Santuario Madonna di Oropa (Biella)

VIA SANTUARIO DI OROPA, 480
13900 Oropa (BI)
tel: 015 2522274

La vallata ove è sito il santuario in origine non era visibile da Biella, ma nel XVIII secolo il dosso verso la valle che ne impediva la visuale, venne spianato.

La leggenda vuole che la statua della Vergine fosse stata scolpita da san Luca in Palestina e poi portata ad Oropa da s. Eusebio nel IV secolo, dove si era rifugiato per sfuggire alla persecuzione degli ariani. Qui nascose la statua in un sacello e, successivamente, vi venne eretta intorno una chiesa.

Il santuario trae origine dal voto fatto dalla città di Biella durante l'epidemia di peste del 1598 quando la cessazione della calamità venne attribuita all'intercessione della Madonna. In origine il voto doveva comportare la costruzione di una cappella, ma il vescovo di Vercelli, Giovanni Stefano Ferrero, si intromise al fine di edificare un luogo di culto con caratteristiche tipicamente borromaiche; ad esso si legava anche l'intenzione di sviluppare un flusso commerciale con la Valsesia (negli anni precedenti al 1599 il vescovo diocesano, le comunità del biellese e quelle della Valsesia presero accordi per la costruzione di una strada per favorire i commerci).

Fin dal medioevo sul monte Oropa vi erano due chiese legate alla devozione mariana. Il santuario nacque radendo al suolo le vecchie strutture o incorporandole nel complesso cultuale. La prima fase di edificazione del santuario è tipicamente barocca. Gli ampliamenti nel corso dei secoli successivi furono continui e hanno fatto confluire nella struttura generi architettonici estremamente vari.
Legato al santuario si trova il Sacro Cammino composto da numerose cappelle (attualmente sono dodici, anche se in origine ne erano state progettate venti).

Oggetto del culto:
Madonna lignea che tiene tra le braccia Gesù bambino. Il colore bruno è dovuto a depositi e incrostazioni. Le vesti, le scarpe appuntite, in stile tipicamente gotico, fanno presupporre che la statua della Vergine sia stata scolpita in epoca tardomedievale. Nel corso del Seicento all'immagine venne aggiunta una corona.

Festività principale: Ultima domenica di agosto (Incoronazione della Vergine)

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it



Libro degli ospiti

 
TORNA SU