Gesù Cristo

Secondo la teologia cristiana, precisata nel corso dei primi quattro concili ecumenici, il figlio di Dio, Verbo incarnato, vero Dio e vero uomo, seconda persona della Trinità, incarnatosi per un gratuito atto d'amore allo scopo di riscattare l'umanità dal peccato e liberarla dalla morte.
Gesù significa in ebraico "Dio è la salvezza", Cristo significa l'"Unto del Signore", "Messia". La vita, l'opera e il messaggio di Gesù di Nazareth sono attestati dal Nuovo Testamento (che comprende i quattro Vangeli di Matteo, Luca, Marco e Giovanni), oltre ad alcuni vangeli apocrifi; accenni indiretti alla sua persona sono fatti da storiografi romani (Tacito, Svetonio, Plinio il Giovane).
La data della nascita di Gesù, con la quale si fa cominciare l'era volgare, non può essere stabilita con precisione: secondo gli storici, Gesù sarebbe nato tra il 9 e il 5 avanti l'età volgare.
Fu partorito da Maria Vergine in una capanna di Betlemme, fu adorato dai pastori, onorato dai doni dei Re Magi, circonciso secondo l'uso ebraico, presentato al Tempio; con Maria e Giuseppe, suo padre putativo, dovette riparare in Egitto per sfuggire alla strage degli innocenti ordinata da Erode, ritornò quindi a Nazareth, ove risiedeva la sua famiglia. A dodici anni, andato a Gerusalemme per la Pasqua, fu dalla madre ritrovato nel tempio che disputava con i dottori.
Adulto, forse trentenne, si recò da Giovanni Battista, il Precursore, per ricevere il Battesimo, e cominciò quindi la sua predicazione.
Tra i discepoli scelse dodici apostoli, che lo seguirono nelle sue predicazioni.
La critica storica è incerta se la predicazione di Gesù, svoltasi in gran parte nella Galilea, intorno al lago di Tiberiade (o Mare di Galilea), sia durata uno o tre anni. In questo periodo Gesù predicò il Vangelo o "buona novella", incentrato sull'annuncio del Regno ("Il tempo è compiuto e il Regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al Vangelo", Mc 1,15), compimento dell'attesa messianica d'Israele e compì miracoli.
Gesù annuncia il suo messaggio, ora con parabole, ora attraverso un insegnamento più ristretto: egli proclama beati i poveri, i perseguitati, gli emarginati, mentre condanna ogni ricchezza e potere.
Norma etica centrale è quella dell'amore di Dio e del prossimo, che ha fondamento nell'amore di cui Dio Padre circonda ogni creatura, come è indicato nella preghiera insegnata dia Gesù, il "Padre nostro".
A 33 anni andò ancora a Gerusalemme, celebrò la Pasqua istituendo, nell'Ultima cena, l'Eucaristia; tradito da uno degli apostoli, Giuda, fu arrestato, giudicato e condannato dal sacerdote Caifa e poi tradotto davanti al procuratore romano Ponzio Pilato. Oltraggiato e ferito, fu condannato alla crocifissione e morì sulla croce. Il terzo giorno resuscitò; durante 40 giorni si mostrò a vari discepoli e agli Apostoli, ascese in Cielo, per sedere alla destra del Dio Padre.



Libro degli ospiti

 
TORNA SU