Santuario Madonna dell'Unipiano (Varallo)

Variazione del nome: Madonna Addolorata dell'Unipiano
Edificio isolato posto su un altopiano a picco sulla statale 299 Varallo-Alagna; raggiungibile in 20 minuti di cammino dalla frazione di Valmaggia.
Il termine "Unipiano" deriva dal valsesiano lungh-pian, cioè lungo piano.
Il santuario è stato edificato tra l'anno 1640 e l'anno 1660 e la data 1660 è contenuta nella meridiana affrescata sul retro del coro.
Secondo lo storico Romerio sul luogo dell'oratorio già in precedenza sorgeva una cappella dedicata alla Madonna.

Oggetto del culto è una statua in legno dipinto della Madonna Addolorata (anni '80) sostituita all'originale seicentesco rubato.
Negli Anni 70-80 ripetuti furti impoveriscono il patrimonio artistico del santuario.

Altri elementi notevoli nell'edificio del Santuario:
- Tela con l'incoronazione della Vergine (opera di ambito popolare datata al secolo XVII).
- Tela con crocifissione (opera del XVIII secolo).
- Ancona d'altare in legno dorato e dipinto (secolo XVIII).

Festività principali:
- Venerdì santo 1 maggio 31 maggio domenica dopo l'Assunta

Note sulle pratiche rituali particolari:
Processione dalla parrocchiale con sette soste alle sette croci poste lungo il percorso nel venerdì santo
1° maggio: benedizione della campagna;
ultima domenica di ottobre: ringraziamento per i raccolti e i pascoli.



Libro degli ospiti

 
TORNA SU