Santuario Beata Panacea al Piano (Quarona)

Variazioni del nome: Beata al Piano

Posto presso l'antica via per la Valsesia, il santuario si trova oggi nel centro abitato di Quarona.
Tradizionalmente come data di fondazione viene proposto il 1409, tuttavia il primo documento dell'archivio parrocchiale è datato al 4 dicembre 1523.
Il santuario sorse nel luogo in cui i buoi, aggiogati al carro funebre di Panacea, si arrestarono, non volendo più proseguire. Il proprietario del terreno non concesse il permesso alla sepoltura, così, sostituiti i buoi con due giovenche, queste proseguirono il cammino fino a Ghemme, dov'era sepolta la madre della giovinetta (primo venerdì di maggio del 1384).
Sull'altare: tela di autore ignoto (1630) con al centro il committente, don B. Lancia, parroco di Quarona (1590-1632), inginocchiato ai piedi della beata, intorno una serie di riquadri, commentati da scritte che illustrano la vita e la morte della santa.
In facciata: affresco di Lorenzo Peracino da Cellio (1763) che riprende in chiave settecentesca l'iconografia della tela inserendola in una fastosa cornice rococò.

Oggetto del culto è il manico della rocca con cui venne uccisa Panacea; la reliquia venne traslata dalla parrocchiale dal parroco Bernardino Lancia, biografo della santa, che promosse il rilancio del culto.

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it



Libro degli ospiti

 
TORNA SU