Santuario Madonna della Vita (Crodo - Mozio)

Il santuario è stato edificato tra l'anno 1614 e l'anno 1635.
Il 1614 si riferisce alla data di arrivo a Mozio dell'immagine della Madonna della Vita (proveniente da Bologna) e alla costruzione di una piccola cappella in suo onore. Il 1635 (data incisa sull'architrave dell'attuale santuario) si riferisce, invece, alla consacrazione dell'oratorio costruito successivamente alla cappella.

Leggenda della fondazione:
Un muratore di origine moziese, tal Giovanni De Nigris, insieme a tre compaesani, durante gli scavi per l'edificazione di una chiesa a Bologna, rinviene un affresco con l'immagine della Madonna della Vita, molto venerata in Emilia. Decise di far fare una riproduzione su tela e di spedire il quadro a Mozio. Qui arriva nel 1614 e si erige per esso una piccola edicola; cinque-sei anni dopo si decise la costruzione di un più ampio oratorio.

Oggetto del culto:
Dipinto della Madonna con Bambino in trono, tra i santi Carlo Borromeo e Rocco confessore.

Festività principale: 8 settembre
Coincidenza liturgica: Natività di Maria Vergine

Si celebra la messa prefestiva del sabato. Ogni anno, la sera del sabato che precede la prima domenica di settembre, festa della Madonna della Vita, parte dal santuario la processione dei fedeli che accompagna l'effige della Madonna alla chiesa parrocchiale di Mozio. Il giorno successivo, dopo la messa, l'immagine viene riportata in processione al santuario.

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it



Libro degli ospiti

 
TORNA SU