autori cui è possibile avvicinarsi con animo laico, affascinanti in virtù della loro stessa forza letteraria. È proprio questo attento esame di testi e immagini letterarie a disvelare percorsi complessi, inattesi, conducendoci sino ai vertici della poesia, della musica, della profezia, dell’abbraccio amoroso, delle domande esistenziali e dell’apocalittica

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Proudhon e il Cristianesimo. Vol. 3"
Editore: Jaca Book
Autore: de Lubac Henri
Pagine: 328
Ean: 9788816305984
Prezzo: € 30.00

Descrizione:La Sezione prima degli Opera Omnia di Henri de Lubac si sostanzia di quattro scritti che, sotto il titolo L’uomo davanti a Dio, sono ricondotti dallo stesso Autore a questo ordine: 1. Sulle vie di Dio; 2. Il dramma dell’umanesimo ateo; 3. Proudhon e il Cristianesimo; 4. Paradossi e Nuovi Paradossi. L’intento non è stato quello di una proposizione cronologica, ma dell’articolazione dei nuclei tematici del lavoro e della riflessione teologici e storico-teologici dell’Autore. […] Dovessimo trovare, per quanto ci è dato osservare, un centro, non sistematico ma genetico, a questo plesso di opere, attorno a cui far gravitare l’impegno circoscritto di questa produzione letteraria, lo vedremmo in quel dialogo “disarmato” tra due ventenni, un gesuita o meglio aspirante gesuita e un neo-insegnante non credente, nelle trincee della Grande Guerra. Ci pare che il fatto, insistentemente ricordato dal teologo, conferisca l’intensità al titolo stesso scelto per la sezione e alla sua problematicità. E ci pare che esso sia ciò che concretamente segna il fuoco o l’anima dell’impegno intellettuale di de Lubac, almeno per questa sezione. […] “La critica dell’idea di Dio in Proudhon – sottolinea de Lubac –, non porta come in Comte o in Feuerbach, a mettere l’uomo al posto di Dio […] la religione di Proudhon non è incentrata sull’Umanità, ma sulla Giustizia. Se il problema di Dio, per certi riguardi, rimane in sospeso, la giustizia si impone assolutamente alla coscienza.” La Giustizia per Proudhon è definita in tanti modi, ma è così definibile perché gode di una “pienezza che non si può definire che religiosa”». Dall’Introduzione di Costante Marabelli alla Sezione prima dell’Opera Omnia

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lutero"
Editore: Il Mulino
Autore: Alberto Melloni
Pagine:
Ean: 9788815273185
Prezzo: € 180.00

Descrizione:L'opera raccoglie i contributi di :Pál Ács, Matteo Al Kalak, Heinrich Assel, Jordan J. Ballor, Jon Balserak, Judith Becker, Christopher M. Bellitto, Lucio Biasiori, André Birmelé, Roland Boer, Giampiero Brunelli, Pierre Bühler, Johannes Burkhardt, Euan Cameron, Mauro Casadei Turroni Monti, Michela Catto, Christophe Chalamet, Christopher W. Close, Gabriella Cotta, Otfried Czaika, Wietse de Boer, Mariano Delgado, Patrizio Foresta, Günter Frank, Enrico Galavotti, Antonio Gerace, Thomas Hahn- Bruckart, Christine Helmer, Enrique García Hernán, Freerk Heule, Thomas Albert Howard, Marco Iacovella, Girolamo Imbruglia, Daniel Jeyaraj, Billy Kristanto, Volker Leppin, Michele Lodone, Alberto Melloni, Gregory J. Miller, Guido Mongini, Franco Motta, Silvana Nitti, Johannes Oeldemann, Bradley A. Peterson, Franz Posset, Helmut Puff, Richard Rex, Paolo Ricca, Rady Roldán-Figueroa, Sergio Rostagno, Giovanni Rota, Wolf-Friedrich Schäufele, Luise Schorn-Schütte, Brooks Schramm, Jörg Seiler, Herman J. Selderhuis, Violet Soen, James M. Stayer, Kirsi Stjerna, Fulvio Tessitore, Jonathan D. Trigg, Lothar Vogel, Günter Vogler, Peter Walter, Maria Lucia Weigel, Roni Weinstein, Ulrich Andreas Wien, Sarah Hinlicky Wilson, Esther P. Wipfler, Marcin Wis?ocki, Federico Zuliani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Celebrare Lutero?"
Editore: D'Ettoris
Autore: Ermanno Pavesi
Pagine: 220
Ean: 9788893280501
Prezzo: € 19.90

Descrizione:Il volume descrive antecedenti e inizi della Riforma protestante con un'analisi sistematica dei primi testi di Lutero, in parte mai tradotti in italiano. Le ampie citazioni aiutano a capire quello che il Riformatore ha veramente detto e scritto e consentono di approfondire il suo pensiero e le sue motivazioni, strettamente legati alla sua crisi spirituale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Paradossi e nuovi paradossi"
Editore: Jaca Book
Autore: Henri De Lubac
Pagine: XXXIII-201
Ean: 9788816305960
Prezzo: € 30.00

Descrizione:«La Sezione prima degli Opera omnia di Henri de Lubac si sostanzia di quattro scritti che, sotto il titolo lluomo davanti a Dio, sono ricondotti dallo stesso Autore a questo ordine: 1. Sulle vie di Dio; 2. Il dramma dell'umanesimo ateo; 3. Proudhon e il cristianesimo; 4. Paradossi e Nuovi paradossi. L'intento non è stato quello di una proposizione cronologica, ma dell'articolazione dei nuclei tematici del lavoro e della riflessione teologici e storico-teologici dell'Autore. [...] Dovessimo trovare, per quanto ci è dato osservare, un centro, non sistematico ma genetico, a questo plesso di opere, attorno a cui far gravitare l'impegno circoscritto da questa produzione letteraria, lo vedremmo in quel dialogo "disarmato" tra due ventenni, un gesuita o meglio aspirante gesuita e un neo-insegnante non credente, nelle trincee della Grande Guerra. Ci pare che il fatto, insistentemente ricordato dal teologo, conferisca intensità al titolo stesso scelto per la sezione e alla sua problematicità. E ci pare che esso sia ciò che concretamente segna il fuoco o l'anima dell'impegno intellettuale di de Lubac, almeno per questa sezione. [...] Se la pubblicazione del Proudhon fu intensamente voluta da Mounier, quella dei Paradoxes lo fu dal letterato e critico d'arte Stanislas Fumet, figura di punta del cattolicesimo sociale ed anche editore, ma per de Lubac "l'uomo meno commerciale" da lui conosciuto. "Egli - ebbe a scrivere - mi strappò i Paradoxes, la maggior parte dei quali scritti prima della guerra; fu questo, credo, il primo della serie dei suoi Cailloux blancs. Ma la sua casa editrice fallì e il libro restò pressoché invenduto. I Paradoxes "strappati" da Fumet, così come i Nouveaux paradoxes che seguirono sono, secondo lo stesso Autore, "riflessioni di ordine spirituale".» (Dall'Introduzione di Costante Marabelli alla Sezione prima dell'Opera Omnia)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lutero"
Editore: Salerno Editrice
Autore: Silvana Nitti
Pagine: 527
Ean: 9788869732225
Prezzo: € 29.00

Descrizione:A distanza di 500 anni dalla data in cui Martin Lutero diede avvio al movimento di riforma che generò il Protestantesimo, la sua opera si presenta ancora come una svolta decisiva nello sviluppo dell'Europa moderna. Questa nuova biografia di Lutero ci restituisce un'immagine fortemente unitaria e, diversamente da altre interpretazioni, non spezzata dal contrasto fra una giovinezza rivoluzionaria e una vecchiaia conservatrice: dalle inquietudini della sua formazione alla nascita di un nuova teologia fondata sulla Bibbia, che egli, in una vita di lotte, calò costantemente nell'insegnamento universitario; dalla predicazione e dalla organizzazione della chiesa evangelica ai contrasti con altre chiese della Riforma; dalla progressiva consapevolezza dell'inevitabile rottura con la Chiesa di Roma alla straordinaria diffusione, anche popolare, della sua produzione; dalla relazione con la storia politica del suo tempo ai modi in cui ne influenzò gli sviluppi. Tutto questo provando a penetrare nella sua umanità più minuta e viva, nei suoi affetti, nelle sue traversie personali, nei rapporti con la sua famiglia e i suoi compagni di fede e di lotta. In questo libro emergono i tratti di una personalità combattiva, ironica, conviviale, amante della vita pur nella consapevolezza della gravità dell'ora che stava vivendo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Inni e canti"
Editore: Claudiana
Autore: Martin Lutero
Pagine:
Ean: 9788868981297
Prezzo: € 13.50

Descrizione:

Relativamente poco conosciute, le composizioni poetico-musicali – originali o rielaborate da Lutero – di questo volume ci presentano un aspetto meno noto ma significativo del Riformatore tedesco, che le concepì sia come strumento catechetico assembleare sia come elemento catartico, pacificante ed ecumenico nei confronti delle controparti teologiche.

Signora Musica

Tra tutte le gioie terrene nessuna può essere più grande di quella che io do cantando dolci suoni.

Non può esservi cattiveria dove dei compagni cantano bene; scompaiono ira, liti, odio e invidia; ogni preoccupazione s’allontana. Con la tristezza se ne vanno cupidigia, affanni e afflizioni.

Ognuno è libero e contento: questa gioia non è peccato: anzi piace a Dio molto più di ogni altra gioia in tutto il mondo. Essa distrugge l’opera del diavolo e impedisce tanti delitti. Ne è testimone il re Davide, che, suonando dolcemente l’arpa, più volte frenò l’ira di Saul, dissuadendolo da grandi misfatti.

La musica rende il cuore sereno e aperto alla parola e verità divina. Lo riconobbe Eliseo, che suonando l’arpa incontrò lo Spirito [divino].



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il dramma dell'umanesimo ateo. L'uomo davanti a Dio"
Editore: Jaca Book
Autore: Henri De Lubac
Pagine: XXVII-380
Ean: 9788816305915
Prezzo: € 30.00

Descrizione:"La sezione prima degli 'Opera omnia' di Henri de Lubac si sostanzia di quattro scritti che, sotto il titolo 'L'uomo davanti a Dio', sono ricondotti dallo stesso autore a questo ordine: 1. 'Sulle vie di Dio'; 2. 'Il dramma dell'umanesimo ateo'; 3. 'Proudhon e il cristianesimo'; 4. 'Paradossi e nuovi paradossi'. L'intento non è stato quello di una proposizione cronologica, ma dell'articolazione dei nuclei tematici del lavoro e della riflessione teologici e storico-teologici dell'autore. [...] Dovessimo trovare, per quanto ci è dato osservare, un centro, non sistematico ma genetico, a questo plesso di opere, attorno a cui far gravitare l'impegno circoscritto da questa produzione letteraria, lo vedremmo in quel dialogo 'disarmato' tra due ventenni, un gesuita o meglio aspirante gesuita e un neo-insegnante non credente, nelle trincee della Grande Guerra. Ci pare che il fatto, insistentemente ricordato dal teologo, conferisca intensità al titolo stesso scelto per la sezione e alla sua problematicità. E ci pare che esso sia ciò che concretamente segna il fuoco o l'anima dell'impegno intellettuale di de Lubac, almeno per questa sezione. [...] Il carattere di quello che de Lubac chiama 'umanesimo ateo' non è assimilabile a quello dell'ateismo volgare e neppure a un 'ateismo puramente critico', 'incapace di sostituire ciò che vuole distruggere'; si tratta di un ateismo che 'vuole essere sempre più positivo, organico, costruttivo'; vuole un nuovo umanesimo, dopo aver agito, mediante una critica radicale perché l'umanità occidentale rinneghi 'le sue origini cristiane' e volti le spalle a Dio. Nella loro diversità questi umanesimi sono accomunati da un 'immanentismo di natura mistica' e da una 'lucida coscienza del divenire umano'. È 'molto più' di un a-teismo, la sua negazione è un anti-teismo, 'più precisamente un anticristianesimo'." (Dall'Introduzione di Costante Marabelli alla sezione prima dell'"Opera omnia")

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La teologia protestante nel XIX secolo"
Editore: Jaca Book
Autore: Karl Barth
Pagine: 273
Ean: 9788816305991
Prezzo: € 30.00

Descrizione:«Le date hanno la loro importanza. Nel 1946, all'indomani del secondo conflitto mondiale, uscì il libro intitolato Surnaturel, forse il più celebre in assoluto, per valore storico, tra i molti pubblicati dal padre gesuita Henri de Lubac. Nello stesso anno era pronta per la pubblicazione la prima edizione del volume Die protestantische Theologie im 19. Jahrhun-dert, scritto dall'ormai famoso teologo riformato calvinista Karl Barth. [...] Siamo di fronte a due opere di interesse, al tempo stesso, storico e teologico sistematico. [...] Sul versante protestante, un teologo sistematico del calibro di Barth ha intrapreso un lavoro storico analogo a quello svolto in campo cattolico da de Lubac, per portare*alla luce il percorso culturale che nei secoli XVIII e XIX ha condotto la teologia protestante a smarrire il cuore pulsante del cristianesimo, il quale in pieno Ottocento si è trovato svuotato della propria sostanza. Infatti Barth ha progressivamente preso le distanze dalla sua formazione teologica liberale, per intraprendere una critica rigorosa che egli rivolse al pensiero pietistico-illuminista e romantico tedesco. Ha ravvisato infatti nell'uomo dell'illuminismo quella "volontà di dar forma" (Formwille) che ha investito del primato antropologico del soggetto qualsiasi oggetto del mondo, compresi i contenuti della rivelazione cristiana. Questa tendenza, ben radicata in ogni forma di "assolutismo" del Settecento europeo, ha dato, nel secolo successivo, il suo frutto maturo in Hegel e Schleiermacher». (dalla Prefazione di Franco Buzzi alla nuova edizione)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La radice luterana"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Francesco Donadio
Pagine: 256
Ean: 9788849852103
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Questa collana si propone di presentare soprattutto dei lavori di storia della filosofia. Ciò non significa però la scelta di un progetto di basso profilo. Gli “storici” cercano di capire “come” sono andate le cose e – quando è possibile – “perché” sono andate così. Non è un compito inferiore rispetto alla speculazione filosofica in senso stretto o al lavoro teoretico. Non si tratta di una rivendicazione della “corporazione degli storici”: anche senza rievocare l’identità di filosofia e storia della filosofia, proposta da Giovanni Gentile, non va dimenticato che Kant diceva che spesso l’interprete comprende l’autore meglio di quanto non si sia egli stesso compreso, e che Bertrando Spaventa considerava la storia della filosofia il “compimento dell’insegnamento filosofico”.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La sobria allegria"
Editore: Studium
Autore: Tommaso Moro
Pagine: 224
Ean: 9788838245374
Prezzo: € 19.50

Descrizione:Un aspetto della personalità di Thomas More che manifesta continuità e coerenza di pensiero è indubbiamente la sua attitudine all'allegria. Un lato della sua anima poliedrica tutt'altro che minore, probabilmente il più indicato e rappresentativo per descrivere l'unicità del suo essere, quello che consente di dipingere il ritratto della sua reale interiorità. La traduzione italiana delle facezie moreane si inserisce in questo contesto e dibattito culturale nella misura in cui il More che si dilettava per puro piacere a prendere in giro la moglie è lo stesso che sul patibolo impartisce al boia consigli su come tagliargli la testa. Quanti conoscono la vita dell'illustre umanista inglese non possono ignorare quel suo inimitabile spirito ludico che divertiva tutti e attraverso il quale egli governava la casa e la nazione. Non c'è biografo che non si sia soffermato con piacere a descrivere questo particolare atteggiamento del suo spirito riportando episodi burleschi e battute canzonatorie che lo vedevano in azione. Indubbiamente le facezie nascono dall'importanza che More dava all'allegria e al buonumore nella conduzione dei rapporti umani, nonché dalla scoperta della loro capacità intrinseca di mitigare attraverso un piacere, derivante dal gioco e dallo scherzo, la fatica dell'anima. Ai riformatori protestanti inglesi che lo accusarono di mancanza di serietà rispose nella sua Apology che «un uomo può alle volte, in mezzo al gioco, dire grandi verità; e per chi è laico, come me, è forse più conveniente esporre il proprio pensiero allegramente che non predicare con solenne serietà».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO