Tempio di don Bosco

Il tempio sorge sul Colle dove nacque, nel 1815, San Giovanni Bosco, che dedicò la sua vita e le sue opere ai giovani in difficoltà.

La storia
Fondatore degli oratori e, nel 1854, della società Salesiana, Don Bosco ebbe la sua prima apparizione all’età di nove anni dove, in un sogno, presagisce la sua futura missione: aiutare ed educare i ragazzi difficili. Il santuario fu voluto dai Salesiani al termine della Seconda Guerra Mondiale, e la prima pietra venne posta nel 1961. L’intera struttura fu realizzata in pochi anni, ma solo dal 1984 è completamente agibile.

Il Santuario
Il tempio, progettato dall’ingegner Enea Ronca e dell’architetto Rubatto, è composto da due chiese sovrapposte, entrambe molto grandi, e una cupola.
La chiesa superiore, di linea moderna, contiene un grande organo a canne, e nella parete di fondo, sopra il presbiterio, è situata la statua lignea del Cristo Redentore Risorto, opera dello scultore Corrado Piazza, della ditta Demets di Ortisei. In legno di tiglio e alta 8 metri, la statua rappresenta il richiamo al sogno premonitore che Don Bosco ebbe da bambino.
Nelle navate laterali sono disposte le quattordici sculture, anche queste in legno di tiglio, della “via lucis”; realizzate da Giovanni Dragoni. Le statue descrivono le manifestazioni di Cristo risorto fino alla discesa dello Spirito Santo nel giorno di Pentecoste. Le iconografie sono invece del pittore Mario Bogani di Feganò. E’ l’autore di sei tele che illustrano, in modo unitario e comprensibile, alcuni episodi fondamentali della vita e delle attività di Don Bosco per i giovani.
Inoltre, il pittore ha realizzato un grande affresco, posto in cima alla gradinata che porta al Tempio Superiore, che rappresenta i giovani di tutto il mondo affidati a Don Bosco, grazie a una composizione di volti. Sui tre lati esterni del santuario sono situati tre mosaici, anch’essi opera di Mario Mogani, raffiguranti sempre Don Bosco.
La cripta, che ricorda il luogo della nascita di Don Bosco, contiene la reliquia del Santo.
La chiesa inferiore, invece, comprende dieci cappelle laterali e dieci altari, costituiti da vetrate che riproducono i Santi della tradizione Salesiana.

Fonte: http://www.vaticano.com/santuario-don-bosco.asp

5 KM DA CASTELNUOVO DON BOSCO (AT)

Apertura: ore 7-12; 14-18

Orario delle Ss. Messe:
Mattino: feriale 7.00-8.00-11.00 festivo 8.00-9.30-11.00
Pomeriggio: 16.00 - 17,15 (invernale) 17.00 - 18.15 (estivo)
Messa prefestiva: ore 16.00 (invernale); ore 17 (estivo)

Orario confessioni:
ogni giorno: ore 9-12; 15-18

Sito ufficiale: www.colledonbosco.it


Mamma Margherita

Casa dell'infanzia

Scorcio




Libro degli ospiti

 
TORNA SU