Santuario Santa Maria di Babilone (Cavaglià)

Il santuario sorge a circa 1 Km. dall'abitato di Cavaglià, nei pressi del cimitero.

Su una chiesa del XIII secolo, dov'era vivo il culto per i Magi, nel 1620 gli abitanti di Cavaglià, in seguito alle molte grazie ricevute dalla Vergine, iniziarono la costruzione di un ampio edificio. I lavori terminarono verso il 1680 e produssero un pregevole esempio di barocco piemontese. Altri interventi di ampliamento avvennero nel corso del XVIII secolo.
La forma ellittica della cupola e la pianta ovale dell'edificio, con le cappelle laterali, sono vicine all'ambito delle opere di Ascanio Vitozzi e richiamano l'impostazione architettonica barocca del santuario di Vicoforte.

Oggetto del culto:
Pregevole gruppo ligneo raffigurante l'adorazione dei Magi di un maestro franco-piemontese.

Festività principale: 8 settembre
Coincidenza liturgica: Natività di Maria Vergine

Nel Seicento la messa veniva celebrata quotidianamente per un voto del comune di Cavaglià.

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it



Libro degli ospiti

 
TORNA SU