Chiesa evangelica luterana

Presenti a Venezia sin dal tempo della Riforma, e in altre città dal XVIII secolo, si sono organizzati nel 1948 come Chiesa evangelica luterana in Italia (CELI); in maggioranza sono comunità di lingua tedesca; nel Golfo di Napoli esistono tre comunità italiane. Sono membri della Federazione luterana mondiale, della KEK e della FCEI. Sono circa 7.000.

Il lavoro diaconale


Il fulcro del lavoro diaconale della CELI si trova sul golfo di Napoli, dove nel 1992 si sono unite, sotto la guida di un’unica sede pastorale, le tre Comunità di Santa Maria la Bruna, Torre Annunziata e Torre del Greco. A Santa Maria la Bruna esiste una scuola elementare parificata con annessa scuola materna, erede della scuola fondata a suo tempo dal Past. Poggioli (vedi: storia della CELI) a Torre del Greco. L’intenzione era quella di venire incontro ai bisogni delle famiglie meno abbienti e di fornire un servizio scolastico con annessa mensa e doposcuola.
Una scuola con le stesse intenzioni fu fondata dal Past. Poggioli anche a Torre Annunziata. Migliorata la situazione scolastica in quella città, l’edificio scolastico fu destinato ad altri scopi, sempre a carattere sociale. Oggi l’edificio intitolato ad Idelmo Poggioli ospita il centro diaconale polivalente che ospita durante il giorno persone anziane sole ed organizza per loro attività di vario genere, offrendo anche servizi di consulenza medica, psicologica e farmaceutica tramite l’opra volontaria di professionisti locali.
Per i giovani, in un territorio fortemente a rischio per quanto riguarda droga e criminalità organizzata, il centro mette a disposizione ampi locali per la sperimentazione teatrale. L’esperienza ha fatto riconoscere che il teatro non solo arricchisce culturalmente, ma impegna ogni partecipante in modo immediato e personale. Il gruppo teatrale giovanile ha avuto esperienze di successo anche al di fuori del centro diaconale.
Un altro compito della CELI è l’assistenza ai visitatori stranieri dei molti centri di cura in Italia. Un pastore stabile è presente ad Abano Terme, mentre un pastore stagionale è presente, nei mesi di maggiore afflusso, presso le terme di Ischia.

I rapporti ecumenici


All’interno del territorio italiano vi sono rapporti ecumenici a diversi livelli. Cominciando con i rapporti con le altre chiese che hanno la loro origine nella Riforma, si ricorda, a livello nazionale, la Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia, della quale la CELI è membro fondatore. Responsabile: Juergen G. Astfalk

La CELI è interessata al dialogo con la Chiesa Cattolica, specialmente per quanto riguarda gli aspetti pratici della pastorale, in quanto molti dei suoi membri vivono in famiglie di confessione mista. Responsabile: Norbert Denecke

Dal 1998 la CELI fa anche parte della LEKKJ: Commissione luterana europea per chiesa ed ebraismo(Lutherische Europäische Kommission für Kirche und Judentum). Responsabile: Almut Kramm

In tempo di unione europea ed integrazione a vari livelli, la CELI considera normali i suoi tradizionali rapporti con la Federazione Luterana Mondiale a Ginevra, di cui è membro, e con la Chiesa Evangelica in Germania.

Si hanno inoltre rapporti stretti con il Martin Luther Bund (Federazione Martin Lutero) e con il Gustav-Adolf Werk (opera Gustavo Adolfo) che hanno spesso sostenuto la CELI nei suoi impegni sociali.

La CELI è membro della KEK (Commissione di comunicazione delle Chiese Evangeliche) e mantiene rapporti stretti con la VELKD (Unione delle Chiese Evangeliche Luterane in Germania).

Dal 07/05/2000 esiste un contratto di gemellagio fra la CELI e la Chiesa Evangelica della Confessione Augustana in Slovenia.

Sito ufficiale

: www.elki-celi.org



Libro degli ospiti

 
TORNA SU